La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FINALITA E METODOLOGIA OPERATIVA DELLANALISI DI BILANCIO PER INDICI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FINALITA E METODOLOGIA OPERATIVA DELLANALISI DI BILANCIO PER INDICI."— Transcript della presentazione:

1

2 FINALITA E METODOLOGIA OPERATIVA DELLANALISI DI BILANCIO PER INDICI

3 Le analisi di bilancio sono particolari tecniche che, mediante confronti tra valori patrimoniali ed economici, facilitano linterpretazione dei dati in essi contenuti e dei fenomeni aziendali che li hanno generati 05/05/2014Maria Ceparano2 ANALISI DI BILANCIO Per indici: si attua con la costruzione di una serie più o meno ampia di relazioni numeriche tra valori o classi di valori di bilancio Per flussi: è una tecnica dindagine volta ad individuare le cause che hanno prodotto (le fonti) e assorbito (gli impieghi) le risorse finanziarie

4 Le analisi di bilancio sono una tecnica fondamentale per conoscere ed interpretare la dimensione economico-finanziaria della gestione aziendale. Attraverso le analisi è infatti possibile ottenere importanti sintomi ed indizi su aspetti significativi dellattività dimpresa, con lesame critico del sistema di valori di cui è espressione il bilancio desercizio 05/05/2014Maria Ceparano3 Conoscenza della situazione economica finanziaria Interpretazione dei risultati Conoscenza della Situazione patrimoniale

5 Lanalisi economico-finanziaria della gestione attraverso i bilanci è caratterizzata dalla successione delle seguenti fasi operative: 1. La revisione del bilancio da sottoporre ad analisi 2. La riclassificazione del bilancio in funzione delle analisi 3. La scelta e il calcolo degli indici da impiegare nelle analisi 4. Il coordinamento degli indici e la relazione interpretativa finale 05/05/2014Maria Ceparano4

6 IMPIEGHI simboli FONTIsimboli Disponibilità liquide Dl Debiti a breve (Pass. Correnti) Db Disponibilità finanziarie Df Debiti a m/l (Pass. Consolidate) Dc Rimanenze Rm CAPITALE DI DEBITO Cd ATTIVO CORRENTE Ac CAPITALE PROPRIO Cp Immobilizzazioni immateriali Ii Capitale sociale Immobilizzazioni materiali Im Riserve Immobilizzazioni finanziarie ATTIVO IMMOBILIZZATO If IM TOTALE IMPIEGHI TI TOTALE FONTI TF 05/05/2014Maria Ceparano5

7 E il più utilizzato dalla prassi italiana e suggerito dalla Consob. Classifica i componenti di reddito per natura e perviene a risultati economici intermedi di fondamentale rilievo informativo, tra cui: Il valore aggiunto della produzione ottenuta Il margine operativo lordo (MOL-EBITDA) Il reddito operativo (EBIT) 05/05/2014Maria Ceparano6

8 Ricavi netti di vendita RV + costi patrimonializzati per lavori interni +/- variazione delle scorte di prodotti, semilav. + altri ricavi e proventi di gestione = VALORE DELLA PRODUZIONE Vp -costo delle materie consumate -Costo dei servizi -Altri costi di gestione +/- variazione delle rimanenze di materie VALORE AGGIUNTO Va -costi per il personale =MARGINE OPERATIVO LORDO (EBITDA) MOL -ammortamenti - svalutazione crediti -altri accantonamenti =REDDITO OPERATIVO (EBIT) Ro +/- risultato della gestione finanziaria +/- risultato della gestione accessoria =RISULTATO ECONOMICO DELLA GESTIONE ORDINARIA +/- saldo della gestione straordinaria =REDDITO PRIMA DELLE IMPOSTE -Imposte =REDDITO NETTO DELLESERCIZIO Re 05/05/2014Maria Ceparano7

9 Questa classificazione rivolge particolare attenzione alla gestione caratteristica, facendo emergere importanti risultati intermedi, quali: Il costo della produzione venduta o costo del venduto Il margine lordo sulle vendite o margine lordo industriale Il reddito operativo (EBIT) 05/05/2014Maria Ceparano8

10 =RICAVI NETTI DI VENDITA - Costo del venduto RV Cv =MARGINE LORDO INDUSTRIALE -costi commerciali o di distribuzione --costi amministrativi + altri ricavi e proventi diversi Ml =REDDITO OPERATIVO (EBIT) +/- risultato della gestione finanziaria +/- risultato della gestione accessoria Ro = RISULTATO ECONOMICO DELLA GESTIONE ORDINARIA +/- risultato della gestione straordinaria =REDDITO AL LORDO DELLE IMPOSTE - imposte sul reddito =REDDITO NETTO DELLESERCIZIO Re 05/05/2014Maria Ceparano9

11 05/05/2014Maria Ceparano10 ROE=Re/Cp x100 (Indicatore della redditività effettivamente ottenuta e quindi del grado di remunerazione del rischio economico) ROI=RO/TI x100 (Misura la redditività dellintero capitale investito nellattività aziendale) ROD=OF/Cd x100 (Misura la capacità dellimpresa di remunerare il capitale di debito fornisce la misura dellincidenza del peso degli oneri finanziari sulla redditività complessiva) EBITDA MARGIN= MOL(EBITDA)/RV x100 (Misura lincidenza dei principali costi operativi, materie-servizi-personale-godimento beni di terzi, sui ricavi di vendita) ROS(EBIT MARGIN)= RO/RV x100 (Misura la redditività media unitaria) ROTAZIONE DEGLI IMPIEGHI= RV/TI (Misura il numero delle volte che nellanno si è ripetuta la redditività unitaria, più è alto, maggiore è il grado di efficienza dellimpresa) LEVERAGE= TI/Cp (se =1 TI=Cp cioè limpresa finanzia gli impieghi solo con il Cp) (se >1 TI>Cp ricorso contenuto al capitale di terzi) (se <2 soddisfacente equilibrio tra Cp e Ct) (se >2 ricorso a notevole indebitamento – impresa sottocapitalizzata) INCIDENZA GESTIONE NON CARATTERISTICA= Re/RO x100 (Misura landamento della gestione non caratteristica che comprende il risultato della gestione accessoria, finanziaria, straordinaria e carico fiscale) EVA= (ROI-COSTO DEL CAPITALE INVESTITO)x TI (Stima il valore economico creato da unimpresa)

12 05/05/2014Maria Ceparano11 PRODUTTIVITA DEL CAPITALE INVESTITO= VALORE AGGIUNTO/TI x100 (più tale indice assume valori prossimi al 100% maggiore è la produttività del capitale impiegato, migliore è lefficienza) PRODUTTIVITA DEL LAVORO= RV/N°DIPENDENTI VALORE DELLA PRODUZIONE/N°DIPENDENTI VALORE AGGIUNTO/N°DIPENDENTI (Analisi macroeconomica) COSTO MEDIO PER DIPENDENTE= COSTO DEL PERSONALE/N°DIPENDENTI INCIDENZA DEL FATTORE LAVORO= COSTO DEL PERSONALE/RV x100

13 05/05/2014Maria Ceparano12 RIGIDITA IMPIEGHI= IMM.NI/TI x100 ELASTICITA IMPIEGHI= ATTIVO CORRENTE/TI x100 oppure ATTIVO CORRENTE/IMM.NI x100 INCIDENZA DEBITI A BREVE TERM.= DEBITI a breve scad./TI x100 INCIDENZA DEBITI A M/L TERM.= DEBITI a media-lunga scad./TI x100 INCIDENZA DEL Cp= Cp/TI x100 GRADO DI CAPITALIZZAZIONE= Cp/Cd (se =1 Cp=Cd autonomia finanziaria al 50%; se >1 Cp>Cd impresa capitalizzata) AUTONOMIA FINANZIARIA= Cp/TI x100 (se >66% la struttura finanziaria è ottima se compreso tra 33% e 66% la struttura è normale o soddisfacente se <33% pericolosa dipendenza dal capitale di debito)

14 13 INDICI DI SOLIDITA (sono collegati ai margini di struttura e al PCN e mettono in evidenza lutilizzo delle fonti per effettuare i vari impieghi) Indice di autocopertura delle imm.ni= Cp/Imm.ni (se =1 situazione ideale) Indice di copertura globale delle imm.ni= Capitale permanente/Imm.ni (se >1 situazione di equilibrio) Indice di disponibilità=Attività correnti/Debiti a breve scad. (se <1 limpresa non è in grado di estinguere i debiti a breve se compreso tra 1 e 2 situazione di equilibrio) INDICI DI LIQUIDITA (valutano la solvibilità dellazienda, ossia la capacità di far fronte agli impegni finanziari di prossima scadenza con le proprie risorse liquide) Indice di liquidità secondario= (Dispon. Finanz. + DL)/Debiti a breve scad. (non dovrebbe assumere valori <1) (collegato al margine di tesoreria) Indice di liquidità primario= DL/Debiti a breve scad. (poco significativo) La presenza di una buona liquidità non sempre esprime una reale situazione di solvibilità, infatti tali indici sono falsati se al numeratore cè denaro liquido derivante da prestiti) Posizione Finanziaria Netta= (DL+Crediti di finanz. a breve) – Debiti di finanz. a b/m/l/termine N°anni per rimborsare i prestiti= PFN/MOL(EBITDA) (tanto minore è il risultato tanto più limpresa è in grado di rimborsare i debiti) DEBT RATIO= PFN/(Cp + PFN) x100 (esprime in quale misura il capitale investito è coperto mediante lindebitamento finanziario)

15 05/05/2014Maria Ceparano14 INDICI DI ROTAZIONE (misurano la velocità di rigiro del complesso degli impieghi) Indice di rotazione dellattivo corrente= RV/Attivo corrente (indica il n° delle volte in cui ruotano le risorse impiegate a breve per effetto delle vendite) Indice di rotazione delle rimanenze= Costo del venduto/Rimanenze (indica il n°delle volte in cui le rimanenze si rinnovano nel magazzino) Indice di rotazione dei crediti commerciali*= (RV+IVA)/Crediti v/clienti INDICI DI DURATA (indicano la durata media delle dilazioni di pagamento ottenute dai fornitori o concesse ai clienti) SITUAZIONE DI EQUILIBRIO: Durata media di dilazione accordata ai clienti deve essere quasi uguale ai giorni di dilazione che sono stati concessi dai fornitori. GG Di dilazione media sugli acquisti= (Debiti fornitori/Totale debiti fornitori sorti nellanno) x 365 GG Di dilazione media sulle vendite= (Crediti clienti/Totale crediti clienti sorti nellanno) x 365 Oppure: 365/Indice di rotazione dei crediti commerciali*

16 ROE=ROI x Ti/Cp x Re/Ro La redditività del capitale di rischio varia al variare di: -redditività del capitale investito, espressione della economicità della gestione tipica. -struttura finanziaria dellimpresa, definita dal leverage. -tasso di incidenza della gestione non caratteristica. 05/05/2014Maria Ceparano15 Si definisce effetto leva leffetto che si produce nellazienda che ha finanziato i suoi investimenti anche con capitale di credito quando la struttura finanziaria agisce come fattore moltiplicativo del ROI producendo un effetto amplificatore sul ROE

17 05/05/2014Maria Ceparano16 REDDITIVITA DEL CAPITALE PROPRIO REDDITIVITA DEL CAPITALE INVESTITO INDICE DI INDEBITAMENTO TASSO DI INCIDENZA DELLA GRSTIONE NON CARATTERISTICA STATO PATRIMONIALE A VALORI PERCENTUALI QUOZIENTEDIINDEBITAMENTO ONEROSITA DEL CAPITALE DI CREDITO ROTAZIONE DEL CAPITALEINVESTITO R EDDITIVITA DELLE VENDITE STRUTTURADEGLIIMPIEGHI STRUTTURADELLEFONTI INDICI DI OMPOSIZIONE DEGLI IMPIEGHI INDICI DI COMPOSIZIONE DELLE FONTI CONTO ECONOMICO A VALORI PERCENTUALI INDICI I ROTAZIONE INDICI DI PRODUTTIVITA DURATA QUOZIENTI DI COPERTURA E AUTOCOPERTURA

18 05/05/2014Maria Ceparano17 Finalita Metodologia Rielaborazione prospetti di bilancio Interpretazione dei risultati Conclusioni sulla situazione aziendale


Scaricare ppt "FINALITA E METODOLOGIA OPERATIVA DELLANALISI DI BILANCIO PER INDICI."

Presentazioni simili


Annunci Google