La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scuola in ospedale A.S.2009-2010. Delle quattro stagioni dellanno lestate e la più ricca e la più Ardente fa maturare i frutti. E sparge risa e luce.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scuola in ospedale A.S.2009-2010. Delle quattro stagioni dellanno lestate e la più ricca e la più Ardente fa maturare i frutti. E sparge risa e luce."— Transcript della presentazione:

1 Scuola in ospedale A.S

2

3 Delle quattro stagioni dellanno lestate e la più ricca e la più Ardente fa maturare i frutti. E sparge risa e luce. Come è bello, discendendo al fiume, Fermarsi sopra l acqua per ascoltare in lontananza il cuculo Per vedere la giovane luna N.ASSEV

4 IN QUESTA POESIA LACQUA VIENE DESCRITTA SOTTO FORMA DÌ UN FIUME. Il POETA PERCORRE IL FIUME DURANTE UNA NOTTE ASCOLTANDO IL CANTO DEL CUCULO E AMMIRANDO LA LUNA IN TUTTA LA SUA BELLEZZA. GIACOMO MARINO 2° SCUOLA MEDIA

5 Dopo la pioggia viene il sereno, brilla in cielo l'arcobaleno: è come un ponte imbandierato e il sole vi passa, festeggiato. È bello guardare a naso in su le sue bandiere rosse e blu.

6 Però lo si vede - questo è il male - soltanto dopo il temporale. Non sarebbe più conveniente il temporale non farlo per niente? Un arcobaleno senza tempesta, questa sì che sarebbe una festa. Sarebbe una festa per tutta la terra fare la pace prima della guerra.

7 In questa poesia Gianni Rodari paragona la bellezza dellarcobaleno alla pace e il temporale alla guerra,dicendo che sarebbe bello se ci fosse sempre larcobaleno senza il temporale,ovvero, la pace senza la guerra. A me è piaciuta perché paragona larcobaleno alla pace, una pace di tutti i colori del mondo. Debora C. Scuola primaria

8 E nella notte nera come il nulla, a un tratto, col fragor d'arduo dirupo che frana, il tuono rimbombò di schianto: rimbombò, rimbalzò, rotolò cupo, e tacque, e poi rimareggiò rinfranto, e poi vanì. Soave allora un canto s'udì di madre, e il moto di una culla. (G. Pascoli)

9 In una notte molto buia, un rumore forte come una frana: il tuono rimbombò di schianto! All improvviso ci fu il silenzio e il canto di una madre che cullava il suo bimbo. Questa poesia mi è piaciuta perché fa sentire il vissuto e lemozioni del poeta in una giornata di pioggia. Ulderico R. CL. 4

10 La luna cammina sull acqua Comè bello il cielo Va segnando lentamente Il tremore vecchio del fiume mentre un ramo giovane lo prende per uno specchio (F.Garcia Lorca)

11 Questa poesia parla della luna che si riflette sullacqua,del tremore di un giovane ramo che lo vive come uno specchio. Mi è piaciuta perché è piacevole,dolce e leggera. Francesco E. classe 3 a.

12 Ho lasciato lassù, sotto i ghiacciai delle Venoste, un torrente che non posso dimenticare. Mai avevo visto l'acqua splendere, correre e cantare così. veniva giù dritta, incassata in un letto muscoso, tutta un candore di spume: faceva luce. A balzi, a spruzzi, a capriole l'acqua scendeva, stretta nel suo letto, coprendolo perfettamente senza sbavature né pentimenti.

13 Tornai più volte al torrente. E ogni volta scoprivo in esso o intorno ad esso una bellezza nuova. Una mattina volli seguire in senso inverso il suo corso. Mi allettava scoprire il suo misterioso viaggio e il segreto delle sue origini. M'arrampicavo tenendomi quanto più potevo vicino ad esso. Qualche volta ero costretto a scostarmi e allora lo vedevo occhieggiare fra i tronchi, mandare degli spruzzi argentei quasi per incoraggiarmi nel cammino.

14 A un tratto mi si scoprì, fra i costoni di roccia brulla, una ripida incassatura nuda che s'innalzava fin sotto a una vetta. I larici andavano diradandosi, lasciavano il posto ai pini giganti. Di là il torrente, scendeva allo scoperto, in pieno sole, splendendo come un lungo filo di diamanti.

15 Per me l acqua non è solo vita, è tutto, non si può stare senza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! è una cosa essenziale per tutti gli esseri viventi non solo per gli uomini !! ACQUA, TI AMO !!!!!!!!!!! FEDERICA, III ^ MEDIA

16 Sotto il ponte, l'acqua chiara fa una conca, tutta cielo; vi si specchiano, ridendo, due casette e un pino nero. Ma, correndo, l'acqua canta le novelle ai pesciolini, quelli verdi e quei d'argento, che s'inseguon più piccini: Nasco su, da una sorgente fra due sassi di montagna; son ruscello e poi torrente, son cascata e poi fiumana; ma di correre ho gran fretta, perché il mar, laggiù, m'aspetta. Il gran mar con le tempeste, le balene e i pescecani e le navi che van leste ai paesi più lontani.

17 Mi è piaciuta questa poesia perché racconta la vita dellacqua che da torrente diventa fiume, mare e oceano. Tutto questo mi da una sensazione di pace e tranquillità. Matteo R. Classe IV

18 Il fiume di sera è immobile e liscio; i colori di maggio si aprono tutti; un'onda improvvisa si porta via la luna e l'acqua di marea arriva col suo carico di stelle. Limpressione che mi da è tranquillità e serenità. Floriana U. classe prima media

19

20 Lacqua ha da sempre ispirato molti compositori nel comporre alcune opere; infatti grazia allabilità del compositore e al timbro di alcuni strumenti si può rievocare la musicalità dell acqua,una caratteristica innata di questo elemento, sotto forma di tempesta,di ruscello o anche di unimmensa onda marina; il suo suono emoziona tutti. Per esempio,Bedrich Smetana, famoso compositore dell800, descrive il corso del fiume Moldava, dalla sorgente alla foce

21 Il fiume attraversa boschi e praterie e osserva anche il comportamento umano, il compositore rende perfettamente lidea del fiume con un perfetto assemblaggio di strumenti e allo stesso tempo comunica le sue emozioni. Commento A mio giudizio, lacqua ha unimportanza fondamentale nella musica. Lacqua è musica e quindi da sempre e per sempre una melodia o una semplice nota possono evocare in noi il lento scorrere di un fiume, limmensità di un oceano,il furore di una tempesta, la spettacolarità di una cascata o la dolce malinconia delle acque di un freddo lago. Edoardo B. 1° liceo scientifico, Cuneo

22 I Giapponesi,che vivono a contatto con una natura umida, amano le sonorità dellacqua e sono riusciti a riprodurne gli effetti allinterno delle loro case o nei giardini con un sistema di percussione affidato Come è ben noto anche l'acqua trasmette i suoni. E' stato calcolato che nell'acqua la velocità di propagazione delle onde sonore è di 1480 m/s,mentre nell'aria è di 340 m/s. Il tipo di materiale e la sua temperatura condizionano la velocità con cui si trasmette il suono. Ad esempio nell'acqua più calda la velocità del suono aumenta perchè le molecole riscaldate entrano in agitazione termica e quindi si muovono più velocemente.I Giapponesi

23 Uno degli studi più interessanti sul suono dell'acqua e sul suo effetto benefico è quello del Feng-shui.Feng-shui. a cupole di ceramica e canne di bambù, che si riempiono di pioggia e la lasciano poi ricadere in un fruscio di suoni rilassanti. Commento Io amo la musica e questa soluzione sonora realizzata dai giapponesi,mi piace perché nella sua semplicità permette di sentire i tanti suoni e le melodie dellacqua. Irma Tafani Classe III° Media

24

25 Lacqua non è mai solo una cosa: è fiume, è mare, è lago, stagno, ghiaccio… è dolce, salata, salmastra… è luogo su cui ci si ferma e su cui si viaggia… è piacere e paura, nemica ed amica… è confine ed infinito… Principio e Fine

26 Io arrivo dalla Grecia,perché mia mamma è greca. arrivata in Italia in 3°elementare,a 8anni: adesso,a 15anni,i ricordi del mio paese lontano sono pochi. Ho cercato quindi,in questa poesia un pezzo della mia terra. Spero che anche voi vediate come me,in queste parole,lacqua del mare Greco. Ollga T. I°Scuola sec. II°grado

27 Ciao mi chiamo Norman e frequento la 5°à elementare, secondo me l acqua è importante perché si beve e non potremmo vivere senza lei. Nell arte l acqua è musica e poesia, perché l acqua è vita! Norman v. classe 5°a elementare cuneo

28 A ME PIACE NUOTARE MA ANCORA DÌ PIU FARE I TUFFI. LACQUA SEMBRA FATTA DÌ PICCOLI CRISTALLI: QUANDO IL SOLE TRAMONTA TUTTO SI COLORA DÌ ARANCIONE. CON LA SABBIA FACCIO I CASTELLI E DELLE BUCHE SOTTERRANEE. NELLACQUA SI POSSONO TROVARE CONCHIGLIE E PIETRE DAI MILLE COLORI. AMO LACQUA DÌ CASTELLI E DÌ CRISTALLI DÌ CONCHIGLIE IO MI ADORNO E SULLA SABBIA IO GIOCO A BIGLIE. DENIS

29 Acqua come fonte di ispirazione, a partire dall'età moderna fino ai giorni nostri, gli artisti si sono dilettati nell'attribuire all'acqua significati nascosti oppure palesi. Acqua come fonte di vita, come salvezza, come disgrazia o come specchio della realtà. Lhanno fatto in diversi modi; musica, poesia,arte… ognuno con la propria ispirazione attribuendole dei sentimenti umani… ARTE: L'acqua è l'origine della vita, come nella Nascita di Venere, di Sandro Botticelli

30 La musicalità è carattere innato dellacqua in ogni sua espressione naturale: sotto forma di pioggia, leggera o impetuosa, ruscello, torrente, fiume in piena, fonte, onda del mare, lacqua si muove secondo armonie che musicisti e poeti hanno ripreso e descritto con il linguaggio artistico. Possiamo notarlo dalla poesia di Aldo Palazzeschi: Clof, clop, cloch, cloffete, cloppete, clocchette, chchch E' giu', nel cortile, la povera fontana malata…. Marika Scuola superiore I°grado

31 Lavoro svolto dagli alunni della scuola in ospedale


Scaricare ppt "Scuola in ospedale A.S.2009-2010. Delle quattro stagioni dellanno lestate e la più ricca e la più Ardente fa maturare i frutti. E sparge risa e luce."

Presentazioni simili


Annunci Google