La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing Il Poggio 58036 Sassofortino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing Il Poggio 58036 Sassofortino."— Transcript della presentazione:

1 MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing Il Poggio Sassofortino (GR) tel. & fax mobile COSA HO INVENTATO n° 34 Matrice per la successione generazionale Prima edizione il

2 COSA HO INVENTATO Nella diapositiva che segue uno dei 34 modelli che ho “ideato” o migliorato fino a oggi. Riguardano le aree di mia competenza professionale: strategia, decisioni, organizzazione, gruppi di lavoro, comunicazione, marketing, vendite, innovazione. Penso vi siano strumenti utili nella vita e nel lavoro; quelli di cui sono più scioccamente fiero sono (in ordine cronologico): il metodo di soluzione dei problemi, la formula per la determinazione delle priorità e la piramide dell’automiglioramento. Confido che vi troverai qualcosa di stimolante. Per contatti: Marco Galleri aprile MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing.

3 Cosa ho inventato 3Marco Galleri 26 maggio modelli ideati e migliorati con cronologia inversa. Aggiornamento del 1 marzo 2014 titolomigliorato dapubblicato sudataarea 1area 2 MATRICE PER LA SUCCESSIONE GENERAZIONALEideatowww.marcogalleri.it2014strategiaorganizzazione GIOCO DEI PREGI E DEI DIFETTIAnonimowww.marcogalleri.it2013organizzazioneinnovazione LE CINQUE DIMENSIONI DEL SAPEREBoniardiwww.marcogalleri.it2013strategiaorganizzazione MODELLO DI FIIDUCIA DEL LAVOROEuropean Labour Trustwww.marcogalleri.it2013organizzazionedecisioni CLASSIFICAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIAAuditelwww.marcogalleri.it2013strategiadecisioni LE CINQUE FASI DEL MERCATOMoracewww.marcogalleri.it2013strategiamarketing SPIRALE DELL'IMMAGINE AZIENDALEVon Mitschke-Collandewww.marcogalleri.it2013marketingstrategia LA PIRAMIDE DELL’AUTOMIGLIORAMENTOideatowww.marcogalleri.it2012strategialeadership DAI VALORI ALLA PRASSI PER VIA DELL’UTOPIA/ECCELLENZAideatowww.marcogalleri.it2012strategiadecisioni LA PIRAMIDE DELL’INNOVAZIONEideatowww.marcogalleri.it2012strategiadecisioni AFFRONTARE LE DIFFICOLTA' DEL CAMBIAMENTO ORGANIZZATIVOKubler, Rosswww.marcogalleri.it2012organizzazionegestione PROCEDURA PER GUADAGNARE TEMPOAllen, Galleriwww.marcogalleri.it2012organizzazionegestione APPRENDIMENTO APPROFONDITOdiversiwww.marcogalleri.it2012comunicazionedidattica L’IDENTITA’ D’IMPRESAMelewar e Storriewww.marcogalleri.it2011strategiaorganizzazione ATTEGGIAMENTI NELLE RELAZIONI UMANEideatowww.marcogalleri.it2011organizzazionegestione TIPI DI CLIENTI E TECNICHE DI VENDITABlake e Moutonwww.marcogalleri.it2011marketingnegoziazione CONFRONTO TRA I MODELLI CIPPOLA, TURNER E GALLERICipolla, Turnerwww.marcogalleri.it2010strategiacontrollo VANTAGGI COMPARATI DELLE OPZIONI STRATEGICHE CLASSICHEdiversiwww.marcogalleri.it2009strategiadecisioni SICUREZZA VERSUS ACCRESCIMENTOMaslowwww.marcogalleri.it2009organizzazionegestione GLI IMBUTI DELLA CONOSCENZA E DELLE EMOZIONIideatola prima cassetta degli attrezzi2008strategiadecisioni VINCOLI CHE INFLUENZANO IL PROCESSO RAZIONALEdiversila prima cassetta degli attrezzi2008strategiadecisioni LO SPIEDO DEL DECISOREideatola prima cassetta degli attrezzi2008strategiadecisioni PROCEDURA PER CREARE UN GRUPPO DI LAVORO SULL’INNOVAZIONEideatola prima cassetta degli attrezzi2008strategiaorganizzazione QUATTRO MODELLI GESTIONALIdiversila prima cassetta degli attrezzi2008organizzazionegestione INTERVISTE SELETTIVA ED ANALITICAideatocome selezionare un venditore di successo2007organizzazionegestione TEST DI VALUTAZIONE DEL PERSONALEdiversicome selezionare un venditore di successo2007organizzazionegestione CORNICI TEMPORALI DI PROBLEMA, PREVISIONE E DECISIONEFontanail tempo per le decisioni importanti2006organizzazionegestione DUE FORMULE PER LA DETERMINAZIONE DELLE PRIORITA’ideatoil tempo per le decisioni importanti2006organizzazionedecisioni STRATEGIA VERSUS ETICAdiversitecniche per le decisioni importanti2005strategiadecisioni METODO DI SOLUZIONE DEI PROBLEMI COMPLESSIdiversitecniche per le decisioni importanti2005strategiadecisioni DOCIMOLOGIA DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONEideatotecniche per le decisioni importanti2005organizzazionecontrollo LA REGOLA AUREA DELLA PIANIFICAZIONEdiversitecniche per le decisioni importanti2005organizzazionegestione ANALISI DELLA CONCORRENZA PER OCCUPATIideatotecniche per le decisioni importanti2005marketinggestione MODULISTICA PER RICERCHE DI MERCATOdiversitecniche per le decisioni importanti2005marketinggestione IL CUBO DELLA QUALITA’ ORGANIZZATIVAideatowww.marcogalleri.it2003organizzazionestrategia MODELLO STILI GESTIONE TRATTATIVEWiley,Thomas,Morganwww.marcogalleri.it2003marketingnegoziazione MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing.

4 Propongo un modello che ho ideato per un caso specifico ma che si può generalizzare e rendere più elastico. Le principali alternative sono infatti “irrigidite” nella matrice a doppio ingresso, che considera queste variabili: Possesso o meno delle quote societarie (SI o NO) Attività diretta in azienda a tempo pieno (SI o NO) Attività in azienda part time (SI & NO), con monte orario da determinare. In genere: chi detiene delle quote ha diritto a dei dividendi annuali mentre un reddito fisso e/o variabile è in proporzione al tempo dedicato e al ruolo ricoperto in Azienda. DESCRIZIONE DEL MODELLO 4 MARCO GALLERI Teoria e Pratica d’Azienda.

5 MATRICE PER LA SUCCESSIONE GENERAZIONALE 5 MARCO GALLERI Teoria e Pratica d’Azienda. SINOSI & NO SI è in cda e ha responsabilità direttiva è in cda senza incarichi operativi è in cda e controlla il responsabile NO non è in cda collabora come esterno non è in cda si occupa d'altro non è in cda ha incarico generico LAVORA IN AZIENDA? HA QUOTE? Presa consapevolezza dell’istantanea dell’azienda lo schema suggerisce le soluzioni razionali che, spesso, contrastano con quelle emotive. Esempio di rigidità: ho posto il vincolo che chi ha quote stia in cda, ma è ben possibile che no.

6 Quale che sia la decisione di ognuno va sempre previsto un percorso. 1. Per chi resta proprietario in azienda si tratta di migliorare le proprie competenze operative. 2. Se part time: di valutare il livello di controllo e di impegno che intende mantenere (quante ore all’anno?). 3. Per chi resta in azienda avendo venduto le proprie quote si tratta di definire l’inquadramento, diretto (dipendente) o indiretto (consulente). 4. Per chi non lavora in azienda – o in prospettiva non lavorerà - si tratta di cercare un’altra occupazione gradita. Anche in questo caso va previsto un piano e un percorso. Nei primi due casi è molto importante la formazione sulle tecniche di delega e controllo, la cui urgenza è in relazione all’orizzonte temporale (breve, medio, lungo). PERCORSI POSSIBILI 6 MARCO GALLERI Teoria e Pratica d’Azienda.

7 7Marco Galleri 26 maggio 2012 MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing. Mappa logica dei modelli che ho migliorato o ideato

8 ANALISI STRATEGICHE PIANI D’AFFARI E OPERATIVI SOLUZIONI ORGANIZZATIVE SELEZIONE E GESTIONE DEI COLLABORATORI SUCCESSIONE GENERAZIONALE RICERCHE DI MERCATO COSTRUZIONE DELL’IMMAGINE CORSI PER IMPRENDITORI MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing Il Poggio Sassofortino (GR) tel. & fax mobile Grazie per l’attenzione 8


Scaricare ppt "MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing Il Poggio 58036 Sassofortino."

Presentazioni simili


Annunci Google