La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Reumatologia: Trattamento della febbre Alma Olivieri Dipartimento della Donna del Bambino e di Chirurgia Generale e Specialistica Seconda Università degli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Reumatologia: Trattamento della febbre Alma Olivieri Dipartimento della Donna del Bambino e di Chirurgia Generale e Specialistica Seconda Università degli."— Transcript della presentazione:

1 Reumatologia: Trattamento della febbre Alma Olivieri Dipartimento della Donna del Bambino e di Chirurgia Generale e Specialistica Seconda Università degli Studi di Napoli

2 Malattie infettive Malattie infiammatorie Sindromi autoinfiammatorie Neoplasie Malattie virali, batteriche parassitarie, infezioni vie aeree, vie urinarie AIG sistemica Malattia di Behçet Lupus Eritematoso Sistemico Malattia di Kawasaki FMF Sindrome da iper-IgD TRAPS Criopirinopatie Sindrome PFAPA Linfomi Neuroblastoma Leucemie Seashore et al. Fever of unknow origin in children; Pediatrics Ann % La Febbre in Reumatologia :FUO RASH ARTRITE FEBBRE

3 La febbre in Reumatologia Pediatrica Antipiretici raccomandati : dose terapeutica dose tossica Paracetamolo: ( non dotato di effetto antiinfiammatorio ) mg/Kg /dose per os (ogni 4-6 ore) 150mg /Kg unica dose 15-20mg/Kg /dose per via rettale Dose massima :75mg/ Kg/die (MAX 1g/dose) Ibuprofene : ( dotato effetto antinfiammatorio ) 10 mg/kg/dose per os > 100mg/kg/die (800mg / dose) ogni 6-8 ore Dose max 30 mg/kg/die (max 1,2 g/die)

4 raccomandazione 16 I dati in letteratura evidenziano una modesta maggiore efficacia della terapia alternata senza però un particolare beneficio clinico e senza che sia possibile escludere la possibilità di effetti collaterali, sovradosaggio o sottodosaggio, incremento dei costi e rischio di esacerbare la fever-phobia non è raccomandato l'uso combinato o alternato di ibuprofene e paracetamolo livello di prova VI; forza della raccomandazione D raccomandazione 16 I dati in letteratura evidenziano una modesta maggiore efficacia della terapia alternata senza però un particolare beneficio clinico e senza che sia possibile escludere la possibilità di effetti collaterali, sovradosaggio o sottodosaggio, incremento dei costi e rischio di esacerbare la fever-phobia non è raccomandato l'uso combinato o alternato di ibuprofene e paracetamolo livello di prova VI; forza della raccomandazione D

5 L’impiego di corticosteroidi può associarsi a gravi effetti collaterali oltre a ritardare la diagnosi di numerose patologie infettive, infiammatorie o neoplastiche, mascherando il quadro di esordio. I Cortisonici non devono essere impiegati come antipiretici La febbre in Reumatologia Pediatrica LineeGuida della SIP.Gestione del segno/sintomo febbre in pediatria Indicazione all’uso dei cortisonici : sAIG,Malattia Reumatica,LES,Dermatomiosite Malattie autoinfiammatorie.

6 La febbre in Reumatologia Pediatrica: Terapia Antiinfiammatoria Naprossene15 – 20 mg/Kg/die 2dO Indometacina1 – 3 mg/Kg/die 3dO Ibuprofene35 – 45 mg/Kg/die 3dO Diclofenac 2 – 3 mg/Kg/die 1dO  ASA 75 – 100 mg/Kg/die 4dO( M.Kawasaki) Non indicati per il rischio di S.Reye Hashkes et al Update on the medical treatment of JIA Curr Rheumatol Rep 2006 La terapia con FANS NON occulta patologie serie croniche all’esordio Quindi può essere tranquillamente adoperata.

7 Malattia di Kawasaki Criteri Diagnostici Febbre persistente per 5 o più giorni Elevata 39°- 40°C Insensibile ad ogni trattamento Senza causa apparente o altrimenti spiegabile Congiuntivite non suppurativa90% Alterazioni delle mucose o delle labbra90% Alterazioni delle estremità 90% Rash polimorfo 90% Linfoadenopatia laterocervicale 75% + Forma tipica: Febbre≥5gg + 4 criteri Oppure Febbre ≥5gg + 3 criteri + aneurisma coronarie all’ecocolordoppler Forma incompleta : Febbre ≥5gg + 2/3 criteri+ anomalie ecocardiografiche delle coronarie Forma atipica: Febbre ≥5gg associata ad altre manifestazioni cliniche+anomalie ecocardiografiche delle coronarie American heart association; Pediatrics 2004 Trattamento IVIG 2g/Kg in12h entro il 10°giorno di febbre In caso di persistenza di febbre dopo 48 ore dalla prima infusione si raccomanda una seconda infusione di IVIG 2g/Kg in 12 ore ASA mg/Kg/die in 4 somm. 3mg/kg/die come antiaggregante Nei non responder si raccomanda bolo di metilprednisolone 30mg/Kg in 3 ore per 1-3 gg consecutivi Nei casi refrattari infliximab 5mg/kg ev

8 Febbre Ricorrente -Periodica Periodi di Apiressia alternati a periodi di Iperpiressia La febbre Periodica è una modalità di presentazione delle S.Autoinfiammatorie

9 PFAPA FMF CAPS HIDS TRAPS Febbre di origine sconosciuta ? Malattie Autoinfiammatorie genetica clinica

10 Malattie Autoinfiammatorie Gruppo di patologie caratterizzate da attacchi ricorrenti di infiammazione sistemica apparentemente immotivata con : assenza di elevato titolo anticorpale o di cellule T antigene-specifico caratterizzati febbre +/- -Sierosite - Sinovite - Rash - Coinvolgimento di organi specifici -Artralgie -Mialgie -Sintomi gastrointestinali -Aumento degli indici di flogosi Il segno patofisiologico comune per molti di questi disordini sembra essere un eccesso di signaling di IL-1(IL-1β) (secrezione prolungata o incrementata di questa citochina proinfiammatoria)

11 Malattia genetica, A.R Gene MEFV crom 16(P13.3 ) Pirina /marenostrina Febbre periodica più frequente (colpisce circa persone in tutto il mondo) Etnicamente circoscritta (popolazione mediterranea armeni,turchi,ebrei,arabi, italiani, greci e spagnoli) Esordio: tra i 5 e i 15 anni. Accesso febbrile acuto di breve durata (da 6 a 96 h) di breve durata (da 6 a 96 h) Periodo intercritico asintomatico Frequenza degli attacchi: da 2/settimana ad 1/anno da 2/settimana ad 1/anno tendono a diminuire con età. tendono a diminuire con età. - Sierositi Artriti Dolore addominale(95%) Lesioni cutanee simil – eresipieloidi Dolore scrotale Febbre Familiare Mediterranea(FMF) Terapia: Colchicina alcaloide naturale modera la risposta infiammatoria (inibisce la mitosi cellulare) Blocco microtubuli intracellulari Inibisce la degranulazione dei PMN dose 1-2 mg /die età <5aa 0,5mg/die Risoluzione o miglioramento nel 95%dei pazienti risposta completa nel 65% Previene l’amiloidosi renale Effetti collaretali :diarrea 20%,neutropenia aumento di AST, ALT,CPK Terapia di secondo livello Farmaci biologici Anti IL-1 Anakinra Canakinumab (off-label)

12 PF: Periodic fever (Febbre elevata) A: Aphthous stomatitis (Stomatite aftosa) P: Pharingitis (Faringotonsillite) A: Cervical Adenitis ( Adenopatia laterocervicale) Febbre ricorrente: PFAPA Durata dell’episodio febbrile 4-5gg

13 Nel 15-30% dei bambini si può verificare l’accorciamento di alcuni giorni dell’intervallo libero, gli episodi possono riavvicinarsi PFAPA Terapia Chirurgica Tonsillectomia risolutiva nel 75% dei casi Arch.Otolaryngol Head Nech sorg.2012;138:

14


Scaricare ppt "Reumatologia: Trattamento della febbre Alma Olivieri Dipartimento della Donna del Bambino e di Chirurgia Generale e Specialistica Seconda Università degli."

Presentazioni simili


Annunci Google