La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL BUDGET. Definizione della mete, cioè degli obiettivi da raggiungere Guida dell’organizzazione nell’attuazione dei piani e programmi, affinché i comportamenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL BUDGET. Definizione della mete, cioè degli obiettivi da raggiungere Guida dell’organizzazione nell’attuazione dei piani e programmi, affinché i comportamenti."— Transcript della presentazione:

1 IL BUDGET

2 Definizione della mete, cioè degli obiettivi da raggiungere Guida dell’organizzazione nell’attuazione dei piani e programmi, affinché i comportamenti organizzativi siano il più possibile coerenti con gli obiettivi perseguiti e della rotta da percorrere IL PROCESSO DIREZIONALE

3 Strategia Piani di azione Budget La programmazione è un fondamentale momento di verifica e ripensamento delle scelte strategiche Collocazione del budget nel processo direzionale

4 Globalità Articolazione spaziale Articolazione temporale Espressione quantitativo-monetaria Si riferisce all’intero sistema aziendale (aree organizzative, livelli funzionali, coordinazioni produttive) Esprime un modello di comportamento globale dell’azienda per centri di responsabilità economica per intervalli di tempo infrannuali CARATTERISTICHE

5 Dimensione temporale di riferimento Espressione quantitativo-monetaria Sfuggono al budget gli obiettivi di efficacia non esprimibili contabilmente LIMITI

6 Il budget va inteso come indispensabile strumento per la gestione dell’operatività, ma la sua formulazione va inquadrata in un contesto più ampio, per rispondere ad una logica di bilanciamento complessivo Efficacia EfficienzaBreve periodo Medio/lungo periodo SUPERAMENTO DEI LIMITI

7 FUNZIONI DEL BUDGET Funzione di programmazione Esprime gli obiettivi aziendali (rappresenta il parametro-obiettivo per eccellenza) Non ha una valenza puramente contabile Non deve essere redatto con approccio incrementale È strumento di implementazione e controllo delle scelte strategiche

8 FUNZIONI DEL BUDGET Funzione di coordinamento/integrazione organizzativa Processo di negoziazione tra i diversi responsabili in modo che le differenti attività programmate, rappresentate attraverso i relativi subobiettivi, si coordinino nella realizzazione delle condizioni di efficacia e di efficienza complessive

9 FUNZIONI DEL BUDGET Funzione di motivazione Presuppone coinvolgimento nella fissazione dei parametri-obiettivo Funzione di valutazione incentivazione

10 FUNZIONI DEL BUDGET Funzione di comunicazione interna Rappresenta un veicolo privilegiato attraverso il quale trasmettere i messaggi di indirizzo delle politiche aziendali a tutti i livelli della struttura organizzativa Mezzo di diffusione e crescita della cultura d’impresa

11 IL BUDGET GENERALE D’IMPRESA Budget commerciale Budget della produzione Budget degli acquisti Budget del personale Budget dei costi generali Budget finanziario e di tesoreria Rappresenta la sintesi dei BUDGET FUNZIONALI:

12 Il processo di costruzione del budget BUDGET COMMERCIALE

13 Budget delle vendite Budget dei costi commerciali È formato da: BUDGET COMMERCIALE

14 Variabili considerate: PREZZO VOLUME MIX Listino prezzi (qualora rientri nella prassi commerciale) Politica degli sconti BUDGET DELLE VENDITE

15 COSTI DI DISTRIBUZIONE (provvigioni di vendita, costi di spedizione, stipendi del personale di vendita, …) COSTI DI MARKETING (pubblicità, omaggi allegati al prodotto, …) FISSI / VARIABILI BUDGET DEI COSTI COMMERCIALI

16 Al budget commerciale si affianca il budget finanziario relativo alle condizioni di pagamento applicate ai clienti Arco temporale: mese BUDGET COMMERCIALE: esempio

17 Il processo di costruzione del budget BUDGET COMMERCIALE BUDGET COMMERCIALE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA Magazzino prodotti Condizioni di incasso Condizioni di pagamento Fatturato (volume vendita e prezzi) Costi commerciali USCITE ENTRATE

18 Definisce: QUANTITÀ DA PRODURRE SCORTE DI PRODOTTI FINITI COSTI DI PRODUZIONE BUDGET DELLA PRODUZIONE

19 La quantità da produrre è diretta conseguenza di: Quantità da vendere Quantità da vendere budget delle vendite Politica delle scorte Velocità di risposta alle richieste dei clienti, livello di sicurezza, costo dell’immobilizzazione finanziaria del detenere scorte BUDGET DELLA PRODUZIONE: quantità da produrre

20 Posto che: R.I. + CARICHI = SCARICHI + R.F. PRODUZIONE = SCARICHI + R.F. - R.I. DETERMINAZIONE DELLA QUANTITÀ DA PRODURRE: produzione vendita BUDGET DELLA PRODUZIONE: quantità da produrre

21 L’azienda intende ridurre le scorte del periodo successivo del 10%. DETERMINAZIONE DELLA QUANTITÀ DA PRODURRE: PRODOTTO A: 50 x 90% = 95 PRODOTTO B: 70 x 90% = 143 BUDGET DELLA PRODUZIONE: quantità da produrre

22 Definizione della quantità di fattori produttivi necessari alla realizzazione del programma di produzione e calcolo del costo di produzione La quantità e qualità dei fattori produttivi sono definite nella DISTINTA BASE DI PRODOTTO In essa sono specificati per ogni prodotto gli standard fisici unitari La quantità e qualità dei fattori produttivi sono definite nella DISTINTA BASE DI PRODOTTO In essa sono specificati per ogni prodotto gli standard fisici unitari BUDGET DELLA PRODUZIONE: impiego dei fattori produttivi

23 Quantità di un determinato fattore necessaria, in un dato centro produttivo e nella realizzazione delle condizioni standard predefinite, per l’ottenimento di una unità di prodotto Quantità di un determinato fattore necessaria, in un dato centro produttivo e nella realizzazione delle condizioni standard predefinite, per l’ottenimento di una unità di prodotto BUDGET DELLA PRODUZIONE: impiego dei fattori produttivi BUDGET DELLA PRODUZIONE: impiego dei fattori produttivi Può essere rappresentato da: a) consumi o fabbisogni unitari standard b) tempi standard di produzione a) consumi o fabbisogni unitari standard b) tempi standard di produzione STANDARD FISICO UNITARIO

24 BUDGET DELLA PRODUZIONE: calcolo consumi

25 Attraverso l’applicazione dei prezzi di acquisto previsti (prezzi standard) dei fattori produttivi BUDGET DELLA PRODUZIONE: costi variabili si ottengono i costi standard unitari: che moltiplicati per la quantità da produrre permettono la programmazione dei costi variabili di produzione: c vustd = p std x q std CV = c vustd x Volume di produzione

26 BUDGET DELLA PRODUZIONE Costo materia prima X per prodotto A: Pstd x Qstd x Volume produttivo 5 x 2 x 95 = 950

27 BUDGET DELLA PRODUZIONE

28 Il processo di costruzione del budget BUDGET COMMERCIALE BUDGET COMMERCIALE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA Magazzino prodotti Condizioni di incasso Condizioni di pagamento Magazzino materie Fatturato (volume vendita e prezzi) Costi commerciali Quantità da produrre Consumi Costi indiretti USCITE ENTRATE

29 Dalla definizione, nel budget della produzione, dei consumi di fattori a fronte dei volumi produttivi programmati, segue la programmazione degli acquisti Si riferisce alle materie prime e ai materiali diretti negoziati sul mercato, nonché i componenti e gli eventuali semilavorati e prodotti finiti acquistati da altre imprese BUDGET DEGLI ACQUISTI

30 Definizione di: quantità da acquistare qualità tempi di approvvigionamento SCELTA DEL FORNITORE E FISSAZIONE DELLE CONDIZIONI IN PARTICOLARE, INDIVIDUAZIONE DEL: PREZZO STANDARD DI RIFERIMENTO ANALISI DI MERCATO BUDGET DEGLI ACQUISTI

31 La definizione del budget degli acquisti presuppone la fissazione della politica delle scorte LIVELLO DI SCORTE PUNTO DI RIORDINO SCORTA DI SICUREZZA Prevede un ammontare di merci sufficiente ad alimentare la produzione per il tempo che intercorre tra il momento di emissione dell’ordine e momento della consegna È necessaria per far fronte a imprevisti (impennate nella domanda di prodotti, incapacità del fornitore di evadere nei tempi previsti gli ordini, ecc.) BUDGET DEGLI ACQUISTI

32 BUDGET DEGLI ACQUISTI: quantità da acquistare Supponendo che l’azienda voglia ricostituire alla fine di ogni periodo il livello di scorte presenti a inizio mese:

33 BUDGET DEGLI ACQUISTI: quantità da acquistare QUANTITÀ DA ACQUISTARE: MATERIA PRIMA X = = 333 MATERIA PRIMA Y = = 429 COMPONENTE Z = = 381

34 BUDGET DEGLI ACQUISTI L’analisi viene completata con la dimensione finanziaria discendente dalle condizioni di negoziazione con i fornitori, le quali vanno a determinare lo sviluppo temporale dei flussi monetari di pagamento

35 Il processo di costruzione del budget BUDGET COMMERCIALE BUDGET COMMERCIALE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA Magazzino prodotti Condizioni di incasso Condizioni di pagamento Magazzino materie Fatturato (volume vendita e prezzi) Costi commerciali Quantità da produrre Consumi Costi indiretti USCITE ENTRATE

36 Il processo di costruzione del budget BUDGET COMMERCIALE BUDGET COMMERCIALE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA Magazzino prodotti Condizioni di incasso Condizioni di pagamento Magazzino materie Fatturato (volume vendita e prezzi) Costi commerciali Quantità da produrre Consumi Costi indiretti USCITE ENTRATE BUDGET DELLA MANODOPERA BUDGET DELLA MANODOPERA

37 Individuazione del FABBISOGNO e della DISPONIBILITÀ di manodopera DISPONIBILITÀ Giorni di calendario espressi in ore - giorni non lavorativi previsti dal contratto (comprese ferie) - % di assenteismo = ORE DISPONIBILI BUDGET DEL PERSONALE

38 ORE DI PRESENZA DISPONIBILI ORE STANDARD DISPONIBILI Parametro-obiettivo Individuazione del livello di efficienza che consente il passaggio: Se Ore disponibili  Ore necessarie Ricerca di soluzioni organizzative e previsione di elevata flessibilità di gestione (mobilità interna che consenta trasferimenti di manodopera tra i centri) per evitare sottoutilizzi o lievitazioni di costi dovuti ad un eccessivo ricorso al lavoro straordinario

39 Calcolo fabbisogno di manodopera

40 BUDGET DEL PERSONALE Costo standard della manodopera Chu = ( Rh + K  h ) x (1 + OA) + IL  h Chu = costo orario unitario Rh = retribuzione oraria K = retribuzione fissa annua (tredicesima mensilità, eventuali altre mensilità aggiuntive, ferie, ecc.) OA = tasso di incidenza degli oneri assicurativi e previdenziali IL = quota annua di TFR (retribuzione differita calcolata su base annua e liquidata alla cessazione del rapporto di lavoro)  h = totale ore annue lavorate

41 BUDGET DEL PERSONALE Esempio di calcolo di costo orario standard della manodopera: Stipendio lordo mensile = Tredicesima mensilità lorda = 800 TFR maturato nell’anno = 600 Contributi sociali a carico dell’azienda = 38% stip. lordo Orario di lavoro = 40 ore settimanali (5 gg. a settimana) Ferie = 5 settimane Festività infrasettimanali = 10 gg./anno Assenteismo medio = 10% Stipendio lordo mensile = Tredicesima mensilità lorda = 800 TFR maturato nell’anno = 600 Contributi sociali a carico dell’azienda = 38% stip. lordo Orario di lavoro = 40 ore settimanali (5 gg. a settimana) Ferie = 5 settimane Festività infrasettimanali = 10 gg./anno Assenteismo medio = 10%

42 BUDGET DEL PERSONALE Ore lavorate nell’anno: 40 (ore settimanali) x 52 (settimane) = x 40 (ferie) - 10 x 8 (festività) = Assenteismo = x 10% = = Costo orario: (1.000 x ) x (1 + 0,38) = 11,27

43 BUDGET DEL PERSONALE COSTI DELLA MANODOPERA INDIRETTA Maggiore difficoltà nell’individuazione della corrispondenza tra fabbisogno e disponibilità No tempi standard di produzione Budget flessibile

44 Il processo di costruzione del budget BUDGET COMMERCIALE BUDGET COMMERCIALE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA Magazzino prodotti Condizioni di incasso Condizioni di pagamento Magazzino materie Fatturato (volume vendita e prezzi) Costi commerciali Quantità da produrre Consumi Costi indiretti USCITE ENTRATE BUDGET DELLA MANODOPERA BUDGET DELLA MANODOPERA BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI

45 Analisi della CAPACITÀ PRODUTTIVA espressa in quantità di ore macchina Analisi della CAPACITÀ PRODUTTIVA espressa in quantità di ore macchina Dipende da una molteplicità di fattori (utilizzo esclusivo o meno delle macchine, intensità di funzionamento ottimale, …) DEFINIZIONE DELLE ORE MACCHINA LAVORABILI (spesso legate all’orario di presenza della manodopera) DEFINIZIONE DELLE ORE MACCHINA LAVORABILI (spesso legate all’orario di presenza della manodopera) Il conteggio va effettuato in relazione alle giornate e ai turni lavorativi e deve essere depurato dei tempi di fermata per riattrezzaggio, rotture e manutenzione. Le soluzioni organizzative adottate possono comportare una rettifica delle ore lavorabili in base:al tasso di assenteismo (se non è possibile procedere a sostituzioni), alle ore di sciopero previste, agli interventi di lavoro straordinario. BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI

46 DEFINIZIONE DEL FABBISOGNO sulla base della programmazione dei volumi di attività e dei tempi standard CALCOLO DEL FABBISOGNO DI ORE MACCHINA si parte dai centri di responsabilità nei quali avvengono processi produttivi per identificare il fabbisogno di ore macchina in relazione ai diversi prodotti da realizzare

47 Calcolo fabbisogno di ore macchina

48 BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI CONFRONTO FABBISOGNO - DISPONIBILITÀ saturazione / esuberanza Interventi per avvicinare il fabbisogno alle ore lavorabili

49 BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI Il budget del costo dei macchinari è espresso attraverso il criterio delle quote di ammortamento costanti (non è legato al contributo dei macchinari misurato in ore) La divisione dell’ammortamento per periodi infrannuali si effettua in modo costante

50 Il processo di costruzione del budget BUDGET COMMERCIALE BUDGET COMMERCIALE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA Magazzino prodotti Condizioni di incasso Condizioni di pagamento Magazzino materie Fatturato (volume vendita e prezzi) Costi commerciali Quantità da produrre Consumi Costi indiretti BUDGET DELLA MANODOPERA BUDGET DELLA MANODOPERA USCITE ENTRATE BUDGET CENTRI DI SPESE GENERALI BUDGET CENTRI DI SPESE GENERALI BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI

51 CENTRI DI SPESE GENERALI manca il legame funzionale tra quantità di risorse e volume di risultato Costi fissi La loro quantificazione non è collegata ai volumi di produzione e vendita programmati Attività non misurabile NO APPROCCIO INCREMENTALE ZERO BASE BUDGETING NO APPROCCIO INCREMENTALE ZERO BASE BUDGETING BUDGET DEI COSTI GENERALI

52 Il processo di costruzione del budget BUDGET COMMERCIALE BUDGET COMMERCIALE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA Magazzino prodotti Condizioni di incasso Condizioni di pagamento Magazzino materie Fatturato (volume vendita e prezzi) Costi commerciali Quantità da produrre Consumi Costi indiretti BUDGET DELLA MANODOPERA BUDGET DELLA MANODOPERA USCITE ENTRATE BUDGET CENTRI DI SPESE GENERALI BUDGET CENTRI DI SPESE GENERALI BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI

53 Il processo di costruzione del budget BUDGET COMMERCIALE BUDGET COMMERCIALE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA Magazzino prodotti Condizioni di incasso Condizioni di pagamento Magazzino materie Fatturato (volume vendita e prezzi) Costi commerciali Quantità da produrre Consumi Costi indiretti BUDGET DELLA MANODOPERA BUDGET DELLA MANODOPERA USCITE ENTRATE BUDGET CENTRI DI SPESE GENERALI BUDGET CENTRI DI SPESE GENERALI BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI BUDGET DEGLI INVESTIMENTI

54 VERIFICA DI FATTIBILITÀ FINANZIARIA ANALISI DI IMPIEGHI E FONTI IMPIEGHI richiamano risorse finanziarie aumenti dell’attivo dello SP / diminuzioni del passivo (aumento di crediti verso clienti, aumento delle scorte, diminuzione di debiti verso fornitori, pagamento rata mutuo,...) FONTI generano risorse finanziarie aumenti del passivo dello SP / diminuzioni dell’attivo (aumento debiti verso fornitori a seguito espansione attività produttiva, realizzazione di impianti non più utilizzati, …) BUDGET FINANZIARIO

55 DIVARIO PROVVISORIO TRA IMPIEGHI E FONTI GENERATI DALLE SCELTE ECONOMICHE BUDGET FINANZIARIO ECCEDENZA FINANZIARIA (fonti > impieghi) ECCEDENZA FINANZIARIA (fonti > impieghi) FABBISOGNO FINANZIARIO (impieghi > fonti) FABBISOGNO FINANZIARIO (impieghi > fonti) ricerca di opportunità di investimento ricerca di forme di copertura

56 Riguarda l’andamento temporale di esborsi e incassi in moneta Stretta relazione con la gestione operativa Il fabbisogno di tesoreria è legato alla durata del ciclo monetario, che discende dalle condizioni economiche di gestione BUDGET DI TESORERIA

57 La durata del ciclo monetario AcquistiVendite IncassoPagamento gg. dilazione fornitori gg. dilazione crediti Durata del ciclo monetario gg. permanenza mag. materiali gg. permanenza in ciclo di lavoro gg. permanenza mag. prodotti

58 BUDGET DI TESORERIA

59 Il processo di costruzione del budget BUDGET COMMERCIALE BUDGET COMMERCIALE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET DEGLI INVESTIMENTI BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA Magazzino prodotti Condizioni di incasso Condizioni di pagamento Magazzino materie Fatturato (volume vendita e prezzi) Costi commerciali Quantità da produrre Consumi Costi indiretti BUDGET DELLA MANODOPERA BUDGET DELLA MANODOPERA USCITE ENTRATE BUDGET CENTRI DI SPESE GENERALI BUDGET CENTRI DI SPESE GENERALI BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI

60 Il processo di costruzione del budget è un processo iterativo BUDGET COMMERCIALE BUDGET COMMERCIALE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DELLA PRODUZIONE BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET DEGLI ACQUISTI BUDGET DEGLI INVESTIMENTI BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA BUDGET FINANZIARIO E BUDGET DI TESORERIA Magazzino prodotti Magazzino materie Fatturato (volume vendita e prezzi) Costi commerciali Quantità da produrre Consumi Costi indiretti BUDGET DELLA MANODOPERA BUDGET DELLA MANODOPERA USCITE ENTRATE BUDGET CENTRI DI SPESE GENERALI BUDGET CENTRI DI SPESE GENERALI BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI BUDGET DELLE MACCHINE E DEGLI IMPIANTI Condizioni di pagamento Condizioni di incasso

61 significa esplicitare una volontà fattuale che, sulla base delle condizioni operative interne e delle previste situazioni esterne, ponga l’azienda in condizione di coordinare efficacemente ed efficientemente le prime, intervenendo sulle seconde modificandole nei limiti del consentito PROGRAMMARE


Scaricare ppt "IL BUDGET. Definizione della mete, cioè degli obiettivi da raggiungere Guida dell’organizzazione nell’attuazione dei piani e programmi, affinché i comportamenti."

Presentazioni simili


Annunci Google