La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Anna Maria Tammaro Introduzione Competenza informativa Seminario AIBToscana in collaborazione con Università.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Anna Maria Tammaro Introduzione Competenza informativa Seminario AIBToscana in collaborazione con Università."— Transcript della presentazione:

1 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Anna Maria Tammaro Introduzione Competenza informativa Seminario AIBToscana in collaborazione con Università di Firenze 9 marzo 2015

2 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Competenza informativa e biblioteche Uno dei servizi che hanno un'importanza crescente (se non addirittura diventano il servizio centrale) sono i corsi sulle competenze informative (information literacy). La trasformazione delle biblioteche nel 21° secolo è spinta da: ICT per accedere all'informazione Lifelong Learning

3 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Problema attuale La digitalizzazione sta cambiando la natura stessa dell'alfabetizzazione: il mondo digitale necessita di capacità avanzate di pensiero critico insieme a capacità di collaborazione e saper comunicare. Leggere un libro su carta o fare una lettura in linea ha molte caratteristiche uguali, ma la lettura in linea richiede una maggiore capacità di saper valutare criticamente le informazioni

4 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Primo Seminario UNIFI-AIB a Firenze nel 1998 Valentina Comba affermava che la biblioteca è anche il luogo in cui si impara l'uso di determinati strumenti tramite corsi proposti all'utenza universitaria (Internet skill, Advanced Internet skill). Pat Dixon tenne un'interessante lezione ricca di spunti di riflessione sul nuovo ruolo di educatore-facilitatore dal titolo The changing role of the librarian.

5 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Panel conclusivo del Primo Seminario A conclusione del Primo Seminario un Panel coi diversi attori interessati che immaginavano il futuro che il servizio di Information literacy avrebbe avuto

6 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Utenti nel Panel Un utente (Ridi) non capiva la necessità della presenza di un bibliotecario dal momento che un informatico è più che sufficiente ai bisogni dell'utenza. Lo studente "fuori corso" (Di Benedetto) osservava che l'informazione non spetta tanto alle biblioteche quanto alle università, Un docente universitario (Mazzitelli), asseriva che la biblioteca era "cosa nostra", valorizzata proprio per la presenza del corpo docente e ciò doveva far piacere al bibliotecario, ritenuto una presenza inutile.

7 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Bibliotecario e informatico nel Panel Una bibliotecaria frustrata (Comba) ribadiva che la biblioteca non è luogo di libertà ma occorrono "regole", e che l'utenza studentesca, presuntuosa e scalmanata, non merita nessun genere di insegnamento. Un'informatica (Tammaro), sosteneva che le energie vanno investite nella digital library, nella disintermediazione e nei collegamenti in rete per far si“ che l'utente agisca senza barriere, senza filtri e soprattutto senza bibliotecario.

8 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze..vent'anni dopo? Le politiche Italia Literacy è nelle politiche del Governo che ha emanato  Linee guida  DL Crescita 2.0 Toscana PAAS Punti Accesso Digitale Assistiti

9 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Europa: ENIL e EgIL Due iniziative europee per le politiche per le competenze informative Dal 2001 ENIL ha analizzato 3 aspetti: politica dell'informazione; studio dell'informazione; processi cognitivi  EgIL mantiene aggiornato un portale sulle politiche e ricerche sulle competenze informative 

10 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze AGID: le diverse competenze

11 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Competenza digitale di base Per competenze digitali di base si fa riferimento alle capacità di utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie dell’informazione e della comunicazione per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione. La competenza digitale è pertanto caratterizzata da tre dimensioni – cognitiva, tecnologica ed etica - See more at: digitale/competenze-digitali/competenze- base#sthash.IA9uArG3.dpuf

12 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Information literacy AGID AIB La information literacy è la competenza informativa ovvero è l’insieme di abilità, competenze, conoscenze e attitudini che portano il singolo a maturare, durante tutto l’arco della vita, un rapporto complesso e diversificato con le fonti informative, i documenti e le informazioni in essi contenuti. - See more at: digitale/competenze-digitali/competenze- base/information-literacy#sthash.bVyeGijs.dpuf

13 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze UNESCO Linee Guida Media and Information literacy come competenza di base in era digitale /225606e.pdf

14 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze OECD Rapporto PIAAC e PISA Sono inclusi tra gli indicatoridi PIAAC e PISA le competenze informative. Italia all'ultimo posto in Europa!  school/ pdf

15 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze IFLA Linee Guida "Information literacy is the adoption of appropriate information behaviour to identify, through whatever channel or medium, information well fitted to information needs, leading to wise and ethical use of information in society." (Webber & Johnston, 2003) literacy/publications/ifla-guidelines-en.pdf

16 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze AICA e-skills

17 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze AICA UNIFI L'accordo parte dalla constatazione che mentre ECDL è volto all’accertamento delle conoscenze e abilità che sono alla base della competenza digitale, DCA, il Digital Competence Assessment sviluppato da LTE, è rivolto all’accertamento delle attitudini/capacità cognitive e metodologiche. L'accordo prevede la sperimentazione di una ECDL Smart composta dai 7 moduli core più la certificazione DCA (o ECDL Smart Start con 4 moduli ECDL più DCA).

18 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Situazione delle literacy in Italia Uso di Internet in Italia: Digital Agenda Scoreboard – uso di internet in Italia La strategia italiana per la scuola digitale: Rapporto OCSE Le competenze degli adulti: Rapporto PIAAC Le competenze degli studenti: Rapporto OCSE-PISA Le cause dell'analfabetismo digitale in Italia: Analisi - See more at: digitale/competenze-digitali/competenze- base#sthash.EsZtLQUs.dpuf

19 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Seminario di oggi Programma Introduzione Imparare, insegnare e collaborare  Alessia Zanin Yost Gruppi di discussione Conclusione

20 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Alessia Zanin Yost Professore e Coordinatore Library Instruction, Reference and Instruction Librarian a Penn State University. In precedenza alla Western Carolina University come Research e Instruction Librarian Ha pubblicato in italiano: AIB Studi (2014)” La competnza visuale”, il capitolo “Reference interattivo” n W. Morgese & M.A. Abenante (Eds.), I workshop di Teca 2010, “Multiculturalismo” Bibliotime 2006, “Biblioteconomia in US” e “Digital reference” AIB notizie 2004 e 2003

21 A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Gruppi di discussione Da passivi gestori delle fonti documentarie, i bibliotecari italiani devono diventare agenti attivi che contribuiscono al processo di apprendimento delle competenze informative. Ripartiamo dai risultati del Panel del 1998: Cosa fa l'educatore-facilitatore? Cosa potrebbe fare?


Scaricare ppt "A.M.TammaroAIB Toscana, 9 marzo 2015, SBA Firenze Anna Maria Tammaro Introduzione Competenza informativa Seminario AIBToscana in collaborazione con Università."

Presentazioni simili


Annunci Google