La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 7° La definizione degli obiettivi e la scelta di un itinerario Questioni introduttive La differenza tra la descrizione dell’azione educativa e la definizione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 7° La definizione degli obiettivi e la scelta di un itinerario Questioni introduttive La differenza tra la descrizione dell’azione educativa e la definizione."— Transcript della presentazione:

1 1 7° La definizione degli obiettivi e la scelta di un itinerario Questioni introduttive La differenza tra la descrizione dell’azione educativa e la definizione degli obiettivi La differenza tra la descrizione dell’azione educativa e la definizione degli obiettivi La definizione dell’obiettivo educativo/didattico come descrizione del cambiamento inteso La definizione dell’obiettivo educativo/didattico come descrizione del cambiamento inteso

2 2 Definizione del problema Quadro Teorico Quadro Situazionale FiniObiettivi Azione educativaVerifica Stato problematico

3 3 La definizione degli obiettivi educativi cambiamenti negli educandicomunità educativa progettazioneconduzionevalutazione azione educativa Intenti educativi, formativi o didattici, intesi come cambiamenti negli educandi, che la comunità educativa o formativa, o anche un singolo educatore elabora in modo chiaro e non ambiguo come riferimento esplicito per la progettazione, conduzione e valutazione della propria azione educativa.

4 4 verificare valutare Intento espresso in modo chiaro e non ambiguo, rispetto al quale è possibile verificare se un percorso o un processo è giunto al termine e/o valutare se è valido per giungervi. (obiettivo come un segno di raggiungimento del fine) Obiettivo Percorso Educativo verso le finalità (processo Intenzionale) Verifica Obiettivo

5 5 L’origine logico-psicologica Comunità Educativa Quadro Teorico Quadro Situazionale FiniObiettivi Concezione filosofico-teologica dell’uomo e del suo divenire Valori condivisi, ideale comune, insieme di mete educative Le dimensioni: cognitiva, affettiva, volitiva, comportamentale Le finalità specifiche dell’istituzione Condividere Contestualizzare nella cultura Esame della realtà concreta Analisi della situazione problematica Analisi della domanda educativa e dei bisogni educativi Analizzare, studiare la situazione Approfondire i problemi con l’uso delle scienze Stato problematico Generazione delle intenzioni Bene di un particolare educando (gruppo) Compito delle teorie discutere sulle finalità; si realizzano sul livello istituzionale Valutare la discrepanza

6 6 META goal OBIETTIVO objective PROPOSITO purpose FINE aim «…mentre il termine “obiettivo” si può applicare a ciascuno stato del processo educativo, il termine “fine” è riservato all’obiettivo ultimo o meta dell’intero processo» (Baldacci, Trattato. 2012, p. 301)

7 7 Fine Finalità Obiettivi «…mentre il termine “obiettivo” si può applicare a ciascuno stato del processo educativo, il termine “fine” è riservato all’obiettivo ultimo o meta dell’intero processo» (Baldacci, Trattato. 2012, p. 301)

8 8 I metodi per determinare gli obiettivi educativi Quadro Teorico Quadro Situazionale Discendente (deduttivo, analitico): la scelta degli obiettivi basa sulle assunzioni di ordine teorico o sulle asserzioni di natura filosofica, antropologica gli obiettivi vengono formulate in coerenza con le finalità proprie dell’istituzione Ascendente (induttivo): la scelta degli obiettivi basa sulla base di rilevazioni empiriche riferite sia ai contesti culturale, sociale ed economico degli educandi, sia al loro grado di crescita personale, sociale, culturale e professionale Valutazione della discrepanza : la scelta degli obiettivi basati sulla distanza tra Stato desiderato «quale dovrebbe essere» Stato reale «quale è» le rilevazioni empiriche conducono alle decisioni relative all’ordine di precedenza degli interventi

9 9 Non basta avere un quadro di finalità educative per poter deliberare degli obiettivi, occorre conoscere la situazione di fatto. La prudenza è una virtù intellettuale che permette “calcolare” i mezzi educativi per rispondere alle situazioni concrete, da una parte, e alle aspirazioni educative, dall’altra. Nella determinazione degli obiettivi educativi occorre: determinare l’importanza costruire una gerarchia costruire una struttura ordinata


Scaricare ppt "1 7° La definizione degli obiettivi e la scelta di un itinerario Questioni introduttive La differenza tra la descrizione dell’azione educativa e la definizione."

Presentazioni simili


Annunci Google