La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL SISTEMA DI GIOCO E LINSIEME DELLE STRATEGIE, DEI MOVIMENTI E DELLE SITUAZIONI, NEI VARI FONDAMENTALI, CHE UNA SQUADRA METTE IN ATTO PER CONCLUDERE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL SISTEMA DI GIOCO E LINSIEME DELLE STRATEGIE, DEI MOVIMENTI E DELLE SITUAZIONI, NEI VARI FONDAMENTALI, CHE UNA SQUADRA METTE IN ATTO PER CONCLUDERE."— Transcript della presentazione:

1

2 IL SISTEMA DI GIOCO E LINSIEME DELLE STRATEGIE, DEI MOVIMENTI E DELLE SITUAZIONI, NEI VARI FONDAMENTALI, CHE UNA SQUADRA METTE IN ATTO PER CONCLUDERE IN MODO VINCENTE UNAZIONE I SISTEMI DI GIOCO PRINCIPALI RIGUARDANO: 1. SISTEMA DI RICEZIONE 2. SISTEMA DI ATTACCO 3. SISTEMA DI DIFESA PER QUANTO RIGUARDA I RESTANTI FONDAMENTALI NON SI PARLA DI VERI E PROPRI SISTEMI DI GIOCO MA DI ADATTAMENTI AI SISTEMI SOPRACITATI

3 Il sistema di gioco è considerato altresì linsieme di quelle regole che organizzano, nellambito dellallenamento, le competenze individuali Proprio nellambito della seduta, infatti, lallenatore programma lutilizzo in gioco degli apprendimenti tecnici che si concretizzeranno nel tempo formando il sistema di gioco e di conseguenza la qualità della squadra

4 DAL PROGRAMMA TECNICO SCATURISCE LINSIEME DELLE REGOLE DEL SISTEMA DI GIOCO E NON VICEVERSA

5 ATTACCO: - PALLAVOLO FEMMINILE - 1° STEP: attacco di secondo tempo da posto 2 e insegnamento dellattacco di palla alta sia per la situazione di cambio palla che per quella di contrattacco 2° STEP: inserimento di un attacco/contrattacco nella fascia centrale della rete (1° tempo vicino allalzatore) 3° STEP: velocizzazione dellattacco/contrattacco laterale con introduzione di una traiettoria più bassa in posto 4 e in seguito delle tecniche con stacco ad un piede

6 ATTACCO: - PALLAVOLO MASCHILE - 1° STEP: attacco di secondo tempo da posto 4 e posto 2 e insegnamento dellattacco di palla alta sia per la situazione di cambio palla che per quella di contrattacco 2° STEP: inserimento di un attacco/contrattacco nella fascia centrale della rete (1°tempo vicino allalzatore - 2linea di posto 6) 3° STEP: velocizzazione dellattacco/contrattacco laterale con introduzione di super da posto 4, posto 2 e posto 1

7 Per poter scegliere il sistema di ricezione adeguato e lordine di rotazione dei giocatori dobbiamo valutare alcuni parametri: 1. caratteristiche individuali dei singoli giocatori 2. il livello del proprio palleggiatore 3. le capacità di gestione dei propri attaccanti Fatte queste valutazioni dobbiamo considerare il livello del nostro campionato e quindi verificare: 1. con quale efficacia battono le squadre avversarie 2. con quale percentuale riceviamo non perfetto ma solo palla alta 3. con quale ricezione abbiamo palla perfetta per primo tempo

8 La prima cosa da individuare con lerrore in un sistema di ricezione è se esso derivi da un CONFLITTO o da una CARENZA TECNICA Lerrore in questi casi deve essere considerato uno strumento per valutare, correggere, migliorare, cambiare lattuale sistema di ricezione o la tipologia di lavoro tecnico su quel determinato fondamentale

9 CON LA BATTUTA POSSIAMO PERSEGUIRE PRINCIPALMENTE 4 OBIETTIVI: OTTENERE UN PUNTO DIRETTO ( O MEZZO PUNTO) IMPEDIRE ALLAVVERSARIO DI GIOCARE IL PRIMO TEMPO IMPEDIRE AD UN AVVERSARIO DI ATTACCARE O FARLO CON NOTEVOLE DIFFICOLTA CONDIZIONARE IL GIOCO AVVERSARIO STIMOLANDO LATTACCO DI UN GIOCATORE PIUTTOSTO DI UN ALTRO

10 Il servizio in salto è diventato, nella pallavolo moderna, un vero e proprio attacco da fondo campo. Tale tecnica ha assunto un ruolo di predominanza nella pallavolo di alto livello dove ogni squadra ha almeno ¾ giocatori che sono in grado di eseguire una battuta in salto come vero e proprio colpo dattacco iniziale lungo tutta la linea di fondo. Bisogna però considerare che la battuta in salto e la relativa ricezione sono proprie di alto livello quindi sono meno rilevanti a medio livello e soprattutto nella realtà giovanile. Non per questo non si deve proporre ai giovani tale tipo di servizio, seppur sempre SECONDARIO ad una buona esecuzione della battuta float.

11 TATTICAMENTE DOVREMO TENERE IN CONSIDERAZIONE: 1.Scelta del tipo di battuta 2.Scelta del tipo di rischio 3.Le caratteristiche del battitore 4.Considerare la rotazione avversaria 5.Capire landamento della partita e il tipo di rischio appropriato 6.Gestire lerrore LUTILIZZO TATTICO DELLA BATTUTA FLOAT: DA VICINO in zone predefinite (zona di conflitto, corta, lunga, ecc.:) DA LONTANO per aumentare lefficacia flottante (max difficoltà per il ricevitore) LUTILIZZO DELLA BATTUTA FLOAT JUMP DEVE ESSERE ADOTTATO SOLO QUANDO LA TECNICA E LA TATTICA DELLA BATTUTA PIEDI A TERRA SONO CONSOLIDATE NEL GIOCATORE

12 Generalmente quando si ricerca la causa di una esecuzione errata si indaga solamente sul gesto esclusivo senza tener conto di ciò che è avvenuto prima. La causa dellerrore va sempre ricercata in ciò che viene prima e si deve porre lattenzione su tutta la costruzione del gesto tecnico: Se ad esempio un giocatore colpisce sempre con il braccio flesso, anziché ripetere continuamente che deve colpire a braccio disteso dobbiamo chiederci: perché il braccio è flesso durante lesecuzione gesto? Da cosa può dipendere? Poniamo che dipenda da uneccessiva inclinazione del busto allindietro…. perché il busto assume uninclinazione sbagliata? Poniamo di aver stabilito che è causato dal fatto che la palla solitamente è incrociata in ritardo: e questo da cosa è causato? Da cosa può dipendere questo errore?

13 A questo punto può dipendere: dallerrata percezione anticipata della traiettoria della palla da unerrata scelta di tempo dalla difficoltà di realizzare lanticipazione spazio-temporale necessaria a compiere il gesto tecnico Appurato quindi che il problema è spazio-temporale dobbiamo informare il giocatore della carenza ed escogitare esercizi che curino tale carenza cercando di capire se il problema tempo riguarda: lanticipazione della parabola della palla lanticipazione dello spostamento orizzontale/verticale del corpo lanticipazione del movimento delle braccia le capacità coordinative che guidano le precedenti azioni

14 1. CARENZA DI PRESUPPOSTI FISICI 2. CARENZA DI PREPARAZIONE CONDIZIONALE E COORDINATIVA 3. TIMORE DI FARSI MALE 4. LACUNE NEL PROCESSO DI ASSIMILAZIONE 5. INFLUENZE DOVUTE ALLETA, SESSO, CURRICULUM SPORTIVO 6. CAPACITA E PRESUPPOSTI MENTALI DELLAPPRENDIMENTO 7. CONOSCENZA DI UN CATALOGO DEGLI ERRORI PIU DIFFUSI 8. INDICAZIONI SU COME RIUSCIRE A PREVENIRLI O MODIFICARLI 9. CONOSCENZA DELLA VALUTAZIONE TECNICA PER RICAVARE LE MISURE CORRETTIVE

15 CAPIRE IL PERCHE CRONOLOGICO INDICARE AL GIOCATORE LOBIETTIVO MOTORIO VERSO IL QUALE LAVORARE SUDDIVIDERE IL GESTO GLOBALE IN MOMENTI ANALITICI RICOMPORRE I MOMENTI ANALITICI IN MANIERA PIU ARTICOLATA RIPROPORRE IL GESTO IN SITUAZIONI PIU INERENTI LA GARA IN MANIERA SINTETICA EVIDENZIARE IL GESTO TECNICO IN SITUAZIONI ANALITICHE PER VERIFICA UNA VOLTA INDIVIDUATA LA TECNICA CORRETTA… RIPETERLA IL PIU POSSIBILE!

16 NELLANALISI DEL MOVIMENTO Consente lo sviluppo del controllo motorio focalizzazione segmentaria del gesto Consente lo sviluppo delle sensibilità nei tocchi focalizzazione sia del tocco che del bersaglio NELLANALISI DEL GIOCO Consente lo sviluppo delle sequenze motorie focalizzazione dei punti di riferimento in sequenza

17 NELLA SINTESI DEL MOVIMENTO Consente linserimento della sequenza motoria nel corretto timing tecnico controllo esecutivo alle velocità specifiche richieste NELLA SINTESI DEL GIOCO Consente lo spostamento del focus attentivo sui riferimenti necessari alla verifica della qualità delle scelte controllo della progressività della difficoltà del compito tattico richiesto

18 CONSENTE LO SVILUPPO DEL TIMING DI SCELTA Nellapplicazione di tecniche nella dinamica di gioco completa la scelta tecnica individuale durante il gioco Nello sviluppo delle capacità tattiche in contrapposizione con lavversario la scelta tattica individuale durante il gioco Nello sviluppo delle qualità comportamentali in specifiche situazioni della gara le scelta nelle situazioni di pressione agonistica

19


Scaricare ppt "IL SISTEMA DI GIOCO E LINSIEME DELLE STRATEGIE, DEI MOVIMENTI E DELLE SITUAZIONI, NEI VARI FONDAMENTALI, CHE UNA SQUADRA METTE IN ATTO PER CONCLUDERE."

Presentazioni simili


Annunci Google