La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TRIAGE Dipartimento Clinico Veterinario Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Prof. Marco Pietra Corso di aggiornamento PRIMO SOCCORSO VETERINARIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TRIAGE Dipartimento Clinico Veterinario Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Prof. Marco Pietra Corso di aggiornamento PRIMO SOCCORSO VETERINARIO."— Transcript della presentazione:

1 TRIAGE Dipartimento Clinico Veterinario Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Prof. Marco Pietra Corso di aggiornamento PRIMO SOCCORSO VETERINARIO AD ANIMALI INCIDENTATI 16 gennaio 2008 Aula Borgatti - Università degli Studi di Bologna – Facoltà di Medicina Veterinaria Via Tolara di Sopra, 50 - Ozzano Emilia Bologna

2 Campagna di russia Scelta in fx della gravità n.b. si curavano prima i malati meno gravi Triage (classificazione)

3

4 Approccio ai traumi Sicurezza Riconoscere il più grave Cautela negli spostamenti Possibilità di aggravare la situazione Presenza di più pazienti (?) Dinamica dellevento

5 SICUREZZA DEL PAZIENTE SICUREZZA DEL SOCCORRITORE SICUREZZA SULLA SCENA DELLEVENTO Ricerca di pericoli: - per sé stessi - per il paziente - per gli altri

6 Scena dellevento Tossici ambientali Rischio di incendio, scoppio Rischio di folgorazione Rischio legato a macchine ingranaggi Sicurezza

7 Lapproccio al paziente infortunato deve avvenire solo dopo che la scena è stata messa in sicurezza Pericolo di crollo Ambienti e condizioni sfavorevoli Traffico stradale

8 Sicurezza dei soccorritori Controlla le condizioni di sicurezza PRIMA di intervenire Controlla le condizioni di sicurezza PRIMA di intervenire In presenza di tossici ambientali, NON AGIRE SOLO In presenza di tossici ambientali, NON AGIRE SOLO Verifica VIE DI FUGA ed USCITE DI SICUREZZA Verifica VIE DI FUGA ed USCITE DI SICUREZZA Usa PROTEZIONI PERSONALI: Usa PROTEZIONI PERSONALI: guanti, gabbia, bastone accalappiacani guanti, gabbia, bastone accalappiacani Sicurezza

9

10 Bologna, 16 Gennaio 2008 Sicurezza tipo di materia

11 Sicurezza del paziente NON assumere comportamenti e NON compiere gesti che possano compromettere la sicurezza del paziente o aggravarne le condizioni !! Muovi il paziente SOLO se necessario =Muovi il paziente SOLO se necessario = = GRAVE, IMMINENTE E NON EVITABILE PERICOLO!! = GRAVE, IMMINENTE E NON EVITABILE PERICOLO!! PROTEGGILO da: fuoco, fumi, acqua…PROTEGGILO da: fuoco, fumi, acqua… INTERROMPI elettricità/gas, SPEGNI motore dellauto/INTERROMPI elettricità/gas, SPEGNI motore dellauto/ moto… moto… Sicurezza

12 Cosa NON fare ? NON fare NULLA di cui non sei CERTO ! NON spostare il paziente senza adeguata immobilizzazione del collo NON estrarre a forza il paziente se incastrato nelle lamiere NON estrarre a forza il paziente se incastrato nelle lamiere Bologna, 16 Gennaio 2008

13 PAZIENTE COMUNQUE GRAVE Forza traumatica elevata? Bologna, 16 Gennaio 2008

14 Caduta dallalto > 3 m (differenza cane – gatto) Altri pazienti deceduti nello stesso evento Bologna, 16 Gennaio 2008 Dinamica

15 Il meccanismo della lesione ha provocato lesioni di organi vitali? Bologna, 16 Gennaio 2008

16 Meccanismo della lesione Dinamica dellevento IDENTIFICAZIONE TRAUMI MAGGIORI Caduta da oltre 3 m Schiacciamento testa, torace, addome Altri animali deceduti Ferite penetranti testa, collo, torace, addome, radice degli arti Animali proiettati a distanzaAmputazione Riduzione dellabitacolo Ustioni 2^-3^ grado o > 30% superficie corporea Frattura di 2 ossa lunghe

17 Bologna, 16 Gennaio 2008 Paziente

18 Valutazione del pz traumatizzato Osserva: La scena Se il paziente si muove Se il paziente respira Se ci sono lesioni Se cè sangue Ascolta: Se il paziente si lamenta Rumori respiratori Valuta: Pervietà vie aeree RespiroPolsoCoscienza Bologna, 16 Gennaio 2008

19 Paziente

20 Paziente che: Non è cosciente Non è cosciente Non respira Non respira Non ha polso Non ha polso Basic Life Support Apertura vie aeree senza muovere la testa Respiro Circolo Bologna, 16 Gennaio 2008

21 Paziente

22

23 Come ? Sarebbe bene agire in due Sarebbe bene agire in due NON iperestendere il capo NON iperestendere il capo Evita il ciondolamento della testa Evita il ciondolamento della testa Apri la bocca se ci riesci e asporta manualmente materiale presente nel cavo orale Apri la bocca se ci riesci e asporta manualmente materiale presente nel cavo orale Bologna, 16 Gennaio 2008

24 Paziente

25 Bologna, 16 Gennaio 2008 Paziente n.b. differente morfotipo !!!

26 Bologna, 16 Gennaio 2008 Paziente

27 Garantire ossigenazione e ventilazione adeguate Compito del soccorritore professionista !! Breathing IMPORTANTE !! Il primo fondamentale provvedimento terapeutico da attuare in un paziente traumatizzato che respira è la somministrazione di ossigeno ad elevato flusso

28 In incidenti automobilistici nel 39% dei cani con fratture si notano anche lesioni al torace Spackman, 1984 Paziente

29

30

31

32 Il gatto non è un piccolo cane Respirazione a bocca aperta warning !!!! Bologna, 16 Gennaio 2008 Paziente

33 Bologna, 16 Gennaio 2008 Paziente

34 Bologna, 16 Gennaio 2008 Paziente

35

36

37 (Coscienza e invalidità) Bologna, 16 Gennaio 2008 Paziente

38 Bologna, 16 Gennaio 2008 Paziente

39 Bologna, 16 Gennaio 2008 Paziente

40 Bologna, 16 Gennaio 2008 Paziente

41 Normali Midriasi Anisocoria Miosi Esame pupille Bologna, 16 Gennaio 2008

42 Paziente

43 START: Simple Triage and Rapid Treatment Triage (+ di uno)

44

45 Triage a 4 colori 5 con il nero! - codice rosso: molto critico, priorità massima pazienti con compromissione delle funzioni vitali, accesso immediato alle cure; – codice giallo: mediamente critico, priorità intermedia; – codice verde: poco critico, priorità bassa, prestazioni differibili; – codice bianco: non critico, pazienti non urgenti Bologna, 16 Gennaio 2008

46 Trauma maggiore (toracico con dispnea / spinali / amputazione / politrauma) Ustioni Crisi convulsive Dispnea lieve/moderata Vomito/diarrea con disidratazione ematemesi, melena Alterazione della coscienza

47 Vomito/diarrea senza disidratazione Traumi minori ???? Bologna, 16 Gennaio 2008

48 Classificare il paziente (rosso/giallo/verde/blu) Inserire colletto cervicale (se necessario) Arrestare emorragia Intubare Inserire via accesso e.v. Stabilizzare il paziente Inviare ODV a.s.a.p. Bologna, 16 Gennaio 2008 Paziente

49


Scaricare ppt "TRIAGE Dipartimento Clinico Veterinario Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Prof. Marco Pietra Corso di aggiornamento PRIMO SOCCORSO VETERINARIO."

Presentazioni simili


Annunci Google