La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’accompagnamento delle famiglie nella celebrazione del battesimo e nell’educazione religiosa della prima infanzia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’accompagnamento delle famiglie nella celebrazione del battesimo e nell’educazione religiosa della prima infanzia."— Transcript della presentazione:

1 L’accompagnamento delle famiglie nella celebrazione del battesimo e nell’educazione religiosa della prima infanzia

2  L’attesa, la nascita e la crescita di un figlio sono momenti speciali per la vita delle coppie… e dovrebbero esserlo anche per le comunità cristiane.  Possono diventare “soglia di accesso alla fede”, occasioni per un incontro vitale con il Signore risorto… (Vescovi Lombardi, La sfida della fede) ..se le nostre parrocchie si fanno “chiesa in uscita”: prendendo l’iniziativa, coinvolgendosi, accompagnando, attente a “fare frutti” e a festeggiare con la bellezza della liturgia (cfr. EG 24).

3  non solo perché il Parroco non può fare tutto, ma…  per mostrare il volto di una Chiesa-Madre…  che, si fa compagna di viaggio della famiglia stessa, nella nuova avventura genitoriale, collaborando insieme, ciascuno con il proprio ruolo, perché la nuova vita sia accolta, generata alla fede e cresciuta ed educata nella grande famiglia della Chiesa.

4  Costituzione (parroco, consacrati, sposi- genitori, animatori-educatori,…)  Definizione di ruoli interni (sacerdote, referente, segretario,…)  Formazione (autoformazione, incontri di confronto, studio e organizzazione)  Compiti (incontrare la famiglia, evangelizzare la famiglia, celebrare il Battesimo, accompagnare la famiglia nell’educazione alla fede)

5  magari quando è ancora in attesa  incontro conviviale in casa  prevalente atteggiamento di ascolto delle diverse situazioni umane, di fede e familiari, dando l’idea di una Chiesa accogliente e materna, pur motivando con coerenza eventuali scelte pastorali specifiche non immediatamente condivise.

6  occasione per una riscoperta o per un primo annuncio della fede in famiglia, a partire dall’esperienza del Battesimo  annunciare il Vangelo dentro ogni situazione, valorizzando tutto il positivo che c’è e stimolando la possibile evoluzione delle situazioni più difficili.  Materiale utile: Schede per il primo annuncio della fede in famiglia a cura dell’Ufficio diocesano per la Catechesi

7  due o tre incontri nella casa della famiglia (opp. insieme in una casa o oratorio)  proposte celebrative prima del Battesimo (in casa: preghiere nell’attesa, benedizione partoriente, benedizione neonato)  Aiuto nella scelta dei padrini di Battesimo e loro coinvolgimento nel cammino

8  incontro di gruppo in chiesa, a diretto contatto con i luoghi celebrativi (anche i padrini)  scopo: suscitare maggiore consapevolezza possibile nel partecipare al rito  materiale: Catechismo dei bambini (nn.75-91)  Consegna del Catechismo dei bambini «Lasciate che i bambini vengano a me»

9  «La miglior catechesi sul Battesimo è lo stesso Battesimo ben celebrato»  Precauzioni per una partecipazione attenta al rito (pianto neonati, fratellini, fotografi,…)  Celebrazioni comunitarie e calendario ragionato  Rito a sé o all’interno dell’ Eucaristica domenicale (partecipazione comunità)  Festa, canto e valorizzazione luoghi, gesti, segni

10  Colmare il vuoto 0-6 anni della pastorale  Affiancarsi alle famiglie con bimbi piccoli per sostenerle nel compito educativo insostituibile della trasmissione della fede: incoraggiamento, supporto, orientamento, offerta di occasioni e strumenti.  raccordo equipe battesimale con equipe 0- 6 anni  cammino aperto a tutte le famiglie, anche quelle inserite in parrocchia in seguito

11  Proposta di un cammino di fede, a misura di famiglia, praticabile nei tempi e nei luoghi.  2-3 incontri all’anno in parrocchia, al pomeriggio della domenica o altre feste.  Due percorsi di fede: per genitori dei bambini 0-3 anni (con babysitteraggio) e per genitori dei bambini 3-6 anni (con coinvolgimento bambini in attività parallele)

12  progettazione annuale: destinatari, obiettivi, modalità incontri, numero incontri e calendario, altri operatori da coinvolgere  valorizzazione del Catechismo dei bambini  materiali: Sussidi Diocesi di Milano, e Biader – Noceti - (Spinelli)

13  Obiettivi: mantener vivi e rafforzare i rapporti interpersonali; annunciare il vangelo della famiglia, favorire compito educativo genitori, favorire inserimento/partecipazione vita parrocchiale  Memoria del Battesimo: preghiera familiare, celebrazione parrocchiale  Tipologia di incontri: dom pom, 3ore, con momenti di annuncio, preghiera, condivisione, testimonianza

14  celebrazioni/preghiera: essenziale e ben curata, stimolo e modello per preghiera in famiglia; valorizzazione rito Battesimo attraverso ripresa segni, letture, preghiere.  annuncio catechistico: valorizzare esperienze umane vissute come «luoghi» in cui far risuonare l’appello del vangelo e il dono della salvezza; proporre gesti quotidiani/familiari che esprimano un comportamento di fede  inserimento in comunità: contatti informali anche con chi non partecipa agli incontri; fraternità negli incontri (merenda condivisa, dialogo libero); favorire scambio e aiuto reciproco tra famiglie.

15  obiettivi: valorizzare il vissuto genitoriale- educativo anche sul versante della fede; educazione dei bambini alla fede e alla preghiera in attività specifiche negli incontri e suggerimenti per genitori; favorire conoscenza e utilizzo costruttivo del CdB.  2-3 incontri all’anno valorizzando alcune feste  Tipologia incontri: annuncio, preghiera, condivisione, festa, laboratorio per bambini e momento di scambio del lavoro fatto da genitori e figli

16  Mantenere i contatti con i genitori/famiglie battezzati, incontrandole in casa almeno una volta all’anno, per condividere fatiche, difficoltà, proporre aiuti, sostenere compito educativo (Cfr. 12 Lettere ai genitori sul sito diocesano)  Invitare personalmente le famiglie alle Feste principali della Parrocchia  Proporre 1 incontro all’anno, tutte insieme, per un momento di festa, celebrazione, e momento di annuncio del vangelo.

17 “Io sono una missione su questa terra e per questo mi trovo in questo mondo” (EG, 273)


Scaricare ppt "L’accompagnamento delle famiglie nella celebrazione del battesimo e nell’educazione religiosa della prima infanzia."

Presentazioni simili


Annunci Google