La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dialogo e relazione di aiuto Dr.ssa Vittoria Manani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dialogo e relazione di aiuto Dr.ssa Vittoria Manani."— Transcript della presentazione:

1 Dialogo e relazione di aiuto Dr.ssa Vittoria Manani

2 Relazione di aiuto E la relazione tra un aiutante preparato e una persona in cerca di aiuto. E un rapporto tra due persone, NON tra una persona e un problema.

3 Finalità della relazione di aiuto Attraverso le attitudini personali e tecniche appropriate, laiutante si prefigge di favorire a livello psicologico, relazionale e spirituale, la crescita della persona aiutata. Richiede una verifica dopo un periodo di accompagnamento.

4 Prestazione professionale E lintervento dellesperto in uno specifico settore, in possesso di un attestato di abilitazione a garanzia della sua professionalità. Per quanto riguarda il malato i settori potrebbero essere: CLINICO: medico, tecnico di laboratorio… ASSISTENZIALE: infermiere, fisioterapista… SOCIALE: assistente sociale, INAIL, camera del lavoro… PSICOTERAPEUTICO: psicologo, psicanalista… RELIGIOSO: ministro di culto…

5 Counseling E la consulenza fatta da un operatore preparato, volta ad individuare assieme al cliente le strade percorribili e più opportune nellaffrontare il suo specifico problema.

6 Aiuto Occasionale E lespressione spontanea di soccorso davanti ad una persona che si trova in difficoltà. In base a ciò che pare più opportuno, si offrono esortazioni, valutazioni, consigli, prestazioni di tipo medico-assistenziale, sociale-economico, psicologico, religioso, educativo…

7 N.B.: In alcune forme di intervento possono essere attivati contemporaneamente più modelli di aiuto

8 Il processo della comunicazione EMITTENTEFiltrazioneMessaggio da emettere Codificazione CanaleMessaggioverbale Messaggio Messaggio emesso arrivato Messaggio non verbale RICEVENTEFiltrazioneMessaggioricevutoDecodificazione FEED - BACK EMITTENTEFiltrazioneMessaggio da emettere CodificazioneEMITTENTEFiltrazioneMessaggio Codificazione CanaleMessaggioverbale Messaggio Messaggio emesso arrivato Messaggio non verbale EMITTENTEFiltrazioneMessaggio da emettere Codificazione CanaleMessaggioverbale Messaggio Messaggio emesso arrivato Messaggio non verbale EMITTENTEFiltrazioneMessaggio da emettere Codificazione CanaleMessaggioverbale Messaggio Messaggio emesso arrivato Messaggio non verbale EMITTENTEFiltrazioneMessaggio da emettere Codificazione FEED - BACK CanaleMessaggioverbale Messaggio Messaggio emesso arrivato Messaggio non verbale EMITTENTEFiltrazioneMessaggio da emettere Codificazione FEED - BACK CanaleMessaggioverbale Messaggio Messaggio emesso arrivato Messaggio non verbale EMITTENTEFiltrazioneMessaggio da emettere Codificazione FEED - BACK CanaleMessaggioverbale Messaggio Messaggio emesso arrivato Messaggio non verbale EMITTENTEFiltrazioneMessaggio da emettere Codificazione FEED - BACK CanaleMessaggioverbale Messaggio Messaggio emesso arrivato Messaggio non verbale EMITTENTEFiltrazioneMessaggio da emettere Codificazione FEED - BACK EMITTENTEFiltrazioneMessaggio da emettere Codificazione INTERFERENZEINTERFERENZE

9 ZONA DELLA COMUNICAZIO NE EFFETTIVA ZONA DEL SENSO Organizzazione del mio pensiero Organizzazione del suo pensiero ZONA DELLE IMMAGINI Immagini che ho dellaltro Immagini che ha di me Immagini che credo laltro abbia di me Immagini che crede io abbia di lui Immagini che vorrei dare di me Immagini che vorrebbe dare di sé Immagini reali-ideali che ho di me Immagini reali-ideali che ha di sé ZONA DELLE PULSIONI Paure e desideri MESSAGGIO CHE VORREI INVIARE MESSAGGIO RICEVUTO

10 FEED-BACK E il messaggio di ritorno che il ricevente rimanda allemittente E il messaggio di ritorno che il ricevente rimanda allemittente Dimostra in che misura la comunicazione è stata efficace Dimostra in che misura la comunicazione è stata efficace Può essere positivo o negativo Può essere positivo o negativo

11 LE REGOLE DEL FEED-BACK Iniziare con feed-back positivi Iniziare con feed-back positivi Spiegarne le motivazioni Spiegarne le motivazioni Scegliere il momento opportuno Scegliere il momento opportuno Dosare i feed-back negativi Dosare i feed-back negativi Essere concreti nella formulazione Essere concreti nella formulazione Verificare se è stato capito correttamente Verificare se è stato capito correttamente

12 Dimmi che postura hai e…

13 Te lo dico senza tante parole Qual è il messaggio che ognuna di queste persone sta esprimendo?

14 Cè modo e modo di stringere la mano In punta Chi si tira indietro e non vuole darsi A pesce morto Flaccida e fredda, molto poco invadente Possessiva Bisogno di sicurezza e contatto più intimo Tendente al controllo Le mani ruotano in modo che la nostra sta sopra La morsa di ferro E il bisogno di mostrarsi fino quasi a procurare dolore Protettiva Si chiude in un sandwich la mano dellaltro Paritaria Entrambe sono verticali e coi pollici uniti: la stretta è dolida ma rilassata In punta Chi si tira indietro e non vuole darsi In punta Chi si tira indietro e non vuole darsi In punta Chi si tira indietro e non vuole darsi In punta Chi si tira indietro e non vuole darsi

15 Posizioni Segnali chiari e segnali complessi Un segnale chiaro si trasmette quando pensieri, corpo e parole combaciano. Quando cè disaccordo tra pensieri, corpo e parole, allora abbiamo un segnale complesso.

16 ESEMPI DI SEGNALI CHIARI Una persona che sia padrona della situazione tenderà a stare in posizione eretta (figura A). La posizione indica che questa persona conosce il suo lavoro, è contenta e non nasconde nulla.

17 ESEMPI DI SEGNALI CHIARI Una persona che cerca di dominare gli altri o di sottolineare con insistenza unaffermazione tenderà ad avere una posizione inclinata in avanti (figura B). ES: Un genitore che ordina qualcosa al proprio figlio. Il leader di un gruppo cerca di imporre la sua idea.

18 ESEMPI DI SEGNALI CHIARI La posizione inclinata allindietro indica una persona sulla difensiva o reticente (figura C). ES: Una persona che afferma di volere un incarico nella consapevolezza che non si impegnerà a fondo.

19 ESEMPI DI SEGNALI COMPLESSI La posizione incurvata (figura E) indica reverenza/servilismo oppure un comando dato senza troppa convinzione o, in caso di contatto fisico, che il rapporto non va oltre un certo grado di amicizia. ES: Un impiegato davanti alla porta del capo ufficio, in particolare se ha delle richieste da fare. Un genitore che dice Ora smettila, anche se pensa So che non dovrei sgridarti continuamente, ma se non ti sgridassi tu continueresti a comportarti male

20 ESEMPI DI SEGNALI COMPLESSI La posizione spezzata indica un modo di indietreggiare, un proporsi con riserve (figura D). ES Qualcuno che flirta o che è timido ed incerto ( è possibile leggere tra le righe un doppio messaggio, come ad esempio: amicizia e contemporaneamente incertezza)

21 ESEMPI DI SEGNALI COMPLESSI Una posizione spesso adottata dalle persone alte, consapevoli di sé, ma problematizzate dalla loro statura (Figura F). ES Adolescenti

22 ESEMPI DI SEGNALI COMPLESSI E latteggiamento, spesso assunto dalle persone di piccola statura, che vorrebbero apparire più grandi. Inconsciamente cercano di gonfiarsi per sentirsi importanti (figura G).. ES Un funzionario di limitato potere che cerca di darsi importanza

23


Scaricare ppt "Dialogo e relazione di aiuto Dr.ssa Vittoria Manani."

Presentazioni simili


Annunci Google