La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Le funzioni dellimpresa e le teorie sulle finalità imprenditoriali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Le funzioni dellimpresa e le teorie sulle finalità imprenditoriali."— Transcript della presentazione:

1 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Le funzioni dellimpresa e le teorie sulle finalità imprenditoriali

2 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Levoluzione della teoria dellimpresa: teoria degli stakeholder e teoria dellagenzia

3 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 La visione sociale dellimpresa Unimpresa non può più essere vista come uniniziativa imprenditoriale il cui scopo è soltanto la finalità economica dellinvestitore proprietario, ma deve essere considerata come un sistema da guidare in funzione di un giusto equilibrio tra obiettivi economici (e, cioè, la ricchezza creata) e responsabilità sociali Stakeholder è ogni individuo o gruppo (interlocutore) che influenza o è influenzato dalle finalità perseguite dallimpresa (Freeman, 1984)

4 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Gli interlocutori dellimpresa: gli stakeholder IMPRESA Proprietari Dipendenti FornitoriClienti Gruppi di opinione Istituzioni finanziarie Associaz. di consumat. Sindacati Concorrenti Associaz. di categoria Governo Gruppi politici

5 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Stakeholder primari e secondari IMPRESA COMUNITA LOCALE Dipendenti GRUPPI DI OPINIONE GRUPPI DI CONSUMATORI Clienti GRUPPI AMBIENTALISTI Fornitori SINDACATI SOCIETA CIVILE Concorrenti MEDIA Stakeholder secondari Stakeholder primari

6 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Chi sono i portatori dinteresse dellimpresa? Che interesse hanno i diversi stakeholders nellimpresa? Alcuni interessi sono comuni a più stakeholders? Che responsabilità ha limpresa verso di loro? Gli stakeholders sono unopportunità o piuttosto una minaccia? Quali politiche adottare per gestire i diversi portatori dinteresse? Approccio manageriale alla Teoria degli Stakeholdrs

7 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Per capire il grado dinfluenza che gli stakeholders possono esercitare sulla gestione occorre individuarne: 1.La forza (o potere) alla luce del ruolo ricoperto (es. proprietari vs. i dipendenti) 2.La legittimazione o riconoscimento ufficiale della loro capacità di rappresentare e difendere determinati interessi (es. i sindacati vs. le associazioni dei consumatori) 3.Lattualità dellinteresse difeso, ovvero lurgenza di ottenere una risposta dallimpresa (es. i clienti vs. i fornitori) NB: gli stakeholder e gli interessi di cui sono portatori possono variare nel tempo rendendo necessario monitorare levoluzione dei rapporti fra limpresa ed i portatori dinteresse

8 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Individuazione e classificazione degli stakeholder aziendali Gli interlocutori aziendali possono essere classificati in quattro gruppi sulla base delle seguenti variabili: A – possibilità di collaborazione: Alta vs Bassa B – possibilità di minaccia: Alta vs Bassa –stakeholder amichevoli (supportive) –stakeholder avversari (non supportive) –stakeholder non orientati (mixed blessing) –stakeholder marginali (marginal) Tenendo conto del peso rivestito e della propensione dei vari stakeholders nei confronti dellimpresa si può decidere di perseguire politiche di coinvolgimento, di collaborazione, di difesa o di monitoraggio

9 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Tipologia di rapporti strategici con gli stakeholder Possibilità di minacce per limpresa provenienti dallo stakeholder ALTE BASSE Possibilità di collaborazione con limpresa da parte dello stakeholder ALTA BASSA STAKEHOLDER NON ORIENTATO Strategia: COLLABORAZIONE STAKEHOLDER AMICHEVOLE Strategia: COINVOLGIMENTO STAKEHOLDER AVVERSARIO Strategia: DIFESA STAKEHOLDER MARGINALE Strategia: MONITORAGGIO

10 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Teoria degli stakeholder Nella teoria degli stakeholders il ruolo centrale rimane sempre quello dellimprenditore (stockholder): gestisce il rapporto con tutti gli interlocutori (primari e secondari) e crea/mantiene lequilibrio generale che consente allimpresa di continuare a produrre e distribuire ricchezza Il punto problematico nella teoria degli stakeholder concerne il ruolo della proprietà

11 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Il ruolo della proprietà Caso N°1: La proprietà detiene il governo dellimpresa: limprenditore-capitalista cura il rapporto con gli stakeholders e non figura tra questi. Caso N° 2: La proprietà investe nellimpresa, il management la governa: limprenditore è rappresentato dal management ma la proprietà risulta il principale stakeholder Teoria dellagenzia (Berle e Means, 1932)

12 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Stakeholder primari e secondari IMPRESA COMUNITA LOCALE Proprietari GRUPPI DI OPINIONE GRUPPI DI CONSUMATORI Clienti GRUPPI AMBIENTALISTI Dipendenti SINDACATI SOCIETA CIVILE Fornitori MEDIA Stakeholder secondari Stakeholder primari Concorrenti

13 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Teoria dellagenzia Il rapporto di agenzia si ha quando un soggetto (agente) svolge unattività nellinteresse di un altro soggetto (principale). Lagente si caratterizza per: - discrezionalità nelle scelte - maggiori informazioni (asimmetria informativa) e controllo dei sistemi informativi dimpresa - remunerazione che non dipende, in tutto o in parte, dal risultato (es. manager) Il problema dagenzia consiste nel fatto che lagente sfrutti la discrezionalità per perseguire i propri interessi, lasimmetria informativa per celarli, e contare sul diritto ad essere remunerato anche in caso di risultato negativo. Jensen e Meckling (1976) introducono il concetto di costi di agenzia.

14 Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Teoria dellagenzia Esiste il problema del monitoraggio degli agenti da parte del principale. Per questo nasce la Corporate Governance: Sistema di norme e regole che disciplinano i rapporti tra proprietà e management assicurando che limpresa sia gestita nellinteresse dei primi.


Scaricare ppt "Tecnica Industriale e Commerciale 2008/2009 Le funzioni dellimpresa e le teorie sulle finalità imprenditoriali."

Presentazioni simili


Annunci Google