La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L'Evidence Based Prevention in Italia e nel mondo Fabrizio Faggiano Università del Piemonte Orientale A. Avogadro Network Italiano EBP (NIEBP) Prevenzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L'Evidence Based Prevention in Italia e nel mondo Fabrizio Faggiano Università del Piemonte Orientale A. Avogadro Network Italiano EBP (NIEBP) Prevenzione."— Transcript della presentazione:

1 L'Evidence Based Prevention in Italia e nel mondo Fabrizio Faggiano Università del Piemonte Orientale A. Avogadro Network Italiano EBP (NIEBP) Prevenzione del fumo di tabacco: seminario sulle nuove Linee guida nazionali

2 Fattori di rischio: GBD 2010 – Italia DALY Italia 2010 =

3 La prevenzione non fa sempre bene Cochrane Reviews Overview of intervention for the prevention of -Alcoohol problems (ALC) -Illicit drug use (IDU) -Tobacco use (TOB) Concina 2012

4 La situazione in Italia A survey of prevention interventions carried out during 2008 showed – 1501 different interventions carried out against the 4 risk factors of Gaining Health (Tobacco, alcohol, diet and physical activity) – Around 14 were evaluated by observational studies, – 1 was evaluated by a RCT – 1486 didn’t have any evaluation! DORS 2010

5 Il Network di EBP (NIEBP) Azione centrale di supporto al PNP (DM 4/8/11) Obiettivo di fornire prove di efficacia x i PRP – Università del Piemonte Orientale – ARS Toscana – Cattolica di Roma – Agenas (coordinamento) In accordo con SNLG-ISS Stentatamente finanziato dal CCM dal 2011

6 “La matrice” FdR del PNP Obiettivi Popolazioni target “LA CELLA”

7 LA CELLA

8 Progetto CCM EBP- Creazione di un network per la EBP iss.it/news_pubblicazione_lgp_sedentarieta

9 Linee-Guida Raccomandazione 1Raccomandazione 2Raccomandazione 3Raccomandazione n Letteratura scientifica e grigia Operatori sul campo Consenso tra esperti

10 Linee-Guida Locali Raccomandazione 1Raccomandazione 2Raccomandazione 3Raccomandazione n Letteratura scientifica e grigia Operatori sul campo Consenso tra esperti Adattamento di raccomandazioni provenienti da LG Internazionali

11 Letteratura scientifica e grigia Consenso tra esperti Adattamento di raccomandazioni provenienti da LG Internazionali Linee-Guida (Locali) Raccomandazione 1Raccomandazione 2Raccomandazione 3Raccomandazione n Operatori sul campo

12 Metodi Gruppo di coordinamento Gruppo Panel Gruppo Allargato di Consultazione

13 Le tappe Framework logico Quesiti Ricerca evidenze Bozza raccomandazioni Prima bozza LG Consenso e gradazione Survey pratiche Implementazione Disseminazione

14 Le tappe Framework logico Quesiti Ricerca evidenze Bozza raccomandazioni Prima bozza LG Consenso e gradazione Survey pratiche Implementazione Disseminazione GdC F. Faggiano Sanit 2008

15 Le tappe Framework logico Quesiti Ricerca evidenze Bozza raccomandazioni Prima bozza LG Consenso e gradazione Survey pratiche Implementazione Disseminazione Panel F. Faggiano Sanit 2008

16 Le tappe Framework logico Quesiti Ricerca evidenze Bozza raccomandazioni Prima bozza LG Consenso e gradazione Survey pratiche Implementazione Disseminazione GA F. Faggiano Sanit 2008

17

18 Obiettivo della LG Fornire un insieme di raccomandazioni per l’organizzazione e l’implementazione degli interventi volti a prevenire l’uso di tabacco, agendo a tutti i livelli suggeriti dalla letteratura scientifica e dalle esperienze di altri Paesi Questa LG comprende interventi su – prezzi e disponibilità – divieti e regolamenti – interventi scolastici, familiari e comunitari

19 Razionale della LG Fattori di rischio e di protezione Storia naturale del tabagismo Possibili interventi

20 Destinatari della LG In generale  operatori, sanitari e non, che hanno un ruolo nella prevenzione Sezione su interventi di popolazione  amministrazioni nazionali e regionali Sezione su interventi familiari e scolastici  – aziende sanitarie – direzioni scolastiche – terzo settore che opera nel campo della prevenzione

21 Fonti – letteratura terziaria

22 Fonti – letteratura secondaria

23 Fonti – letteratura primaria MEDLINE/Pubmed Embase PsychINFO Inclusione: – Disegno di studio: best available (anche ma non necessariamente RCT) – Outcome primario: prevalenza/incidenza di fumo – Outcome secondari: percezione di prevalenza di fumo di tabacco; conoscenze; intenzione di fumare – Limiti: lingua italiana o inglese. No limiti temporali

24 Risultati della ricerca 161 documenti – 1 LG – 34 revisioni (6 sistematiche Cochrane; 28 narrative) – 126 studi primari

25 Sintesi delle evidenze Secondo il GRADE consensus (Guyatt et al. 2008; BMJ 336(7650):924-6), la qualità dell’evidenza scientifica è il grado di confidenza che si può ottenere sull’effetto dell’intervento in esame, che dipende – dall’assenza di bias negli studi – e dalla qualità del disegno di studio

26 Punteggio di qualità dell’evidenza adottato in questa LG (gruppo di coordinamento)

27 Rilevanza delle raccomandazioni (gruppo panel allargato) Il gruppo panel allargato ha analizzato il livello di criticità, la fattibilità l’accettabilità di ogni raccomandazione per il contesto italiano. Il punteggio fornito dal gruppo panel è stato trasformato in terzili definendo un punteggio finale compreso tra 1 (bassa rilevanza) e 3 (alta rilevanza).

28 Dalla qualità dell’evidenza e dalla rilevanza della raccomandazione alla forza della raccomandazione (gruppo di coordinamento)


Scaricare ppt "L'Evidence Based Prevention in Italia e nel mondo Fabrizio Faggiano Università del Piemonte Orientale A. Avogadro Network Italiano EBP (NIEBP) Prevenzione."

Presentazioni simili


Annunci Google