La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Incentivazione allesodo e Fondo esuberi gruppo UNICREDITO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Incentivazione allesodo e Fondo esuberi gruppo UNICREDITO."— Transcript della presentazione:

1 Incentivazione allesodo e Fondo esuberi gruppo UNICREDITO

2 Lesodo volontario incentivato INTRODUZIONE Laccesso al Fondo di Solidarietà (accompagnamento allesodo) Il Fondo di Solidarietà è istituito presso lINPS e consente di andare in pre- pensionamento, fino ad un massimo di 60 mesi prima della finestra di accesso al trattamento pensionistico dellINPS/Inpdap LE AZIENDE DEI DUE GRUPPI INTERESSATE ALLACCORDO Laccordo 3 agosto 2007 sugli esodi volontari nei gruppi UNICREDITO e CAPITALIA riguarda: a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 2

3 ESODO VOLONTARIO INCENTIVATO SEZIONE 1 a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 3

4 ESODO VOLONTARIO INCENTIVATO scheda 1 A chi interessa Quando e come presentare le domande al personale (di ogni ordine e grado, compresi i dirigenti) che cessa dal servizio per pensionamento entro il 1° gennaio 2011 avendo maturato il diritto allaccesso alla pensione (c.d. finestre) di anzianità o vecchiaia. Entro il 21 settembre 2007 per chi ha già maturato o maturi entro il 1° ottobre 2007 laccesso alla finestra pensionistica TEMPI MODALITA Entro il 31 ottobre 2007 per chi maturerà entro il 31 dicembre 2010 laccesso alla finestra pensionistica. NOTA: la cessazione dal servizio dovrà avvenire tra il 31 ottobre 2007 ed il 31 dicembre Entro il 31 ottobre 2007 per chi maturerà entro il 31 dicembre 2010 laccesso alla finestra pensionistica. NOTA: la cessazione dal servizio dovrà avvenire tra il 31 ottobre 2007 ed il 31 dicembre telematicamente La domanda di adesione va inserita telematicamente sul portale aziendale (gestione risorse – accordo 3 agosto 2007 ) quindi stampata, firmata ed inviata allUfficio Personale dellAzienda di appartenenza: SITUAZIONI PARTICOLARI : possibilità per lazienda di spostare la data di cessazione dal servizio, indicata nella domanda, per un periodo massimo di 4 mesi senza penalizzazione della misura dellincentivo per posizioni specialistiche e commerciali. In caso di subentrate situazioni di oggettiva rilevante gravità, lazienda potrà accogliere istanze di revoca delle dimissioni presentate. telematicamente La domanda di adesione va inserita telematicamente sul portale aziendale (gestione risorse – accordo 3 agosto 2007 ) quindi stampata, firmata ed inviata allUfficio Personale dellAzienda di appartenenza: SITUAZIONI PARTICOLARI : possibilità per lazienda di spostare la data di cessazione dal servizio, indicata nella domanda, per un periodo massimo di 4 mesi senza penalizzazione della misura dellincentivo per posizioni specialistiche e commerciali. In caso di subentrate situazioni di oggettiva rilevante gravità, lazienda potrà accogliere istanze di revoca delle dimissioni presentate. La finestra di uscita è la data da cui decorre la pensione. Con la cd. Legge Maroni, dal 2008, avremo due finestre - semestrali - allanno. La finestra è sempre successiva alla maturazione dei requisiti per la pensione Ad oggi non sono previste finestre per la pensione di vecchiaia. DOCUMENTI certificato ECOCERT rilasciato dallInps (è possibile conferire delega allazienda per la richiesta del documento oppure rivolgersi al Patronato Inas/Cisl); in attesa del rilascio dellECOCERT si dovrà presentare il modello ECO rilasciato sempre dallInps. La domanda di accesso allesodo incentivato vale, a tutti gli effetti, quale dimissione irrevocabile dal servizio. a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 4

5 Misuradellincentivo 100% - se la cessazione dal servizio coincide con la prima finestra utile di pensionamento; 50% - se la cessazione dal servizio avviene entro il semestre successivo alla prima finestra utile; NESSUN incentivo nel caso di cessazione dal servizio in epoche successive. 100% - se la cessazione dal servizio coincide con la prima finestra utile di pensionamento; 50% - se la cessazione dal servizio avviene entro il semestre successivo alla prima finestra utile; NESSUN incentivo nel caso di cessazione dal servizio in epoche successive. ESODO VOLONTARIO INCENTIVATO scheda 2 Modalità di erogazione La normativa di riferimento è la c.d. legge Maroni; in caso di modifiche legislative le parti daranno luogo ad appositi incontri per verificarne gli effetti ed assumere conseguenti determinazioni. Clausola di salvaguardia I dipendenti che, entro il 31 dicembre 2010, maturano laccesso alla finestra pensionistica (del 1° gennaio 2011), potranno scegliere di accedere, in alternativa allEsodo volontario incentivato, al Fondo di solidarietà. Opzione per il Fondo di solidarietà a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 5

6 Calcolodellincentivo ESODO VOLONTARIO INCENTIVATO scheda 3 Lassegno è tassato con aliquota del TFR (a carico dellAzienda) e pertanto non va riportato nel modello 730 o Unico. Si ricorda, inoltre, che, come per il TFR, gli Uffici Finanziari procederanno alla RILIQUIDAZIONE dellimposta sulla base dellaliquota media Irpef dei 5 anni precedenti allerogazione dellassegno Natura dellassegno Il conteggio viene effettuato al momento della cessazione dal servizio, prendendo a riferimento lultima retribuzione. RETRIBUZIONE ANNUA LORDA RITENUTA FISCALE LORDA CONTRIBUZIONE A CARICO DEL DIPENDENTE Inps / Inpdap Fondo solidarietà Previden. complem. ( ( x 12 n° mensilità x % Spettante (50 o 100%) Esclusi: premio azienda/produttività sistema incentivante patti di non concorrenza/stabilità a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 6

7 FONDO DI SOLIDARIETA Accompagnamento allesodo SEZIONE 2 a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 7

8 FONDO DI SOLIDARIETA scheda 1 A chi interessa al personale (di ogni ordine e grado, compresi i dirigenti) che maturi il diritto allaccesso alla pensione (c.d. finestre) di anzianità o vecchiaia entro 60 mesi dalla cessazione dal servizio e comunque non oltre il 1° luglio 2015 (ultima finestra utile). NOTA: in base alla vigente normativa (legge Maroni) per utilizzare lultima finestra utile bisogna aver maturato i requisiti per la pensione di anzianità entro il 31 dicembre QUINDI POSSONO ACCEDERE AL FONDO ESUBERI COLORO I QUALI MATURERANNO I REQUISITI PER LA PENSIONE DI ANZIANITA ENTRO IL 31 DICEMBRE 2014 (ultima finestra 1° luglio 2015) E LA PENSIONE DI VECCHIAIA ENTRO IL 30 GIUGNO Incentivazioneal FondoEsuberi Fondo Esuberi vengono riconosciute 4 mensilità erogate in un'unica soluzione unitamente al TFR. RETRIBUZIONE ANNUA LORDA RITENUTA FISCALE LORDA CONTRIBUZIONE A CARICO DEL DIPENDENTE Inps / Inpdap Fondo solidarietà ( ( x 12 4 mensilità Esclusi: premio azienda/produttività sistema incentivante patti di non concorrenza/stabilità Calcolo incentivo Calcolo incentivo al Fondo di Solidarietà (Esodo): Lassegno è tassato con aliquota del TFR (a carico dellAzienda) e pertanto non va riportato nel modello 730 o Unico. Si ricorda, inoltre, che, come per il TFR, gli Uffici Finanziari procederanno alla RILIQUIDAZIONE dellimposta sulla base dellaliquota media Irpef dei 5 anni precedenti allerogazione dellassegno a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 8

9 FONDO DI SOLIDARIETA scheda 2 Quanti possono accedere al Fondo Esuberi 1500il 1° gennaio 2008; 750il 1° gennaio 2009; 500il 1° gennaio 2010; 250il 1° luglio Le domande vanno presentate entro il termine inderogabile del : 31 ottobre 2007 Laccesso al Fondo di Solidarietà è alternativo allesodo volontario (di cui alle schede precedenti) 1500il 1° gennaio 2008; 750il 1° gennaio 2009; 500il 1° gennaio 2010; 250il 1° luglio Le domande vanno presentate entro il termine inderogabile del : 31 ottobre 2007 Laccesso al Fondo di Solidarietà è alternativo allesodo volontario (di cui alle schede precedenti) Criteri di precedenza per accedere alle prestazioni In caso di domande superiori al numero massimo previsto nellanno (esempio nel 2008 = 1500) si terrà conto dei seguenti criteri di priorità: 1.dipendenti in servizio presso le province di Brescia, Milano, Palermo, Reggio Emilia e Roma; 2.dipendenti prossimi alla finestra pensionistica; 3.dipendenti che maturano per primi i requisiti per la pensione; 4.dipendenti con maggiora età anagrafica. In caso di domande superiori al numero massimo previsto nellanno (esempio nel 2008 = 1500) si terrà conto dei seguenti criteri di priorità: 1.dipendenti in servizio presso le province di Brescia, Milano, Palermo, Reggio Emilia e Roma; 2.dipendenti prossimi alla finestra pensionistica; 3.dipendenti che maturano per primi i requisiti per la pensione; 4.dipendenti con maggiora età anagrafica. NOTE I dipendenti in eccesso rispetto al numero massimo dello scaglione verranno inseriti nello scaglione successivo, ma dovranno sottostare sempre ai medesimi criteri. I dipendenti comunque esclusi dagli scaglioni previsti che, ENTRO il 31 DICEMBRE 2010, maturano laccesso alla finestra pensionistica (del 1° gennaio 2011) potranno, in alternativa, chiedere lincentivo allesodo di cui alle schede precedenti. a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 9

10 FONDO DI SOLIDARIETA scheda 3 Modalita di presentazione delle domande data di accessoalle prestazioni del Fondo di Solidarietà le domande di accesso al Fondo dovranno contenere la data di accesso alle prestazioni del Fondo di Solidarietà al fine di permettere lindividuazione della finestra di uscita e quindi della decorrenza dellassegno di accompagnamento. Prestazioni del Fondo di Solidarietà erogazione mensile di un assegno straordinario netto per un numero massimo di 60 mesi ; oppure erogazione – in un'unica soluzione – di un importo netto, pari al 60% del valore attuale del totale delle somme spettanti in via rateale. In questo caso viene meno il versamento a carico dellAzienda dei contributi figurativi (33%). Le prestazioni del Fondo di solidarietà sono erogate al netto dellIrpef e non costituiscono reddito. Ciò comporta il venir meno di una serie di agevolazioni fiscali con lunico vantaggio della non asseggettabilità di tali somme alle addizionali Irpef. erogazione mensile di un assegno straordinario netto per un numero massimo di 60 mesi ; oppure erogazione – in un'unica soluzione – di un importo netto, pari al 60% del valore attuale del totale delle somme spettanti in via rateale. In questo caso viene meno il versamento a carico dellAzienda dei contributi figurativi (33%). Le prestazioni del Fondo di solidarietà sono erogate al netto dellIrpef e non costituiscono reddito. Ciò comporta il venir meno di una serie di agevolazioni fiscali con lunico vantaggio della non asseggettabilità di tali somme alle addizionali Irpef. Lassegnostraordinario LAssegno Straordinario è: a carico dellAzienda; pagato dallINPS; decorre dal mese successivo alla cessazione dal servizio; cessa il mese precedente lerogazione della pensione (quindi il mese antecedente la finestra) – per un massimo di 60 mesi; erogato per 13 mensilità (al 1° giorno lavorativo di ogni mese); non reversibile: pertanto ai superstiti verrà erogata la pensione INPS maturata fino a quel momento (tenendo conto della contribuzione versata durante lerogazione dellassegno straordinario). LAssegno Straordinario è: a carico dellAzienda; pagato dallINPS; decorre dal mese successivo alla cessazione dal servizio; cessa il mese precedente lerogazione della pensione (quindi il mese antecedente la finestra) – per un massimo di 60 mesi; erogato per 13 mensilità (al 1° giorno lavorativo di ogni mese); non reversibile: pertanto ai superstiti verrà erogata la pensione INPS maturata fino a quel momento (tenendo conto della contribuzione versata durante lerogazione dellassegno straordinario). NOTA: si ricorda che durante lultimo mese di accompagnamento allesodo il dipendente deve formalmente fare domanda di pensione allEnte previdenziale. a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 10

11 FONDO DI SOLIDARIETA scheda 4 Misuradellassegno LAssegno Straordinario è pari allimporto netto della pensione che si percepirebbe al raggiungimento dei requisiti. ESEMPI: Pensione di anzianità Per un lavoratore di 57 anni e 31 di contributi (accederà al Fondo per un periodo di 4 anni) Pensione di anzianità Per un lavoratore di 57 anni e 31 di contributi (accederà al Fondo per un periodo di 4 anni) lassegno straordinario verrà calcolato sulla base di 35 anni di contribuzione (come per la futura pensione). Pensione di anzianità con il solo requisito contributivo Per un lavoratore di 54 anni e 37 di contributi (accederà al Fondo per un periodo di 3 anni) Pensione di anzianità con il solo requisito contributivo Per un lavoratore di 54 anni e 37 di contributi (accederà al Fondo per un periodo di 3 anni) lassegno straordinario verrà calcolato sulla base di 40 anni di contribuzione (come per la futura pensione). lassegno straordinario verrà calcolato sulla base di 31 anni di contribuzione (come per la futura pensione). Pensione di vecchiaia Per una lavoratrice con 55 anni e 26 di contributi (accederà al Fondo per un periodo di 5 anni) Pensione di vecchiaia Per una lavoratrice con 55 anni e 26 di contributi (accederà al Fondo per un periodo di 5 anni) Caratteristichedellassegno LAssegno Straordinario: NON beneficia della perequazione automatica delle pensioni, quindi rimane invariato per tutto il periodo della sua erogazione; NON dà diritto agli assegni familiari; NON dà diritto alle detrazioni fiscali; NON dà diritto alle detrazioni/deduzioni fiscali per oneri (quali interessi su mutui, assicurazioni, spese mediche, ecc) se non si possiedono altri redditi validi ai fini irpef; LAssegno Straordinario: NON beneficia della perequazione automatica delle pensioni, quindi rimane invariato per tutto il periodo della sua erogazione; NON dà diritto agli assegni familiari; NON dà diritto alle detrazioni fiscali; NON dà diritto alle detrazioni/deduzioni fiscali per oneri (quali interessi su mutui, assicurazioni, spese mediche, ecc) se non si possiedono altri redditi validi ai fini irpef; Importante: il percettore dellassegno straordinario che non ha redditi (escluso lAssegno) superiori a 2.840,51 euro annui PUO andare a carico fiscale del coniuge o altri soggetti con obbligo degli alimenti. In questo caso beneficia delle detrazioni/deduzioni dimposta che operano sul reddito familiare. a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 11

12 FONDO DI SOLIDARIETA scheda 5 Contributi INPS durante lesodo Durante lerogazione della prestazione straordinaria, il datore di lavoro versa lintera contribuzione pensionistica, pari al 33% dellimporto lordo di riferimento per il calcolo dellassegno stesso. Il 33% si determina con lultima retribuzione percepita in servizio, ragguagliata allanno. La contribuzione del 33% è dovuta fino al raggiungimento dei requisiti per la pensione; quindi i mesi intercorrenti fino alla c.d. finestra non sono coperti da contribuzione, mentre lassegno straordinario viene erogato fino alla finestra. Durante lerogazione della prestazione straordinaria, il datore di lavoro versa lintera contribuzione pensionistica, pari al 33% dellimporto lordo di riferimento per il calcolo dellassegno stesso. Il 33% si determina con lultima retribuzione percepita in servizio, ragguagliata allanno. La contribuzione del 33% è dovuta fino al raggiungimento dei requisiti per la pensione; quindi i mesi intercorrenti fino alla c.d. finestra non sono coperti da contribuzione, mentre lassegno straordinario viene erogato fino alla finestra. RAGGUAGLIATA ALLANNO vuol dire – per esempio - che se nellultimo mese di lavoro aumenta la paga di livello (o altro elemento della retribuzione) per un qualsiasi motivo, questa viene moltiplicata per 13 e divisa per 12. POSSIBILI MODIFICHE SULLE C.D. FINESTRE Lattuale normativa non prevede finestre di uscita per le pensioni di vecchiaia, mentre per quelle di anzianità con 40 anni sono previste 2 finestre semestrali. La legge che dovrà essere approvata dal Parlamento prevede: - lintroduzione delle finestre anche per le pensioni di vecchiaia; - laumento delle finestre da 2 a 4 per le pensioni di anzianità con 40 anni di contributi. Pertanto nel caso di approvazione della suddetta legge, nel periodo tra la maturazione del diritto e la finestra (per la pensione di vecchiaia) non verrà versata alcuna contribuzione INPS. Lattuale normativa non prevede finestre di uscita per le pensioni di vecchiaia, mentre per quelle di anzianità con 40 anni sono previste 2 finestre semestrali. La legge che dovrà essere approvata dal Parlamento prevede: - lintroduzione delle finestre anche per le pensioni di vecchiaia; - laumento delle finestre da 2 a 4 per le pensioni di anzianità con 40 anni di contributi. Pertanto nel caso di approvazione della suddetta legge, nel periodo tra la maturazione del diritto e la finestra (per la pensione di vecchiaia) non verrà versata alcuna contribuzione INPS. La normativa di riferimento è la c.d. legge Maroni; in caso di modifiche legislative le parti daranno luogo ad appositi incontri per verificarne gli effetti ed assumere conseguenti determinazioni. Clausola di salvaguardia La finestra di uscita è la data da cui decorre la pensione. Con la cd. Legge Maroni, dal 2008, avremo due finestre – semestrali - allanno. Ad oggi non sono previste finestre per la pensione di vecchiaia. La finestra è sempre successiva alla maturazione dei requisiti per la pensione a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 12

13 FONDO DI SOLIDARIETA scheda 6 Contributiversati allestero o altre gestioni Sono utili ai fini del calcolo della contribuzione valida per il diritto alla pensione i contributi versati: nei Paesi dellUnione Europea; nei Paesi convenzionati come Argentina, Australia, ecc.; nelle gestioni autonome come coltivatori diretti, mezzadri e coloni, artigiani, commercianti, ecc. Sono utili ai fini del calcolo della contribuzione valida per il diritto alla pensione i contributi versati: nei Paesi dellUnione Europea; nei Paesi convenzionati come Argentina, Australia, ecc.; nelle gestioni autonome come coltivatori diretti, mezzadri e coloni, artigiani, commercianti, ecc. Part-time:trasformazione a tempo pieno Disponibilità ad accogliere domande di trasformazione del rapporto di lavoro part- time a tempo pieno il mese precedente alla cessazione dal servizio. EFFETTI: I contributi figurativi (33%) – versati dallAzienda – verranno calcolati sulla retribuzione a tempo pieno e determineranno una pensione più alta. Anche la misura dellincentivo (4 mensilità) verrà calcolato sullo stipendio a tempo pieno. Disponibilità ad accogliere domande di trasformazione del rapporto di lavoro part- time a tempo pieno il mese precedente alla cessazione dal servizio. EFFETTI: I contributi figurativi (33%) – versati dallAzienda – verranno calcolati sulla retribuzione a tempo pieno e determineranno una pensione più alta. Anche la misura dellincentivo (4 mensilità) verrà calcolato sullo stipendio a tempo pieno. Situazioniparticolari LAzienda può: differire laccesso alle prestazioni del Fondo al successivo scaglione in caso di particolari situazioni organizzative; accogliere istanze di revoca delle dimissioni dal servizio in caso di situazioni personali di oggettiva rilevante gravità. LAzienda può: differire laccesso alle prestazioni del Fondo al successivo scaglione in caso di particolari situazioni organizzative; accogliere istanze di revoca delle dimissioni dal servizio in caso di situazioni personali di oggettiva rilevante gravità. a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 13

14 FONDO DI SOLIDARIETA scheda 7 Previdenzaintegrativa Per gli iscritti ad una forma pensionistica complementare a CONTRIBUZIONE DEFINITA (esempio Previbank) che accederanno al Fondo Esuberi con erogazione della prestazione in forma rateale, laccordo prevede: la prosecuzione dei versamenti al Fondo: sia dellazienda, sia del lavoratore fino alla maturazione dei requisiti per la pensione. La contribuzione del datore di lavoro non è dovuta per il periodo intercorrente tra la maturazione dei requisiti pensionistici e la relativa finestra; in alternativa la liquidazione dellimporto corrispondente alla somma dei contributi a carico del datore di lavoro per il periodo di erogazione dellassegno straordinario. Tale somma verrà erogata: - quale incentivo allesodo; - e ad integrazione del TFR. Per gli iscritti ad una forma pensionistica complementare a CONTRIBUZIONE DEFINITA (esempio Previbank) che accederanno al Fondo Esuberi con erogazione della prestazione in forma rateale, laccordo prevede: la prosecuzione dei versamenti al Fondo: sia dellazienda, sia del lavoratore fino alla maturazione dei requisiti per la pensione. La contribuzione del datore di lavoro non è dovuta per il periodo intercorrente tra la maturazione dei requisiti pensionistici e la relativa finestra; in alternativa la liquidazione dellimporto corrispondente alla somma dei contributi a carico del datore di lavoro per il periodo di erogazione dellassegno straordinario. Tale somma verrà erogata: - quale incentivo allesodo; - e ad integrazione del TFR. NOTA: per il calcolo della suddetta somma si prenderà a riferimento lultima retribuzione annuale utile ai fini del TFR. Assistenzasanitaria Al personale che cessa dal servizio e fruisce degli assegni straordinari con cadenza mensile e che sia già aderente ad una forma di copertura assistenziale – A RICHIESTA – verranno garantite le prestazioni di assistenza sanitaria (con la Cassa Mutua UNICA). Lazienda continuerà a versare il proprio contributo fino alla decorrenza della pensione. Al personale che cessa dal servizio e fruisce degli assegni straordinari con cadenza mensile e che sia già aderente ad una forma di copertura assistenziale – A RICHIESTA – verranno garantite le prestazioni di assistenza sanitaria (con la Cassa Mutua UNICA). Lazienda continuerà a versare il proprio contributo fino alla decorrenza della pensione. Agevolazionicreditizie Il personale che cessa dal servizio e fruisce degli assegni straordinari con cadenza mensile, beneficerà, fino alla decorrenza della pensione, delle agevolazioni creditizie previste per il personale in servizio – con esclusione delle sovvenzioni. Iscrizione alla FIBA-CISL E importante che i lavoratori in esodo, proprio per la loro nuova situazione, mantengano il rapporto con il Sindacato per essere tutelati, informati ed assistiti. La Fiba-Cisl è presente in tutte le realtà dei due Gruppi ed è bene organizzata a livello territoriale. Le strutture INAS e CAAF della Cisl sono a disposizione dei lavoratori per dare consulenza ed assistenza sulle problematiche pensionistiche e fiscali. Prima di lasciare il lavoro chiedete di firmare la delega alla Fiba-Cisl. E importante che i lavoratori in esodo, proprio per la loro nuova situazione, mantengano il rapporto con il Sindacato per essere tutelati, informati ed assistiti. La Fiba-Cisl è presente in tutte le realtà dei due Gruppi ed è bene organizzata a livello territoriale. Le strutture INAS e CAAF della Cisl sono a disposizione dei lavoratori per dare consulenza ed assistenza sulle problematiche pensionistiche e fiscali. Prima di lasciare il lavoro chiedete di firmare la delega alla Fiba-Cisl. a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 14

15 FONDO DI SOLIDARIETA scheda 8 Cumulo dellassegno straordinario con redditi da lavoro NON E CUMULABILE Se il lavoro - dipendente od autonomo – a fronte del quale il reddito è percepito, viene prestato a favore di soggetti che svolgono attività in concorrenza con il datore di lavoro (dal quale il lavoratore si è dimesso per accedere al Fondo esuberi). E CUMULABILE TOTALMENTE O PARZIALMENTE Nota: è invece consentito il cumulo per il solo lavoro autonomo con lex datore di lavoro. In tal caso valgono le regole che seguono. LASSEGNO STRAORDINARIO: CON REDDITI DA LAVORO DIPENDENTE CON REDDITI DA LAVORO DIPENDENTE CON REDDITI DA LAVORO AUTONOMO CON REDDITI DA LAVORO AUTONOMO Nella misura massima dellultima retribuzione mensile (ragguagliata allanno). Quella utilizzata per il calcolo delle 4 mensilità di incentivo. Se il reddito da lavoro dipendente è superiore a tale misura, la differenza viene decurtata dallassegno straordinario. Nella misura massima dellultima retribuzione mensile (ragguagliata allanno). Quella utilizzata per il calcolo delle 4 mensilità di incentivo. Se il reddito da lavoro dipendente è superiore a tale misura, la differenza viene decurtata dallassegno straordinario. Esempio: ultimo stipendio (ragguagliato ad anno) = 2.000; reddito da lavoro dipendente mensile = 2.100: lassegno straordinario verrà decurtato di 100. Esempio: ultimo stipendio (ragguagliato ad anno) = 2.000; reddito da lavoro dipendente mensile = 2.100: lassegno straordinario verrà decurtato di 100. Lassegno straordinario è cumulabile per limporto corrispondente al trattamento minimo pensionistico (nel 2007 è di 5.669,82 pari a 436,14 per 13 mensilità) maggiorato del 50% dellimporto eccedente il minimo. Lassegno verrà – proporzionalmente – decurtato. Lassegno straordinario è cumulabile per limporto corrispondente al trattamento minimo pensionistico (nel 2007 è di 5.669,82 pari a 436,14 per 13 mensilità) maggiorato del 50% dellimporto eccedente il minimo. Lassegno verrà – proporzionalmente – decurtato. Esempio: Importo mensile assegno straordinario: 1.800,00; meno importo pensione minima mensile: 436,14; quindi ( ,14): 2 = 681,93; quindi 436, ,93 = 1.118,07. Limporto risultante va sommato al reddito da lavoro autonomo. In questo caso lassegno viene decurtato di 681,93. E importante quindi rapportare la perdita sullassegno con il reddito da lavoro autonomo prima di decidere. Esempio: Importo mensile assegno straordinario: 1.800,00; meno importo pensione minima mensile: 436,14; quindi ( ,14): 2 = 681,93; quindi 436, ,93 = 1.118,07. Limporto risultante va sommato al reddito da lavoro autonomo. In questo caso lassegno viene decurtato di 681,93. E importante quindi rapportare la perdita sullassegno con il reddito da lavoro autonomo prima di decidere. IMPORTANTE Al momento dellerogazione della pensione (dopo lultimo assegno mensile), il cumulo – pensione/redditi da lavoro – sarà soggetto alla normativa generale che prevede la cumulabilità per le pensioni di vecchiaia e le pensioni di anzianità con 40 anni di contributi a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 15

16 REQUISITI PER LE PENSIONI DI ANZIANITA E VECCHIAIA secondo la legge attuale secondo la nuova legge in discussione al parlamento a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 16

17 REQUISITI PER LE PENSIONI scheda 1 I REQUISITI PER LE PENSIONI DI ANZIANITA E VECCHIAIA CON LATTUALE LEGGE (c.d. Maroni) PENSIONE DI ANZIANITA' maturazione dei requisiticon 35 anni di contrib. e un età dioppure con soli contributidecorrenza pensione uominidonne finestre finestre finestre finestre finestre finestre finestre finestre opzione per le lavoratrici: dal 2008 (in via sperimentale), in alternativa ai requisiti di cui sopra, possono andare in pensione di anzianità con 35 anni di contributi e 57 anni di età, optando per il calcolo della pensione con il sistema contributivo. In questo caso l'ammontare della pensione subirà una decurtazione di circa il 20%. PENSIONE DI VECCHIAIA età anagraficaContribuzione minimadecorrenza pensione uominidonne annimese successivo eccezioni: 1) non vedenti e semivedenti (con residuo visivo non superiore ad 1/10 in entrambi gli occhi), con almeno 10 anni di anzianità contributiva successiva alla cecità possono andare in pensione con 50 anni (donne) e 55 (uomini); 2) invalidi con oltre l'80% di infermità possono andare in pensione con 55 anni (donne) e 60 (uomini). a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 17

18 REQUISITI PER LE PENSIONI scheda 2 LE FINESTRE PER LE PENSIONI DI ANZIANITA PREVISTE DALLA LEGGE MARONI maturazione requisiti : ETA' + 35 anni CTB : decorrenza pensione : 30-set oppure 39 di ctb. 1° gennaio dic oppure 39 di ctb. 1° aprile giu ° gennaio dic ° luglio giu ° gennaio dic ° luglio giu ° gennaio dic ° luglio giu ° gennaio dic ° luglio giu ° gennaio dic ° luglio giu ° gennaio dic ° luglio giu ° gennaio dic ° luglio 2015 FINESTRE PER CHI MATURA I 40 ANNI DI CONTRIBUTI maturazione requisiti decorrenza pensione con almeno 57 anni al 30-giu-08 1° gennaio /12/2008 1° luglio 2009a qualsiasi età 31-dic-081° luglio 2009a qualsiasi età 30-giu-09 1° gennaio /12/2009 1° luglio 2010a qualsiasi età 31-dic-091° luglio 2010a qualsiasi età 30-giu-10 1° gennaio /12/2010 1° luglio 2011a qualsiasi età 31-dic-101° luglio 2011a qualsiasi età 30-giu-11 1° gennaio /12/2011 1° luglio 2012a qualsiasi età 31-dic-111° luglio 2012a qualsiasi età 30-giu-12 1° gennaio /12/2012 1° luglio 2013a qualsiasi età 31-dic-121° luglio 2013a qualsiasi età 30-giu-13 1° gennaio /12/2013 1° luglio 2014a qualsiasi età 31-dic-131° luglio 2014a qualsiasi età 30-giu-14 1° gennaio /12/2014 1° luglio 2015a qualsiasi età 31-dic-141° luglio 2015a qualsiasi età a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 18

19 REQUISITI PER LE PENSIONI scheda 3 I REQUISITI PER LE PENSIONI DI ANZIANITA secondo la nuova Legge in discussione al Parlamento decorrenza dal: età minima anni contribuzione quotacombinazionefinestre etàcontrib. con quote 40 anni di ctb 1° gennaio ° luglio ° gennaio ° luglio a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina 19

20 FONDO DI SOLIDARIETA scheda 9 SCHEMA ESEMPLIFICATIVO PER DETERMINARE: - la DATA DELLE DIMISSIONI dal servizio - il N° DI MESI per i quali si percepirà lassegno straordinario n° massimo di mensilità di erogazione dell'assegno straordinario: maturo il diritto alla pensione di anzianità il: la mia finestra decorre dal: 6 mesi nel mesi nel mesi nel mesi nel mesi nel mesi nel 2008 e arrivo a determinare: posso accedere al Fondo Esuberi a partire dal 1° gennaio 2009, con un assegno straordinario per 54 mesi, cioè fino al raggiungimento della finestra del 1° luglio 2013 partendo da giugno 2013 conteggio 60 mesi a ritroso: a cura della FIBA-CISL – Gruppo UNICREDITOpagina luglio luglio giugno 2008

21 APPUNTI

22

23

24


Scaricare ppt "Incentivazione allesodo e Fondo esuberi gruppo UNICREDITO."

Presentazioni simili


Annunci Google