La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso IDROCEFALO CRONICO DELLADULTO U.O. NEUROCHIRURGIA Direttore: Dr. Giuseppe GALLI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso IDROCEFALO CRONICO DELLADULTO U.O. NEUROCHIRURGIA Direttore: Dr. Giuseppe GALLI."— Transcript della presentazione:

1 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso IDROCEFALO CRONICO DELLADULTO U.O. NEUROCHIRURGIA Direttore: Dr. Giuseppe GALLI

2 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso IDROCEFALO CRONICO DELLADULTO INQUADRAMENTO NEURORADIOLOGICO

3 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso IDROCEFALO: DILATAZIONE DEL SISTEMA VENTRICOLARE RESPONSABILE DI INCREMENTO VOLUMETRICO DEL CONTENUTO INTRACRANICO

4 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso CLASSIFICAZIONE NON OSTRUTTIVO OSTRUTTIVO

5 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso IDROCEFALO NON OSTRUTTIVO IDROCEFALO NON OSTRUTTIVO PRODUZIONE LCR Papilloma Plessi Corioidei

6 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso IDROCEFALO OSTRUTTIVO IDROCEFALO OSTRUTTIVO EXTRAVENTRICOLARECOMUNICANTE Ostacolo a livello delle cisterne della base Ostacolo a livello delle cisterne della base Rivestimento Piale Rivestimento Piale Granulazioni di Paccioni Granulazioni di Paccioni VENTRICOLARE NON COMUNICANTE Stenosi Congenita Stenosi Congenita Stenosi Acquisita Stenosi Acquisita

7 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso IDROCEFALO OSTRUTTIVO IDROCEFALO OSTRUTTIVO EXTRAVENTRICOLARECOMUNICANTEVENTRICOLARE NON COMUNICANTE Superamento del Liquor dei forami di Luschka e Magendie SINO

8 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso Lidrocefalo normoteso dellanziano rientra nellambito dellidrocefalo ostruttivo comunicante per alterato riassorbimento liquorale a livello del rivestimento piale

9 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso IMAGING INFORMAZIONI STATICHE INFORMAZIONI STATICHE INFORMAZIONI DINAMICHE INFORMAZIONI DINAMICHE INFORMAZIONI PERFUSIONALI INFORMAZIONI PERFUSIONALI

10 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI STATICHE TC - RMN Diagnosi differenziale tra Idrocefalo e Dilatazione ex vacuo

11 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI DINAMICHE Mielocisternografia Radioisotopica MielocisternoTC RMN-PC RMN-SE Diagnosi differenziale tra Idrocefalo Normoteso e Iperteso

12 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI PERFUSIONALI PET - SPECT - RMN Ipoperfusione diffusa dellencefalo in NPH

13 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI DINAMICHE Come conseguenza dellassottigliamento e dellirrigidimento della sostanza bianca periventricolare si ha riduzione della compliance vasculo-tissutale con alterata progressione dellLCR lungo la via ventricolo cisternale con realizzazione di reflusso cisterno ventricolare e segno del flow void tipico dellidrocefalo NPH

14 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI DINAMICHE

15 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI DINAMICHE

16 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI DINAMICHE

17 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI DINAMICHE

18 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI STATICHE Il più importante criterio semeiologico in grado di attribuire qualsiasi tipo di dilatazione ventricolare a genesi idrocefalica è identificabile a livello degli spazi subaracnoidei e cisternali: questi si riducono progressivamente allaumentare dellipertensione endocranica.

19 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI STATICHE La dilatazione idrocefalica dei ventricoli laterali si caratterizza per: dilatazione uniforme aspetto ballonè dei corni frontali angolo acuto alla convergenza delle linee tangenti il margine mediale dei corni mediali ectasia dei corni temporali tracimazione liquorale transependimale

20 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI STATICHE

21 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI STATICHE

22 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI STATICHE

23 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI STATICHE

24 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI STATICHE

25 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI STATICHE

26 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI STATICHE La dilatazione idrocefalica del III° ventricolo si caratterizza per: dilatazione del muso del III° ventricolo incurvamento del fornice inarcamento della lamina quadrigemina assottigliamento ed incurvamento del corpo calloso riduzione distanza corpo mammillare - ponte

27 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso INFORMAZIONI STATICHE

28 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso DIAGNOSI DIFFERENZIALE NPH VS Dilatazione Atrofica?

29 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso DIAGNOSI DIFFERENZIALE NPH VS Dilatazione Atrofica

30 U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso CONCLUSIONI Nellanziano la diagnosi differenziale tra dilatazione atrofica dei ventricoli ed idrocefalo normoteso, in particolare quando la clinica non è dirimente, è tuttavia difficile per la possibile coesistenza di reperti comuni alle due patologie.


Scaricare ppt "U.O. Radiologia Cremona Dr. Antonio Dell'Osso IDROCEFALO CRONICO DELLADULTO U.O. NEUROCHIRURGIA Direttore: Dr. Giuseppe GALLI."

Presentazioni simili


Annunci Google