La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Latte crudo, perché bollire ? dott. Fausto Cavalli Ghedi, 28 dicembre 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Latte crudo, perché bollire ? dott. Fausto Cavalli Ghedi, 28 dicembre 2008."— Transcript della presentazione:

1 Latte crudo, perché bollire ? dott. Fausto Cavalli Ghedi, 28 dicembre 2008

2 Latte crudo,perché bollire? 9/04/08 Sole 24 Ore Lombardia: “Distributori di latte,tra realtà e falsi miti” di Franco Bonifazi (Pres. Assolate Gruppo latte alimentare) denuncia un bombardamento mediatico a favore del latte crudo e una notevole pericolosità nell’assunzione di questo alimento crudo, a differenza del latte industriale. 2/10/08 il sen. P. De Castro ed altri realizzano un'interpellanza in Senato in cui si accusa il latte crudo di essere pericoloso per la salute e sostanzialmente inutile in quanto dovrebbe essere consigliabile farlo bollire.

3 Latte crudo, l’informazione è bollita 8/11/08 La Provincia di Cremona: Lettera al Direttore da parte del Direttore V. Bozzetti de “Il latte” rivista dell’industria lattiero casearia, che denuncia: “Latte crudo è una favola” e ringrazia per il giusto risalto dato dal giornale alle perplessità espresse dal sen. De Castro. Nell’inserto “A tavola Più” il tecnologo alimentare P.L. Vecchia (Latteria Soresinese e Gruppo Lactalis) sostiene che con l’acquisto del latte crudo non ci sia un effettivo risparmio da parte del consumatore e che il latte crudo vada fatto bollire

4 Latte crudo, l’informazione è bollita 3/12/08 la giornalista A. Meldolesi pubblica un articolo denuncia contro il latte crudo su Il Riformista, usando frasi tipo: A Legnago una bimba di tre anni è stata dodici giorni in terapia intensiva per aver contratto l’Escherichia coli. Purtroppo manca una normativa chiara delle regioni in materia. Bere latte crudo non pastorizzato è come giocare alla roulette russa. Se sei fortunato risparmi fino a mezzo euro al litro. Se non lo sei puoi beccarti un batterio patogeno e finire in dialisi o rimetterci addirittura la pelle…. 3/12/08 Studio Aperto “Latte crudo: 40 bimbi colpiti da infezione” il latte crudo è pericoloso… 05/12/08 Repubblica “Ammalarsi alla ricerca del latte perduto tra voglia di risparmio, nostalgia del passato e desiderio di cibi naturali. Finire in ospedale, con i reni danneggiati tanto da rischiare la dialisi, per aver bevuto senza cuocerlo prima...”

5 Latte crudo, una sentenza affrettata 4/12/08 Adnkronos “Dai benzinai alle spiagge, dai centri commerciali alle strade di campagna, sono circa i distributori di latte crudo non pastorizzato sparsi sul territorio italiano. Con un euro se ne può portare a casa un litro, ma non tutti sanno che è necessario bollirlo prima del consumo. "Abbiamo avviato un'indagine a tappeto per avere stime precise sui distributori, dato che sono stati segnalati alcuni casi di sindrome emolitica-uremica in bambini che avevano consumato questo alimento poco prima di sentirsi male". A sottolinearlo è stato il sottosegretario alla Salute Francesca Martini

6 Latte crudo, una sentenza affrettata "Secondo i dati dell'Istituto superiore di sanità - ha specificato Silvio Borrello, direttore generale Sicurezza alimentare e nutrizione del ministero del Welfare - nel 2007 sono stati tre i casi sospetti e nel 2008 sei", probabilmente causati dal batterio E.coli che può essere presente nel latte non pastorizzato "in Italia - ha proseguito Martini - sono stati introdotti questi sistemi senza diffondere l'adeguata informazione fra i consumatori. Non ci possono essere distributori di latte crudo non pastorizzato esenti da avvertenze sanitarie sulla necessità di bollitura"

7 Latte crudo, una sentenza affrettata 11/12/08 Il Sottosegretario alla Salute Francesca Martini ha firmato il 10 dicembre un'ordinanza ministeriale con le misure per garantire la sicurezza dei cittadini in merito all'erogazione di latte crudo, non pastorizzato, nei distributori automatici. la dicitura " prodotto da consumarsi solo dopo bollitura ", ben visibile ed a caratteri in rosso di almeno 4 centimetri per consentirne la lettura anche agli anziani.

8 Il fenomeno internazionale del latte crudo: potenzialità e sbocchi di mercato Latte crudo, una sentenza affrettata PERCHE’ ?

9 Latte crudo, una sentenza affrettata. Perché ? 20/12/08 Libero “De Castro il socio di Granarolo e la battaglia sul latte crudo” “L’ex Ministro denuncia il rischio salute, ma guida una società partecipata dal gruppo bolognese leader nel pastorizzato”

10 Latte crudo, una sentenza affrettata. Perché ? punti vendita in Italia 40 milioni di litri all’anno = 40 milioni di euro sottratti all’industria del latte pastorizzato, alla Grande Distribuzione Organizzata (GDO) 22 milioni di euro risparmiati dal consumatore (prezzo del latte crudo €1al litro, contro €1,56 del pastorizzato ”fresco” fonte CLAL.it) Filiera corta, vendita diretta, risparmio imballaggi, rotto il giogo che lega il produttore all’industria

11 Fonte Clal.it

12 Latte crudo è pericoloso ? Il caso di tossinfezione alimentare di Verona denunciato inizialmente è accaduto nel maggio 2008 e l’ASL provinciale, dopo ben due mesi di accertamenti sul latte del produttore locale (Legnago) ha escluso che potesse essere stato causato dal consumo di latte. Stessa storia per il caso accaduto a Viadana (MN): analisi a tappeto sul latte e nessuna correlazione riscontrata. Degli altri casi non se ne sa nulla: la Regione Lombardia esclude che siano accaduti sul proprio territorio. Si noti che il Ministero della Salute usa sempre il condizionale e non manifesta mai una certezza di correlazione

13 Latte crudo è pericoloso ? Il latte crudo è “pericoloso” come tutti gli alimenti, particolarmente se consumati crudi: prosciutto crudo, carne cruda, pesce crudo,carpaccio, frutta, verdura, ecc. Non esiste il “rischio zero” nell’assunzione di alimenti, crudi o cotti.

14 Scandalo del latte contaminato in Cina i casi salgono a 53 mila MILANO - Consumatori sul piede di guerra per la vicenda del latte adulterato nel Mantovano. «Come fa la gente a difendersi se non conosce i nomi delle ditte che, inconsapevolmente, hanno impiegato latte contraffatto?». 9 marzo 2005 Latte adulterato: non consumare latte UHT Si parla di sei grandi marchi e di latte Uht, cioè latte a lunga conservazione, il quale rappresenta il 66% del totale del latte venduto in Italia….. 27/11/2005 Latte contaminato: molti di più i prodotti a rischio 20/02/2003 «Un litro di latte su tre è straniero ma per magia diventa italiano» «Il latte di otto giorni non è fresco»

15 Che cosa c’è nel latte crudo? Nel frattempo l’industria del latte: “Assolatte plaude alla tempestività del ministero del welfare. Assolatte è rimasta sinora nel più totale silenzio sulle vicende relative alle patologie presumibilmente sviluppatesi a seguito del consumo di latte crudo, essendo da sempre contraria a qualsiasi forma di allarmismo…” Sentiamo però ora la necessità – spiega il Presidente del Gruppo Latte Alimentare dell’Associazione, Franco Bonifazi – di ringraziare l’Amministrazione sanitaria per la tempestività con la quale è intervenuta, ristabilendo le condizioni di assoluta garanzia per i consumatori del latte, alimento prezioso ed insostituibile. Sul mercato c’è spazio per tutti – conclude Bonifazi – e il consumatore può scegliere tra molti tipi di latte confezionato in commercio, rispondente alle più svariate esigenze ed aspettative individuali. Prodotti garantiti dall’esperienza e professionalità delle tante industrie del settore, che la ricerca ha costantemente migliorato anno dopo anno. Non può esserci spazio, invece, per prodotti anche solo potenzialmente pericolosi». (Diariodelweb 10/12/08).

16 Il latte crudo non fa male,anzi, fa bene ! le nostre nonne facevano bollire il latte perchè all'epoca esistevano reali rischi di contrarre malattie, ma il nostro allevamento è ufficialmente indenne da brucellosi e tubercolosi da almeno trent'anni e dichiarare che basta fare come si faceva una volta significa cancellare cinquant'anni di sforzi compiuti dalla sanità pubblica e dalle aziende agricole italiane

17 Il latte crudo non fa male,anzi, fa bene ! il latte crudo può essere un alimento a rischio soltanto per soggetti che non abbiano ancora completato il proprio corredo immunitario, come i bambini di età inferiore ai tre anni, o che lo abbiano -parzialmente o totalmente, temporaneamente o definitivamente- compromesso, come gli affetti da patologie immuno-depressive o gastrointestinali, le gestanti e taluni anziani. Per tali categorie il latte crudo può essere consumato previo riscaldamento ad almeno 75°. Per le persone che non rientrano nelle categorie di cui sopra, il consumo di latte crudo è assolutamente sicuro e non rappresenta alcun rischio

18 Il latte crudo non fa male,anzi, fa bene ! tutte le aziende che vendono latte crudo sono soggette a controlli supplementari, rispetto a quelle che conferiscono il latte all'industria, effettuati dall'azienda stessa e dai servizi veterinari delle Asl, sia nell'allevamento sia al distributore. Tali controlli hanno ormai raccolto, nel solo Piemonte, migliaia di dati analitici che hanno evidenziato come la presenza di patogeni nel latte risulti nella norma delle disposizioni sanitarie

19 Il latte crudo non fa male,anzi, fa bene ! con la bollitura spariscono alcune straordinarie proprietà nutrizionali e nutraceutiche del latte crudo; si inattivano, in particolare, alcuni enzimi e peptidi bioattivi, tra cui l'acido linoleico coniugato (Cla) con i suoi benefici effetti sulla funzione immunitaria, sul sistema cardiovascolare, la salute della ossa e il tasso glicemico; si eliminano alcune vitamine, i fermenti lattici e alcuni tipi di proteine, tra cui la lattoferrina -assieme alle immunoglobuline, alfa- lattoglobuline, beta-lattalbumine e lisozima- con le sue proprietà di veicolare il ferro e le sue attività antimicrobica, antivirale, antinfiammatoria e probiotica.

20 Il fenomeno internazionale del latte crudo: potenzialità e sbocchi di mercato Trento, 2 dicembre 2008 Latte crudo, aspetti nutrizionali e nutraceutici

21

22 Che cosa c’è nel latte crudo? Lattosio: Lattosio, il primo carboidrato che la maggior parte dei mammiferi assumono da piccoli, in realtà si compone di due zuccheri semplici, glucosio e galattosio, che formano un disaccaride. Il latte di vacca ha circa il 5% di lattosio (il latte umano ha una media un poco superiore con circa il 7%). Ha un indice glicemico ragionevolmente basso e così risulta meglio tollerato dalle persone diabetiche. Con l’avanzare dell’età, spesso i livelli di lattasi, l'enzima necessario per digerire il lattosio, diminuiscono significativamente.Quando si consumano latticini trattati termicamente,non essendo più attivo l'enzima dell’alimento e difettando di una quantità sufficiente di lattasi per scomporre il lattosio, si soffrono di sintomi sgradevoli di rigonfiamento a causa del gas che si sviluppa. Ma il latte crudo, con lattobacilli vivi e utili, possiede ancora intatta la lattasi prodotta dai batteri, in modo che le persone possano facilmente tollerarlo. Un altro modo per godere dei benefici dei prodotti a base di latte, senza gli inconvenienti della digestione del lattosio, consiste nell’alimentarsi con prodotti fermentati come lo yogurt.

23 Che cosa c’è nel latte crudo? Vitamine nel latte crudo: Il latte crudo è una fonte eccellente di vitamina liposolubile e idrosolubile. Per ottenerle, bisogna assicurarsi che si beva latte crudo intero, altrimenti si perderanno nel processo di scrematura. Di seguito riportiamo l’elenco e la quantità di vitamine presenti in un quarto di latte crudo: A__375ug C__19mg D__38IU E__940ug K__47ug B1__425ug B2__1650ug Niacina__850ug B6__470ug Acido pantotenico__3300ug Biotina__33ug Acido folico__52ug B12__4.25ug

24 Che cosa c’è nel latte crudo? Enzimi nel latte crudo: Gli enzimi sono forme complesse di proteina (fatta di amminoacidi) che possono cambiare (catalizzare) altre sostanze, senza partecipare, esse stesse, alla reazione. Nella digestione, per esempio, aiutano ad utilizzare gli amidi, grassi e le proteine. Di seguito riportiamo una lista dei più importanti enzimi presenti nel latte crudo: Amilasi Catalasi Lattasi (con la sintesi batterica) Lattoperossidasi Lipasi Fosfatasi

25 Che cosa c’è nel latte crudo? I grassi e i principi fondamentali del CLA Per CLA si intende Acido Linoleico coniugato. Su di esso si è soffermata l’attenzione negli ultimi anni, dimostrando che è tra i grassi quello decisamente dalle proprietà più interessanti. Le centinaia di studi fatti hanno rivelato sempre più delle proprietà biologiche molto favorevoli e cioè: Inibizione della formazione di grasso nel corpo L'inibizione o prevenzione di vari tumori, come al seno e alla prostata Rafforzamento del sistema immunitario Abbassamento della riduzione del colesterolo e di ossidazione del colesterolo

26 Che cosa c’è nel latte crudo? FERMENTI LATTICI (1°) Il nome deriva dalla capacità che hanno di ottenere, per mezzo di un processo enzimatico di fermentazione, acido lattico dai carboidrati. I probiotici (il cui nome si contrappone a quello di antibiotici) sono microrganismi in grado di modificare positivamente l'equilibrio della flora batterica. Gli antibiotici agiscono contro batteri cattivi mentre i probiotici arricchiscono la flora batterica di batteri buoni. Sono presenti nel latte materno con la funzione di "colonizzazione" dell'intestino del neonato, in cui danno origine, infatti, alla flora batterica, che qui rimarrà per tutto il proseguo della vita dell'individuo. Si trovano comunemente nel Latte e nel formaggio (sono importanti per la maturazione del formaggio), Anagen.net Alimentazione

27 Che cosa c’è nel latte crudo? Fermenti lattici (2°) riordinano la flora batterica intestinale, ostacolando lo sviluppo di molti microrganismi dannosi, inclusi i batteri nocivi e putrefattivi prevengono le infezioni intestinali (in presenza di una flora batterica sana i germi non riescono ne a moltiplicarsi, ne a diffondersi) ricostruiscono una adeguata flora batterica dopo cure con assunzioni di antibiotici migliorano il transito digestivo, contribuendo a garantire il perfetto funzionamento del tratto intestinale aiutano la scomposizione degli alimenti, prevenendo problematiche, tipiche di un processo digestivo non corretto, come l'alitosi, la diarrea, la stipsi, il meteorismo. rafforzano le difese immunitarie, producendo immunoglobine, (prevenzione delle allergie) producono Vitamine, e ciò è possibile solo se questi Lattobacilli sono presenti nell'intestino. producono un fattore di crescita che favorisce lo sviluppo dei bambini Hanno anche un importante ruolo nel sistema immunitario, in particolare nell’inattivazione dei composti cancerogeni, soprattutto ad opera di lactobacillus, bifidobacterium e escherichia coli, e nella formazione di antibiotici naturali, detti batteriocine, cha combattono i batteri dannosi.

28 Che cosa c’è nel latte crudo? Un bambino che sia stato allattato dalla madre ha molti Lactobacilli di tipo bifidus. Quando il bambino viene nutrito con Latte artificiale, questi Lactobacilli scompaiono e si sviluppano, invece, diversi bacilli di scarsa importanza. Un bambino nutrito così acquisisce una costituzione debole. I fermenti lattici sono forse l'unica alternativa per le persone intolleranti al latte ed ai latticini.

29 Il latte crudo non fa male,anzi, fa bene ! In conclusione, bevendo latte crudo una qualsiasi persona mediamente sana rischia al massimo… di stare meglio. Invece, con la bollitura il latte crudo -uno degli ultimi alimenti 'vivi' rimasti in circolazione- muore.

30 Che cosa c’è nel latte crudo?


Scaricare ppt "Latte crudo, perché bollire ? dott. Fausto Cavalli Ghedi, 28 dicembre 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google