La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Malawi Capitale Lilongwe Popolazione 15,9 milioni di abitanti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Malawi Capitale Lilongwe Popolazione 15,9 milioni di abitanti."— Transcript della presentazione:

1 Malawi Capitale Lilongwe Popolazione 15,9 milioni di abitanti

2 Rural poverty in Malawi
Il Malawi è uno dei paesi più poveri del mondo, secondo l'Indice di Sviluppo Umano si posiziona al 160 posto su 182 paesi   Il progresso verso il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio è stato limitato. Secondo il Rapporto sullo Sviluppo Umano del Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (2009): -circa il 74 per cento della popolazione vive con un reddito pro-capite di 1,25 dollari al giorno La proporzione di poveri e ultra-poveri è più alta nelle aree rurali delle regioni meridionali e settentrionali del paese.   Source IFAD

3 Indice di sviluppo umano
 Attraverso l'Indice di sviluppo umano, di tener conto di differenti fattori, oltre al PIL procapite, che non potevano essere detenuti in modo massiccio da un singolo individuo, come l'alfabetizzazione e la speranza di vita.

4 Rural poverty in Malawi
L'accesso a beni, servizi e opportunità economiche è profondamente disuguale tra la popolazione. Le famiglie più numerose hanno maggiori probabilità di essere poveri, in particolare quelle con molti figli. L'accesso all'istruzione, una delle principali cause della ricchezza relativa, è fortemente iniqua. Quasi il 30 per cento dei bambini poveri non ha nemmeno iniziato la scuola primaria, che è gratuita in Malawi. L'istruzione secondaria e superiore è in gran parte limitata alle famiglie ricche, principalmente a causa delle tasse di iscrizione abbastanza elevate. L'accesso limitato ai mercati e ai servizi è un altro vincolo. Source IFAD

5 Rural poverty in Malawi
I poveri delle aree rurali tendono a vivere in zone remote con poche strade e mezzi di trasporto, ciò limita le loro opportunità economiche. L'accesso ai servizi finanziari è fortemente limitato, soprattutto per i piccoli agricoltori. Solo il 12 per cento delle famiglie ha accesso al credito. I poveri delle aree rurali del Malawi non sono in grado di diversificare attività al di fuori del settore agricolo e tendono a rimanere sottoccupati per una parte dell'anno. Più di un terzo delle famiglie rurali ha un sostentamento solo da agricoltura o pesca. Un ulteriore 25 per cento combina il lavoro nella fattoria con altri lavori, in gran parte nel settore agricolo. Altre fonti di reddito tendono ad essere limitate al lavoro agricolo mal pagato. Le poche opportunità economiche combinate con la marcata stagionalità dell'agricoltura portano a carenze di manodopera durante le fasi critiche della stagione agricola, con sottoccupazione per il resto dell'anno. Source IFAD

6 Rural poverty in Malawi
I cattivi raccolti dovuto al cambiamento climatico e conseguenti aumenti del prezzo del cibo impediscono alle popolazioni rurali di sfuggire alla povertà. Malattie o infortuni sono molto comuni, come le morti di membri della famiglia, dovute all’epidemia di HIV / AIDS, che ha interessato circa l’11,9 per cento della popolazione. Queste situazioni spesso costringono le famiglie a vendere i beni e gli attrezzi, compromettendo in tal modo la loro capacità di impegnarsi in attività produttive. Come risultato, le famiglie povere devono adottare costose strategie come la vendita di beni, il ritiro dei bambini da scuola e riducendo il consumo di cibo. Source IFAD

7 Rural poverty in Malawi
L'agricoltura è il settore più importante dell'economia ed occupa circa l'80 per cento della forza lavoro. Più del 90 per cento della popolazione rurale è costituito da piccoli agricoltori con possesso della terra. Coltivano piccoli e frammentati terreni (circa 2,4 milioni di ettari), con basse rese , e le colture sono principalmente orientate alla sussistenza. La dimensione media della proprietà terriera è scesa da 1,5 ettari nel 1968 a circa 0,8 ettari di oggi.   Oltre l'80 per cento dei terreni sono coltivati a mais. Source IFAD

8 Rural poverty in Malawi
I terreni sono principalmente in locazione e le colture principali sono mais, tabacco, tè, zucchero e caffè. Il tabacco rappresenta oltre il 50 per cento dei proventi delle esportazioni, seguito da tè e zucchero. Il Malawi è in grado di produrre circa 3 milioni di tonnellate di mais, che è al di sopra del livello di autosufficienza di 2,3 milioni di tonnellate. Tuttavia, nelle cattive stagioni (dal punto di vista meteorologico) si manifestano nel Paese diffuse carenze alimentari . Molte famiglie con piccoli appezzamenti soffrono di insicurezza alimentare cronica e di malnutrizione. Source IFAD

9 Rural poverty in Malawi
Nonostante la disponibilità di migliori tecnologie, la produttività della maggior parte delle colture non è migliorata dal 1970, soprattutto a causa del calo della fertilità del suolo. L'uso di varietà migliorate, insieme a fertilizzanti e tecniche di irrigazione potrebbe migliorare notevolmente le rese della produzione agricola .   Le perdite post-raccolto sono stimate in circa il 40 per cento della produzione. La proprietà del bestiame è molto bassa per gli standard regionali. Il consumo pro capite di carne e proteine ​​animali sono molti bassi, e ciò contribuisce alla cattiva alimentazione dei bambini. Source IFAD

10 Number and percentage of undernourished persons in the world
La percentuale di persone che vivono in estrema povertà è stato dimezzato a livello globale. Nei Paesi in via di sviluppo, la percentuale di persone che vivono con meno di 1,25 dollari al giorno è scesa dal 47 per cento nel 1990 al 22 per cento nel 2010. Nonostante questo notevole successo a livello globale, 1,2 miliardi di persone vivono ancora in condizioni di estrema povertà. In Africa sub-sahariana, quasi la metà della popolazione vive con meno di 1,25 dollari al giorno. L’Africa sub-sahariana è la sola regione che ha visto il numero di persone che vivono in condizioni di estrema povertà salire costantemente, da 290 milioni nel 1990 a 414 milioni nel 2010 , che rappresentano più di un terzo di persone nel mondo che sono indigenti.

11 Nel settembre 2000, con l'approvazione unanime della Dichiarazione del Millennio, 191 Capi di Stato e di Governo hanno sottoscritto un patto globale di impegno congiunto tra Paesi ricchi e Paesi poveri. Dalla Dichiarazione del Millennio delle Nazioni Unite sono nati otto obiettivi (MDG) che costituiscono un patto a livello planetario fra Paesi ricchi e Paesi poveri, fondato sul reciproco impegno a fare ciò che è necessario per costruire un mondo più sicuro, più prospero e più equo per tutti. Si tratta di otto obiettivi cruciali da raggiungere entro il 2015. Goal 1 Eradicate extreme poverty and hunger Halve, between 1990 and 2015, the proportion of people whose income is less than $1 a day. Halve, between 1990 and 2015, the proportion of people who suffer from hunger. Goal 2 Achieve universal primary education Ensure that, by 2015, children everywhere, boys and girls alike, will be able to complete a full course of primary schooling.

12 La situazione attuale di Internet. Il digital divide

13

14 Number and percentage of undernourished persons in the world
1015 million (19%) 957 million (15%) 878 million (13%) 842 million (12%) Malawi Total Population 15.9 Million FAO data Number of undernourished persons 3.2 million Prevalence of Undernourishment 20.0 % Malawi from % in to % in 2013

15 Economic indicators La crescita del PIL in Africa nel 2010 è stato intorno al 4% per cento per il Botswana, Congo, Etiopia, Malawi, Mozambico, Niger, Nigeria, Ruanda, Tanzania, Zambia e Zimbabwe. Al contrario, è stata molto bassa - meno del 3 per cento - per altri paesi, come l'Angola, Benin, Burundi, Costa d'Avorio, Eritrea, Guinea, Lesotho, Madagascar, Sud Africa e Swaziland. I tassi di povertà sono molto alti nei seguenti paesi, in ordine di importanza: Repubblica Democratica del Congo, Liberia, Burundi, Madagascar, Malawi, Zambia, Nigeria, Tanzania, Ruanda e Repubblica Centrafricana. nel 2012 in Malawi Crescita annuale della popolazione del 3,1 % all’anno Inflazione del 21,3% Speranza di vita 52,7 anni The unemployment rate in Africa is very high (over 18 percent) in Ethiopia, Lesotho, Namibia and South Africa. It varies from 10 percent to 18 percent in Algeria, Botswana, Senegal and Zambia and from 6 percent to 10 percent in Egypt, Malawi and Mali. However, the unemployment rate is low – between 4 percent and 6 percent – in Tanzania, Uganda and Zimbabwe, and very low – less than 4 percent – in Benin, Liberia, Burkina. Democratic Republic of the Congo, Gabon, Gambia,Mozambique and Rwanda, which have the highest rates. female share of the agricultural labour force ranges from 45 ercent to 55 percent in Cameroon, Chad, Kenya, Madagascar,Malawi, Tanzania, Togo, Zambia and Zimbabwe. It ranges between 5 percent and 45 percent in six countries: Botswana, Ethiopia, Lesotho, Mali, Morocco and Nigeria. Faso, Cameroon, Ghana, Niger, and Madagascar. (Map 7) Sources:FAOSTAT   FishSTAT   Aquastat   World Bank   IFAD  and

16 Agricultural production and urbanization
La crescita della produzione agricola nel 2010 in Africa è stata attribuita a Paesi quali Burkina Faso, Camerun, Egitto, Etiopia, Kenya, Malawi, Niger, Nigeria, Ruanda, Tanzania e Uganda, le cui produzioni sono state di oltre tonnellate. Angola, Benin, Ghana, Malawi, Mali, Mozambico, Namibia, Niger e Zambia sono paesi in cui la produzione agricola ha registrato forti tassi di crescita - oltre il 4,5 per cento nel periodo Il tasso di crescita annuo di urbanizzazione è piuttosto elevata (oltre il 5 per cento) in alcuni paesi africani, tra cui Angola, Burkina Faso, Burundi, Eritrea, Malawi e Ruanda. I Paesi che nel 2010 avevano più del 15 per cento di aree naturali protette sono Benin, Botswana, Repubblica Centrafricana, Congo, Etiopia, Gabon, Guinea Bissau, Malawi, Mozambico, Senegal, Tanzania, Zambia e Zimbabwe. However, other countries had only a very few protected natural areas (less than 3 percent of the total area). These include Gambia, Lesotho, Libya, Mali, Mauritania, Morocco, Sierra Leone, Somalia and Tunisia. The share of organic agriculture area in the total area was more than 0.3 percent for Egypt, Guinea Bissau, Sierra Leone, Sudan, Uganda and Tunisia. It represented between 0.08 percent and 0.3 percent in Benin, Burkina Faso, Côte d’Ivoire, Rwanda and Tanzania, and it was even smaller (less than 0.02 ha) in Burundi, Kenya, Lesotho and Malawi.

17 Child mortality and malaria
I bambini piccoli hanno più probabilità di soccombere alla malattia: nel 2010, sono stati registrati circa 219 milioni di casi di malaria in tutto il mondo che poi hanno portato ad morti; oltre l'80 per cento di loro erano bambini sotto i cinque anni. Nella Repubblica Democratica del Congo e in Nigeria sono stati registrati il 40 per cento dei decessi per malaria (di tutto il mondo).   La malaria continua ad essere una malattia legata alla povertà. All'interno dei paesi, la prevalenza di infezioni di malaria nei bambini sotto i cinque anni è più alta fra i poveri e coloro che vivono nelle zone rurali.   Etiopia, Madagascar, Malawi, Niger e il Ruanda in Africa sub-sahariana hanno visto la riduzione della malattia del 60 per cento. The following list ranks countries and areas in descending order of their estimated 2011 under-five mortality rate (U5MR), a critical indicator of the well-being of children. Countries and areas are listed alphabetically in the table. Countries and areas Value Rank Malawi 83 bambini morti su 1000 occupa il 31 posto, Sierra Leone posto, Somalia 180 2, Mali 176 3, Chad 169 4

18 Education. Universal primary education

19 Education. Universal primary education
Tra il 2000 e il 2011, il numero di bambini fuori dalla scuola è diminuito di quasi la metà, da 102 milioni a 57 milioni. A troppi bambini è ancora negato il diritto all'istruzione di base. Più della metà di questi bambini vivono nell'Africa sub –sahariana A livello globale, 123 milioni di giovani ( di età compresa tra i 15 ei 24 ) mancano di competenze di base e sono incapaci di leggere e scrivere. Il 61 per cento di loro sono giovani donne. Nell'Africa sub - sahariana , gli adolescenti fuori dalla scuola tra il 1999 e il 2011 è rimasto invariato a 22 milioni. Il numero di adulti analfabeti rimane ostinatamente elevato e tocca i 774 milioni, si prevede che nel 2015 il 26 % degli analfabeti adulti vivranno in Africa sub- sahariana (Identico per il Malawi)

20 Education. Universal primary education
L'Africa sub-sahariana è la regione che è più in ritardo con il 22 % dei bambini che non andavano a scuola nel 2011. Con una media di 43 alunni per ogni insegnante , l'Africa ha il peggior rapporto studenti/docenti nel mondo In Malawi , ci sono in media 130 bambini per classe in prima elementare , rispetto ai 64 dell’ultimo anno. Nell'Africa sub-sahariana, la percentuale di coloro che iniziano la scuola e riescono a raggiungere l' ultimo anno è peggiorata ed è passata dal 58% nel 1999 al 56 % nel 2010;

21 La violenza di genere nelle scuole è una delle principali barriera per la qualità e l'uguaglianza nell'istruzione . Un’indagine svolta in Malawi ha rilevato che circa un quinto dei docenti ha dichiarato di essere a conoscenza di insegnanti che costringono o forzano le ragazze ad avere rapporti sessuali. In Malawi , Uganda e Zambia , meno del 10 % delle povere ragazze rurali ha acquisito competenze di base. La percentuale di donne tra i 15 e i 24 anni che in Malawi nel 2010 aveva completato la scuola secondaria inferiore era del 42 %. Gli aiuti all'istruzione di base, tra il 2010 e il 2011, in Malawi, sono quasi dimezzati in gran parte a causa di un impasse politica tra i donatori e il governo. In Malawi , gli aiuti rappresentavano Il 23 % della spesa totale per l'istruzione nel 2010/11 .

22 Education. Universal primary education
In Malawi , dove l'85 % della popolazione vive in zone rurali , circa la metà dei bambini che iniziano la scuola primaria è stato bocciato, Il programma di formazione “Una seconda chance” ha ottenuto un notevole successo . Il programma, indirizzato a coloro che vivono in zone rurali e che non sono mai stati a scuola o hanno abbandonato gli studi, ha permesso ad oltre la metà dei discenti di ritornare in scuola primaria e completare il corso. I partecipanti hanno inoltre ottenuto risultati migliori di quelli che hanno intrapreso il percorso formale . Un altro programma chiamato “Short pre-school “ è stato introdotto in Malawi per aiutare i bambini a compiere la transizione da casa e dai centri per l'infanzia alla scuola primaria . Nei primi due mesi di scuola elementare ci si concentra sulle competenze di base che i bambini devono acquisire, come le competenze linguistiche di base , i concetti di numero , tempo e spazio , e capacità di lavorare in gruppo.

23 Education. Gender parity
I programmi che hanno per oggetto l’acquisizione delle competenze di base (life skills) sono offerti all'interno o al di fuori dell'istruzione formale, i ragazzi e le ragazze hanno esigenze e vulnerabilità diverse. Gruppi di genere con un insegnante o facilitatore dello stesso sesso, favoriscono una comunicazione più aperta su questioni delicate . Ad esempio , riconoscendo la particolare vulnerabilità delle donne di età compresa tra 15 a19 , l’iniziativa “Sister 2” nel Malawi si rivolge a giovani donne formate da donne più anziane ( "grandi sorelle ") Nel complesso , il programma ha portato ad una maggiore conoscenza nei settori della sessualità , HIV, l'uso del preservativo , rapporto con partner simultanei. Il numero dei paesi che hanno raggiunto la parità di genere è aumentato da 26 a Gli otto paesi che hanno fatto i maggiori progressi in termini di alfabetizzazione delle donne negli ultimi dieci anni sono , in ordine crescente di miglioramento, Arabia Saudita , Nepal , Cambogia, Guinea equatoriale , Malawi , Gambia , Timor - Leste e Ciad. In Malawi nonostante i grandi passi avanti nell’aumento delle iscrizioni e la riduzione del divario di genere in questi ultimi anni , ancora il 34% dei bambini non raggiunge grado 4 . A causa di elevati livelli di abbandono e alla scarsa qualità dell’insegnamento, solo il 5 % della popolazione scolastica ( 3% dei poveri e l’8% dei ricchi) raggiunge il livello minimo di apprendimento .

24 Education. Young and Adult education
Il Malawi ha aumentato il tasso di alfabetizzazione degli adulti che è passato dal 64 % nel 1998 al 75% nel 2010 e dovrebbe raggiungere il 79 % entro il 2015. I giovani con disabilità hanno difficoltà nell’accedere sia all'istruzione e al lavoro . La metà di giovani di età da 15 a 29 con disabilità nel 2010 non aveva mai frequentato una scuola , e il tasso di occupazione era del 28%. Educazione delle bambine e delle ragazze I trasferimenti di denaro (Cash Transfer) alle ragazze adolescenti e alle giovani donne che si iscrivevano a scuola hanno permesso di ridurre il tasso di abbandono scolastico dal 11% al 6 % In alcuni paesi in via di sviluppo , tra cui Botswana, Malawi , Namibia, Swaziland e Zambia , le ragazze incinte sono escluse dalla scuola dopo il parto , per un periodo che va da almeno sei a diciotto mesi . Queste ragazze spesso non sono autorizzate a tornare alla stessa scuola dopo il parto . Lo stigma sociale e l'assenza di sostegno educativo , finanziario e psicologico rendono difficile il ritorno a scuola . Programmi part -time e flessibili progettati a livello locale sono stati particolarmente utile per le giovani donne rurali , che spesso devono conciliare la formazione con altri impegni famigliari e lavorativi. However, other countries had only a very few protected natural areas (less than 3 percent of the total area). These include Gambia, Lesotho, Libya, Mali, Mauritania, Morocco, Sierra Leone, Somalia and Tunisia. The share of organic agriculture area in the total area was more than 0.3 percent for Egypt, Guinea Bissau, Sierra Leone, Sudan, Uganda and Tunisia. It represented between 0.08 percent and 0.3 percent in Benin, Burkina Faso, Côte d’Ivoire, Rwanda and Tanzania, and it was even smaller (less than 0.02 ha) in Burundi, Kenya, Lesotho and Malawi.

25 The Complementary Basic Education programme, A second chance for Malawi’s primary school dropouts.
Il Complementary Basic Education programme è stato lanciato dal governo del Malawi, con il sostegno dei donatori, e propone un approccio particolare per estendere le competenze di base per i giovani tra i 9 e i 17 anni che vivono nelle zone rurali e che hanno abbandonato la scuola primaria. Oltre la metà della popolazione ha meno di 18 anni, e la maggior parte dei giovani sono coinvolti in agricoltura di sussistenza non pagati . I giovani sono particolarmente vulnerabili all'HIV e all'AIDS . Si stima che ci siano nuove infezioni ogni anno , almeno la metà di loro tra i 15 - a 24 anni di età . In questo contesto , il completamento della scuola primaria è una sfida importante . Ci sono stati adolescenti fuori dalla scuola, un gran numero per un piccolo paese . https://tspace.library.utoronto.ca/bitstream/1807/18104/3/Malcolm_Alison_M_200911_MA_thesis.pdf However, other countries had only a very few protected natural areas (less than 3 percent of the total area). These include Gambia, Lesotho, Libya, Mali, Mauritania, Morocco, Sierra Leone, Somalia and Tunisia. The share of organic agriculture area in the total area was more than 0.3 percent for Egypt, Guinea Bissau, Sierra Leone, Sudan, Uganda and Tunisia. It represented between 0.08 percent and 0.3 percent in Benin, Burkina Faso, Côte d’Ivoire, Rwanda and Tanzania, and it was even smaller (less than 0.02 ha) in Burundi, Kenya, Lesotho and Malawi.

26 The Complementary Basic Education programme, A second chance for Malawi’s primary school dropouts.
Il programma pilota The Complementary Basic Education programme è stato lanciato nel 2006 in tre distretti. Nel 2011 il programma è entrato in funzione in altri sei distretti rurali dove erano stati registrati tassi di abbandono molto elevati e ha raggiunto bambini e giovani; entro il 2012 doveva essere implementato a livello nazionale . Il programma ha raggiunto gruppi marginalizzati coinvolgendo molti giovani , più della metà dei quali avevano più di14 anni . Quasi uno su cinque dei partecipanti non era mai andato a scuola . La maggior parte provenivano da famiglie molto povere , la metà degli studenti più anziani erano rimasti orfani. Il programma è attuato da ONG locali , che reclutano e formano facilitatori locali sotto i 35 anni che hanno un diploma di scuola secondaria . Il reclutamento locale offre posti di lavoro e modelli di comportamento per i giovani poveri locali. Il programma ha classi molto più piccole delle scuole primarie formali. I centri di formazione sono all’interno dei villaggi e gestiti dalle comunità . https://tspace.library.utoronto.ca/bitstream/1807/18104/3/Malcolm_Alison_M_200911_MA_thesis.pdf However, other countries had only a very few protected natural areas (less than 3 percent of the total area). These include Gambia, Lesotho, Libya, Mali, Mauritania, Morocco, Sierra Leone, Somalia and Tunisia. The share of organic agriculture area in the total area was more than 0.3 percent for Egypt, Guinea Bissau, Sierra Leone, Sudan, Uganda and Tunisia. It represented between 0.08 percent and 0.3 percent in Benin, Burkina Faso, Côte d’Ivoire, Rwanda and Tanzania, and it was even smaller (less than 0.02 ha) in Burundi, Kenya, Lesotho and Malawi.

27 The Complementary Basic Education programme, A second chance for Malawi’s primary school dropouts.
Il curriculum del Complementary Basic Education programme copre competenze di base , capacità d lettura e calcolo, nonché le competenze più pratiche riguardanti l'agricoltura,l'ambiente e la cittadinanza . La maggior parte degli studenti intervistati hanno dichiarato di voler utilizzare le competenze acquisite per trovare lavoro o creare un'impresa. Il piano originale era quello di utilizzare artigiani locali per fornire una formazione sulle tecniche di sostentamento , come la ceramica, la tessitura , riparare radio. Questa parte del piano non è mai stata messa in opera per mancanza di fondi e per la difficoltà di reperire i materiali necessari ai corsi. However, other countries had only a very few protected natural areas (less than 3 percent of the total area). These include Gambia, Lesotho, Libya, Mali, Mauritania, Morocco, Sierra Leone, Somalia and Tunisia. The share of organic agriculture area in the total area was more than 0.3 percent for Egypt, Guinea Bissau, Sierra Leone, Sudan, Uganda and Tunisia. It represented between 0.08 percent and 0.3 percent in Benin, Burkina Faso, Côte d’Ivoire, Rwanda and Tanzania, and it was even smaller (less than 0.02 ha) in Burundi, Kenya, Lesotho and Malawi.

28 Skills training and Malawi’s National Education Sector Plan
Il Malawi e il Senegal hanno deciso di aumentare la quota delle spese per la formazione professionale. India e Malawi hanno introdotto programmi aventi come obiettivo di aumentare la percentuale di donne in formazione , ma in assenza di strategie per affrontare le molteplici sfide che le giovani donne affrontano nell'accesso alla formazione , non sono riusciti ad ottenere i risultati desiderati . L’obiettivo del Malawi’s National Education Sector Plan è quello di riportare il 90 % dei giovani che hanno lasciato la scuola nel percorso della formazione entro il Il piano garantisce che almeno il 2 % del bilancio dell'istruzione venga speso per questi giovani. In Malawi la quota del bilancio dell'istruzione per l’università è passata da poco meno del 20 % nel 1999 al 26% nel 2011, mentre la quota di istruzione primaria è scesa dal 61 % al 37 % nello stesso periodo, anche se l'istruzione primaria in Malawi ha urgente bisogno di maggiori investimenti per migliorarne la qualità . However, other countries had only a very few protected natural areas (less than 3 percent of the total area). These include Gambia, Lesotho, Libya, Mali, Mauritania, Morocco, Sierra Leone, Somalia and Tunisia. The share of organic agriculture area in the total area was more than 0.3 percent for Egypt, Guinea Bissau, Sierra Leone, Sudan, Uganda and Tunisia. It represented between 0.08 percent and 0.3 percent in Benin, Burkina Faso, Côte d’Ivoire, Rwanda and Tanzania, and it was even smaller (less than 0.02 ha) in Burundi, Kenya, Lesotho and Malawi.

29 Mobile-cellular phone subscription
In Malawi: Internet users % nel 2010 Sottoscrizioni ad un abbonamento per uso del cellulare intorno al 25% nel 2012

30

31 Link utili https://tspace.library.utoronto.ca/bitstream/1807/18104/3/Malcolm_Alison_M_200911_MA_thesis.pdf

32 Grazie


Scaricare ppt "Malawi Capitale Lilongwe Popolazione 15,9 milioni di abitanti."

Presentazioni simili


Annunci Google