La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L'utilizzo delle statine nella prevenzione cardiovascolare: tra trials di successo e linee guida Andrea Mezzetti Department of Medicine.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L'utilizzo delle statine nella prevenzione cardiovascolare: tra trials di successo e linee guida Andrea Mezzetti Department of Medicine."— Transcript della presentazione:

1 L'utilizzo delle statine nella prevenzione cardiovascolare: tra trials di successo e linee guida Andrea Mezzetti Department of Medicine & Aging University G. dAnnunzio, Chieti-Pescara, Italy Clinical Research Center (CE.SI) University G. dAnnunzio Foundation, Chieti, Italy

2 Efficacy and safety of cholesterol-lowering treatment: prospective meta-analysis of data from partecipants in 14 randomised trials of statins CTT Collaborators, Lancet 2005; 366: Proportional reduction in event rate (SE)

3 RIDUZIONE DEL RISCHIO *p < Lancet 366: 1267, mmol di riduzione di Colesterolo LDL Morte per ogni causa -12% Eventi coronarici maggiori -23% Rivascolarizzazione coronarica -24% Stroke -17% Morte per CHD -19% mg/dl Efficacy and safety of cholesterol-lowering treatment: prospective metanalysis of data from participants in 14 randomised trials of statins Cholesterol Treatment Trialists (CTT) Collaborators

4 JUPITER - Rx JUPITER - Placebo LDL-C, livelli raggiunti, mg/dL (mmol/L) WOSCOPS – Placebo AFCAPS - Placebo ASCOT - Placebo AFCAPS - RxWOSCOPS - Rx ASCOT - Rx 4S - Rx HPS - Placebo LIPID - Rx 4S - Placebo CARE - Rx LIPID - Placebo CARE - Placebo HPS - Rx (1.0) 60 (1.6) 80 (2.1) 100 (2.6) 120 (3.1) 140 (3.6) 160 (4.1) 180 (4.7) Incidenza di eventi (%) 6 Prevenzione Secondaria Prevenzione Primaria Rx - Statin therapy PRA – pravastatin ATV - atorvastatin 200 (5.2) PROVE-IT - PRA TNT – ATV10 TNT – ATV80 Incidenza di eventi in funzione dei livelli di C-LDL raggiunti nei trial con le Statine

5 Linee Guida EAS-ESC (target per il C-LDL) Nei pazienti con Rischio Molto Alto (pregressa malattia CV, diabete tipo II, tipo I con danno dorgano, IRC moderato- severa o con SCORE 10), LDL-C < 70 mg/dl e/o una riduzione 50% se il target non può essere raggiunto. Pazienti con rischio alto (singoli fattori di rischio marcatamente elevati, es. ipercolesterolemie familiari, livello SCORE 5 <10), LDL-C <100 mg/dl. Soggetti a rischio moderato (livello SCORE 15%) un LDL- C <115 mg/dl

6 Carte SCORE per popolazioni a basso rischio

7 Revisione della Nota 13

8 CV Risk Assessment Fattori di rischio indipendenti Fattori di rischio indipendenti Ipertensione (PA > 135/85 mmHg) o paziente in trattamento farmacologico. Ipertensione (PA > 135/85 mmHg) o paziente in trattamento farmacologico. Abitudine al Fumo Abitudine al Fumo HDL < 40 mg/dl nei maschi e < 50 mg/dl nelle femmine HDL < 40 mg/dl nei maschi e < 50 mg/dl nelle femmine Età (maschi 50 anni; femmine 60 years) Età (maschi 50 anni; femmine 60 years) Storia familiare di CI prematura in un familiare di I° grado Storia familiare di CI prematura in un familiare di I° grado nei maschi <55 anni nei maschi <55 anni nelle femmine <65 anni nelle femmine <65 anni

9 Revisione della Nota 13 Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana 17/07/2011

10 Iperlipidemia familiare combinata o a fenotipi multipli: Criteri diagnostici nota 13 AIFA Colesterolemia LDL >160 mg/dl e/o trigliceridemia > 200 mg/dl; + Documentazione nella stessa famiglia (I-II grado) di piu casi di ipercolesterolemia e/o ipertrigliceridemia (fenotipi multipli), spesso con variabilità fenotipica nel tempo(passaggio da ipercolesterolemia a ipertrigliceridemia, o a forme miste) Oppure in assenza di documentazione sui familiari, la dislipidemia e fortemente sospetta in presenza anamnestica o clinica o strumentale di arteriosclerosi precoce. E indispensabile per la validita della diagnosi di iperlipidemia combinata familiare: escludere le famiglie in cui siano presenti unicamente ipercolesterolemia o ipertrigliceridemia, escludere tutte le forme di iperlipidemie secondarie (da malattie endocrine, epato-biliari, renali, da farmaci).


Scaricare ppt "L'utilizzo delle statine nella prevenzione cardiovascolare: tra trials di successo e linee guida Andrea Mezzetti Department of Medicine."

Presentazioni simili


Annunci Google