La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 11 Il calcio è in continua evoluzione e con esso anche il modo di arbitrare: perciò nuove doti devono far.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 11 Il calcio è in continua evoluzione e con esso anche il modo di arbitrare: perciò nuove doti devono far."— Transcript della presentazione:

1

2 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 11 Il calcio è in continua evoluzione e con esso anche il modo di arbitrare: perciò nuove doti devono far parte del bagaglio individuale di ogni Arbitro / Osservatore I raffronti con il tipo di arbitraggio praticato da noi stessi ai nostri fatidici tempi, è il metro più negativo che ci possa essere. Il vero segreto invece per lindividuazione del valore di un Arbitro sta nel saper discernere i difetti di impostazione da quelli incidentali. Settore Tecnico

3 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 2 1- Dimostrare competenza tecnica 2- Dimostrare indipendenza di valutazione 3- Essere volti a farsi accettare 4- Essere sostenuti dalla forma fisica 5- Essere volti a prevedere lo sviluppo del gioco Ogni decisione dellarbitro deve rispondere a cinque requisiti: Settore Tecnico

4 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico Lega calcio regionale toscana

5 Settore Tecnico 44 A - Un arbitro deve avere rispetto per il proprio ruolo ( essere arbitri in campo e anche nella vita – educando se stessi - lavorando con se stessi ). B - E importante che guadagni il rispetto e non chiederlo C - E fondamentale non solo la conoscenza del regolamento ma è importante che larbitro conosca anche il vero significato delle regole. ***** Lega calcio regionale toscana

6 Settore Tecnico 55 Larbitro è tale perchè è chiamato a garantire il rispetto delle regole che disciplinano la competizione La sua presenza deve essere caratterizzata da unattività preventiva* prima di essere repressiva* Deve pretendere giustamente correttezza e disciplina, ma tale pretesa deve scaturire attraverso il suo operato che deve esprimere serenità di giudizio* e imparzialità.* ***** Lega calcio regionale toscana

7 Settore Tecnico 66 (…Allenamenti mentali) Attitudine della mente ad individuare capire e possibilmente risolvere le innumerevoli difficoltà che una direzione di gara pone davanti Si ottiene in vari modi, dipendenti dal proprio carattere e dalla propria personalità. E sempre la concentrazione che pone larbitro nella condizione di fare appieno il suo dovere Lega calcio regionale toscana

8 Settore Tecnico 77 Caratteristica oggetto di valutazione di ogni designazione arbitrale ovviamente in misura crescente in funzione della tipologia di gare Nell ambiente arbitrale, limmagine è fondamentale soprattutto per la famosa questione della credibilità Un arbitro bravo tecnicamente ed atleticamente preparato, ma di scarsa immagine è destinato ben presto ad esaurirsi.

9 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 88 PRIMA generico ovvero tutto quello che viene svolto a prescindere da una gara di calcio, (allenamento, alimentazione, la sezione, aggiornamento tecnico..rispetto (!!) obiettivi ecc..) PRIMA specifico ovvero tutte le attività preparatorie rivolte ad una gara già programmata, ( la designazione importante, i colleghi,la conoscenza delle squadre, limmagine la concentrazione, fiducia in se stessi, vincere timori) PRIMA immediato ovvero tutti i momenti che precedono la prestazione arbitrale fino al fischio dinizio (15). * * * * *

10 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 9 PRIMA immediato Il primo contatto

11 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 10 PRIMA DELLA GARA I calciatori che non conoscono larbitro devono farsi unopinione per riuscire a capire subito quale sarà il suo atteggiamento nei loro confronti durante la gara. Sarà perciò fondamentale limpatto che il direttore di gara avrà con i calciatori quando si presenterà nei loro spogliatoi per disbrigare le formalità di rito. 15 *****

12 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 11 In particolare…nei primi minuti della gara non permetteremo: 1 – Perdite di tempo 2 – Che i calciatori disturbino il regolare svolgimento del gioco 3 – Distanze di gioco diverse da quelle prescritte * 4 – I falli da tergo con i piedi * Dovremo essere tuttavia MODERATAMENTE INFLESSIBILI evitando di RISULTARE OSSESSIVI nella rilevazione delle scorrettezze. Dovremo dimostrare che siamo presenti in ogni fase di gioco senza tuttavia risultare PROTAGONISTI. 5 – Gioco pericoloso/ Vantaggio *

13 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 12 3°- Un calciatore può battere il calcio di punizione senza avvalersi del rispetto di detta distanza. NEI PRIMI MINUTI DELLA GARA... SIAMO COSTRETTI AD INTERROMPERE IL GIOCO PER CONCEDERE UN CALCIO DI PUNIZIONE (!) DAL LIMITE DELLAREA DI RIGORE Perché nel caso specifico è necessario tener presente tre fattori importanti: 1° - Il fischio di interruzione del gioco è anche segnale di ripresa (!) 2°- I calciatori della squadra che ha commesso il fallo devono portarsi a m. 9,15 dal pallone LA BRAVURA DELLARBITRO STA NEL FARLI RISPETTARE TUTTE E TRE CONTEMPORANEAMENTE

14 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 13 Il Fallo da Tergo con i piedi 1°- Fallo da tergo : pura e semplice azione fallosa 2°- Fallo da tergo : intervento che mette in pericolo lincolumità fisica Per il secondo fallo fa chiarezza la normativa vigente che sottolinea che qualsiasi intervento, da tergo, di lato, oppure davanti che metta in pericolo lincolumità fisica è da ritenersi come vero e proprio atto di violenza.

15 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 14 Diverso è il contatto da tergo con i piedi non violento, che dovrà essere punito come il regolamento prevede e cioè: 1) Se commesso su un calciatore che sta giocando il pallone, oltre al provvedimento tecnico, dovrà essere comminato il provvedimento disciplinare dellammonizione. Se si pensa allaspetto disciplinare… la seguente riflessione viene comunque spontanea: Ma loperato degli arbitri è sempre puntuale ? 2) Se commesso su un calciatore non più in possesso del pallone si procederà con lespulsione.

16 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 15 Il vero e proprio provvedimento disciplinare, comune a tutti gli sport, è quello dellespulsione (temporanea o definitiva). -Questo tipo di provvedimento è a dispetto di ciò che si possa pensare di facile individuazione, es : Gioco violento - doppia ammonizione – condotta violenta - condotta gravemente sleale… Il vero problema invece sotto laspetto disciplinare è lammonizione Ovviamente non è facile rispondere, però possiamo affermare che:

17 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 16 1° Provvedimenti dovuti, quelli cioè specificatamente richiesti dal dal regolamento : Simulazioni - falli di mano - eccessiva esultanza - ritardare le riprese di gioco - non rispettare la distanza prescritta - entrare o rientrare sul terreno di gioco senza lassenso dellarbitro…ecc. Le ammonizioni si dividono principalmente in due grandi settori ben distinti tra loro : 2° Provvedimenti che larbitro adotta solo se riesce a trovare la chiave di lettura della gara… provvedimenti ATTI a prevenire che il tono agonistico si alzi rischiando di degenerare. !!!!

18 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 17 Non è regola e neanche norma Larbitro deve astenersi dallinfliggere punizioni nei casi in cui ritiene che facendolo risulterebbe avvantaggiata la squadra che ha commesso linfrazione. Qualora il presunto vantaggio non si concretizzi nellazione (es.2-3 sec. ) larbitro fermerà il gioco e punirà il fallo iniziale, fermo restando leventuale sanzione disciplinare.

19 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 18 Lo scopo del vantaggio è quello di favorire chi produce gioco, annullando proprio con il gioco lazione fallosa Aspetti positivi: Aspetti negativi : -Cautela in presenza di gioco pericoloso (sia attivo sia passivo) -Falli cosiddetti gravi, salvo immediata possibilità di segnare una rete (!) -Costretti a comminare provvedimenti disciplinari -Esaltazione… arbitrale -Attenzione al pallone giocabile perché non sempre significa –vantaggio. -Dinamicità -Scorrevolezza -Esaltazione… arbitrale

20 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 19 Gli organismi preposti invitano gli Arbitri a limitarsi ad applicare il vantaggio solo in occasioni chiaramente appropriate evitando di assumere RISCHI INDEBITI Il vantaggio NON DEVE essere ricercato ma soltanto applicato, se e quando SPONTANEAMENTE di presenta. Il vantaggio non è una consuetudine (regola) ma un EVENTO.

21 Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 20 Da ridimensionare il lasciar giocare ad ogni costo: Il messaggio da inculcare è: Vantaggio = Concreta utilità


Scaricare ppt "Lega calcio regionale toscana Settore Tecnico 11 Il calcio è in continua evoluzione e con esso anche il modo di arbitrare: perciò nuove doti devono far."

Presentazioni simili


Annunci Google