La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Progetto Salute & Sicurezza PRESENTAZIONE DI DETTAGLIO DEL PROGETTO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Progetto Salute & Sicurezza PRESENTAZIONE DI DETTAGLIO DEL PROGETTO."— Transcript della presentazione:

1 Il Progetto Salute & Sicurezza PRESENTAZIONE DI DETTAGLIO DEL PROGETTO

2 Non è più ammissibile che uno studente esca da un ITIS o da un IPSIA senza aver affrontato in modo sistematico i temi della sicurezza sul lavoro ed acquisito un bagaglio minimo di conoscenze PREMESSA

3 PERCHE IL PROGETTO Indicazioni ministeriali (riforma) Profilo professionale ITIS/IPSIA Competenze in uscita ITIS/IPSIA Richiesta del mondo del lavoro locale Obbligo di formazione ex art. 37 D.Lgs. 81 Attività promozionale ex art. 11 D.Lgs. 81 è in grado di esprimere le proprie competenze, nellambito delle normative vigenti, nel mantenimento della sicurezza sul lavoro operare nel rispetto delle normative inerenti la sicurezza del lavoro

4 A COSA RISPONDE IL PROGETTO COSA fare COME farlo QUANDO farlo CHI lo fa Programma Materiali/strumenti Metodologia Periodo durante il quinquennio Insegnanti Soggetti esterni

5 SICUREZZA IN CATTEDRA Anni scolastici Anno scolastico Anno scolastico MODELLO Sicurezza in cattedra

6 Del Modello Sicurezza in cattedra, che si applica alle scuole di ordine e grado, il Progetto recepisce solo la parte didattica e le azioni sui determinanti comportamentali, sfruttandone tuttavia appieno le potenzialità e selezionando le attività da svolgere PROGETTO E MODELLO

7 STRUTTURA DEL PROGETTO Azioni sui determinanti comportamentali Attività degli insegnanti nelle discipline del curricolo (interventi didattici disciplinari) Mod. SPP Competenze tecniche Competenze trasversali Dimensione culturale Attività del SPP (valutazione dei rischi e gestione della sicurezza) Discipline tecniche

8 ALCUNI DATI ESSENZIALI Istituti destinatari ITIS IPSIA Classi destinatarie Ultimo triennio Consistenza oraria ore nei tre anni (4%) Coinvolgimento Ins. tecnici/uman. R-ASPP Rete per la sicurezza Agenzie esterne Unindustria/INAIL 96 curr. 28 extracurr. docenza assistenza e monitoraggio corsi abilitanti Coordinamento e docenza Sistemi premianti Attestato Riconoscimenti Contributi econ. Aggiornamento Studenti meritevoli Contenuti tecnici Per insegnanti e SPP Finanziamento

9 PAROLE DORDINE DEL PERCORSO I° II° III° - Sensibilizzazione - Coinvolgimento emotivo - Sistematizzazione delle conoscenze - Valutazione rischi - Partecipazione - Sintesi - Creatività Anno del Progetto

10 I° ANNO – IL PERCORSO Argomenti Attività R-ASPP Attività docenti Questionario sulla percezione del rischio 2 ore Glossario di parole-chiave 6 ore Incontri con luoghi, persone e documenti significativi 15 ore Fattori di rischio in ambito lavorativo 9 ore

11 La classe Discute i risultati ottenuti e li confronta con altre realtà Produce elaborati di analisi e/o sintesi Somministrazione questionario Il questionario sulla percezione del rischio ? Ritieni di essere in grado di valutare i rischi che corri? Faresti un lavoro che ti esponesse a rischio dinfortunio?

12 RISCHIO Situazione di non pericolo PERICOLO Stato di benessere SICUREZZA Forza che aiuta ad affrontare i pericoli MALATTIA Attenzione PRUDENZA Possibilità che avvenga un danno e sua gravità INCOSCIENZA Mancanza di benessere SALUTE Non rendersi conto PAURA Capacità di una cosa di causare danno CORAGGIO Fatto che ha portato a un danno materiale INCIDENTE Stato dansia davanti alle difficoltà Glossario di parole-chiave RICERCA sul significato comune tecnico di coppie terminologiche GLOSSARIO DI CLASSE Analizzare le coppie terminologiche

13 1 Visita in un ambiente di lavoro Incontro con key-person, testimoni di esperienze o esperti 2 Incontri significativi per la sicurezza LAVORO … organizzazione … relazioni … sicurezza …

14 Analisi di documenti scritti o audiovideo 3 Incontri significativi per la sicurezza Storie e memorie I rischi lavorativi attraverso la letteratura e la storia USL Reggio Emilia, 2000

15 Fattori di rischio in ambito lavorativo

16

17 II° ANNO – IL PERCORSO Argomenti Attività R-ASPP Attività docenti Corsi esterni Analisi di specifici ambiti della sicurezza 14 ore La valutazione dei rischi e il DVR 6 ore Attività di valutazione dei rischi nei laboratori 12 ore Corso antincendio rischio medio 12 ore

18 Analisi di specifici ambiti della sicurezza

19

20

21 Compiti di realtà PROPOSTE DIDATTICHE STRUTTURATE RICADUTE EDUCATIVE DEI PROCESSI GESTIONALI Attività didattiche caratterizzate dal coinvolgimento degli allievi nella gestione della sicurezza a scuola VALUTAZIONE DEI RISCHI NEI LABORATORI valutazione dei rischi nelle attività di laboratorio definizione di procedure di lavoro corrette in laboratorio

22 1. Valutano i rischi presenti gli allievi … una lavorazione abitualmente svolta in un laboratorio 2. Ridefiniscono 3. Aggiorna il DVR Procedure per lavorare in sicurezza le procedure di lavoro, integrate con le misure di sicurezza il SPP Valutazione dei rischi nei laboratori

23 Corso abilitante sullantincendio Durante il II° anno del Progetto listituto organizza per i propri studenti un corso per addetti antincendio aziendali (aziende a rischio medio) di 8 ore + esame finale di idoneità tecnica. La Rete supporta gli istituti nellorganizzazione dei corsi, anche attraverso una stretta collaborazione con il Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Treviso.

24 III° ANNO – IL PERCORSO Argomenti Attività R-ASPP Attività docenti Corsi esterni Analisi di specifici ambiti della sicurezza 14 ore Attività creative e di sintesi (comunicare la sicurezza) 18 ore Corso di primo soccorso aziende tipo A 16 ore

25 Analisi di specifici ambiti della sicurezza

26

27 Compiti di realtà PROPOSTE DIDATTICHE STRUTTURATE RICADUTE EDUCATIVE DEI PROCESSI GESTIONALI Attività didattiche caratterizzate dal coinvolgimento degli allievi nella gestione della sicurezza a scuola MISURE DI PREVENZIONE regole e regolamenti di laboratorio strumenti di informazione sistemi di gestione segnaletica

28 informano i compagni sui comportamenti da tenere in laboratorio Le regole di sicurezza I comportamenti In laboratorio I comportamenti in emergenza contribuiscono a definire le regole di sicurezza informano i compagni sui comportamenti da tenere in emergenza a scuola GLI STUDENTI Le regole della scuola Il SPP chiede la collaborazione degli studenti

29 La salute e la sicurezza nel tuo nuovo ambiente scolastico Comunicare la sicurezza

30 I segnali di sicurezza dove sono? sono visibili? sufficienti? se ne possono inventare altri? Quali proposte? il SPP chiede la collaborazione degli studenti

31 Corso abilitante sul Primo Soccorso Durante il III° anno del Progetto listituto organizza per i propri studenti un corso per incaricati di PS aziendali (aziende classificate tipo A) di 16 ore. La Rete supporta gli istituti nellorganizzazione dei corsi, anche attraverso una stretta collaborazione con i medici formatori dellINAIL di Treviso, e proporrà in via sperimentale (attraverso la collaborazione con lo SPISAL n. 9 di Treviso) lintroduzione di una verifica dapprendimento al termine del corso.

32 CONTRIBUTO DELLE DISCIPLINE Il Progetto propone alcuni ulteriori argomenti tecnici, che saranno trattati allinterno delle singole discipline nel corso dei tre anni Per i docenti tecnici sono previsti momenti di aggiornamento gratuiti Al di fuori del monte ore previsto dal Progetto

33 I MATERIALI: LA DISPENSA Cap. IDefinizioni fondamentali Cap. IIPrincipali fattori di rischio lavorativi Cap. IIIAmbiente di lavoro Cap. IVRischio dinfortunio Cap. VRischio ergonomico Cap. VISegnaletica di sicurezza Cap. VIIDispositivi di protezione individuale Cap. VIIIGestione delle emergenze Cap. IXLegislazione antinfortunistica Cap. XValutazione dei rischi CORSO SCOLASTICO SULLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO SiRVeSS


Scaricare ppt "Il Progetto Salute & Sicurezza PRESENTAZIONE DI DETTAGLIO DEL PROGETTO."

Presentazioni simili


Annunci Google