La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alternanza scuola – lavoro Scuola e azienda progettano, realizzano, valutano lo sviluppo delle competenze professionali mito ? REALTA’ ? ALTERNANZA SCUOLA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alternanza scuola – lavoro Scuola e azienda progettano, realizzano, valutano lo sviluppo delle competenze professionali mito ? REALTA’ ? ALTERNANZA SCUOLA."— Transcript della presentazione:

1 Alternanza scuola – lavoro Scuola e azienda progettano, realizzano, valutano lo sviluppo delle competenze professionali mito ? REALTA’ ? ALTERNANZA SCUOLA – LAVORO SCUOLA E AZIENDA PROGETTANO, REALIZZANO, VALUTANO LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI Pavia Martedì, 15 Aprile 2014 ore Aree professionali LICEO SCIENTIFICO Profili professionali LABORATORIO DI ANALISI A cura di: BENENTI MARIO CASTOLDI MARIALUISA GRUPPO LICEO Inviare a gioria e guastalli entro il 9 aprile

2 Elenco Aziende coinvolte _ Incontro Tutor scolastico – Tutor aziendale Profilo professionaleAziendaCittà ANALISTA LABORATORIO BIOMEDICO LAM ANALISI srl TUTOR DOTT. MAIOLA Voghera ANALISTA LABORATORIO BIOMEDICO AZIENDA OSPEDALIERA TUTOR DOTT.SSA MAZZONI Voghera FARMACIA OSPEDALIERAAZIENDA OSPEDALIERA TUTOR DOTT.SSA LODI Voghera L’appuntamento per il colloquio con le aziende ci è stato dato in extremis L’Azienda Ospedaliera consta di due laboratori diversi ma li abbiamo riuniti in una sola tabella delle prestazioni A volte le prestazioni discusse sono in realtà competenze

3 Considerazioni dopo incontro aziendale Quali le difficoltà nel descrivere le competenze di fine percorso formativo ? Quali le difficoltà nel descrivere le “possibili” prestazioni in azienda ? Quali le difficoltà nel costruire la mappa di correlazione fra prestazioni e competenze ? Quali le difficoltà nel descrivere le prestazioni “ permesse “ in azienda ? L’elenco delle prestazioni è completo ? Tutor scolastico Tutor aziendale Quali le difficoltà si prevedono nell’utilizzo dello strumento per la valutazione delle prestazioni “agite” azienda ? Tutor scolastico Tutor aziendale Quali sono le valutazione delle prestazioni trasversali ( operative – relazionali ) più significative per l’azienda ? Tutor scolastico Tutor aziendale

4 Le risposte Quali le difficoltà nel descrivere le competenze di fine percorso formativo ? LA DIFFICOLTA’ CONSISTE NEL FATTO CHE OGNI AZIENDA CI HA PROPOSTO OBIETTIVI DIVERSI PUR ESSENDO DELLO STESSO CAMPO DI ATTIVITA’. UNA (LAM) HA PROPOSTO OBIETTIVI MOLTO SPECIFICI, L’ALTRA (AZ. OSPEDALIERA) OBIETTIVI PIU’ GENERALI

5 Le risposte Quali le difficoltà nel descrivere le “possibili” prestazioni in azienda ? Quali le difficoltà nel costruire la mappa di correlazione fra prestazioni e competenze ? LE AZIENDE HANNO SUGGERITO PRESTAZIONI CHE SPESSO SONO IN REALTA’ COMPETENZE. DURANTE I COLLOQUI INTERCORSI NON E’ STATO POSSIBILE OTTENERE LA DEFINIZIONI DI PRESTAZIONI. PROBABILMENTE SI POTRA’ FARLO GRADUALMENTE NEL CORSO DEGLI ANNI. AD ALCUNE COMPETENZE ANCHE DI ALTO LIVELLO DIFFICILMENTE POSSONO CORRISPONDERE PRESTAZIONI SEMPLICI IN MOLTI CASI LE PRESTAZIONI VENGONO ESEGUITE IN MODO AUTOMATIZZATO (ES: TEST IMMUNOISTOCHIMICI, EMATOLOGICI, ECC.) IN ALTRI CASI I TUTORS NON FANNO SVOLGERE DIRETTAMENTE ALLO STAGISTA LE MANSIONI PIU’ DELICATE. ALCUNE PRESTAZIONI SPESSO ATTENGONO A PIU’ COMPETENZE (ES: CARICAMENTO REATTIVI, SEMINA IN PIASTRA, ECC.) DIVERSE COMPETENZE SPESSO RICHIEDONO LE STESSE PRESTAZIONI (ES: SAPER FARE ANALISI EMATOLOGICHE, SAPER FARE ANALISI MICROBIOLOGICHE, ECC.) A VOLTE TRA COMPETENZE E PRESTAZIONI LA DIFFERENZA TERMINOLOGICA E’ MOLTO SOTTILE

6 Le risposte Quali le difficoltà nel descrivere le prestazioni “ permesse “ in azienda ? NEI COLLOQUI CON LE AZIENDA OGNUNA DI ESSE CI HA SUGGERITO SOLO LE PRESTAZIONI PERMESSE PER CUI QUELLE NON PERMESSE POSSONO SOLO ESSERE IPOTIZZATE. AD ESEMPIO: 1.SEMINA TERRENI DI COLTURA (PRESENTE SIA PURE CON DICITURE DIVERSE IN ENTRAMBE LE TABELLE DELLE PRESTAZIONI) PUR COMPLESSA E’ PERMESSA PERCHE’ PUO’ ESSERE FATTA IN DOPPIO DA STAGISTA E TUTOR E SE IL TEST FATTO DALLO STAGISTA NON FOSSE CORRETTO NON COMPROMETTEREBBE IL RISULTATO 2.CARICAMENTO REATTIVI IN DETERMINATE MACCHINE (QUASI TUTTI I TEST DI LABORATORIO OGGI SONO MECCANIZZATI) NON E’ PERMESSA PERCHE’ UN EVENTUALE ERRORE COMPROMETTEREBBE MOLTI RISULTATI CHE INVECE DOVREBBERO ESSERE PRONTI E CERTI IN POCO TEMPO

7 Le risposte Quali le difficoltà si prevedono nell’utilizzo dello strumento per la valutazione delle prestazioni “agite” azienda ? Quali sono le valutazione delle prestazioni trasversali (operative – relazionali) più significative per l’azienda? 1.LA PRECISIONE RICHIEDE L’USO DI MOLTE VOCI MENTRE UN USO EFFICACE RICHIEDEREBBE POCHE VOCI FACILMENTE VERIFICABILI 1.MOLTI TUTOR DICHIARANO ESPLICITAMENTE CHE PREFERIREBBERO LASCIARE ALLA SCUOLA LA PARTE BUROCRATICA ANCHE SE SONO DISPOSTI AD UNA VALUTAZIONE DI SINTESI, LIMITATA PERO’ A POCHE VOCI OPPURE AD UN COLLOQUIO DIRETTO CON IL TUTOR SCOLASTICO. AL TUTOR SCOLASTICO TRADURRE IL COLLOQUIO IN VALUTAZIONE SONO COMPETENZE O PRESTAZIONI??? 1.RISPETTO DEL SEGRETO PROFESSIONALE O PRIVACY (ENTRAMBE LE AZIENDE HANNO INSISTITO) 2.RISPETTO DEGLI ORARI 3.SAPERSI GESTIRE IN AUTONOMIA E SAPER VALUTARE IL LAVORO SVOLTO (COME OBIETTIVO FINALE)

8 Valutazione complessiva su efficacia ed efficienza dello strumento L’EFFICACIA E’ ALTA 1.PERCHE’ LO STRUMENTO E’ COMPLETO DI TANTE PAGINE E TANTE VOCI. L’EFFICIENZA E’ INVECE SCARSA 1.PERCHE’ NON E’ SNELLO DA UTILIZZARE 2.PERCHE’ DUE AZIENDE MOLTO SIMILI CI HANNO FORNITO TANTE PRESTAZIONI DIVERSE FRA DI LORO Forse una volta messo alla prova nella realta’ il prossimo anno si potra’ snellirlo anche nell’uso pratico

9 Prestazioni richieste dalla LAM (Laboratorio) 28/03/14 Lavora in laboratorio utilizzando i giusti dispositivi di protezione individuale in base all'attività da svolgere Esegue e comprende le calibrazioni e i controlli di qualità interne sulle strumentazioni appropriate per le richieste ematochimiche da effettuare Riconosce i pittogrammi con le indicazioni di pericolo Legge le istruzioni riportate in etichetta o nelle istruzioni e le sa interpretare Prepara una soluzione a concentrazione data Rispetta le condizioni di igiene e di sterilità ad esempio lavorando sotto cappa Insemina i terreni di coltura (eventualmente li prepara) Osserva e riconosce i preparati al microscopio Prepara vetrini a fresco Esegue semplici tecniche di colorazione (Giemsa, Gram…) Esegue test di immunochimica con metodiche di chemiluninescenza o EIA Esegue test colorimetrici enzimatici Esegue il test dell'antibiogramma Esegue il test di agglutinazione dei gruppi sanguigni Conosce il significato delle principali analisi di laboratorio e valuta i valori calcolati dagli strumenti tramite software dedicati Redige un report dei risultati o delle osservazioni Redige una tabella dei dati utilizzando strumenti informatici adatti Redige grafici con dati analitici utilizzando strumenti informatici adatti Documenta gli aspetti scientifici relativi ai rapporti tra attività svolta e salute umana Documenta gli aspetti relativi al rispetto degli equilibri ambientali Comunica con vari strumenti i propri risultati e le proprie esperienze Conosce il proprio ruolo nell’organigramma e rispetta la privacy nel contesto in cui si trova

10 Prestazioni richieste dall’Azienda Ospedaliera (Laboratorio e Farmacia) riunite in unica tabella ma discusse in due riunioni separate, si tratta di prestazioni più assimilabili alle competenze 28/03/14 esegue preparazioni magistrali e officinali segue la preparazione del materiale sanitario da consegnare alle unità operative visiona i dispositivi medici ospedalieri e li attribuisce al rispettivo utilizzo clinico collabora all'attività di farmacovigilanza registrando e documentando le segnalazioni delle reazioni di tossicità dei farmaci comprende la novità tecnica della preparazione del farmaco in monodose seguito da apposito codice fino al letto del paziente assiste alla preparazione dei farmaci in dimissione da consegnare al paziente impara a valutare l'aspetto clinico delle analisi (collega i parametri alle patologie) prende coscienza dei legami tra laboratorio e reparti e dei tempi stretti in cui si deve operare valuta la realtà ospedaliera (le funzioni dei vari operatori e le responsabilità verso la salute del paziente) prende coscienza dell'utilità degli esami di laboratorio per effettuare la diagnosi e stabilire la terapia rispetta il segreto professionale esegue colture e test microbiologici esegue test biochimici riconosce preparati microscopici esegue test immunoistochimici esegue test ematologici prende coscienza dell'importanza dei controlli di qualità

11 Competenze di fine percorso del LICEO solo per l’asse scientifico, non abbiamo considerato le competenze di carattere umanistico 28/03/14 1.aver appreso concetti, principi e teorie scientifiche anche attraverso esemplificazioni operative di laboratorio; 2.elaborare l’analisi critica dei fenomeni considerati, la riflessione metodologica sulle procedure sperimentali e la ricerca di strategie atte a favorire la scoperta scientifica; 3.analizzare le strutture logiche coinvolte ed i modelli utilizzati nella ricerca scientifica; 4.individuare le caratteristiche e l’apporto dei vari linguaggi (storico- naturali, simbolici, matematici, logici, formali, artificiali); 5.comprendere il ruolo della tecnologia come mediazione fra scienza e vita quotidiana; 6.saper utilizzare gli strumenti informatici in relazione all’analisi dei dati e alla modellizzazione di specifici problemi scientifici e individuare la funzione dell’informatica nello sviluppo scientifico; 7.saper applicare i metodi delle scienze in diversi ambiti.

12 Mappa prestazioni-competenze (solo le più significative) 28/03/14 PRESTAZIONI COMPETENZE Tecnico scientifico segue la preparazione del materiale sanitario da consegnare alle unità operative comprende la novità tecnica della preparazione del farmaco in monodose seguito da apposito codice fino al letto del paziente prende coscienza dei legami tra laboratorio e reparti e dei tempi stretti in cui si deve operare valuta la realtà ospedaliera (le funzioni dei vari operatori e le responsabilità verso la salute del paziente) prende coscienza dell'utilità degli esami di laboratorio per effettuare la diagnosi e stabilire la terapia rispetta il segreto professionale esegue colture e test microbiologici esegue test biochimici riconosce preparati microscopici esegue test ematologici esegue test immunoistochimici prende coscienza dell'importanza dei controlli di qualità Rispetta le condizioni di igiene e di sterilità Documenta con un report gli aspetti scientifici relativi ai rapporti tra attività svolta e salute umana e rispetto dell’ambiente Conosce il significato delle principali analisi di laboratorio e valuta i valori calcolati dagli strumenti tramite software dedicati

13 Quale conoscenza ha l’Azienda della valutazione didattica dello stage? Nessuna, al limite è a conoscenza dell’esistenza del credito formativo 28/03/14

14 Quale valutazione intende dare il Consiglio di Classe allo stage? Il punto di credito scolastico Non si è ancora discusso se attribuire un aumento di voto in pagella almeno nelle discipline di riferimento 28/03/14


Scaricare ppt "Alternanza scuola – lavoro Scuola e azienda progettano, realizzano, valutano lo sviluppo delle competenze professionali mito ? REALTA’ ? ALTERNANZA SCUOLA."

Presentazioni simili


Annunci Google