La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 SCEGLIERE LA STRADA DELLA SICUREZZA – ALCOL, DROGHE E GUIDA Corso di formazione per insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Dott.ssa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 SCEGLIERE LA STRADA DELLA SICUREZZA – ALCOL, DROGHE E GUIDA Corso di formazione per insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Dott.ssa."— Transcript della presentazione:

1 1 SCEGLIERE LA STRADA DELLA SICUREZZA – ALCOL, DROGHE E GUIDA Corso di formazione per insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Dott.ssa P. Caprì - Dott.ssa C. Mangia 12 – 17 – 26 novembre 2009

2 2 ADOLESCENZA E ADOLESCENZE Io sono un povero adolescente e non so io stesso sempre che cosa sia il bene e che cosa sia il male. (F. Dostoevskij, 1875) Io sono un povero adolescente e non so io stesso sempre che cosa sia il bene e che cosa sia il male. (F. Dostoevskij, 1875) Tipologie di adolescenti Sognatori Sognatori Bambinoni Bambinoni Ricercatori Ricercatori Categorie intermedie (metallari, bulli, impasticcati, sbandati) Categorie intermedie (metallari, bulli, impasticcati, sbandati)

3 3 COMPITI DI SVILUPPO Sono capacità, attività che lindividuo deve affrontare, si presentano in determinati periodi della vita, sono il presupposto per una crescita sana. Ogni compito ha la funzione di mettere alla prova e stimolare il ragazzo a superare positivamente la condizione di sviluppo in cui si trova, preparandolo ad affrontare le fasi successive. La risoluzione conduce al benessere e al successo nellaffrontare i problemi successivi, mentre il fallimento porta disagio, malessere e difficoltà di fronte ai compiti che si presentano in seguito.

4 4 COMPITI DI SVILUPPO Nelladolescenza Costruzione dellidentità Costruzione dellidentità Trasformazione e accettazione corpo Trasformazione e accettazione corpo Autonomia dalladulto Autonomia dalladulto Acquisire un ruolo sociale maschile e femminile Acquisire un ruolo sociale maschile e femminile Progettare e prepararsi per il futuro Progettare e prepararsi per il futuro Acquisire un comportamento socialmente responsabile Acquisire un comportamento socialmente responsabile Acquisire un sistema di valori guida Acquisire un sistema di valori guida Costruzione di relazioni significative esterne (gruppo dei pari) Costruzione di relazioni significative esterne (gruppo dei pari)

5 5 I COMPORTAMENTI A RISCHIO non sono necessariamente una conseguenza di malesseri e carenze, ma sono messi in atto per rispondere in qualche modo ai compiti di sviluppo FUMO USO DI DROGHE ALCOL DIETE ESAGERATE RICERCA DEL RISCHIO ESTREMO RAPPORTI SESSUALI NON PROTETTI O SESSUALITA IMPROPRIA

6 6 I COMPORTAMENTI A RISCHIO – PERCHÈ SEMBRARE ADULTI AFFERMARE LA PROPRIA AUTONOMIA IDENTIFICARSI col gruppo DIFFERENZIARSI dagli adulti AFFERMARESI E SPERIMENTARSI TRASGREDIRE E SUPERARE I LIMITI ESPLORARE SENSAZIONI NUOVE DIMOSTRARE LA PROPRIA CAPACITÀ AL CONTROLLO

7 7 FATTORI DI RISCHIO Perché un disagio adolescenziale divenga Perché un disagio adolescenziale divenga disadattamento bisogna anche che intervengano dei FATTORI DI RISCHIO e che questi riguardino i molti aspetti della vita di un adolescente come per es. problemi familiari, disadattamento scolastico, marginalità socio economica, carenza di aggregazione, etc.

8 8 Fattori di rischio Eventi frustranti Ambienti poco accoglienti Scarsa protezione e mancanza di contenimento Mancanza di calore e serenità Mancanza di figure adulte di riferimento Mancanza di reti di sostegno (come rete protettiva) Aumento della violenza Modelli eccessivi di successo e di perfezione fisica (bombardamento dai media di modelli irraggiungibili) Avere amici che fanno uso di droghe

9 9 FATTORI DI PROTEZIONE La promozione del benessere deve creare condizioni adatte per consentire al giovane di affrontare in modo soddisfacente i propri compiti di sviluppo e deve agire facendo leva sui cosiddetti FATTORI PROTETTIVI che promuovono abilità personali utili per superare i compiti di sviluppo.

10 10 Buon livello di autostima Buon livello di autostima Sottolineare limportanza e valorizzare lesperienza scolastica Sottolineare limportanza e valorizzare lesperienza scolastica Sostenere i progetti per il futuro (ottimismo) Sostenere i progetti per il futuro (ottimismo) Disapprovazione devianza da parte degli adulti Disapprovazione devianza da parte degli adulti Capacità di controllare i propri impulsi e di rinviare le gratificazioni Capacità di controllare i propri impulsi e di rinviare le gratificazioni Capacità di adattamento Capacità di adattamento Genitori disponibili al dialogo e allascolto (BUON LEGAME COI GENITORI) Genitori disponibili al dialogo e allascolto (BUON LEGAME COI GENITORI) Mettere delle regole chiare e che vengano rispettate Mettere delle regole chiare e che vengano rispettate Capacità di interazioni sociali Capacità di interazioni sociali Riconoscere i valori legati al rispetto dellaltro e delle regole sociali Riconoscere i valori legati al rispetto dellaltro e delle regole sociali FATTORI DI PROTEZIONE

11 11 Fattori di protezione Fattori di protezione (relativo alluso di sostanze) Avere adeguata percezione del rischio Avere adeguata percezione del rischio Conoscere le conseguenze negative rispetto a determinati comportamenti Conoscere le conseguenze negative rispetto a determinati comportamenti Stili di vita e modelli familiari salutari (non uso di sostanze in fam.) Stili di vita e modelli familiari salutari (non uso di sostanze in fam.) Stile di vita amicale non trasgressivo Stile di vita amicale non trasgressivo

12 IL GRUPPO: FATTORE DI RISCHIO E DI PROTEZIONE IL GRUPPO: FATTORE DI RISCHIO E DI PROTEZIONE 12 E ovvio che in mezzo a gente a cui si somiglia ci si sente protetti, e allora si cerca di uniformarsi per creare delle categorie, dei circoli. (G. Viscovich, 1991) Gruppo come: sperimentazione sociale possibilità di riconoscimento di sé luogo ove è più facile accettare le critiche

13 13 INDICATORI DI DISAGIO Osservate i cambiamenti Osservate i cambiamenti Peggioramento nellandamento scolastico Peggioramento nellandamento scolastico Assenze e ritardi poco giustificati Assenze e ritardi poco giustificati Difficoltà nel rapporto con gli insegnanti Difficoltà nel rapporto con gli insegnanti Esiti negativi a scuola o bocciature Esiti negativi a scuola o bocciature Perdita di motivazione allo studio Perdita di motivazione allo studio Sbalzi di umore, irritabilità, apatia, depressione, eccitazione, rabbia Sbalzi di umore, irritabilità, apatia, depressione, eccitazione, rabbia Chiusura relazionale Chiusura relazionale

14 14 Conclusioni Famiglia Scuola Comunità Famiglia Scuola Comunità hanno il grande ruolo di proteggere bambino e adolescente per favorire una crescita sana. Famiglia: Famiglia: Garantire bisogni fondamentali - stile educativo autorevole per facilitare acquisizione di valori – presenza e saldi legami – dare regole che devono essere seguite in prima persona Scuola: Scuola: benessere e soddisfazione scolastica Comunità: Comunità: non promuovere stile di vita basato su emulazione non promuovere stile di vita basato su emulazioneconsumistica..

15 15 Grazie


Scaricare ppt "1 SCEGLIERE LA STRADA DELLA SICUREZZA – ALCOL, DROGHE E GUIDA Corso di formazione per insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Dott.ssa."

Presentazioni simili


Annunci Google