La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alternanza scuola – lavoro Scuola e azienda progettano, realizzano, valutano lo sviluppo delle competenze professionali mito ? REALTA’ ? ALTERNANZA SCUOLA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alternanza scuola – lavoro Scuola e azienda progettano, realizzano, valutano lo sviluppo delle competenze professionali mito ? REALTA’ ? ALTERNANZA SCUOLA."— Transcript della presentazione:

1 Alternanza scuola – lavoro Scuola e azienda progettano, realizzano, valutano lo sviluppo delle competenze professionali mito ? REALTA’ ? ALTERNANZA SCUOLA – LAVORO SCUOLA E AZIENDA PROGETTANO, REALIZZANO, VALUTANO LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI Pavia Martedì, 15 Aprile 2014 ore Aree professionali Meccanica, produzione e manutenzione di macchine, impiantistica Profili professionali Addetto riparazioni veicoli a motori Perito meccanico Perito elettrotecnico Perito chimico A cura di : Pinto Salvatore, Lucanto Antonio, Margiotta Domenico, Carlomusto Giorgio, Viperino Annarita,Briganti Rosanna, Bernini Romano, Scarpa Marco, Costarella Simone, Guastalli Elio, Gruppo : meccanico, elettrico, chimico

2 Elenco Aziende coinvolte _ Incontro Tutor scolastico – Tutor aziendale

3 Considerazioni dopo incontro aziendale Quali le difficoltà nel descrivere le competenze di fine percorso formativo ? Quali le difficoltà nel descrivere le “possibili” prestazioni in azienda ? Quali le difficoltà nel costruire la mappa di correlazione fra prestazioni e competenze ? Quali le difficoltà nel descrivere le prestazioni “ permesse “ in azienda ? L’elenco delle prestazioni è completo ? Tutor scolastico Tutor aziendale Quali le difficoltà si prevedono nell’utilizzo dello strumento per la valutazione delle prestazioni “agite” azienda ? Tutor scolastico Tutor aziendale Quali sono le valutazione delle prestazioni trasversali ( operative – relazionali ) più significative per l’azienda ? Tutor scolastico Tutor aziendale

4 Quali le difficoltà nel descrivere le competenze di fine percorso formativo ? Le competenze tecnico professionali di fine percorso formativo, sono stabilite all'interno del POF per cui non ci sono state difficoltà nel descriverle. Quali le difficoltà nel descrivere le “possibili” prestazioni in azienda ? Nel descrivere le possibili prestazioni in azienda, non sono state riscontrate particolari difficoltà, se non la necessità di adeguare le prestazioni al profilo professionale richiesta dall'azienda Quali le difficoltà nel costruire la mappa di correlazione fra prestazioni e competenze ? Le difficoltà nella costruzione della mappa di correlazione fra prestazioni e competenze, sono da ricondurre a discordanza di metalinguaggio conseguenza del tempo limitato dedicato al lavoro di gruppo, al confronto di singoli tutor scolastici e alle diverse discipline di indirizzo coinvolte.

5 Quali le difficoltà nel descrivere le prestazioni “ permesse “ in azienda ? In linea di massima, i responsabili aziendali, presa visione delle schede presentate da ciascun tutor scolastico di settore, non hanno sollevato obiezioni rilevanti, a parte puntualizzazioni, al fine di rendere più aderente alle reali necessità la figura professionale proposta. L’elenco delle prestazioni è completo ? Si

6 Quali le difficoltà si prevedono nell’utilizzo dello strumento per la valutazione delle prestazioni “agite” azienda ? L'azienda non ha avuto difficoltà nell'utilizzo dello strumento della valutazione delle prestazioni. Ha soltanto evidenziato l'uso di alcuni indicatori più di altri.

7 Quali sono le valutazione delle prestazioni trasversali ( operative – relazionali ) più significative per l’azienda ? Le valutazione delle prestazioni trasversali operative più significative per l’azienda, sono state: a) Rispetto del luogo di lavoro. b) Utilizzo autonomo e coretto degli strumenti di lavoro. Le valutazione delle prestazioni trasversali relazionali più significative per l’azienda, sono state: a) Rispetto dei rapporti interpersonali.

8 Valutazione complessiva su efficacia ed efficienza dello strumento Con riferimento agli incontri tra tutor aziendali e tutor scolastici, si riportano le seguenti osservazioni: a) Gli strumenti utilizzati per la valutazione complessiva per il tutor aziendale si sono rilevati efficaci. b) Le prestazioni elencate facilitano la valutazione dello stagista c)Permettono di rilasciare, al termine dello stage, una certificazione di competenze sulla base di una valutazione “oggettiva”. Nota: a) Al di là della validità dello strumento occorrerà contestualizzare l'elenco delle prestazioni in relazione alla tipologia di azienda che ospita lo stagista”. b) Durante la permanenza in azienda può, inoltre, succedere che l’elenco delle prestazioni esercitate dallo studente (come identificate a priori) subiscano delle modifiche a causa di: variazioni processi produttivi; livello competenze studente inferiore alle aspettative; livello competenze studente superiore alle aspettative.


Scaricare ppt "Alternanza scuola – lavoro Scuola e azienda progettano, realizzano, valutano lo sviluppo delle competenze professionali mito ? REALTA’ ? ALTERNANZA SCUOLA."

Presentazioni simili


Annunci Google