La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Il Soccorso al Paziente TRAUMATIZZATO. Giulia Biagioni

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Il Soccorso al Paziente TRAUMATIZZATO. Giulia Biagioni"— Transcript della presentazione:

1 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Il Soccorso al Paziente TRAUMATIZZATO. Giulia Biagioni

2 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Acquisire conoscenze su come comportarsi in sicurezza in una scena di Trauma Sapere come comportarsi ed essere così d’aiuto al Personale Sanitario Obiettivi didattici

3 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera TRAUMA Una o più lesioni a carico di uno o più distretti corporei che può determinare una compromissione delle funzioni vitali. 1°causa di morte di morte sotto i 40 anni

4 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Distribuzione della Mortalità: I picco  secondi o minuti dall’evento traumatico; lesioni incompatibili con la vita. II picco  entro la prima ora dall’evento traumatico (Golden Hour); lesioni potenzialmente letali che possono essere controllate con un intervento tempestivo e qualificato. III picco  giorni o settimane dall’evento traumatico; complicanze ed evoluzione negativa delle lesioni.

5 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Metodo di Trattamento Valutazione della scena Primary Survey Secondary Survey

6 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Valutazione della Scena Valutazione della SICUREZZA della scena AUTOPROTEZIONE Valutazione delle dinamiche dell’ accaduto, garantire l’accessibilità ai mezzi di soccorso. Verificare il numero delle persone coinvolte stabilendone una priorità (TRIAGE).

7 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Scena Sicura? Valutazione della Scena Valuto il soggetto Chiamo la C.O. 118 sino

8 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Primary Survey Quick look Mantenimento dell’asse testa-collo-tronco A: Airway B: Breathing C: Circulation D: Disability E: Exposure

9 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Quick Look Valutazione generale del soggetto, stabilendone la sua criticità (coscienza, respiro, emorragie). La valutazione viene fatta entrando nel campo visivo e facendo eseguire al soggetto delle semplici manovre. Essenzialmente si riflette in quello che è il TRIAGE.

10 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Airway Controllo la pervietà delle vie aeree disostruzione. Tutto se visibile e in superficie. Mantenere la posizione neutra NON MUOVERE IL SOGGETTO TRAUMATIZZATO non iperestensione della testa ma sublussazione della mandibola*.

11 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Chin Lift Jow Thrust * Evitare anche la sublussazione nel caso di un trauma facciale soprattutto con coinvolgimento del condilo mandibolare

12 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Breathing O: Osservare i movimenti respiratori ( es. simmetrie/asimmetrie, disponico, gasping ) P: Palpare il torace delicatamente (asimmetrie/simmetrie, deformità costali) a: Ascoltare i rumori respiratori (es. auscultazione del torace con stetofonendo soffi, rantoli, ronchi, sibili ) C: Contare la frequenza respiratoria Eupnea (16-20 atti/min.); Bradipnea (tra i atti/min.); Tachipnea (>20 atti/min.). S: Saturimentro per valutare l’ossigenzione del sangue OPaCS

13 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Circulation Ispezione: Emorragie esterne Colore, temperatura, sudorazione della cute. Palpazione: Polso radiale* (Frequenza, Ritmo e Carattere). * In presenza di polso arterioso ho una pressione sistolica di almeno 80 mmHg.

14 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Emorragie Carattere di un’emorragia: Arteriosa Venosa Interna Esterna

15 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Disability Valutazione dello stato di coscienza del soggetto. A lert: soggetto è vigile e SPONTANEAMENTE interagisce con voi. V erbal: soggetto risponde alle vostre domande. P ain: soggetto che risponde o si muove soltanto con stimolazione dolorosa. U nresponsive: soggetto incosciente e non risponde.

16 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera La valutazione dello stato di coscienza da parte di un sanitario viene fatta attraverso la Glasgow Coma Scale (GCS), viene attribuito al pz. un punteggio da 3 a 15 in base alle seguenti domande:

17 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Exposure Questa fase è una rivalutazione completa del soggetto, DALLA TESTA AI PIEDI, alla ricerca di eventuali altre lesioni che non abbiamo avuto modo di constatare nelle precedenti fasi. Spoglio il soggetto Ricoprire il soggetto con una coperta o telino termico (a uovo di pasqua); cercare di coprire la testa!

18 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera SAMPLE S: Segni/Sintomi A: Allergie M: Medicinali P: Past illness L: Last Meal E: Evento, dinamica

19 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Rivalutazione della scena, dinamiche dell’evento Comunicazione alla C.O. 118 Trasporto Secondary Survey

20 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Domande?

21 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Tactical Combact Casual Care (TCCC) Care Under Fire Tactical Field Care Casualty Evacuation Care

22 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Care Under Fire Primo soccorso nel più breve tempo possibile, sotto il fuoco nemico. 1.Valutazione della ferita che rapidamente porta a morte (60% emorragie*) 1.Trasporto del soggetto in zona riparata NON BARELLE TRATTAMENTO EMORRAGIA/E; utilizzo un tourniquet (CAT) *Butler FK, Hangman J, Butler EG, Tactical Combact Casualty Care in Special Operations. Milt Med 1996

23 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Tactical Field Care 1.A B C D E del Primary Survey 2.Gestione del dolore e profilassi antibiotica Cure date dal medico al riparo dal fuoco nemico.

24 Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Casualty Evacuation Care Trasporto del ferito con un mezzo medicalizzato (quando possibile); continuo monitoraggio dei parametri del soggetto ferito.


Scaricare ppt "Il soccorso nelle grandi emergenze in area ospedaliera Il Soccorso al Paziente TRAUMATIZZATO. Giulia Biagioni"

Presentazioni simili


Annunci Google