La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Piano di tutela e risanamento della qualità dell’aria Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Ing. Paola Magri Servizio Risorse.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Piano di tutela e risanamento della qualità dell’aria Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Ing. Paola Magri Servizio Risorse."— Transcript della presentazione:

1 Il Piano di tutela e risanamento della qualità dell’aria Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Ing. Paola Magri Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale della Provincia di Ferrara CONFERENZA DI PIANIFICAZIONE quarta seduta - 18 luglio 2006 Mobilità

2 Sintesi inventario delle emissioni Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale PM10. Elab. ARPA FE su stime emissive APAT 2000

3 Sintesi inventario delle emissioni Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

4 Sintesi inventario delle emissioni Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

5 Sintesi inventario delle emissioni Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

6 Sintesi inventario delle emissioni Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

7 Sintesi delle emissioni da traffico (t/a): strade significative Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

8 Sintesi delle emissioni da traffico (t/a): strade significative Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

9 Sintesi delle emissioni da traffico (t/a): strade significative Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

10 Sintesi delle emissioni da traffico per Comune (t/a) Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

11 Emissioni inquinanti e parco veicolare (provincia 2003) Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

12 Emissioni inquinanti e parco veicolare per standard legislativo (provincia 2003) Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

13 Parco veicolare provincia 2003 per standard legislativo Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

14 Veicoli circolanti ( ) Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

15 Sintesi emissioni da traffico per categorie Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

16 Emissioni da traffico, quindi… Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale La produzione di polveri PM10 primarie è quasi esclusivamente dovuta ai veicoli diesel La produzione di polveri PM10 secondarie è stimata essere in quantità molto maggiore delle primarie La maggiore produzione di polveri PM10 primarie + secondarie è imputabile principalmente alle auto a benzina e ai veicoli commerciali pesanti I mezzi più vecchi sono maggiormente inquinanti: i veicoli Euro 0 (30% del parco veicolare) producono il 65% delle PM10 primarie (con prevalente responsabilità dei diesel) e il 70% degli NOx I veicoli commerciali (7% del parco veicolare) producono il 60% circa delle PM10 primarie totali e il 40% degli NOx I veicoli commerciali rappresentano la categoria che produce la maggior quantità di PM10 primarie + secondarie Rispetto alla produzione primaria di PM10: i motori diesel, anche nuovi, sono più inquinanti di quelli a benzina (un veicolo diesel Euro 3 inquina come un veicolo benzina Euro 0)

17 Agire: con quali strumenti? Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale a breve termine: Piano di Azione a medio/lungo termine: Piano di Risanamento

18 Piano di Azione Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale > L’ambito attuale: l’agglomerato di Ferrara. > Deve prevedere una restrizione delle attività emissive in alcuni momenti dell’anno per ridurre quegli episodi critici su cui le azioni a medio/lungo termine previste nel Piano di Risanamento non riescono ad incidere tempestivamente > Vuole sviluppare le misure di emergenza adottate, già dal 2002, da tutte le Province della Regione nell’ambito degli Accordi di Programma Regionali > Il Piano di Azione si configura come strumento di emergenza, può contribuire a contenere le emissioni ma non può risolvere i problemi

19 Piano di Azione: proposte dalla bozza di Accordo di Programma regionale del 5 luglio 2006 Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale L’accordo ripropone misure di limitazione della circolazione Propone di estendere gli effetti ad altre Regioni padane, tramite accordi interregionali Propone interventi sull’edilizia, sulla logistica, sulle attività produttive e di servizio Ripropone incentivi

20 Piano di Azione: proposte dalla bozza di Accordo di Programma regionale del 5 luglio 2006 Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale > Dal 1 ottobre 06 al 31 marzo 07: limitazione della circolazione dalle 8:30 alle 18:30 per tutti i veicoli EURO 0, diesel EURO 1, ciclomotori e motocicli EURO 1 > Dall’8 gennaio 07 al 31 marzo 07: limitazione della circolazione dalle 8:30 alle 18:30 (con ESCLUSIONI) tutti i giovedì, con la facoltà di derogare in condizioni meteo favorevoli > ESCLUSIONI: veicoli alimentati GPL, metano, ibridi, benzina EURO 4 e diesel con filtro antiparticolato, auto con tre persone a bordo, auto car sharing, veicoli commerciali (leggeri e pesanti) EURO 3 > Blocco totale della circolazione per tutte le Regioni del Nord Italia in una domenica di gennaio (21 o 28)

21 Piano di Azione: considerazioni sulla bozza di Accordo di Programma regionale del 5 luglio 2006 Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale > Ogni settore deve fare la sua parte: occorre prevedere azioni di emergenza anche nei confronti di fonti diverse dal traffico > È necessario monitorare, valutare e comunicare l’efficacia dei provvedimenti già adottati > È utile/necessario estendere ad altri Comuni alcune delle azioni di emergenza previste? (A condizione che sia possibile anche per loro accedere ai benefici economici disponibili) > Agire sulle auto EURO 0 penalizza i cittadini più deboli: occorre affrontare il problema anche sul piano sociale offrendo altre agevolazioni (es. titoli di viaggio TPL gratuiti o agevolati) > È necessario quantificare l’efficacia dei provvedimenti da adottare

22 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti adottati Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale > Nel 2006: Ferrara è stata la Provincia che ha adottato il maggior numero di giorni di limitazione del traffico il giovedì. Si riscontra una diminuzione nel periodo 01/01 – 31/03 del numero di superamenti del limite dei 50 ug/m3 rispetto all’anno 2005 > L’aspetto meteorologico appare il fattore determinante, specie in assenza di un omogeneo intervento su tutto il territorio regionale e padano. > D’altra parte, nei giovedì di limitazione del traffico nel periodo considerato si è verificato un aumento delle concentrazioni di PM10 (immissioni) rispetto alla media settimanale, a Ferrara come in tutti i capoluoghi della zona ovest

23 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale > È importante valutare il beneficio delle diverse ipotesi di limitazione alla circolazione in termini di riduzione delle emissioni (stimando la diminuzione attesa del numero di veicoli circolanti e dei km percorsi) > È importante valutare tale beneficio non solo in termini di riduzione delle PM10 primarie, ma anche in termini di NOx, PM10 secondarie e benzene Limitare le vetture diesel (PM10 primarie) Limitare i veicoli commerciali (PM10 primarie e secondarie) Limitare il numero dei veicoli (NOx) > In generale sarà importante:

24 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Abbiamo cercato di stimare gli effetti attesi dalle limitazioni proposte con il nuovo accordo, con alcune ipotesi: Le limitazioni riguardano il solo comune di Ferrara Le autovetture restano ferme in tutto il periodo 1/10/ /03/2007 I veicoli commerciali si sono supposti tutti diesel e restano fermi nella misura del 50% Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

25 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Ed inoltre: Il parco veicolare è quello del 2003, non molto diverso da quanto risulta al 2004 Per le PM10 primarie si è fatto riferimento alla produzione stimata sul comune di FE Per le PM10 totali (primarie+secondarie) si è fatto riferimento all’intera provincia Si sono stimati gli effetti prodotti nei “mesi freddi” (da ottobre a marzo) Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

26 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare PM10 PRIMARIE Parco veicolare circolante: PROVINCIA: veicoli COMUNE DI FE: veicoli PM10 prodotte dal settore mobilità nei mesi freddi (ott-mar): Provincia: 181 t (43,3% del totale dei settori) Comune di FE: 65 t (43% del totale dei settori) Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

27 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Composizione del parco veicolare del comune di FE: ciclomotori-motocilcli vetture di cui: diesel benzina GPL o metano veicoli commerciali TOTALE: veicoli Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

28 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Rispetto alle motorizzazioni: Vetture benzina: EURO 0 -  (30%) Vetture diesel: EURO 0 + EURO 1  (12%) Veicoli commerciali (tutti diesel): EURO 0+EURO 1  (70%) Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

29 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Produzione di PM10 primarie: 65 tonnellate nei mesi freddi: 23 t dalle vetture (36%) di cui: 1. 5 t dai benzina (8%) ( veicoli) t dai diesel (28%) ( veicoli) 39 t dai veicoli commerciali (60%) (8.000 veicoli) 3 t dai ciclomotori,motocicli (4%) ( veicoli) Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

30 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Quanti veicoli sono interessati dalle limitazioni? vetture benzina (30%) vetture diesel (12%) veicoli commerciali (70%) Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

31 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Quale è il contributo di riduzione per ciascuna categoria? 30% vett. Benzina  1.5 t 12% vett. Diesel  2.2.t 70% veicoli comm.  14 t (riduz.del 50%) TOTALE: 17.7 t nei mesi freddi nel comune di FE Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

32 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Riduzione % attesa: 65 t prodotte dalla mobilità 150 t prodotte da tutti i settori 17.7 t rappresentano il: 27% del contributo del settore mobilità 11.8% del totale di PM10 primarie prodotte nei mesi freddi nel comune Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

33 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare PM10 secondarie Nei mesi freddi: PM10 da NOx  5074 t PM10 da SOx  899 t Contributo del trasporto su strada: Da NOx  1733 t Da SOx  25 t In totale il 29.4% Contributo di industria+prod.energia: 55,5% Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

34 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare PM10 totali (primarie+secondarie) Il contributo del trasporto su strada, nei mesi freddi è di 1892 t: 725 t auto Benzina 281 t auto Diesel 829 t veicoli commerciali Sull’intera provincia Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

35 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Parco veicolare della provincia veicoli vetture, di cui diesel (16%) benzina+GPL (57%) veicoli commerciali (7%) ciclomotori,motocicli (20%) Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

36 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Nell’ipotesi che le limitazioni riguardino solo il comune di Ferrara, la % dei veicoli interessati si riduce a: auto benzina: 11% auto diesel: 4% veicoli commerciali: 29% Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

37 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Con riduzioni attese nella produzione delle PM totali di: 80 t dalle auto benzina 11 t dalle auto diesel 120 t dai veicoli commerciali (riduzione al 50%) Totale: 211 t Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

38 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare PM totali (primarie+secondarie) Rispetto al contributo totale del trasporto su strada nei mesi freddi di 1892 t Rappresenta l’11% Rispetto alla produzione totale nei mesi freddi dovuta a tutti i settori di 6391 t Rappresenta il 3% Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

39 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Conclusioni: Il trasporto su strada influisce sulla produzione delle PM primarie nella misura del 43%, e di quelle secondarie nella misura del 29% Ha quindi senso intervenire con provvedimenti mirati a questo settore Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

40 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Però: Le limitazioni finora proposte, che interessano EURO 0 e 1, si sono dimostrate non sufficienti La loro efficacia è legata all’estensione territoriale del provvedimento E’ indispensabile intervenire in modo più spinto sui veicoli commerciali Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale

41 Piano di Azione: l’efficacia dei provvedimenti da adottare Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale APPROFONDIRE ULTERIORI ASPETTI: Per i filtri antiparticolato: costi, manutenzione, rigenerazione Quali i vantaggi nella conversione delle alimentazioni a benzina ad alimentazione GPL o metano? (in termini di NOx, PM10 primarie, benzene) …

42 Piano di Azione: estensione ad altri Comuni? Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Ad. esempio: > Estendere il bollino blu > Estendere gli incentivi per i veicoli commerciali > Incentivare il trasporto pubblico verso la città (abbonamenti ai lavoratori degli enti pubblici, agli studenti, facile accesso ai parcheggi-navetta,…)  Integrare/modificare gli orari scolastici con gli orari dei trasporti (o viceversa)  Eventuali limitazioni della circolazione nei comuni maggiori

43 Piano di Azione: proposta ulteriori azioni su ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale > Coordinamento degli spostamenti attraverso un piano degli orari e dei tempi della città (innanzitutto: un database di informazioni sulle attività) > Incentivazioni tariffarie per il trasporto pubblico > Maggiore rigore nelle deroghe alle limitazioni del traffico, specie nei confronti dei veicoli commerciali > Maggior controllo sull’utilizzo degli incentivi > Sottoscrizione dell’Accordo di Programma anche dalle Aziende di Servizi, con l’impegno di adottare politiche energetiche adeguate e mezzi ecologici

44 Piano di Azione: proposta ulteriori azioni su ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale > TPL: potenziamento per eventi straordinari, coordinato con regolamentazione sosta > TPL: navette parcheggi interscambio > TPL: navette per lavoratori di aree industriali, artigianali, commerciali, direzionali > TPL: miglioramento standard qualità e comfort > Autostrade: chiedere, a livello sovraregionale, azioni di mitigazione > TPL: informazione (mappe delle linee su bus e fermate, orari, costi, parcheggi interscambio, agevolazioni, …)

45 Piano di Risanamento: proposta azioni ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Gli ambiti strategici: infrastrutturali disincentivare il trasporto su gomma ottimizzare la gestione delle attuali modalità di trasporto gestionali incentivi

46 Piano di Risanamento: proposta azioni ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Pianificazione Controlli Infrastrutture e sistema locale dei trasporti Riqualificazione e sviluppo del sistema di trasporto collettivo Logistica urbana Aspetti gestionali e provvedimenti di regolazione della domanda Iniziative di informazione e comunicazione Incentivi

47 Piano di Risanamento: proposta azioni ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Infrastrutture e sistema locale dei trasporti > Incrementare e completare i percorsi ciclabili anche tramite precisi obblighi definiti nei Piani Settoriali Comunali e Provinciali, e tramite precise prescrizioni per nuovi insediamenti in sede di valutazione e autorizzazione dei progetti (es. VIA, Piani Particolareggiati, etc…) > Creazione nuovi parcheggi per biciclette specie nei punti di interscambio > Creazione parcheggi attestamento/interscambio nella corona del comune di Ferrara e in ciascuno dei comuni principali della provincia

48 Piano di Risanamento: proposta azioni ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Pianificazione > Predisposizione del Piano del Traffico per la Viabilità Extraurbana (PTVE) > Predisposizioni dei Piani Urbani della Mobilità (PUM) > Obbligatorietà di analisi ambientali sugli impatti dovuti alla mobilità (comprensive di specifiche analisi di traffico locali e degli effetti indotti) per tutte le iniziative di nuovi insediamenti edilizi e di nuove infrastrutture viabilistiche

49 Piano di Risanamento: proposta azioni ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Riqualificazione e sviluppo del sistema di trasporto collettivo > offerta garantita di sistemi di trasporto collettivo con livelli di servizio e standard di qualità superiori a quelli attuali (comfort, economicità, sicurezza, tempi di viaggio, frequenza del servizio) ad es.: - installazione apparecchi acquisto biglietti sui bus - riorganizzazione linee/orari rete urbana ed extraurbana - nuove pensiline, pannelli informativi - aumento velocità commerciale - agevolazioni ed incentivi economici - accrescere flotta ‘ecologica’ alimentata a metano

50 Piano di Risanamento: proposta azioni ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Controlli > Restrizioni di accesso per categorie veicoli più inquinanti > Controllo automatico per sanzionamento accessi non autorizzati > Aumento controllo officine autorizzate ‘bollino blu’ > Controlli su strada emissioni dei veicoli

51 Piano di Risanamento: proposta azioni ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Logistica urbana > Piano della Logistica in ogni città media per affrontare la riorganizzazione dei flussi di merci > Sostenere tecniche che facilitino una migliore organizzazione dei carichi, delle attività di distribuzione e di monitoraggio dei mezzi impegnati nelle attività logistiche > Forme di tariffazione premianti per quegli utilizzatori che attraverso la aggregazione dei carichi o l’affidamento congiunto delle movimentazioni permettano di ridurre la quota di movimenti in auto-approvvigionamento e/o in conto proprio, e consentano così di contenere le percorrenze dei veicoli commerciali

52 Piano di Risanamento: proposta azioni ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Aspetti gestionali e provvedimenti di regolazione della domanda > Modifica degli orari di ingresso negli istituti scolastici e in enti pubblici per mitigare la concentrazione temporale dei flussi (formazione del Piano degli Orari) > Costante adeguamento dei valori delle tariffe di sosta nelle zone centrali, con variabilità per fasce orarie e aree concentriche, per dissuadere l’uso dei veicoli privati nel centro storico di Ferrara e nei centri dei comuni principali > Divieto di circolazione nel centro abitato degli automezzi più inquinanti

53 Piano di Risanamento: proposta azioni ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Iniziative di informazione e comunicazione > Dedicare risorse in modo continuativo per la diffusione delle informazioni sui servizi di trasporto pubblico locale (linee, orari, costi, mappe, parcheggi interscambio, agevolazioni, etc.) > Potenziamento sistemi di controllo, monitoraggio automatizzato dei flussi di traffico e di diffusione delle informazioni all’utenza in tempo reale, compresi i sistemi di indirizzamento ai parcheggi > Informazione/sensibilizzazione sui temi della sostenibilità e sulle opportunità derivanti dall’adozione di pratiche di mobilità sostenibile

54 Piano di Risanamento: proposta azioni ‘mobilità e traffico’ Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Incentivi > Coerente programma di incentivazioni tariffarie a sostegno del trasporto collettivo, per acquisire nuove fasce di utenza e a fidelizzare la clientela (es. riduzione costi abbonamenti) > Agevolazioni fiscali per veicoli “ecologici” e soprattasse per veicoli a più elevati parametri di emissione > Istituzione del servizio di car sharing a scala provinciale > Obbligare ogni nuovo impianto di distribuzione carburante a fornire anche metano, modificare la legge regionale per eliminare vincoli sulle distanze tra impianti


Scaricare ppt "Il Piano di tutela e risanamento della qualità dell’aria Provincia di Ferrara Servizio Risorse Idriche e Tutela Ambientale Ing. Paola Magri Servizio Risorse."

Presentazioni simili


Annunci Google