La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il BAMBINO IN ADOZIONE INTERNAZIONALE ACCOGLIERLO IN RETE Dott. Antonio Mazza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il BAMBINO IN ADOZIONE INTERNAZIONALE ACCOGLIERLO IN RETE Dott. Antonio Mazza."— Transcript della presentazione:

1 Il BAMBINO IN ADOZIONE INTERNAZIONALE ACCOGLIERLO IN RETE Dott. Antonio Mazza

2 PROBLEMATICHE SANITARIE GENERALI  Spesso le notizie cliniche e la storia familiare (materna) sono assenti o molto frammentarie e quindi di scarsa utilità

3 PROBLEMATICHE SANITARIE GENERALI  Utile trovare tabelle di crescita che si riferiscono al paese d’ origine del bambino

4 PROBLEMATICHE SANITARIE GENERALI  Rispettare le abitudini alimentari del bambino sia nei confronti del tipo di alimentazione che nelle modalità con cui il bambino usa mangiare

5  Non sempre si hanno certificati vaccinali attendibili e non è sempre sicura la corretta esecuzione del ciclo vaccinale PROBLEMATICHE SANITARIE GENERALI

6  Non sono sempre attendibili gli accertamenti di laboratorio eseguiti nel paese d’origine o spesso non sono completi

7 PROBLEMATICHE SANITARIE MATERNE  Condizioni di vita della madre in generale e nello specifico durante la gravidanza  Carenze alimentari e scarsa igiene personale  Non sufficienti o assenti controlli durante la gravidanza

8 PROBLEMATICHE SANITARIE MATERNE  Abuso o dipendenza da fumo alcool (s. feto alcoolica) - droghe (s. da astinenza)  Malattie infettive a trasmissione verticale (HBV-HCV-HIV-CMV-VDRL)

9 Maltrattamento in gravidanza e conseguenze per il neonato:  Prematurità  Basso peso  Difetti congeniti  Problemi neurologici  MST: HBV-HCV-HIV PROBLEMATICHE SANITARIE PERSONALI

10 PROBLEMI SANITARI LEGATI AL PARTO  Sofferenza pre o perinatale  Modalità di parto  Problemi in epoca perinatale:  ittero  ipoglicemia  allattamento materno o artificiale (vantaggi e rischi)

11 PROBLEMI SANITARI DEL BAMBINO Disturbi da carenza alimentare generale più frequenti deficit nutrizionali:  Ferro = Anemia microcitica  Iodio = Gozzo, Cretinismo  Vit. D - Calcio – Fosforo = Rachitismo  Vit. A = Cecità  meno frequenti deficit Vit. B- Vit. C

12 DISTURBI DEL COMPORTAMENTO E RELAZIONALI Disturbi comportamentali da carenze affettive:  Personalità rigida e scarsa capacità di adattamento  Tendenza all’isolamento  Disturbi alimentari: anoressia - bulimia

13 DISTURBI DEL COMPORTAMENTO E RELAZIONALI Abitudini improprie e stereotipate:  Mordere oggetti, onicofagia  Movimenti autoconsolatori  Difficoltà del sonno, incubi notturni  Difficolta di apprendimento  Enuresi

14 PATOLOGIE INFETTIVE  Parassitosi cutanea: scabbia pediculosi  Parassitosi intestinale: giardia, lamblia, entamoeba hystolitica, spirochette, amoeba, toxocara canis, ascaridis lubricoides  Malattie infettive dell’infanzia

15 PATOLOGIE INFETTIVE  Epatite virale: soprattutto nei bambini provenienti dal’ Est Europa  Sifilide congenita e HIV: verificare i test anche in caso di negatività dell’esame eseguito in loco  Malaria: casi frequenti in bambini provenienti dall’ Africa subsahariana  Tubercolosi: Mantoux in 3-5% dei bambini adottati (falsa positività)

16 VACCINAZIONI  Si raccomanda di valutare il titolo anticorpale per vaccinazioni dubbie anche se certificate  Nei casi dubbi rivaccinare

17 ANAMNESI PERSONALE  Storia famigliare e personale ??  Sviluppo neuroevolutivo  Patologie pregresse

18 ESAME OBIETTIVO Valutazione clinica generale e specifica:  E.O. generale  parassitosi cutanee  lesioni cutanee, ustioni  lesioni scheletriche, traumi cranici  carie dentarie  età scheletrica

19 INDAGINI DI LABORATORIO  Accertamenti su indicazioni cliniche evidenziate o per controllo diagnostico di patologie note  Conferma di indagini di laboratorio eseguite in realtà che non garantiscono piena affidabilità del dato

20 IN CONSIDERAZIONE DEL PAESE DI PROVENIENZA  Effettuare anche: TSH-FT3-FT4 per valutare funzionalità tiroidea (Bielorussia, Ucraina)  Anticorpi anticisticercosi (India, America Latina, Africa, Europa Est)

21 INDAGINI DI APPROFONDIMENTO  Rx torace se Mantoux positiva  Elettroforesi emoglobina  Dosaggio G6PDH (favismo)

22 VISITE SPECIALISTICHE A tutti visita neuropsichiatrica Se necessario visita:  dermatologica  odonto - stomatologica  ORL  oculistica  cardiologica  Se indicato : EEG, ECG, RX torace, RX mano per età ossea,TAC o RMN cerebrali

23 ARGOMENTI DA VALUTARE IN LOCO Istituto di provenienza:  caratteristiche strutturali ed igienico-sanitarie  possibilità di gioco all’aperto  disponibilità di materiale didattico  frequenza scolastica interna o esterna  rapporto (numerico e relazionale) tra assistenti e bambini  assistenza sanitaria  alimentazione

24 CARATTERISTICHE DEL BAMBINO ADOTTATO  cause dell’adottabilità (abbandono, incapacità di accudimento)  modalità di separazione da contatti familiari o da fratelli  adozione con fratello (compagno di stanza)  durata del soggiorno in istituto  scolarizzazione

25 PRIMO PERIODO DI CONVIVENZA  rapporto con l’ambiente  comportamento con i genitori e con gli estranei  problemi emotivi (stereotipie, dondolamento del corpo, rifiuto del contatto, paura)  caratteristiche del sonno  abitudini alimentari


Scaricare ppt "Il BAMBINO IN ADOZIONE INTERNAZIONALE ACCOGLIERLO IN RETE Dott. Antonio Mazza."

Presentazioni simili


Annunci Google