La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istruzioni operative F3 Gestione Indicatori di risultato – Esempi – Baseline – Rilevazione periodica – Valore Target Inserimento anagrafiche destinatari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istruzioni operative F3 Gestione Indicatori di risultato – Esempi – Baseline – Rilevazione periodica – Valore Target Inserimento anagrafiche destinatari."— Transcript della presentazione:

1 Istruzioni operative F3 Gestione Indicatori di risultato – Esempi – Baseline – Rilevazione periodica – Valore Target Inserimento anagrafiche destinatari Compilazione struttura dei moduli dei percorsi

2 Indicatori di risultato Hanno l’obiettivo di misurare l’efficacia dei percorsi Devono essere rilevati all’inizio del percorso, in itinere e alla fine a cura del tutor del modulo Accoglienza e del Referente per la valutazione

3 Percorso: Come along, don’t wast time ( Liceo Vallone – Galatina) Elenco degli indicatori Votazione riportata nelle verifiche orali in lingua straniera Percentuale di ritardi nell’entrata a scuola Percentuale di prove di verifica a cui lo studente non si è presentato Percentuale di assenza Contatti telefonici con la famiglia Votazione riportata nelle verifiche scritte in lingua straniera Passaggio alla classe successiva Votazione curriculare in lingua straniera

4 Baseline E’ il valore di un indicatore all’inizio del percorso Deve essere rilevato prima dell’avvio del percorso per ogni soggetto target Rilevazione a cura del tutor dell’accoglienza e del referente per la valutazione

5 Valore target E’ il valore che l’indicatore dovrà raggiungere a fine percorso E’ uguale per tutti i destinatari, perché espresso in termini incrementali Dovrà essere sufficientemente ambizioso ma realistico Dovrà essere inserito entro un mese dalla rilevazione dei valori della baseline Tale lasso di tempo è finalizzato a consentire alla rete un’analisi consapevole nella scelta dei valori target

6 Votazione riportata nelle verifiche orali in lingua straniera Descrizione Media delle votazioni riportate nelle verifiche orali in lingua straniera

7 Votazione riportata nelle verifiche orali in lingua straniera Inserimento Baseline Inserire la media aritmetica delle votazioni riportate dall’allievo nelle verifiche orali in lingua straniera realizzate nei quattro mesi precedenti l’inizio delle attività formative F3. Se, per esempio, il primo modulo inizia il 15 marzo, la media delle votazioni nelle verifiche orali in lingua straniera deve essere calcolata sul numero complessivo di votazioni riportate nei mesi di novembre-dicembre-gennaio-febbraio. I mesi di luglio e agosto non devono essere considerati mesi scolastici

8 Votazione riportata nelle verifiche orali in lingua straniera Rilevazione periodica (mensile) Inserire: – 1) la media aritmetica delle votazioni nelle verifiche orali in lingua straniera ottenute dall’allievo nel mese successivo l’inizio del primo modulo formativo F3. – 2) il numero di verifiche orali in lingua straniera a cui si è sottoposto l’allievo. Se, per esempio, il primo modulo inizia il 15 marzo, nella prima registrazione in itinere (dal 1° al 15 maggio) deve essere riportata la media aritmetica delle votazioni ottenute e le verifiche a cui si è sottoposto l’allievo nel mese di aprile. La seconda registrazione (dal 1° al 15 giugno) prenderà in considerazione i dati del periodo che va dal 1° maggio al 31 maggio, e così via. Il sistema in automatico calcolerà la media mensile e quella quadrimestrale delle votazioni riportate.

9 Votazione riportata nelle verifiche orali in lingua straniera Valore Target Il Valore Target di percorso è dato dalla media delle votazioni nelle verifiche orali in lingua straniera che ci si aspetta dagli allievi nelle prove svolte negli ultimi 4 mesi di percorso formativo F3. Il Valore Target di percorso può essere un numero assoluto o un incremento in termini di punti (es.+ 2 punti nella scala 1-10).

10 Percentuale di ritardi nell’entrata a scuola Descrizione Conteggio mensile dei ritardi nell’entrata a scuola Percentuale calcolata sul numero totale di giorni scolastici

11 Percentuale di ritardi nell’entrata a scuola Inserimento Baseline La baseline è data dalla percentuale di ritardi nell’entrata a scuola del singolo studente registrati nei quattro mesi scolastici precedenti l’inizio del primo modulo formativo F3. Al numeratore inserire il numero di ritardi nell’entrata a scuola del singolo studente registrati nei quattro mesi scolastici precedenti l’inizio del primo modulo formativo F3. Se, per esempio, il primo modulo inizia il 15 marzo 2013, il numero di ritardi nell’entrata a scuola sarà calcolato sui mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio Al denominatore inserire il numero di giorni scolastici compresi nello stesso arco temporale. I mesi di luglio e agosto non devono essere considerati mesi scolastici Il sistema in automatico calcolerà la percentuale

12 Percentuale di ritardi nell’entrata a scuola Rilevazione periodica (mensile) Inserire al numeratore il numero di giorni in cui l’allievo è entrato a scuola in ritardo nel mese successivo l’inizio del primo modulo formativo F3. Se, per esempio, il primo modulo inizia il 15 marzo, il numero di giorni di entrata a scuola in ritardo nella prima registrazione in itinere dovrà essere quello del periodo che va dal 1° di aprile al 30 di aprile. Inserire al denominatore i giorni scolastici compresi nello stesso arco temporale. La seconda registrazione prenderà in considerazione i dati del periodo che va dal 1° maggio al 31 maggio, e così via. Il sistema in automatico calcolerà la percentuale.

13 Percentuale di ritardi nell’entrata a scuola Valore Target Il valore target è dato dalla percentuale di ritardi nell’entrata a scuola che ci si aspetta dagli allievi negli ultimi 4 mesi di percorso formativo F3. Il Valore Target dell’indicatore deve essere definito a livello di percorso e può essere un valore percentuale o un decremento espresso in punti percentuali.

14 Passaggio alla classe successiva Descrizione Indicazione dell’avvenuto passaggio alla classe successiva

15 Passaggio alla classe successiva Inserimento Baseline Indicare la classe frequentata dall’allievo al momento dell’inizio del percorso formativo F3

16 Passaggio alla classe successiva Rilevazione periodica (annuale) La rilevazione deve avvenire nei primi 15 giorni di luglio. Selezionare dal menu a tendina una delle due opzioni (sì o no).

17 Passaggio alla classe successiva Valore Target Valore Target di percorso già definito (espresso Sì)

18 Avvio dei percorsi Condizioni per l’avvio (Circ / ) – Le anagrafiche di tutti i destinatari del target prioritario devono essere state inserite nel Modulo Accoglienza – Il referente per la valutazione, coadiuvato dal tutor del modulo Accoglienza, deve aver registrato il livello di partenza (baseline) per ciascun destinatario del target prioritario relativamente agli indicatori prescelti

19 Contatti Sito Liceo Quinto Ennio Documenti utili nella pagina Progetti PON Indirizzo facilitatore: Indirizzo referente per la valutazione


Scaricare ppt "Istruzioni operative F3 Gestione Indicatori di risultato – Esempi – Baseline – Rilevazione periodica – Valore Target Inserimento anagrafiche destinatari."

Presentazioni simili


Annunci Google