La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’idea iniziale parte dalla constatazione che in autostrada gli incidenti più gravi sono costituiti dalla perdita di controllo del mezzo, di solito dovuta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’idea iniziale parte dalla constatazione che in autostrada gli incidenti più gravi sono costituiti dalla perdita di controllo del mezzo, di solito dovuta."— Transcript della presentazione:

1 L’idea iniziale parte dalla constatazione che in autostrada gli incidenti più gravi sono costituiti dalla perdita di controllo del mezzo, di solito dovuta alla velocità elevata e quindi procedendo nella corsia di sorpasso,con conseguente scontro sul guard-rail centrale e sbandamento, se non addirittura salto di corsia con coinvolgimento di ignari guidatori che procedono, in senso opposto, sull’altra corsia invasa dal mezzo. Altro pericolo è per eventuali soccorritori che devono attraversare tutta l’autostrada per intervenire. Anche per le opere di manutenzione spesso gli addetti sono costretti ad attraversare tutta la carreggiata per intervenire sul guard-rail, oppure deve essere interrotta la corsia di sorpasso per permettere ai mezzi di cantiere di operare, rallentando il traffico o restringendo le corsie.

2 L’idea progettuale vuole ridurre questi pericoli rendendo l’autostrada o la superstrada più sicura per gli utenti, ma anche per gli operatori del settore. Inoltre con l’applicazione di questa idea è possibile dimezzare i costi delle sovrastrutture dell’autostrada e della loro manutenzione : colonnine di soccorso, autogrill, aree di servizio, aree di sosta, cartellonistica, ecc. I punti sopra evidenziati fanno riflettere sul fatto che la pericolosità esposta si ha in quanto le corsie di sorpasso, e quindi percorse dai mezzi più veloci, corrono vicine nei due sensi opposti, mentre quelle a bassa velocità e quindi meno pericolose, ed addirittura le corsie di sosta e di emergenza sono le più lontane tra loro.

3 AVVICINARE LE CORSIE PIU’ SICURE ED ALLONTANARE TRA LORO QUELLE PIU PERICOLOSE: QUELLE APPUNTO DI SORPASSO E QUINDI PIU’ VELOCI INVERTENDO SEMPLICEMENTE IL SENSO DI MARCIA !! Cioè chi percorreva l’autostrada sulla carreggiata di destra la percorre ora, nello stesso senso in cui procedeva prima, sulla carreggiata di sinistra e chi la percorreva sulla carreggiata di sinistra la percorre ora, nello stesso senso in cui procedeva prima, sulla carreggiata di destra. COME ?? SOLUZIONE :

4 NUOVA SOLUZIONE SITUAZIONE ATTUALE

5 VARIANTE GUARD RAIL

6 1 Le corsie di emergenza, si troveranno al centro dell’autostrada, con possibilità dei soccorritori e degli addetti alla manutenzione di passare da una carreggiata all’altra con estrema sicurezza. Invertendo in questo modo i due sensi di marcia ci troviamo in questa situazione: 2 La corsia per veicoli lenti verrà subito dopo. 3 Le corsie di sorpasso e quindi di maggior velocità saranno poste ai limiti estremi delle due carreggiate. 4 Sarà molto più difficile per le vetture che procedono nella corsia di sorpasso effettuare il salto di corsia in caso di perdita di controllo, poiché dovranno superare la corsia di sorpasso,quella a bassa velocità, e quella di emergenza, mentre può essere più probabile che si dirigano negli spazi delle scarpate laterali.

7 SITUAZIONE VARIATA GUARD RAIL

8 1 Le aree di servizio, quelle di sosta, le rampe di accesso e di uscita saranno poste sempre al centro, per cui le due carreggiate in corrispondenza di esse si allontaneranno ulteriormente e così le corsie di sorpasso, aumentando quindi la sicurezza della guida. 2 Sarà impossibile essere abbagliati in fase di sorpasso. 3 Le colonnine di soccorso saranno pure esse al centro, così come tutti i servizi, per cui sarà più facile e sicuro accedervi da entrambi i lati e si dimezzeranno i costi di installazione e costruzione dimezzandosi il loro numero. 4 In caso di emergenza per le forze di polizia e di soccorso sarà possibile, senza pericolo passare da una carreggiata all’ altra.Inoltre non necessiteranno più i sottopassaggi di collegamento tra le aree di servizio opposte.

9 5 I mezzi di manutenzione avranno a disposizione lo spazio delle due corsie di emergenza per effettuare i lavori, senza intralciare il traffico normale, e transitare nelle due direzioni con facile scambio di materiale. 6Inoltre essendo il guardrail centrale raggiungibile dai mezzi operativi di manutenzione senza interrompere il flusso del traffico, poiché circolanti sulle corsie di emergenza,è possibile installare sullo stesso per tutta la lunghezza dell’autostrada dei pali di sostegno di pannelli fotovoltaici,come una pensilina, ad altezza tale da non costituire intralcio per eventuali mezzi pesanti che vi dovessero sostare. In questo modo probabilmente la produzione di energia elettrica renderebbe l’autostrada stessa energeticamete autonoma.

10 ORA IN FUTURO

11 ORA: abbagliati dai mezzi in sorpasso IN FUTURO: non abbagliati

12 PIAZZOLA DI EMERGENZA GUARD RAIL

13 AREA DI PARCHEGGIO

14 AUTOGRILL

15 AREA DI RIFORNIMENTO GUARD RAIL

16 Le rampe di accesso e di uscita si inseriranno negli spazi delle corsie di emergenza.

17 RAMPE DI ACCESSO

18 Le rampe di uscita si scavalcheranno tra loro prima dell’uscita dal casello, per ritornare alla viabilità normale, come altrettanto faranno quelle di entrata per adeguarsi al percorso autostradale.

19 USCITA GUARD RAIL

20 ENTRATA GUARD RAIL

21 CASELLI UNITI

22 GARDRAIL

23 SDSD ADATTAMENTO DELLA NUOVA SOLUZIONE ALLE AREE DI SERVIZIO ESISTENTI

24 NORDNORD SUDSUD NORDNORD SUDSUD

25 SDSD ALTRA SOLUZIONE

26 Questa soluzione è ideale per nuove autostrade e superstrade, ma si può in modo semplice, con poche varianti, applicarla a quelle esistenti. Grazie per l’attenzione. By Coppola Alberto – Italy 20 –


Scaricare ppt "L’idea iniziale parte dalla constatazione che in autostrada gli incidenti più gravi sono costituiti dalla perdita di controllo del mezzo, di solito dovuta."

Presentazioni simili


Annunci Google