La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cominciamo dal… principio Dr. Fabio Gianni – A.S.U.R. Zona Territoriale n. 7 Ancona - Servizio di Medicina Legale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cominciamo dal… principio Dr. Fabio Gianni – A.S.U.R. Zona Territoriale n. 7 Ancona - Servizio di Medicina Legale."— Transcript della presentazione:

1 Cominciamo dal… principio Dr. Fabio Gianni – A.S.U.R. Zona Territoriale n. 7 Ancona - Servizio di Medicina Legale

2 Requisiti per il conseguimento della patente Accertati dal medico legale durante la visita Non presenza di sintomi che rivelino fare abuso di bevande alcoliche od essere in stato di dipendenza da sostanze stupefacenti, psicotrope o che comunque alterino lo stato psico-fisico della persona. Assenza di anomalie della conformazione o dello sviluppo somatico, e da malattie fisiche o psichiche, deficienze organiche o minorazioni anatomiche e/o funzionali che possono comunque pregiudicare la sicurezza della guida di quei determinati tipi di veicoli ai quali la patente abilita. Non presenza di sintomi che rivelino fare abuso di bevande alcoliche od essere in stato di dipendenza da sostanze stupefacenti, psicotrope o che comunque alterino lo stato psico-fisico della persona. Assenza di anomalie della conformazione o dello sviluppo somatico, e da malattie fisiche o psichiche, deficienze organiche o minorazioni anatomiche e/o funzionali che possono comunque pregiudicare la sicurezza della guida di quei determinati tipi di veicoli ai quali la patente abilita.

3 Requisiti per il conseguimento della patente Dichiarati dallinteressato, sotto la propria responsabilità ……………………………….. …………………………………… ………………………………………… non fare uso di sostanze psicoattive ……………………………………. …………………… ………………………………. ……………………………….. …………………………………… ………………………………………… non fare uso di sostanze psicoattive ……………………………………. …………………… ……………………………….

4 Sostanze dabuso Diverse sostanze rientrano in questa definizione COSA HANNO IN COMUNE? Diverse sostanze rientrano in questa definizione COSA HANNO IN COMUNE? provocano sensazioni piacevoli o riducono quelle spiacevoli stimolano direttamente i centri cerebrali preposti alla funzione di gratificazione naturale provocano sensazioni piacevoli o riducono quelle spiacevoli stimolano direttamente i centri cerebrali preposti alla funzione di gratificazione naturale

5 Sostanze dabuso Sono quindi, sostanze psicoattive, in grado, cioè, di agire direttamente sui centri cerebrali

6 Tossicodipendenza Definisce una condizione caratterizzata da: Dipendenza psichica Dipendenza fisica Assuefazione - tolleranza Dipendenza psichica Dipendenza fisica Assuefazione - tolleranza

7 Dipendenza psichica È il desiderio incontrollabile che spinge il tossicodipendente ad assumere la droga in maniera continuativa. Scopo principale dellesistenza diventa la ricerca della droga È il desiderio incontrollabile che spinge il tossicodipendente ad assumere la droga in maniera continuativa. Scopo principale dellesistenza diventa la ricerca della droga

8 Dipendenza fisica Si evidenzia in condizioni di relativa assenza della droga, con linsieme di sintomi che caratterizza la sindrome dastinenza. Lassunzione ripetuta di droga instaura un nuovo equilibrio omeostatico artificiale nellorganismo. La continua assunzione di droga diventa necessaria al mantenimento di tale equilibrio.

9 Assuefazione – Tolleranza Indica la necessità di assumere la droga a dosi crescenti per continuare a provare gli stessi effetti.

10 Alcool Ha unazione simile agli anestetici generali Deprime il S.N.C. Nelle fasi precoci può apparire uno stimolante (precoce soppressione dei meccanismi di controllo inibitori) Ha unazione simile agli anestetici generali Deprime il S.N.C. Nelle fasi precoci può apparire uno stimolante (precoce soppressione dei meccanismi di controllo inibitori)

11 Alcool e guida La legge fissa come limite consentito un tasso di alcolemia di 0.5 g/l. Al di sopra di questo tasso di alcolemia gli effetti tossici e sulla capacità di guida sono DEVASTANTI La legge fissa come limite consentito un tasso di alcolemia di 0.5 g/l. Al di sopra di questo tasso di alcolemia gli effetti tossici e sulla capacità di guida sono DEVASTANTI

12 Intossicazione acuta alcoolica 1 g/l incoordinazione motoria alterazioni comportamentali interferenza con le prestazioni sociali e professionali alterazioni della critica linguaggio indistinto andatura incerta labilità affettiva loquacità incoordinazione motoria alterazioni comportamentali interferenza con le prestazioni sociali e professionali alterazioni della critica linguaggio indistinto andatura incerta labilità affettiva loquacità

13 Intossicazione acuta alcoolica 2 g/l Effetto profondo sullarea motoria del cervello Riflessi gravemente alterati Grave ipoglicemia Effetto profondo sullarea motoria del cervello Riflessi gravemente alterati Grave ipoglicemia

14 Intossicazione acuta alcoolica 3 g/l Ridotta responsività (stupore) Gravi disturbi delle percezioni sensoriali Ridotta responsività (stupore) Gravi disturbi delle percezioni sensoriali

15 Intossicazione acuta alcoolica 4 g/l Reattività assente (coma) Assenza di percezioni Reattività assente (coma) Assenza di percezioni

16 Intossicazione acuta alcoolica 5 g/l Paralisi dei centri respiratori Acidosi metabolica Morte Paralisi dei centri respiratori Acidosi metabolica Morte

17 Alcool e guida Ma…

18 Anche al di sotto di 0.5 g/l gli effetti sulle funzioni psicomotorie sono pesanti

19 Alcool e guida Rallentamento dei riflessi Diplopia Riduzione del campo visivo Sottostima della velocità Alterata percezione delle distanze Rallentamento dei riflessi Diplopia Riduzione del campo visivo Sottostima della velocità Alterata percezione delle distanze Possibili effetti con alcoolemia inferiore a 0.5 g/l

20 Alcool e guida Ma allora, qual è il limite sicuro per la guida? Zero!!!Zero!!!

21 Qualche dato per riflettere Quasi il 50% di tutte le persone ricoverate al pronto soccorso dopo un incidente stradale è risultato positivo a sostanze come l'alcool o gli psicofarmaci; In Italia autorevoli fonti stimano che gli incidenti stradali dovuti agli effetti dell'alcool facciano oltre morti all'anno Quasi il 50% di tutte le persone ricoverate al pronto soccorso dopo un incidente stradale è risultato positivo a sostanze come l'alcool o gli psicofarmaci; In Italia autorevoli fonti stimano che gli incidenti stradali dovuti agli effetti dell'alcool facciano oltre morti all'anno Fonte: Associazione italiana dei club degli alcolisti in trattamento

22 Qualche dato per riflettere il 35% degli incidenti stradali in cui sono coinvolti i giovani è legato al consumo di alcool (consumo, non abuso; l'alcool è ormai la prima causa di morte fra i giovani dai 15 ai 29 anni (O.M.S.- dichiarazione di Stoccolma 2001) il 35% degli incidenti stradali in cui sono coinvolti i giovani è legato al consumo di alcool (consumo, non abuso; l'alcool è ormai la prima causa di morte fra i giovani dai 15 ai 29 anni (O.M.S.- dichiarazione di Stoccolma 2001) Fonte: Associazione italiana dei club degli alcolisti in trattamento

23 Qualche dato per riflettere per cirrosi epatica per carcinoma allesofago per incidenti stradali per altre cause alcoolcorrelate per cirrosi epatica per carcinoma allesofago per incidenti stradali per altre cause alcoolcorrelate Fonte: Eurispes È possibile stimare circa trentamila decessi annui in Italia causati dallabuso di alcool:

24 Colpa dellalcool?

25

26

27

28 Gli oppiodi Endogeni Introversione Aggressività Tendenza alla ribellione Sesso maschile Endogeni Introversione Aggressività Tendenza alla ribellione Sesso maschile Fattori di rischio per labuso Sociali Uso di sostanze stupefacenti da parte di genitori e nel gruppo di appartenenza Sociali Uso di sostanze stupefacenti da parte di genitori e nel gruppo di appartenenza

29 Gli oppiodi Buoni risultati scolastici Impegni in attività di doposcuola Solidi legami affettivi familiari Buoni risultati scolastici Impegni in attività di doposcuola Solidi legami affettivi familiari Fattori protettivi per labuso

30 Gli oppiodi 1° fase: analgesia, tranquillità, euforia 2° fase: calma 3° fase: distacco dalla vita abituale, disinteresse per il proprio corpo, distruzione degli affetti e della vita familiare, attività sessuale fortemente compromessa o annullata 1° fase: analgesia, tranquillità, euforia 2° fase: calma 3° fase: distacco dalla vita abituale, disinteresse per il proprio corpo, distruzione degli affetti e della vita familiare, attività sessuale fortemente compromessa o annullata Effetti

31 Gli oppiodi Midriasi, vomito, diarrea, sbadigli, sudorazione, ansia Orripilazione (tacchino freddo) Movimenti involontari degli arti superiori ed inferiori (calcio allabitudine) Midriasi, vomito, diarrea, sbadigli, sudorazione, ansia Orripilazione (tacchino freddo) Movimenti involontari degli arti superiori ed inferiori (calcio allabitudine) Crisi di astinenza (dopo circa 12 ore)

32 I cannabinoidi Marijuana (dalle infiorescenze e foglie seccate) Hashish (resina di cannabis e fiori pressati) Marijuana (dalle infiorescenze e foglie seccate) Hashish (resina di cannabis e fiori pressati) Sono derivati dalla cannabis sativa o canapa indiana

33 I cannabinoidi Sono considerati droga ricreativa Alterazione dello stato di coscienza Euforia, rilassamento, distorsione del tempo Intensificazione delle esperienze sensoriali (mangiare, ascoltare musica, guardare film, fare sesso) Allucinazioni (il tappeto volante degli orientali) Sono considerati droga ricreativa Alterazione dello stato di coscienza Euforia, rilassamento, distorsione del tempo Intensificazione delle esperienze sensoriali (mangiare, ascoltare musica, guardare film, fare sesso) Allucinazioni (il tappeto volante degli orientali) Effetti acuti

34 I cannabinoidi Ansia Paura fino al panico Terrore di uscire pazzo Disforia, depressione Ansia Paura fino al panico Terrore di uscire pazzo Disforia, depressione Effetti collaterali (frequenti nei fumatori poco esperti) Effetti collaterali (frequenti nei fumatori poco esperti)

35 I cannabinoidi Conseguenze acute Compromissione cognitiva con deficit della memoria e dellattenzione Compromissione delle funzioni psicomotorie con aumentato rischio di incidenti in caso di guida di autoveicoli Compromissione cognitiva con deficit della memoria e dellattenzione Compromissione delle funzioni psicomotorie con aumentato rischio di incidenti in caso di guida di autoveicoli

36 I cannabinoidi Conseguenze croniche Dipendenza psichica Alterazione e rallentamento dello sviluppo psichico, compromissione della motivazione (soprattutto negli adolescenti) Facilitazione del passaggio ad altre droghe Dipendenza psichica Alterazione e rallentamento dello sviluppo psichico, compromissione della motivazione (soprattutto negli adolescenti) Facilitazione del passaggio ad altre droghe

37 Cocaina Effetti acuti Intenso benessere, euforia orgasmo generalizzato, ascesa nel cosmo Sensazione di vitalità, lucidità di coscienza, sicurezza e fiducia in se stessi Egocentrismo, chiassosità, inappetenza, aumento della libido, insonnia Intenso benessere, euforia orgasmo generalizzato, ascesa nel cosmo Sensazione di vitalità, lucidità di coscienza, sicurezza e fiducia in se stessi Egocentrismo, chiassosità, inappetenza, aumento della libido, insonnia

38 Cocaina Effetti cronici Ansia, irritabilità, disforia Sospettosità, comportamenti apertamente aggressivi Ideazione delirante, allucinazioni, microzoopsie (percezione di piccoli animali, insetti, vermi in movimento sotto la pelle) A volte comportamento stereotipato (ore ed ore a pulire lauto, a guardarsi allo specchio, montare e smontare un orologio) Possibili convulsioni Ansia, irritabilità, disforia Sospettosità, comportamenti apertamente aggressivi Ideazione delirante, allucinazioni, microzoopsie (percezione di piccoli animali, insetti, vermi in movimento sotto la pelle) A volte comportamento stereotipato (ore ed ore a pulire lauto, a guardarsi allo specchio, montare e smontare un orologio) Possibili convulsioni

39 Allucinogeni Provocano alterazione della percezione, depersonalizzazione, distorsioni percettive Mescalina, psylocibina, LSD

40 Allucinogeni È il più potente degli allucinogeni: gli effetti soggettivi sono drammatici e sono influenzati dalle condizioni ambientali e dalle attese individuali LSD

41 Effetti acuti Vertigini, parestesie, fiacchezza, tremori Alterazioni visive, amplificazione dei suoni Immagini di sogno che perdurano in immagini residue Sinestesia (vedere gli odori, sentire i colori) Esaltazione del senso del tatto Distorsione della percezione del tempo Morte accidentale indotta (volare via dal tetto, fondersi con un automobile in arrivo) Vertigini, parestesie, fiacchezza, tremori Alterazioni visive, amplificazione dei suoni Immagini di sogno che perdurano in immagini residue Sinestesia (vedere gli odori, sentire i colori) Esaltazione del senso del tatto Distorsione della percezione del tempo Morte accidentale indotta (volare via dal tetto, fondersi con un automobile in arrivo)

42 LSD Effetti cronici Psicosi Reazioni depressive Esteriorizzazione anche violenta di impulsi inconsci (acting out) Stati paranoidi flashback Psicosi Reazioni depressive Esteriorizzazione anche violenta di impulsi inconsci (acting out) Stati paranoidi flashback

43 ECTASY Si è diffusa dal 1985 come droga ricreativa, con vari nomi: Adam, Ectasy, XTC, E, MDM Aumento attività fisica Miglioramento dellumore Alterazioni della percezione Tachicardia, bocca secca, dilatazione delle pupille Aumento attività fisica Miglioramento dellumore Alterazioni della percezione Tachicardia, bocca secca, dilatazione delle pupille

44 ECTASY In alcuni individui può condurre fino alla morte: Ipertermia Alterazione funzioni cardiovascolari Difficoltà respiratoria Rabdomiolisi C.i.d. Ipertermia Alterazione funzioni cardiovascolari Difficoltà respiratoria Rabdomiolisi C.i.d.

45 ECTASY Vi sono varie prove a sostegno dellipotesi che possa determinare un danno anatomico irreversibile a carico delle cellule cerebrali

46 NICOTINA È il principio attivo contenuto nel tabacco: deriva dalla combustione delle foglie. È un potente stimolante (da 5 a 10 volte più efficace delle amfetamine) ad azione molto rapida (dopo 10 secondi dai primi tiri raggiunge il cervello) È il principio attivo contenuto nel tabacco: deriva dalla combustione delle foglie. È un potente stimolante (da 5 a 10 volte più efficace delle amfetamine) ad azione molto rapida (dopo 10 secondi dai primi tiri raggiunge il cervello)

47 NICOTINA Crea dipendenza fisica Crea dipendenza psichica È difficile smettere di fumare perché compare una vera e propria crisi di astinenza Crea dipendenza fisica Crea dipendenza psichica È difficile smettere di fumare perché compare una vera e propria crisi di astinenza

48 NICOTINA Rischi a breve termine nausea ipercolesterolemia ipertensione tachicardia iperacidità gastrica nausea ipercolesterolemia ipertensione tachicardia iperacidità gastrica

49 NICOTINA Rischi a lungo termine tumori della cavità orale, della gola, dellesofago, del polmone, del pancreas, dei reni, della vescica, della mammella, dellutero bronchite cronica, asma, enfisema, arteriosclerosi, ictus tumori della cavità orale, della gola, dellesofago, del polmone, del pancreas, dei reni, della vescica, della mammella, dellutero bronchite cronica, asma, enfisema, arteriosclerosi, ictus


Scaricare ppt "Cominciamo dal… principio Dr. Fabio Gianni – A.S.U.R. Zona Territoriale n. 7 Ancona - Servizio di Medicina Legale."

Presentazioni simili


Annunci Google