La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 PREVEDERE LE NEVICATE GUIDA VELOCE ALLA PROGNOSI a cura del Maresciallo di 1^ Classe Pasquale Redavid Previsore Aeroportuale del Servizio Meteorologico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 PREVEDERE LE NEVICATE GUIDA VELOCE ALLA PROGNOSI a cura del Maresciallo di 1^ Classe Pasquale Redavid Previsore Aeroportuale del Servizio Meteorologico."— Transcript della presentazione:

1 1 PREVEDERE LE NEVICATE GUIDA VELOCE ALLA PROGNOSI a cura del Maresciallo di 1^ Classe Pasquale Redavid Previsore Aeroportuale del Servizio Meteorologico dellAeronautica Militare Previsore Aeroportuale del Servizio Meteorologico dellAeronautica Militare Sezione Meteo del 36° Stormo – Gioia del Colle

2 2 a cura di Pasquale Redavid SCOPO DELLO STUDIO FORNIRE STRUMENTI RAPIDI ED AFFIDABILI PER LA PREVISIONE DELLE PRECIPITAZIONI NEVOSE ALLE NOSTRE LATITUDINI. FORNIRE STRUMENTI RAPIDI ED AFFIDABILI PER LA PREVISIONE DELLE PRECIPITAZIONI NEVOSE ALLE NOSTRE LATITUDINI.

3 3 a cura di Pasquale Redavid CI SARANNO PRECIPITAZIONI? ALLA BASE DELLA PROGNOSI DELLE PRECIPITAZIONI CE OVVIAMENTE LO STUDIO SINOTTICO. ALLA BASE DELLA PROGNOSI DELLE PRECIPITAZIONI CE OVVIAMENTE LO STUDIO SINOTTICO. CI ASPETTEREMO PRECIPITAZIONI IN PRESENZA DI: CI ASPETTEREMO PRECIPITAZIONI IN PRESENZA DI: FRONTI FRONTI IMPATTO OROGRAFICO IMPATTO OROGRAFICO COMMA COMMA AVVEZIONI CALDE O FREDDE AVVEZIONI CALDE O FREDDE

4 4 a cura di Pasquale Redavid METODI PER DETERMINARE IL TIPO DI PRECIPITAZIONI: METODI PER DETERMINARE IL TIPO DI PRECIPITAZIONI: ISOSPESSORI (DISTANZA VERTICALE TRA DUE SUPERFICI DI PRESSIONE COSTANTE ;I VALORI PIU SIGNIFICATIVI SONO QUELLI RELATIVI ALLA HPA (540…) E ALLA HPA (155..) ISOSPESSORI (DISTANZA VERTICALE TRA DUE SUPERFICI DI PRESSIONE COSTANTE ;I VALORI PIU SIGNIFICATIVI SONO QUELLI RELATIVI ALLA HPA (540…) E ALLA HPA (155..) TEMPERATURE TEMPERATURE MODELLI MATEMATICI (ETA-NGM) MODELLI MATEMATICI (ETA-NGM)

5 5 a cura di Pasquale Redavid ISOSPESSORI E CLIMATOLOGIA DETERMINATO IL VALORE DI RIFERIMENTO SULLAREA DINTERESSE, IN VIRTU DEL GAP,POSITIVO O NEGATIVO,AVREMO PRECIPITAZIONI NEVOSE O LIQUIDE. DIFFERENZA DI ALTEZZA VALORE DI RIFERIMENTO 5270

6 6 a cura di Pasquale Redavid ANALISI DI VARI LIVELLI

7 7 a cura di Pasquale Redavid QUESTO METODO UTILIZZA CARTE PREVISTE PER LANALISI DI ISOTERME, ISOIDROTERME (TEMPERATURA DI RUGIADA) ED ISOSPESSORI A VARI LIVELLI. QUESTO METODO UTILIZZA CARTE PREVISTE PER LANALISI DI ISOTERME, ISOIDROTERME (TEMPERATURA DI RUGIADA) ED ISOSPESSORI A VARI LIVELLI.

8 8 ISOSPESSORI HPA ZERO TERMICO AL SUOLO ZERO TERMICO A 850 HPA ISOIDROTERMA - 5° A 850 HPA ASSE DEGLI ISOSPESSORI ISOIDROTERMA -10 A 700 MB

9 9 a cura di Pasquale Redavid CON UN PO DI PRATICA… PIOGGIA CHE CONGELA NEVE

10 10 a cura di Pasquale Redavid ALCUNE CONSIDERAZIONI: LE NEVICATE INIZIANO CON LAPPROSSIMARSI DELLASSE DEL PROMONTORIO DEGLI ISOSPESSORI E DOPO IL PASSAGGIO DELLASSE DI SACCATURA DELLA CARTA A 700 HPA. TERMINANO DOPO IL PASSAGGIO DELLASSE DEGLI ISOSPESSORI O DELLA SACCATURA A 700 HPA. SONO PIU INTENSE UNA O DUE ORE PRIMA DEL PASSAGGIO DELLASSE DEGLI ISOSPESSORI.

11 11 MOLTO PIU VELOCEMENTE POSSIAMO CREARCI DEGLI SCHEMI O NOMOGRAMMI: ISOSPESSORI HPA PIOGGIA NEVE NEVISCHIO O PIOGGIA CHE CONGELA ISOSPESSORI HPA

12 12 a cura di Pasquale Redavid ALTRI NOMOGRAMMI PRESSIONE AL SUOLO ALTEZZA 700 HPA PIOGGIA NEVE ALTEZZA DELLO ZERO TERMICO DAL SUOLO (AGL) PROBABILITA CHE LE PRECIPITAZIONI SIANO NEVOSE 12 HPA(100MT) 90% 25 HPA(200MT) 70% 35 HPA(260MT) 50% 45 HPA(360MT) 30% 61 HPA(490 MT) 10%

13 13 METODO DELLE TEMPERATURE DI BULBO BAGNATO BULBO BAGNATO A 1000 HPA BULBO BAGNATO A 850 HPA NEVE -8 PIOGGIA CHE CONGELA PIOGGIA PIOGGIA MISTA A NEVE

14 14 COME CALCOLARE LE VARIE TEMPERATURE DI BULBO BAGNATO Temperatura di bulbo bagnato A 850 hpa Temperatura di bulbo bagnato A 1000 hpa

15 15 a cura di Pasquale Redavid TEMPERATURA DELLARIA LIVELLONEVEPIOGGIA SUOLO < Or = +0,8 > +2.2 PUNTO DI RUGIADA < Or = -3,0 < Or = +3,0 850 HPA < Or =0° > 0° 700 HPA < Or = - 6,0 >- 6,0 500 HPA < Or = - 20

16 16 a cura di Pasquale Redavid ISOSPESSORI E INDICE LIFTED NEVE PIOGGIA O PIOVIGGINE CHE CONGELA PIOGGIA ROVESCI DI NEVE

17 17 a cura di Pasquale Redavid ANCORA PIU SEMPLICEMENTE INDICE EUROPEO DELLA NEVE (ESI): INDICE EUROPEO DELLA NEVE (ESI): CONSISTE NELLA SOMMA ALGEBRICA TRA LA TEMPERATURA DEL SUOLO E LA SUA TEMPERATURA DI RUGIADA. IL NUMERO DI RIFERIMENTO E 1 ( CON MENO DI UNO O UGUALE AD UNO PREVEDEREMO NEVE, MAGGIORE PREVEDEREMO PIOGGIA). CONSISTE NELLA SOMMA ALGEBRICA TRA LA TEMPERATURA DEL SUOLO E LA SUA TEMPERATURA DI RUGIADA. IL NUMERO DI RIFERIMENTO E 1 ( CON MENO DI UNO O UGUALE AD UNO PREVEDEREMO NEVE, MAGGIORE PREVEDEREMO PIOGGIA). UN VALORE COMPRESO TRA UNO E CINQUE INDICHERA PIOGGIA MISTA A NEVE CON POSSIBILITA CHE VIRI A NEVE. UN VALORE COMPRESO TRA UNO E CINQUE INDICHERA PIOGGIA MISTA A NEVE CON POSSIBILITA CHE VIRI A NEVE. IL VALORE TRE E INDICATIVO DEI ROVESCI, MENO DI TRE O TRE ROVESCI DI NEVE, PIU DI TRE, ROVESCI DI PIOGGIA. IL VALORE TRE E INDICATIVO DEI ROVESCI, MENO DI TRE O TRE ROVESCI DI NEVE, PIU DI TRE, ROVESCI DI PIOGGIA. AD ESEMPIO: TEMPERATURA DELLARIA DI TRE GRADI CON PUNTO DI RUGIADA DI MENO TRE. LINDICE SARA UGUALE A ZERO,QUINDI PREVEDEREMO NEVE. AD ESEMPIO: TEMPERATURA DELLARIA DI TRE GRADI CON PUNTO DI RUGIADA DI MENO TRE. LINDICE SARA UGUALE A ZERO,QUINDI PREVEDEREMO NEVE.

18 18 a cura di Pasquale Redavid ALCUNE COSIDERAZIONI SULLUSO DELLO ZERO TERMICO PER LA PROGNOSI DELLA NEVE SPESSO NELLE PREVISIONI SI USA LALTEZZA DELLO ZERO TERMICO PER DETERMINARE IL TIPO DI PRECIPITAZIONI. LA PREVISIONE E BASATA SULLACQUISIZIONE CHE SE LO ZERO TERMICO E PIU BASSO DI 400 METRI DAL SUOLO LE PRECIPITAZIONI RAGGIUNGERANNO IL SUOLO SOTTO FORMA DI NEVE. NON VANNO PERO SOTTOVALUTATI I CAMBIAMENTI TERMODINAMICI CHE AVVENGONO NEI BASSI STRATI. AD ESEMPIO LO ZERO TERMICO SPESSO, DURANTE LE PRECIPITAZIONI, SI ABBASSA DI METRI DURANTE LA PRIMA ORA E MEZZA DI PRECIPITAZIONE A CAUSA DELLEVAPORAZIONE. QUANDO LATMOSFERA E SATURA, CESSANDO LEVAPORAZIONE, LO ZERO TERMICO RISALE ALLALTEZZA ORIGINALE IN TRE ORE. CON UNA FORTE AVVEZIONE CALDA LO ZERO TERMICO RISALE ANCHE DI QUALCHE MIGLIAIO DI PIEDI IN SEI-OTTO ORE. SPESSO NELLE PREVISIONI SI USA LALTEZZA DELLO ZERO TERMICO PER DETERMINARE IL TIPO DI PRECIPITAZIONI. LA PREVISIONE E BASATA SULLACQUISIZIONE CHE SE LO ZERO TERMICO E PIU BASSO DI 400 METRI DAL SUOLO LE PRECIPITAZIONI RAGGIUNGERANNO IL SUOLO SOTTO FORMA DI NEVE. NON VANNO PERO SOTTOVALUTATI I CAMBIAMENTI TERMODINAMICI CHE AVVENGONO NEI BASSI STRATI. AD ESEMPIO LO ZERO TERMICO SPESSO, DURANTE LE PRECIPITAZIONI, SI ABBASSA DI METRI DURANTE LA PRIMA ORA E MEZZA DI PRECIPITAZIONE A CAUSA DELLEVAPORAZIONE. QUANDO LATMOSFERA E SATURA, CESSANDO LEVAPORAZIONE, LO ZERO TERMICO RISALE ALLALTEZZA ORIGINALE IN TRE ORE. CON UNA FORTE AVVEZIONE CALDA LO ZERO TERMICO RISALE ANCHE DI QUALCHE MIGLIAIO DI PIEDI IN SEI-OTTO ORE.

19 19 a cura di Pasquale Redavid SINGOLO ZERO TERMICO: SINGOLO ZERO TERMICO: SE LO ZERO TERMICO E DI 400 METRI O PIU DAL SUOLO ASPETTIAMOCI PRECIPITAZIONI LIQUIDE. SE LO ZERO TERMICO E DI 400 METRI O PIU DAL SUOLO ASPETTIAMOCI PRECIPITAZIONI LIQUIDE. SE E PIU BASSO O UGUALE A 200 METRI PREVEDIAMO PRECIPITAZIONI SOLIDE. SE E PIU BASSO O UGUALE A 200 METRI PREVEDIAMO PRECIPITAZIONI SOLIDE. SE INVECE E COMPRESO TRA 200 E 400 METRI ASPETTIAMOCI PRECIPITAZIONI MISTE. SE INVECE E COMPRESO TRA 200 E 400 METRI ASPETTIAMOCI PRECIPITAZIONI MISTE.

20 20 a cura di Pasquale Redavid DIVERSI LIVELLI DI ZERO TERMICO: QUANDO CI SONO DIVERSI LIVELLI DI ZERO TERMICO, VUOL DIRE CHE CI SARANNO STRATI PIU CALDI DOVE LA TEMPERATURA E MAGGIORE DELLO ZERO.LO SPESSORE DEGLI STRATI CALDI O FREDDI DETERMINERA IL TIPO DI PRECIPITAZIONE AL SUOLO. QUANDO CI SONO DIVERSI LIVELLI DI ZERO TERMICO, VUOL DIRE CHE CI SARANNO STRATI PIU CALDI DOVE LA TEMPERATURA E MAGGIORE DELLO ZERO.LO SPESSORE DEGLI STRATI CALDI O FREDDI DETERMINERA IL TIPO DI PRECIPITAZIONE AL SUOLO. SE LO STRATO CALDO E MAGGIORE DI 400 METRI E QUELLO FREDDO ATTACCATO AL SUOLO E MINORE O UGUALE A 500 METRI, PREVEDIAMO PIOGGIA CHE GELA. SE LO STRATO CALDO E MAGGIORE DI 400 METRI E QUELLO FREDDO ATTACCATO AL SUOLO E MINORE O UGUALE A 500 METRI, PREVEDIAMO PIOGGIA CHE GELA. ALLO STESSO MODO SE LO STRATO CALDO E MAGGIORE DI 400 METRI E QUELLO FREDDO PROSSIMO AL SUOLO E MAGGIORE DI 500 METRI PREVEDIAMO GRANULI DI GHIACCIO. ALLO STESSO MODO SE LO STRATO CALDO E MAGGIORE DI 400 METRI E QUELLO FREDDO PROSSIMO AL SUOLO E MAGGIORE DI 500 METRI PREVEDIAMO GRANULI DI GHIACCIO. IN FINE, SE LO SPESSORE DELLO STRATO CALDO E COMPRESO TRA 200 E 400 METRI PREVEDIAMO GRANULI DI GHIACCIO INDIPENDENTEMENTE DALLA ALTEZZA DEL PIU BASSO ZERO TERMICO. IN FINE, SE LO SPESSORE DELLO STRATO CALDO E COMPRESO TRA 200 E 400 METRI PREVEDIAMO GRANULI DI GHIACCIO INDIPENDENTEMENTE DALLA ALTEZZA DEL PIU BASSO ZERO TERMICO.


Scaricare ppt "1 PREVEDERE LE NEVICATE GUIDA VELOCE ALLA PROGNOSI a cura del Maresciallo di 1^ Classe Pasquale Redavid Previsore Aeroportuale del Servizio Meteorologico."

Presentazioni simili


Annunci Google