La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Analisi dei documenti Assi culturali (dalle otto competenze chiave) Competenza matematica e competenze di base in campo scientifico e tecnico La competenza.

Copie: 1
RETE N.3 IL TRASIMENO PROGETTO DI RICERCA-INTERVENTO DI RICERCA-INTERVENTO E DI E DI FORMAZIONE Progettare percorsi curricolari e didattici secondo il.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Analisi dei documenti Assi culturali (dalle otto competenze chiave) Competenza matematica e competenze di base in campo scientifico e tecnico La competenza."— Transcript della presentazione:

1 Analisi dei documenti Assi culturali (dalle otto competenze chiave) Competenza matematica e competenze di base in campo scientifico e tecnico La competenza matematica comporta, in misura variabile la capacità e la disponibilità a usare modelli matematici di pensiero (pensiero logico e spaziale) e di presentazione (formule, modelli, costrutti, grafici e carte)

2 Area matematica – scientifica - tecnologica Caratteristica della pratica matematica è la risoluzione di problemi che devono essere intesi come questioni autentiche e significative, legate spesso alla vita quotidiana e non solo esercizi a carattere ripetitivo o quesiti ai quali si risponde semplicemente ricordando una definizione o una regola. Le nuove indicazioni per il curricolo

3 Traguardi per lo sviluppo delle competenze Lalunno ha rafforzato un atteggiamento positivo rispetto alla matematica e, attraverso esperienze in contesti significativi, ha capito come gli strumenti matematici appresi siano utili in molte situazioni per operare nella realtà. Riconosce e risolve problemi di vario genere analizzando la situazione e traducendola in termini matematici, spiegando anche in forma scritta il procedimento seguito, mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo, sia sui risultati.

4 Leggere, comprendere e interpretare una situazione problematica per risolverla Enunciato Senso Leggere attentamente il testo di situazioni problematiche varie in contesti concreti per poter elaborare una strategia risolutiva Competenza da raggiungere

5 Presentazione di situazioni inerenti la realtà degli alunni (spese settimanali e/o mensili scolastiche ed extrascolastiche) Contesto di attivazione

6 Componenti Risorse interne Risorse esterne

7 Carattere delle Risorse Risorse interne: sfera cognitiva (lettura con comprensione, uso delle tecniche di calcolo, applicazione di procedimenti) sfera conativa (motivazione, dimensione emotiva) Risorse esterne: ricerca di risorse disponibili (ricerca di materiali, autonomia di azione)

8 Manifestazioni della competenza obiettivi in termini di apprendimento criteri per la valutazione Analizza e distingue i dati numerici e relazionali da quelli incogniti in un problema Codifica i dati in una tabella Applica la strategia risolutiva adeguata in situazioni strutturate e in situazioni nuove

9 Livelli di competenza: mobilizzazione-integrazione COMPLETA: lalunno codifica i dati di una situazione problematica, applica procedimenti risolutivi e si attiva in modo autonomo per risolvere situazioni nuove PARZIALE: lalunno codifica i dati di una situazione problematica, applica procedimenti risolutivi nella maggior parte dei casi e si attiva in modo abbastanza autonomo per risolvere situazioni nuove INIZIALE: lalunno, se guidato, codifica i dati di una situazione problematica ed applica semplici procedimenti risolutivi

10 APPRENDIMENTI – RISORSA TRASFERIMENTO: lalunno utilizza in modo consapevole gli apprendimenti per risolvere situazioni di vario tipo e in contesti nuovi CONSOLIDAMENTO: lalunno utilizza gran parte degli apprendimenti per risolvere situazioni di vario tipo e in contesti nuovi in forma relativamente stabile

11 Caratteristiche di una situazione/compito che implichi limpiego di competenza Situazione nuova per il soggetto: Analizzare una situazione nellambito familiare per valutare una buona gestione del budget familiare (spesa bollette acqua, luce, telefono, gas)

12 Situazione che presenta una sfida un motivo per essere risolta: Organizzazione di una gita scolastica: Individuare il numero dei partecipanti; Tenere conto del tetto di spesa massimo; Individuare potenziali itinerari; Valutare i pro e i contro; Scegliere la mèta; Calcolare le spese definitive e la ripartizione dei costi.

13 Situazione che implichi un agire (fisico e/o mentale) a partire da quanto appreso Compilare un budget di spesa personale che tenga conto dei costi aggiuntivi oltre alla quota di partecipazione

14 Proporre un acquisto di materiale didattico in base ad una analisi di esigenze (oggetti mancanti e loro quantità) e di budget, proposte dal docente, per laggiornamento di un laboratorio di scienze, mediante la consultazione di cataloghi cartacei e/o online e la stesura di un preventivo economico. Ipotizzare una prova di verifica finale articolata in tre livelli:

15 Competenza iniziale: comprendere le esigenze espresse e saper consultare i cataloghi per selezionare i prodotti necessari; saper redigere una lista dei prodotti con indicati i codici e i prezzi. Competenza parziale: saper calcolare la spesa totale in modo da rientrare nel budget; saper valutare la possibilità di acquistare ulteriori prodotti qualora il budget non venga raggiunto con le esigenze proposte. Competenza completa: saper valutare offerte e sconti sugli acquisti e saper proporre soluzioni migliorative rispetto alle esigenze iniziali.

16 ITER DIDATTICO Considerazioni relative alle spese scolastiche ed extrascolastiche di ogni alunno (settimanali, mensili, annuali); annotazione nei propri quaderni delle spese; codifica dei dati in una tabella per meglio visualizzare la situazione; applicazione delle tecniche di calcolo; presentazione di altre situazioni problematiche strutturate da leggere con attenzione;altre situazioni problematiche

17 sottolineare le parole delle quali non si conosce il significato, che va ricercato sul dizionario; evidenziare le parole significative utili per la risoluzione; distinguere i dati numerici e relazionali da quelli incogniti; codifica dei dati in una tabella; valutare se i dati sono sufficienti, insufficienti, superflui o da ricercare; applicare la strategia risolutiva più opportuna tra quelle conosciute ( diagramma, grafo ad albero, metodo grafico, a ritroso…);

18 mantenere il controllo nel procedimento dei vari passaggi; analisi di situazioni problematiche non strutturate; decodifica dei dati di una situazione problematica; descrizione e motivazione delliter risolutivo Redattori: Patrizia Benemio; Maria Teresa Carletti; Marco Coppetti; Maria Paola Dedola; Elisa Pietropaoli

19 Il signor Rossi è operaio idraulico, lavora 8 ore al giorno, eccetto il sabato e la domenica, e percepisce 15 lora. La settimana scorsa ha fatto 6 ore di straordinario e ha percepito in tutto 720. Quanto ha percepito il sig. Rossi per unora di straordinario?

20 F V Il dato 8 ore si riferisce al lavoro giornaliero Il dato 15 si riferisce a quanto percepisce il sig. Rossi in un giorno Il sig. Rossi lavora tutti i giorni della settimana Il dato 6 ore si riferisce allo straordinario fatto dal sig. Rossi, la settimana scorsa Il dato 720 si riferisce a quanto il sig. Rossi ha percepito in tutto Il dato incognito si riferisce a quanto il sig. Rossi ha ricevuto per ogni ora di lavoro

21 Completa ora la seguente tabella DATIDATI INCOGNITI Risolvi il problema

22 DOCENTI DI MATERIE LETTERARIE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO DI MAGIONE, PASSIGNANO e TUORO, CASTIGLIONE DEL LAGO PREMESSA Visti i Documenti: Indicazioni per il curricolo, Assi Culturali (L. 296/06 comma 622 – obbligo scolastico), Dossier sulle competenze c.m.28/2007, confrontate le progettazioni curricolari e i progetti particolari messi in atto nelle singole scuole degli insegnanti partecipanti al lavoro di gruppo, gli stessi hanno deciso di lavorare sulla competenza della lettura e comprensione del testo perché tale competenza multidisciplinare è fondante e presente nellapprendimento di qualsiasi disciplina. La decodifica del testo scritto è veicolare per qualsiasi apprendimento scolastico e non.

23 1.Enunciare la competenza individuata in termini di traguardi di apprendimento avvalendosi degli schemi 2.A e 2.B

24 ENUNCIATO LEGGERE, COMPRENDERE E INTERPRETARE TESTI SCRITTI DI VARIO TIPO SENSO LA COMPETENZA PORTA LALUNNO AD USARE LA LETTURA COME STRUMENTO PER COMPRENDERE QUALSIASI TESTO SCRITTO, PER RIFLETTERE SUL SUO CONTENUTO E VALUTARLO CONTESTO DI ATTIVAZIONE SITUAZIONI SCOLASTICHE E NON. LABORATORI DI LETTURA COME PUNTI DI PARTENZA PER CONOSCERE, DECODIFICARE, ATTIVARE E RIELABORARE LA COMPETENZA NEI VARI CONTESTI. LA SCUOLA DÀ LA CHIAVE DI LETTURA PER CONOSCERE IL MONDO. COMPONENTI LALUNNO DEVE SAPER USARE LA LETTURA COME MEZZO PER COMPRENDERE QUALSIASI TESTO SCRITTO LETTERARIO, SCIENTIFICO E DI USO QUOTIDIANO. LALUNNO DEVE SAPER INTERPRETARE IL CONTENUTO DEL TESTO, RIFLETTERE SU DI ESSO E VALUTARLO. CARATTERE DELLE RISORSE SI RITENGONO DA SVILUPPARE : le abilità tecniche della lettura, anche con ausili informatici, le abilità tecniche della lettura, anche con ausili informatici, la comprensione generale, particolare e lessicale la comprensione generale, particolare e lessicale la rielaborazione per un uso pratico e personale ne la rielaborazione per un uso pratico e personale ne la capacità di interpretazione, per favorire lo sviluppo del pensiero critico la capacità di interpretazione, per favorire lo sviluppo del pensiero critico MANIFESTAZIONI DELLA COMPETENZA (OBIETTIVI IN TERMINI DI APPRENDIMENTO/CRITERI PER LA VALUTAZIONE) LIVELLO DI ECCELLENZA 1-LEGGE IN MODO SCORREVOLE ED ESPRESSIVO, APPLICA STRATEGIE DIVERSE DI LETTURA 2-COMPRENDE BENE I SIGNIFICATI DI TESTI DI VARIO TIPO, EVIDENZIANDONE GLI ELEMENTI COSTITUTIVI LIVELLO INTERMEDIO: 1-LEGGE IN MODO ABBASTANZA SCORREVOLE ED ESPRESSIVO; PADRONEGGIA ALCUNE TECNICHE DI LETTURA 2-COMPRENDE IL SIGNIFICATO GLOBALE DI TESTI DI VARIO TIPO E NE INDIVIDUA GLI ELEMENTI ESSENZIALI LIVELLO DI ACCETTABILITÀ: 1-LEGGE IN MODO POCO SCORREVOLE E COMPRENDE GLI ASPETTI PIÙ EVIDENTI DEI TESTI LETTI RISPONDENDO A SEMPLICI DOMANDE

25 LIVELLI DI COMPETENZA MOBILIZZAZIONE - INTEGRAZIONE GLI ALUNNI SONO IN GRADO DI INTEGRARE QUANTO APPRESO ( APPRENDIMENTI DI CARATTERE COGNITIVO, FISICO – MOTORIO - PERCETTIVO, CONATIVO) IN UNA SITUAZIONE NUOVA (FAMIGLIA DI SITUAZIONI) COMPLETA CORRISPONDE AL LIVELLO DI ECCELLENZA SOPRA DESCRITTO PARZIALE CORRISPONDE AL LIVELLO INTERMEDIO SOPRA DESCRITTO INIZIALE CORRISPONDE AL LIVELLO DI ACCETTABILITÀ SOPRA DESCRITTO APPRENDIMENTI – RISORSA GLI ALUNNI HANNO ACQUISITO GLI APPRENDIMENTI RISORSA NECESSARI PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA ATTESA TRASFERIMENTO GLI ALUNNI SONO IN GRADO DI UTILIZZARE GLI APPRENDIMENTI- RISORSA IN CONTESTI DIFFERENZIATI CONSOLIDAMENTO GLI ALUNNI HANNO ACQUISITO IN FORMA RELATIVAMENTE STABILE GLI APPRENDIMENTI -RISORSA

26 2.Ipotizzare una situazione-problema o compito dintegrazione (rappresentativa di una famiglia di situazioni) che lalunno deve essere in grado di affrontare una volta acquisita la competenza al livello massimo. CARATTERISTICHE DI UNA SITUAZIONE/COMPITO CHE IMPLICHI LIMPIEGO DI COMPETENZA

27 Situazione nuova per il soggetto: Favorire e diffondere una cultura della legalità, mediante la conoscenza delle regole della società e in particolare la problematica legata al fenomeno mafia (progetto lettura)

28 Situazione che presenta una sfida, un motivo per essere risolta, un perché (ad es. Risparmiare acqua, riparare un rubinetto che gocciola…) Partecipare ad un incontro-dibattito con un personaggio autorevole sullargomento affrontato: Lettura condivisa con il gruppo classe Riflessioni sul testo Dibattito ed interventi Incontro con lesperto

29 Situazioni che implichi un agire (fisico e o mentale) a partire da quanto appreso (fare con ciò che si sa) Elaborazione di considerazioni personali Produzione di testi e di ipertesti

30 E presente il richiamo a valori ( Es., Rispettare lambiente economizzando acqua) Favorire lattitudine allascolto e alla comunicazione senza prevaricazioni, nonché alla partecipazione attiva alla vita della scuola Stimolare la convinzione che per vivere bene in società sono necessarie regole, le quali devono essere condivise e rispettate da tutti Promuovere la consapevolezza delluguaglianza dei diritti e doveri di ciascuno Iniziarsi a comportamenti mentali e pratici di autonomia di giudizio, di responsabilità e di decisione Acquisire consapevolezza e competenza pratica nel campo della solidarietà Favorire il senso del vivere sociale e acquisire la consapevolezza della pari dignità sociale e delluguaglianza di tutti i cittadini Promuovere atteggiamenti di collaborazione, rispetto e tolleranza fra le diverse componenti della comunità scolastica Sviluppare il senso della responsabilità, lautoverifica e lautovalutazione dei reciproci comportamenti

31 CI SI BASA SU DOCUMENTI AUTENTICI APPROFONDIMENTO DELLE TEMATICHE ATTRAVERSO VARI DOCUMENTI (BIOGRAFIE, ARTICOLI DI GIORNALE, DOCUMENTARI, FILM, ECC.)

32 I SAPERI E SAPER FARE DA MOBILIZZARE NON SONO CONOSCIUTI IN PARTENZA, MA DEVONO ESSERE INDIVIDUATI DALLALLIEVO (AD ES. NON SI DIRÀ CHE SI È DI FRONTE AD UN PROBLEMA DI PROPORZIONALITÀ…) AFFRONTARE LE PROBLEMATICHE EMERGENTI NEL MONDO DI OGGI CONTRIBUIRE A COSTRUIRE UNA CULTURA DELLA RESPONSABILITÀ PER ACQUISIRE UN COMPORTAMENTO DI VITA, COME ESEMPIO TRA LE GENERAZIONI, COME CULTURA DI DIRITTI CHE POSSANO TUTELARE GLI INTERESSI DELLA COLLETTIVITÀ. EDUCARE CITTADINI CONSAPEVOLI E PROTAGONISTI DI UNA NUOVA CULTURA, LA CULTURA DEL RISPETTO E DEL SAPER DARE: DALLA SOLIDARIETÀ ALLA RECIPROCITÀ. CREARE PERCORSI DIDATTICI CHE CONSENTANO AI RAGAZZI DI COMPRENDERE I MECCANISMI DI INTERAZIONE SOCIALE E LE REGOLE DI CONVIVENZA CIVILE, ALLINTERNO DELLA SOCIETÀ IN CUI VIVONO, A CONTATTO CON CULTURE DIVERSE.

33 3.Ipotizzare una prova di verifica finale articolata in tre livelli, tale che: PRESENTAZIONE AI GENITORI DEGLI ALLIEVI E ALLA CITTADINANZA IL PERCORSO DEL PROGETTO LETTURA ATTRAVERSO LA REALIZZAZIONE PERSONALE DI VARI ELABORATI (POESIE, OPUSCOLI, ARTICOLI, CORTOMETRAGGI, ECC.)

34 PROGETTO DI RICERCA-INTERVENTO E DI FORMAZIONE PROGETTARE PERCORSI CURRICOLARI E DIDATTICI SECONDO IL CRITERIO DELLA PROMOZIONE DI COMPETENZA

35 PERCORSO DI AUTOFORMAZIONE LINGUE STRANIERE/ SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO IDENTIFICARE ED ENUNCIARE UNA COMPETENZA

36 ENUNCIATO Comprendere i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su argomenti di vita quotidiana. Produrre semplici messaggi e interagire in semplici scambi dialogici relativi alla vita quotidiana con compagni e insegnanti.

37 SENSO Sviluppare un atteggiamento positivo di interazione e di ascolto attivo. Pervenire allapprezzamento della diversità culturale e rinforzare linteresse e la curiosità per la lingua studiata. Maturare un atteggiamento di consapevolezza delle proprie capacità attraverso linterazione e lespressione in L2 a sostegno dello sviluppo complessivo della propria identità.

38 CONTESTO DI ATTIVAZIONE Lalunno impiega, attiva e amplia la competenza nella vita di tutti i giorni, nel vissuto personale, familiare e socio-relazionale, scolastico ed extrascolastico, si pone problemi veicolati dai diversi codici linguistici. Attraverso varie attività di ascolto autentico gli studenti sono chiamati a svolgere dei task ben precisi. In questa fase il focus è incentrato sul contenuto piuttosto che sulla forma. Sarà compito dellinsegnante usare la lingua come strumento per sollecitare un apprendimento indiretto della stessa. Con questa tipologia di attivazione si possono progettare unità interdisciplinari CLIL (Content and Language Integrated Learning).

39 COMPONENTI Risorse attivate Cognitive: Conosce il vocabolario e la grammatica funzionale (relativo ad unità e/o vissuti specifici proposti dallinsegnante). E consapevole dei principali tipi di interazione verbale e dei registri del linguaggio. Perviene alla conoscenza delle principali convenzioni sociali e degli aspetti culturali della lingua studiata. Conativo - percettive: Esprime il proprio vissuto in diverse situazioni (simulate, drammatizzate e raccontate). Confronta le diverse esperienze acquisendo una maggiore consapevolezza critica.

40 MANIFESTAZIONI DELLA COMPETENZA Capire > Saper interpretare > Fare confronti > Rielaborare in modo creativo

41 LIVELLI DELLA COMPETENZA Essenziale: Coglie gli elementi essenziali più evidenti. Esprime ed espone con qualche incertezza. (Lalunno affronta il compito in modo relativamente autonomo, dimostrando una basilare consapevolezza di conoscenze e abilità connesse). Parziale: Comprende il significato generale e buona parte dei termini usati. Si esprime in modo semplice, ma abbastanza corretto. (Lalunno affronta il compito in modo relativamente autonomo e continuativo, con discreta conoscenza e padronanza delle abilità connesse, integrando in maniera parziale i diversi saperi). Completa: Individua lo scopo, il messaggio esplicito ed eventuali aspetti impliciti. Intuisce il significato di vocaboli noti e non. Produce testi orali corretti, coerenti e adeguati al contesto. (Lalunno affronta il compito in modo autonomo e originale, con una buona consapevolezza e padronanza delle conoscenze ed abilità connesse, integrando i diversi saperi).

42 IPOTESI DI UNA SITUAZIONE-PROBLEMA RELATIVA AL TEMA Alimentazione e benessere: Le petit déjeuner –English breakfast - Dejunamos IMMAGINA DI ESSERE IN UN CAFÉ E DI DOVER ORDINARE LA PRIMA COLAZIONE SCEGLIENDO TRA LE PROPOSTE DEL MENU E IN BASE AI TUOI GUSTI E LE TUE ESIGENZE. IMMAGINA DI ALLOGGIARE PRESSO UNA FAMIGLIA STRANIERA. COME TI DESTREGGERESTI DI FRONTE AL RITUALE DELLA PRIMA COLAZIONE INSIEME A LORO?

43 Gli alunni conoscono il vocabolario necessario per affrontare largomento alimentazione, in particolare quello relativo alla prima colazione. Gli alunni sono in grado di chiedere per ottenere, ordinare una colazione e scegliere tra più possibilità. In base alle conoscenze pregresse e funzionali organizzano frasi e strutture finalizzate allobiettivo da raggiungere. Gli alunni sono coinvolti nella loro totalità percettivo - corporea ed espressiva, sia nella comprensione che nella produzione di messaggi strutturati e articolati inerenti al contesto affrontato (la prima colazione). Gli alunni sono gli attori della situazione simulata: sono fruitori passivi e attivi in base allo scambio dei ruoli. Devono essere in grado di gestire le varie situazioni che si presentano, anche quelle impreviste, ad esempio del latte che viene versato accidentalmente, utilizzando tanto codici verbali che non verbali (gestualità, mimica del volto, intonazione, esclamazioni…). Durante la simulazione in situazione devono essere rispettate le formule di cortesia ( formes de politesse ) che variano da cultura a cultura e che spesso sono differenti tra loro. Esse vanno conosciute, riconosciute e messe in pratica anche in maniera creativa. Interazione libera e autonoma tra i vari attori. Linsegnante svolge le funzioni di spettatore, attore e facilitatore e, se non coinvolto personalmente, osserva, prende nota di eventuali errori di grammatica, di vocabolario, di concordanze, di pronuncia per poi puntualizzarle in un momento successivo di riflessione collettiva, necessario dopo un intervento didattico di questo tipo. Il momento finale di verifica e valutazione può articolarsi su tre livelli che, nello specifico, potrebbero essere sintetizzati in: comprendere e produrre del lessico relativo al cibo inerente la prima colazione. saper interagire in situazione utilizzando lessico e strutture semplici, essenziali ed appropriate. sapersi destreggiare in situazione in maniera autonoma, affrontando gli imprevisti della conversazione in maniera spontanea e creativa. Le prove sono finalizzate al consolidamento di apprendimenti specifici e confluiscono nel contempo ad accrescere la competenza linguistica e comunicativa in genere.


Scaricare ppt "Analisi dei documenti Assi culturali (dalle otto competenze chiave) Competenza matematica e competenze di base in campo scientifico e tecnico La competenza."

Presentazioni simili


Annunci Google