La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Regolamento Emas e la sua applicazione in un istituto di istruzione tecnica superiore Caratteristiche ed opportunità Dott.ssa Chiara Cremonesi Arpa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Regolamento Emas e la sua applicazione in un istituto di istruzione tecnica superiore Caratteristiche ed opportunità Dott.ssa Chiara Cremonesi Arpa."— Transcript della presentazione:

1 Il Regolamento Emas e la sua applicazione in un istituto di istruzione tecnica superiore Caratteristiche ed opportunità Dott.ssa Chiara Cremonesi Arpa Piacenza

2 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza2 Applicazione di un sistema di gestione ambientale in una scuola  Da un lato è un ottimo strumento per attuare strategie rivolte allo sviluppo sostenibile e porta al miglioramento delle prestazioni ambientali delle scuole coinvolte  Dall’altro arricchisce la formazione degli studenti attraverso un lavoro diretto sull’ambiente in cui vivono per buona parte della giornata: ciò innesca un modello culturale che conduce alla modifica del comportamento dei singoli

3 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza3 Cos’è un sistema di gestione ambientale E’ uno strumento volontario, adottabile da qualsiasi organizzazione, finalizzato al miglioramento continuo delle prestazioni ambientali, attraverso la gestione degli aspetti ambientali significativi e dei relativi impatti ambientali derivanti dalle attività dell’organizzazione stessa. Cosa significa? Si tratta di adottare una metodologia per gestire le attività di un’organizzazione, nel nostro caso la scuola, che conducano al minor impatto possibile sull’ambiente. Per giungere a questo obiettivo vengono valutati gli impatti che le attività scolastiche hanno sui diversi aspetti ambientali, allo scopo di individuare procedure correttive affinché quell’attività scolastica minimizzi l’impatto e quindi migliori la propria prestazione ambientale.

4 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza4 1. STANDARD PRODOTTI DA ORGANISMI DI NORMAZIONE VOLONTARIA ISO 14001:1996 (ora sostituita da ISO 14001:2004) 2. REGOLAMENTI DELLA COMUNITA’ EUROPEA Reg. 1836/93 Emas (sostituito prima da Reg. 761/01 Emas II ed ora da Reg. 1221/09 Emas III) In entrambi i casi l’adesione non obbligatoria ma è frutto della scelta volontaria Sistemi di gestione ambientale

5 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza5 Processo per Emas

6 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza6 Applicazione nelle scuole I Sistemi di Gestione Ambientale sono strumenti tarati su imprese, Enti, Organizzazioni territoriali che spesso con le loro attività o interessi gestionali possono avere degli impatti significativi sull’ambiente. La scuola quindi si può trovare di fronte a modelli di processi di certificazione troppo complessi e poco adatti alla struttura scolastica che di solito non genera forti impatti negativi sull’ambiente circostante. Di fatto un Sistema di Gestione Ambientale applicato alla scuola mira soprattutto a diffondere una cultura gestionale attenta alle problematiche ambientali, partendo proprio dalla minimizzazione degli impatti negativi nella gestione delle attività ambientali scolastiche. Sostanzialmente il miglioramento si traduce nel rispettare la normativa ambientale durante lo svolgimento delle attività scolastiche, nell’adottare le migliori pratiche negli acquisti, nell’adottare le migliori pratiche per minimizzare i consumi.

7 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza7 Esempi di applicazione nelle scuole Progetto della Provincia di Ferrara con il supporto metodologico di Arpa Emilia Romagna

8 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza8 Esempi di applicazione nelle scuole

9 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza9 Esempi di applicazione nelle scuole Progetto della Provincia di Potenza con il supporto metodologico di Enea

10 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza10 Esempi di applicazione nelle scuole

11 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza11 Esempi di applicazione nelle scuole

12 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza12 Applicazione nelle scuole: in concreto 1. Definizione di una politica ambientale che includa : - Gli impegni rivolti alla tutela ambientale - Gli obiettivi generali da raggiungere

13 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza13

14 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza14 Applicazione nelle scuole: in concreto 2. Analisi ambientale iniziale Esauriente analisi iniziale degli aspetti, degli impatti e delle prestazioni ambientali connessi alle attività, ai prodotti o ai servizi dell’organizzazione (Reg. 1221/2009 Emas) Al termine di questa fase si individueranno gli aspetti ambientali significativi su cui la scuola dovrà concentrare i propri sforzi per controllarli e migliorarli nel tempo, attraverso appunto l’applicazione di un SGA

15 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza15

16 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza16 Applicazione nelle scuole: in concreto 2. Analisi ambientale iniziale Da un punto di vista operativo l’attività si svolge con una raccolta dati presenti nella scuola e/o nel settore dell’amministrazione pubblica competente (Provincia o Comune). I dati vengono estrapolati dall’analisi della documentazione esistente e attraverso interviste con i responsabili delle attività di gestione legate alle tematiche ambientali

17 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza17

18 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza18 Applicazione nelle scuole: in concreto Aspetti ambientali diretti: Consumi energetici Consumi idrici Consumi di carta Emissioni in atmosfera Scarichi idrici Rifiuti Acquisti Impatto dei volumi edificati Esempio Liceo Ariosto di Ferrara

19 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza19 Applicazione nelle scuole: in concreto Aspetti ambientali indiretti: Impatti del traffico indotto Educazione ambientale Servizi di operatori esterni Esempio Liceo Ariosto di Ferrara

20 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza20 Applicazione nelle scuole: in concreto 3. Programma ambientale Deriva dall’analisi ambientale iniziale e dalla politica ambientale. Definisce le aree di miglioramento (in genere quelle con impatti ambientali significativi) e le azioni da compiere per migliorare le prestazioni ambientali dell’organizzazione.

21 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza21 Esempio Liceo Ariosto di Ferrara

22 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza22 Applicazione nelle scuole: in concreto 4. Definizione ed attuazione di un sistema di gestione ambientale (SGA) Esso consiste nella gestione dell’organizzazione finalizzata ad ottenere gli obiettivi individuati dal programma ambientale. Il sistema deve includere la struttura organizzativa dell’organizzazione, le responsabilità, le prassi, le procedure, i processi e le risorse per attuare il programma ambientale.

23 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza23 Applicazione nelle scuole: in concreto Esempio Liceo Ariosto di Ferrara La procedura definisce i ruoli, le responsabilità e le modalità di esecuzione delle attività per migliorare le prestazioni ambientali della scuola. La mancanza della procedura potrebbe causare il non rispetto degli intenti definiti nella Politica Ambientale scolastica, il mancato perseguimento degli obiettivi previsti nel Programma Ambientale o addirittura la violazione della normativa di settore.

24 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza24 Applicazione nelle scuole: in concreto 4. Attività di auditing Si tratta dell’attività espletata dall’organizzazione mediante un auditor di sua fiducia al fine di verificare che il sistema di gestione ambientale sia correttamente funzionante

25 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza25 Applicazione nelle scuole: in concreto 4. Dichiarazione ambientale Essa comprende la descrizione al pubblico delle attività produttive dell’organizzazione, i riflessi che tale attività hanno sull’ambiente, i risultati ottenuti dall’organizzazione per un minor impatto ambientale, l’individuazione degli obiettivi di miglioramento da conseguire in prospettiva futura. Va fatta esaminare e convalidare da un Verificatore Ambientale indipendente dall’organizzazione e accreditato.

26 28/11/2013Chiara Cremonesi - Arpa Piacenza26 Registrazione Emas Per ottenere (e mantenere) il riconoscimento Emas (registrazione), le organizzazioni devono sottoporre il proprio sistema di gestione ambientale ad una valutazione di conformità da parte di un Verificatore Accreditato, e far validare dal medesimo verificatore la Dichiarazione Ambientale (ed i suoi aggiornamenti, solitamente annuali). La procedura di registrazione prevede che la Dichiarazione venga esaminata anche dall'organo competente nazionale per l'Emas (il Comitato nazionale per l'Ecolabel e l'Ecoaudit detto "Comitato EMAS"), oltre ad un controllo, richiesto dal medesimo organo competente, da parte delle autorità ambientali locali (le ARPA), per un nulla osta di tipo legislativo (rispetto delle leggi, autorizzazioni, ecc.). L'organizzazione che ottiene la registrazione EMAS riceve un riconoscimento pubblico che ne conferma la qualità ambientale e garantisce l’attendibilità delle informazioni relative alla sua performance ambientale. Le organizzazioni che hanno ottenuto la registrazione sono inserite in un apposito elenco nazionale.


Scaricare ppt "Il Regolamento Emas e la sua applicazione in un istituto di istruzione tecnica superiore Caratteristiche ed opportunità Dott.ssa Chiara Cremonesi Arpa."

Presentazioni simili


Annunci Google