La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Un Brand Turistico per l’Area BASSA PADOVANA Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007 - 2013 - Asse 4 Leader - Organismo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Un Brand Turistico per l’Area BASSA PADOVANA Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007 - 2013 - Asse 4 Leader - Organismo."— Transcript della presentazione:

1 Un Brand Turistico per l’Area BASSA PADOVANA Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto Asse 4 Leader - Organismo responsabile dell’informazione: CONSORZI DI PROMOZIONE TURISTICA DI PADOVA E TERME EUGANEE - Autorità di gestione: Regione del Veneto - Direzione Piani e Programmi del Settore Primario EUGANEE - Autorità di gestione: Regione del Veneto - Direzione Piani e Programmi del Settore Primario

2 • Sviluppare e consolidare un brand “Bassa Padovana” conferendo valore aggiunto all’immagine dell’offerta turistica e fornendo al target identificato nuovi stimoli e motivazioni per scegliere l’area quale prossima destinazione di viaggio; • Potenziare l’immagine della destinazione nei mercati stranieri di riferimento con conseguente miglioramento del posizionamento del territorio e della sua offerta turistica nell’immaginario dei consumatori della vacanza (target) rafforzandone il valore evocativo e simbolico e rendendola più riconoscibile, così da essere percepita sempre come destinazione turistica privilegiata. IL PROGETTO

3 Oggi la natura, il paesaggio, l’enogastronomia e l’arte costituiscono di fatto un valore aggiunto che va a rafforzare la tradizionale offerta, cioè il turismo dell’area città d’arte e terme. Un prodotto da sempre rivolto principalmente al segmento delle famiglie, con una forte incidenza di clientela fidelizzata e di prossimità, anche se il crescente appeal di meta alternativa ha stimolato un ampliamento dei profili di domanda, che ai prodotti consolidati associano esigenze di consumo specifiche e diversificate. l riposizionamento turistico dell’area passa quindi attraverso l’affrancamento dai monoprodotti e dalla stagionalità della frequentazione ed implica il passaggio da un modello turistico incentrato sulla destinazione ad un modello che si incardina sull’esperienza offerta e sulle condizioni di accessibilità e fruibilità della stessa. IL POSIZIONAMENTO SUL MERCATO

4 Il mercato obiettivo è prevalentemente composto da viaggiatori italiani e viaggiatori stranieri che conoscono già l’Italia e la apprezzano quale destinazione turistica. All’interno di questo mercato si trova il target di riferimento del turismo rurale e del benessere, costituito da viaggiatori che usano le nuove tecnologie anche in mobilità e sono curiosi di scoprire territori sconosciuti e itinerari poco usuali per rendere il proprio viaggio un’esperienza unica, piacevole e indimenticabile. IL POSIZIONAMENTO SUL MERCATO

5 Il “turista rurale e naturalistico”, che, in una logica di rete di servizi, potrebbe frequentare le aree della Bassa Padovana, è un utente alla ricerca di: - Tranquillità e desiderio di vivere a contatto con la natura - Movimento fisico, anche impegnativo, in un ambiente naturale ben conservato (basti pensare che l’agriturismo è la ricettività più ricercata dai “cicloturisti sportivi”) - Occasioni di sperimentare la gastronomia dei luoghi - Opportunità di acquistare prodotti genuini, difficilmente reperibili in città - Esperienze culturali - Esperienze naturalistiche Sostanzialmente, il turista è alla ricerca di una forma di benessere nella sua accezione più ampia, fisica e mentale, ed uno stile di vita fatto di passioni e tradizioni. Chi sceglie una vacanza agrituristica e/o rurale sceglie un modo di vivere, è dunque importante più che altrove, che il contesto che si offre al turista sia autentico, genuino, accogliente, esperienziale. IL TURISTA - PROFILAZIONE

6 Peso del prodotto Nel 2012 le destinazioni verdi sono state meta di vacanza del 5% dei turisti italiani (sia di quelli che hanno alloggiato in strutture ricettive che in abitazioni private), e del 9% su mercati stranieri ( 15% quello austriaco e a seguire, Germania, Svizzera, Francia Olanda), quota in aumento rispetto allo scorso anno rispettivamente del 3% e del 4%. Motivazioni principali L’indiscussa bellezza e ricchezza del patrimonio naturalistico ( 40% dei turisti) è da sempre motivazione principale per spendere una vacanza in una delle tante destinazioni turistiche italiane; ma nelle mete del turismo naturalistico questa motivazione si sposa con il desiderio di relax (33%), i prezzi convenienti (14-18%) la possibilità di praticare sport (12-21%), scoperta enogastronomica ( 13%). Canali di comunicazione Oltre il passaparola (42-43%) e le precedenti esperienze positive (31%), tra i canali di comunicazione che influenzano la scelta del soggiorno emerge il web (nel %) come mezzo per reperire informazioni ( 25%) o per cercare offerte acquistabili online ( 10%). IL TURISTA – DINAMICHE DI COMPORTAMENTO

7 Attività svolte Nella fase di esperienza vera e propria i turisti confermano le originarie motivazioni, dedicandosi in primis alle attività sportive (52-56%), alla visita del territorio (46-49%), alla scoperta delle tradizioni enogastronomiche (29-26%) e allo shopping e prodotti artigianato locale (20-16%), e non tralasciano la cultura con visita a monumenti (13%) e mostre/Musei ( 10%). Giudizio Il livello di soddisfazione raggiunto dai turisti nelle località di turismo verde è positivo: i turisti giudicano l’offerta nel complesso con un voto pari ad 8,1 su 10 ( stranieri 7,9 su 10). Voti al di sotto della media per la connessione wi-fi gratuite ( 6,8) e al traffico ( 6,9). Spesa media Il turista della natura spende in media al giorno 37 euro per l’alloggio, 100 euro per il viaggio e 65 euro procapite di spesa extra sul territorio. Il turista straniero spende in media 44 euro giorno per l’alloggio, 119 euro per il viaggio e 72 euro al giorno per altre spese sul territorio. IL TURISTA – DINAMICHE DI COMPORTAMENTO

8 • Incrementare il numero di turisti che visitano l’area • Promuovere e rafforzare la conoscenza delle offerte turistiche del territorio padovano • Favorire l’incremento dei flussi turistici provenienti dai mercati nazionale ed estero ed il conseguente sviluppo della relativa offerta di prodotti e servizi • Valorizzare le potenzialità turistiche delle risorse naturali, paesaggistiche, storico artistiche, tradizionali ed enogastronomiche per il riequilibrio complessivo dell’offerta turistica, essendo l’area ubicata a due passi da Terme Euganee, Padova e Venezia. GLI OBIETTIVI DEL BRAND D’AREA

9 IL VALORE DELL’IMMAGINE

10 Nella realizzazione grafica del brand, tenendo conto di quanto espresso nel presente studio, ci siamo focalizzati sulla destinazione d’area come elemento portante di comunicazione. Non caratterizzandosi l’area per un asset turistico preminente rispetto agli altri, ad eccezione delle Terme che però utilizzano già un loro brand specifico d’area, la comunicazione va focalizzata sull’elemento geografico per posizionarlo a livello di comunicazione sia in Italia che all’estero. Precedenti iniziative - Progetto Eugania - per le quali si era realizzata una comunicazione meno geograficamente mirata non ha avuto quel successo e quella riconoscibilità turistica sia a livello locale che a livello nazionale tale da consolidare un brand turistico d’area ben preciso. BASSA PADOVANA – SVILUPPO DEL LOGO

11 BASSA PADOVANA – IPOTESI LOGO

12 Con la nuova proposta abbiamo riportato in primo piano la valenza geografica per rendere ancora più evidente la zona turistica della quale andiamo a proporre le diverse offerte turistiche. Con l’uso del lettering BASSA PADOVANA, TRA VERDE VILLE CASTELLI TRADIZIONI E BENESSERE, e l’utilizzo dei colori - verde, azzurro e arancio, e i tratti sinuosi abbiamo voluto dare identità chiara e sottolineare gli elementi naturali e culturali riscontrabili in quel territorio: campagna, fiumi, città murate, ville, chiese, abbazie e colline. Con Il temine benessere abbiamo indicato nel territorio le risposte ai bisogni di benessere sia generale che termale. Mentre con il particolare movimento degli elementi grafici, si voleva rendere “palpabile” e trasferire un’esperienza, come la dolce brezza che culla gli alberi e l’erba o che si insinua tra i capelli durante un giro in bicicletta, tutti elementi caratteristici di un contesto molto rurale. BASSA PADOVANA – SVILUPPO DEL LOGO

13 BASSA PADOVANA – LOGO IN SCALA DI GRIGIO E NEGATIVO

14 BASSA PADOVANA – LOGO – COLORI E FONT

15 BASSA PADOVANA – MATERIALI DI COMUNICAZIONE Brochure di Destinazione

16 BASSA PADOVANA – MATERIALI DI COMUNICAZIONE Flyer di Prodotto


Scaricare ppt "Un Brand Turistico per l’Area BASSA PADOVANA Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007 - 2013 - Asse 4 Leader - Organismo."

Presentazioni simili


Annunci Google