La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LABORATORIO DI RICERCA-AZIONE PER L’IMPLEMENTAZIONE DELLE MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO DELLE INDICAZIONI NAZIONALI 2012- PINCIPI ISPIRATORI Introduzione sperimentazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LABORATORIO DI RICERCA-AZIONE PER L’IMPLEMENTAZIONE DELLE MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO DELLE INDICAZIONI NAZIONALI 2012- PINCIPI ISPIRATORI Introduzione sperimentazione."— Transcript della presentazione:

1 LABORATORIO DI RICERCA-AZIONE PER L’IMPLEMENTAZIONE DELLE MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO DELLE INDICAZIONI NAZIONALI PINCIPI ISPIRATORI Introduzione sperimentazione matematica ( infanzia) Tutor:Buccola Giuseppa Insegnant: Ciavarello Maria Concetta Direzione Didattica C.F.Aprile Via F. Morvillo Corleone Tutor:Buccola Giuseppa Insegnant: Ciavarello Maria Concetta Direzione Didattica C.F.Aprile Via F. Morvillo Corleone

2 Traguardi per lo sviluppo della competenza  Il bambino raggruppa e ordina oggetti e materiali secondo criteri diversi ne identifica alcune proprietà confronta e valuta quantità: utilizza simboli per registrare ; esegue misurazioni usando strumenti alla sua portata. Competenza Individuata a forte valenza trasversale

3 PROGETTO «ALLA SCOPERTA DELLE FORME GEOMETRICHE» Percorso didattico finalizzato al riconoscimento, denominazione, utilizzo delle forme geometriche Finalità generali: sollecitare la comprensione delle forme geometriche e la connessione con gli oggetti presenti nell’ambiente circostante Finalità generali: sollecitare la comprensione delle forme geometriche e la connessione con gli oggetti presenti nell’ambiente circostante Obiettivi:  Riconoscere e denominare le principali forme geometriche.  Riconoscere oggetti di forme riconducibile a quelle geometriche nell’ambiente circostante.  Rappresentare graficamente le forme geometriche  Riconoscere uguaglianze e differenze in base a quattro caratteristiche: colore – dimensione – forma – spessore. (utilizzo dei blocchi logici)  Rappresentare e drammatizzare le forme geometriche Obiettivi:  Riconoscere e denominare le principali forme geometriche.  Riconoscere oggetti di forme riconducibile a quelle geometriche nell’ambiente circostante.  Rappresentare graficamente le forme geometriche  Riconoscere uguaglianze e differenze in base a quattro caratteristiche: colore – dimensione – forma – spessore. (utilizzo dei blocchi logici)  Rappresentare e drammatizzare le forme geometriche

4 METODOLOGIA:  Conversazione a grande gruppo;  Giochi di gruppo per ricercare nell’ambiente sezione tutto ciò che ha una forma geometrica;  Giochi di gruppo con i blocchi logici;  Attività di laboratorio manipolativo;  Attività di laboratorio informatico ;  Conversazione a grande gruppo;  Giochi di gruppo per ricercare nell’ambiente sezione tutto ciò che ha una forma geometrica;  Giochi di gruppo con i blocchi logici;  Attività di laboratorio manipolativo;  Attività di laboratorio informatico ;

5 Attività:  racconto della storia “IL PAESE TUTTOBELLO”  giochiamo e conosciamo le forme dei blocchi logici;  individuiamo nella sezione quali forme esistono, porte, finestre, libri, fogli, scatole, contenitori, oggetti vari;  disegniamo e ritagliamo le forme geometriche  utilizziamo le forme per costruire a collage un maxi cartellone con le fasi della storia  giochiamo con il tangram e realizziamo un elaborato libero utilizzando le forme a disposizione  riportiamo al computer lo stesso lavoro  completiamo le schede  giochiamo con i blocchi e individuiamo la differenza sottile-spesso, grande-piccolo, colore  conversazione circle time ; domande stimolo;  cooperative learning;  Laboratorio manipolativo. Anche la nostra merenda è fatta di forme geometriche  I bambini organizzeranno la merenda a base di tramezzini alla nutella che prepareranno rispettandone la classificazione in base alle forme: quadrati per le bambine, rettangolari per i maschietti, triangolari per le maestre, e a forma di cerchio per i collaboratori. Gli avanzi,dopo averne individuato la forma, saranno da tutti condivisi.  racconto della storia “IL PAESE TUTTOBELLO”  giochiamo e conosciamo le forme dei blocchi logici;  individuiamo nella sezione quali forme esistono, porte, finestre, libri, fogli, scatole, contenitori, oggetti vari;  disegniamo e ritagliamo le forme geometriche  utilizziamo le forme per costruire a collage un maxi cartellone con le fasi della storia  giochiamo con il tangram e realizziamo un elaborato libero utilizzando le forme a disposizione  riportiamo al computer lo stesso lavoro  completiamo le schede  giochiamo con i blocchi e individuiamo la differenza sottile-spesso, grande-piccolo, colore  conversazione circle time ; domande stimolo;  cooperative learning;  Laboratorio manipolativo. Anche la nostra merenda è fatta di forme geometriche  I bambini organizzeranno la merenda a base di tramezzini alla nutella che prepareranno rispettandone la classificazione in base alle forme: quadrati per le bambine, rettangolari per i maschietti, triangolari per le maestre, e a forma di cerchio per i collaboratori. Gli avanzi,dopo averne individuato la forma, saranno da tutti condivisi.

6 Tempi sperimentazione: dal 2 Ottobre al 25 Novembre per un totale di 25 ore così suddivise: 20 incontri frontali e le restanti ore per la valutazione dei lavori svolti e la stesura della relazione finale Spazi e materiali utilizzati:  sezione, blocchi logici,carta, colla, colori, schede, computer Spazi e materiali utilizzati:  sezione, blocchi logici,carta, colla, colori, schede, computer Valutazione:  schede in itinere  osservazione dell’attività a computer  intervista individuale al termine dell’attività  Valutazione gruppo  Relazione finale Valutazione:  schede in itinere  osservazione dell’attività a computer  intervista individuale al termine dell’attività  Valutazione gruppo  Relazione finale

7 Analisi della classe  Scuola : dell’infanzia «A. S. Giuliano»  Gruppo: Sezione di 5 anni a turno ridotto  Numero degli alunni: 21 così suddivisi 5 gruppo dei rossi 5 gruppo dei blu 5 gruppo dei gialli 6 gruppo dei verdi  Caratteristiche: il gruppo è omogeneo  Risorse coinvolte: Ins. di sezione responsabile del progetto  Scuola : dell’infanzia «A. S. Giuliano»  Gruppo: Sezione di 5 anni a turno ridotto  Numero degli alunni: 21 così suddivisi 5 gruppo dei rossi 5 gruppo dei blu 5 gruppo dei gialli 6 gruppo dei verdi  Caratteristiche: il gruppo è omogeneo  Risorse coinvolte: Ins. di sezione responsabile del progetto

8 ASSE DELL’ ISTRUZIONE Programmazione Didattica prot. 01 MEDIAZIONE DIDATTICA n.1.0 attività preliminare di sperimentazione nella sezione N di anni 5 Obiettivo: 1AttivitàMetodologiaMaterialeTempiNote/Osservazioni 1.1 Acquisire le regole orientate alla collaborazione e alla corretta relazione sociale 1.2 Acquisire le regole orientate alla collaborazione e alla corretta relazione sociale 1.1 Utilizzare gli oggetti di sezione in modo creativo con i compagni costruendo giochi in gruppo Si sono stabilite le regole per lavorare in gruppo ( rimanere in gruppo, parlare sottovoce condividere e rispettare i materiali, ascoltare l’altro costruire qualcosa insieme per poi raccontarlo agli altri gruppi 1.2 Utilizzare gli oggetti di sezione in modo creativo con i compagni costruendo giochi in gruppo 1.1 Cooperative learning Disporre i bambini a circle time e chiedere : Con quale gioco vuoi giocare? Perché? Cosa pensi di costruire? Da solo ? Con chi? 1.2 Cooperative learning Disporre i bambini a circle time e chiedere : Con quale gioco vuoi giocare? Perché? Cosa pensi di costruire? Da solo ? Con chi? 1.1 Costruzioni; Tavolette di legno; Foglio di carta pacco e colori a matita Pasta di sale 1.2 Costruzioni; Tavolette di legno; Foglio di carta pacco e colori a matita Pasta di sale 1.1 h 2 dalle ore 9:15 alle ore 11:15 del 04 novembre h 2 dalle ore 9:15 alle ore 11:15 del 05 novembre I bambini non hanno avuto difficoltà a scegliere il gioco, non hanno avuto difficoltà a scegliere il compagno l’amico dei giochi con cui realizzare il progetto, non tutti i bambini sono rimasti nel gruppo per terminare l’attività 1.2 I bambini essendo la seconda volta che affrontavano l’attività sono stati più spigliati hanno perso meno tempo a scegliere sia il gioco che il compagno e hanno lavorato serenamente rispettando le regole stabilite,

9 ASSE DELL’ ISTRUZIONE Programmazione Didattica prot. 01 MEDIAZIONE DIDATTICA n.1.1 Obiettivo: 1AttivitàMetodologiaMaterialeTempiNote/Osservazioni 1.1 Individuare in una storia le forme geometriche 1.1 Lettura animata della storia “IL PAESE TUTTOBELLO” divisa in 5 sequenze e contestualizzata da corrispondenti tavole illustrate 1.1 Domande del tipo: - Come si chiama il villaggio della storia? -Chi sono i personaggi della storia? -Perché le case rotolavano? -Che soluzione ha trovato il sindaco? -Cosa successe durante l’inverno? -Cosa accadde al Signor quadrato mentre camminava nel bosco? -Cosa pensò dimettere sul tetto delle case? -Come si chiamò il villaggio dopo? 1.1 La storia in sequenza h 1 dalle ore 10:15 alle ore 11:15 del 06 novembre 2014 Tutti i bambini ascoltano la storia incuriositi e guardano attentamente le sequenze della storia

10 Obiettivo: 1AttivitàMetodologiaMaterialeTempiNote/Osservazioni 1.2 Riconoscere oggetti di forme riconducibile a quelle geometriche nell’ambiente circostante Giochiamo e conosciamo le forme dei blocchi logici; - Individuiamo nella sezione quali forme esistono, porte, finestre, libri, fogli, scatole, contenitori, oggetti vari; - Disegnare e ritagliare le forme geometriche - Utilizziamo le forme per costruire a collage un maxi cartellone con le fasi della storia 1.2 I bambini vengono divisi in 3 in gruppi da 5 e uno da 6 - Blocchi logici -Forbicine -Fogli A4 colorata -Matite h 2 dalle ore 09:15 alle ore 11:15 del 07 novembre 2014 I bambini non hanno avuto difficoltà a dividersi in gruppo hanno lavorato con entusiasmo all’attività proposta anche il bambino che di solito non partecipa alle attività è stato partecipe per poco tempo

11 Obiettivo: 1AttivitàMetodologiaMaterialeTempiNote/Osservazioni 1.3 Rappresentare graficamente le forme geometriche 1.3 Giochiamo con le forme e realizziamo un disegno libero utilizzando le forme a disposizione riportiamo al computer lo stesso lavoro 1.3 Costruire e ragionare Mentre i bambini realizzano il disegno libero scegliendo le forme da un mucchio poniamo loro le seguenti domande: Quale figura geometrica hai scelto? Di che colore è? Quanti lati ha? Quale disegno avete ottenuto? Costruire e ragionare Mentre scannerizziamo il loro capolavoro il capogruppo racconta una storia sul loro disegno Quadrati cerchi triangoli rettangoli di cartoncino di vario colore foglio di carta pacco colla a stick Scanner computer h 2 dalle ore 09:15 alle ore 11:15 del 10 novembre h 2 dalle ore 09:15 alle ore 11:15 del 11 novembre bambini senza problemi rispondono alle domande fatte

12 Obiettivo: 1AttivitàMetodologiaMaterialeTempiNote/Osservazioni giochiamo con il tangram e ogni gruppo dovrà realizzare un elaborato in libero utilizzando le forme a disposizione Cooperative Learning jigsaw Tangram colla h 2 dalle ore 09:15 alle ore 11:15 del 12 novembre I bambini sono particolarmente interessati alle attività pratiche

13 Obiettivo: 1AttivitàMetodologiaMaterialeTempiNote/Osservazioni 1.4 Riconoscere uguaglianze e differenze in base a quattro caratteristiche: colore – dimensione – forma – spessore. 1.4 giochiamo con i blocchi e individuiamo la differenza sottile-spesso, grande-piccolo, colore 1.4 Cooperative Learning jigsaw 1.4 Blocchi logici 1.4 h 2 dalle ore 09:15 alle ore 11:15 del 13 novembr e 2014

14 Obiettivo: 1AttivitàMetodologiaMaterialeTempiNote/Osservazioni 1.5 Rappresentare e drammatizzare le forme geometriche 1.5 costruire il paese tutto bello con scatoloni e cartone ( case, alberi, macchina) Rappresentare I personaggi della storia e organizzare la merenda del PAESE TUTTO BELLO con l’aiuto dei genitori realizzare la merenda del paese a base di tramezzini che prepareranno rispettandone la classificazione in base alle forme: quadrati per le bambine, rettangolari per i maschietti, triangolari per le maestre, e a forma di cerchio per i collaboratori 1.5 i bambini hanno progettato a coppie o a piccolo gruppo le parti da realizzare, i colori da utilizzare, dove collocare ed incollare i materiali prodotti 1.5 Scatole, cartoni di varie dimensioni tempera, pennelli 1.5 h 5 dalle ore 09:00 alle ore 13:00 del 14 novembre I bambini hanno dimostrato grande capacità di collaborazione e mediazione tra le esigenze di ognuno


Scaricare ppt "LABORATORIO DI RICERCA-AZIONE PER L’IMPLEMENTAZIONE DELLE MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO DELLE INDICAZIONI NAZIONALI 2012- PINCIPI ISPIRATORI Introduzione sperimentazione."

Presentazioni simili


Annunci Google