La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SPUNTARLA CON I FIGLI il difficile mestiere del genitore oggi Gianpaolo Petrucci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SPUNTARLA CON I FIGLI il difficile mestiere del genitore oggi Gianpaolo Petrucci."— Transcript della presentazione:

1 SPUNTARLA CON I FIGLI il difficile mestiere del genitore oggi Gianpaolo Petrucci

2 EDUCAZIONE Relazione con cui un individuo si propone di promuovere intenzionalmente il migliore sviluppo della personalità di un altro individuo in un contesto specifico. Tale relazione è asimmetrica (per ruolo, esperienze e competenze), reciproca (sul piano di bisogni, emozioni e condizione esistenziale), dinamica perché tende a trovare sempre nuovi equilibri.

3 LIFE SKILLS secondo le indicazioni dell OMS Autoconsapevolezza Conoscenza e gestione delle emozioni Empatia Comunicazione efficace Capacità di relazioni interpersonali Flessibilità cognitiva e pensiero critico Pensiero creativo Problem solving Decision making Gestione dello stress

4 LA RELAZIONE EDUCATIVA La relazione fra genitori e figli è prima di tutto una relazione fra PERSONE con i loro BISOGNI SENTIMENTI IDEE VALORI

5 LA RELAZIONE EDUCATIVA ACCETTARSI COME PERSONA (Accettare è diverso da approvare) per poter quindi più facilmente accettare la persona – figlio guidandolo e fornendogli una BASE SICURA

6 TEORIA DELLATTACCAMENTO di John Bowlby Bambino sicuro (da un genitore autonomo) Bambino insicuro evitante ( da un genitore distaccato) Bambino insicuro ansioso-ambivalente (da un genitore preoccupato-intrappolato) Bambino insicuro disorganizzato (da un genitore disorganizzato)

7 LA RELAZIONE EDUCATIVA DIPENDENZA INDIPENDENZA INTERDIPENDENZA

8 ACCETTARE CHI SI E Se non accettiamo le cose di noi che non ci piacciono blocchiamo il nostro processo di crescita Quando non accettiamo noi stessi formuliamo un giudizio. Ciò comporta lidea di colpa Questi giudizi contro noi stessi influenzano le nostre relazioni Sentirsi in colpa diviene un ostacolo a guardare noi stessi e una barriera fra noi e gli altri

9 DEFINIZIONI TEMPERAMENTO Linsieme delle caratteristiche psichiche originarie. CARATTERE Il temperamento modificato dagli effetti delleducazione, dallistruzione, dalla famiglia, dal sociale. PERSONALITA Linsieme dei modi con cui il carattere si manifesta nelle relazioni con gli altri e con lambiente.

10 Relazione educativa I genitori agiscono sul bambino ed il bambino sui genitori in una relazione di scambio Non esiste un solo stile genitoriale che vada bene per tutti i figli, ma ci sono molti modi di essere un buon genitore

11 COMPATIBILITA Richieste ed aspettative del genitore vengono incontro al temperamento ed alle attitudini del bambino

12 INCOMPATIBILITA Richieste ed aspettative eccessive non corrispondono al temperamento ed alle abilità del bambino

13 Le principali caratteristiche del temperamento sono: vivacità ritmicità approccio adattabilità distraibilità perseveranza intensità

14 STILI DEL BAMBINO 1. Piccolo despota 2. Giovane tiranno 3. Solitario 4. Santo 5. Succube 6. Vincente

15 PICCOLO DESPOTA Aspetti negativi: attaccabrighe, lunatico, aggressivo, intollerante Aspetti positivi: estroverso, entusiasta, creativo, instancabile Linguaggio verbale: competitivo (Prima io) Linguaggio del corpo: irrequieto, gesti drammatici, occupa spazio in eccesso Stile daffetto: atterra con un abbraccio Cosa si aspetta: che gli altri cedano

16 STRATEGIA VINCENTE 1.Imporre limiti ed essere coerente 2. Cercare attività per esprimere lenergia e la creatività 3. Fornire eventuali possibilità di scelta 4. Non avere tentennamenti

17 GIOVANE TIRANNO Aspetti negativi: caparbio, compiaciuto, rigoroso, impaziente Aspetti positivi: loquace, attivo, risoluto, ingegnoso Linguaggio verbale: controllo (Io faccio il capitano) Linguaggio del corpo: movimenti calcolati, disapprova, rigido, non sorride Stile daffetto: si offre volontario per compiti organizzativi Cosa si aspetta: una possibilità di fare a modo suo

18 STRATEGIA VINCENTE 1. Organizzare esperienze in cui debba condividere il potere decisionale con altri 2. Ignorarlo quando pretende di dare ordini 3. Evitare giustificazioni e lunghe discussioni 4.Incoraggiare la manifestazione di sentimenti

19 SOLITARIO Aspetti negativi: parla poco, distaccato, pochi amici, apatico Aspetti positivi: indipendente, fidato, educato, studioso Linguaggio verbale: ironico (Qualcosa non va?) Linguaggio del corpo: riservato, indietreggia se toccato Stile daffetto: manda biglietti Cosa si aspetta: di concludere subito la conversazione

20 STRATEGIA VINCENTE 1. Coinvolgerlo nelle attività senza però farlo esporre 2. Privilegiare la comunicazione scritta 3. Rispettare lintimità ed i sentimenti, mostrando però apertura 4. Non forzare i tempi

21 SANTO Aspetti negativi: confusionario, manipolativo, tiene conto dei favori, intrigante Aspetti positivi: allegro, servizievole, generoso, affettuoso Linguaggio verbale: consolatorio (Sono ancora tuo amico?) Linguaggio del corpo: ama toccare ed essere toccato, sorride spesso Stile daffetto: baci, abbracci, frequenti complimenti Cosa si aspetta: sintomi di incertezza per darvi un consiglio

22 STRATEGIA VINCENTE 1.Invitarlo a momenti di pausa e riflessione 2. Aiutarlo a fissare delle priorità e rispettarle 3. Rifiutarsi di toglierlo dai guai (applicare le conseguenze logiche) 4. Discussioni chiare e concise

23 SUCCUBE Aspetti negativi: evita i problemi, seccatore, vittima perenne, depresso Aspetti positivi: pacificatore, riconoscente, collaboratore, gentile Linguaggio verbale: remissivo (Non so, tu cosa vuoi fare?) Linguaggio del corpo: non guarda negli occhi, umile, triste, nervoso Stile daffetto: ossequioso Cosa si aspetta: direzione e decisioni

24 STRATEGIA VINCENTE 1. Aiutarlo gradualmente a prendere decisioni 2. Incoraggiare (rispetto allazione) e non fare complimenti (rispetto alla persona) 3. Predisporre una serie di piccole vittorie 4. Riporre fiducia ed armarsi di pazienza

25 VINCENTE Aspetti positivi: grande comunicatività Linguaggio verbale: pronto a collaborare (Facciamolo insieme) Linguaggio del corpo: agile, rilassato, equilibrato, guarda negli occhi Stile daffetto: espressione spontanea di parole affettuose Cosa si aspetta: chiarezza ed onestà

26 STRATEGIA VINCENTE 1. Offrire la possibilità di affrontare rischi ragionevoli 2. Presentare sfide sempre maggiori 3. Stimolare una realistica fiducia in sé stesso 4. Incoraggiare il senso del gioco corretto rispetto alla conquista


Scaricare ppt "SPUNTARLA CON I FIGLI il difficile mestiere del genitore oggi Gianpaolo Petrucci."

Presentazioni simili


Annunci Google