La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020 EUROPA PER I CITTADINI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020 EUROPA PER I CITTADINI."— Transcript della presentazione:

1 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI EUROPA PER I CITTADINI

2 OBIETTIVI Il Programma "Europa per i Cittadini " mira ad avvicinare i cittadini europei all’Unione Europea, proponendosi di colmare la distanza, talvolta dai primi avvertita, dalle istituzioni europee. OBIETTIVI GENERALI Sensibilizzare i cittadini alla conoscenza dell’Unione, della sua storia e della sua diversità; Promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica e democratica a livello dell’Unione. OBIETTIVI SPECIFICI sensibilizzare alla memoria, alla storia e ai valori comuni dell'Unione Europea, nonché alle sue finalità, quali la promozione della pace, dei valori condivisi e del benessere dei suoi cittadini, stimolando il dibattito, la riflessione e lo sviluppo di reti; incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini a livello di Unione, permettendo ai cittadini di comprendere meglio il processo di elaborazione politica dell'Unione e creando condizioni adeguate per favorire l'impegno sociale, il dialogo interculturale e il volontariato 2 Fonte EACEA

3 P RIORITÀ A NNUALI 3 In linea con gli obiettivi generali del programma la Commissione europea definisce priorità annuali previa consultazione del comitato del Programma. I candidati sono incoraggiati a sviluppare progetti in linea con gli obiettivi del programma che tengano conto delle priorità annuali. Le priorità annuali saranno annunciate sul sito web dell'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) e della Commissione europea. Fonte EACEA

4 BUDGET 4 Per il periodo si propone un budget di € Asse 1: memoria europea: circa 20% Asse 2: impegno democratico e partecipazione civica: circa 60% Azione orizzontale – valorizzazione: circa 10% I rimanenti stanziamenti sono erogati a copertura delle spese generali, amministrative e tecniche del programma. Il 31 Ottobre 2013 la Commissione ha adottato il programma di lavoro Europa per i cittadini per il 2014 e il contributo massimo è fissato a € Fonte EACEA

5 S TRUTTURA DEL P ROGRAMMA 5 Il programma è strutturato in due assi e in un’azione orizzondale: asse 1: memoria europea: sensibilizzare alla memoria, alla storia e ai valori comuni e alle finalità dell'Unione; asse 2: impegno democratico e partecipazione civica: incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini a livello dell'Unione.  Le misure comprese in questo asse sono:  gemellaggi di città  reti tra città  progetti della società civile I due assi sono integrati da una azione orizzontale di valorizzazione: analisi, diffusione e uso dei risultati dei progetti. Fonte EACEA

6 T IPI DI ATTIVITÀ AMMISSIBILI (1) 6 Attività di apprendimento reciproco e cooperazione quali: riunioni di cittadini, gemellaggi tra città, reti di città gemellate; progetti attuati da partenariati transnazionali, con la partecipazione di diversi tipi di soggetti interessati; progetti di commemorazione con una dimensione europea; scambi basati, tra l'altro, sull'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) e/o dei media sociali. Fonte EACEA

7 T IPI DI ATTIVITÀ AMMISSIBILI (2) 7 Sostegno strutturale a organizzazioni quali: organismi che perseguono un obiettivo di interesse dell'Unione quale definito all'articolo 177 del regolamento (UE) n. 1268/2012; punti di contatto “Europa per i cittadini”. Fonte EACEA

8 T IPI DI ATTIVITÀ AMMISSIBILI (3) 8 Attività di analisi a livello di Unione quali: studi incentrati su questioni connesse agli obiettivi del programma. Fonte EACEA

9 T IPI DI ATTIVITÀ AMMISSIBILI (4) 9 Attività di sensibilizzazione e divulgazione destinate a utilizzare e a valorizzare ulteriormente i risultati delle iniziative sostenute e a evidenziare buone prassi, quali: eventi a livello di Unione comprese conferenze, commemorazioni e cerimonie di premiazione; revisioni paritetiche, riunioni e seminari di esperti. Fonte EACEA

10 A SSE 1 – M EMORIA E UROPEA P RIORITÀ 10 Il programma Europa per i cittadini intende sostenere i progetti che invitano alla riflessione sulle origini dei regimi totalitari nella storia europea moderna e i progetti riguardanti altri momenti cruciali e punti di riferimento della storia europea recente. PRIORITA’ 2014 I momenti storici che saranno commemorati in particolare nel 2014 sono:  100° anniversario dell’inizio della prima guerra mondiale  25° anniversario della caduta del muro di Berlino  10 anni dell’allargamento dell’Unione europea all’Europa centrale e  orientale. Fonte EACEA

11 A SSE 1 – M EMORIA E UROPEA A TTIVITÀ 11 Il Programma finanzia progetti che riflettano sulle cause dei regimi totalitari nella storia moderna dell'Europa (in particolar modo, ma non esclusivamente, il nazismo che ha portato all'olocausto, il fascismo, lo stalinismo e i regimi comunisti totalitari) nonché progetti volti a commemorare le vittime dei loro crimini. I progetti condotti nell'ambito di questo asse dovrebbero includere diversi tipi di organizzazioni (autorità locali, ONG, istituti di ricerca, ecc.) o sviluppare tipi diversi di attività (ricerca, istruzione non formale, dibattiti pubblici, mostre, ecc.) o coinvolgere cittadini provenienti da diversi gruppi bersaglio. Fonte EACEA

12 ASSE 1 – MEMORIA EUROPEA CHI PUÒ PARTECIPARE 12 Tipo di organizzazione: autorità locali/regionali o organizzazioni non-profit, comprese le organizzazioni della società civile, le associazioni dei sopravvissuti, le organizzazioni culturali, giovanili, educative e di ricerca, le associazioni di città gemellate. Numero di partner: un progetto deve coinvolgere organizzazioni di almeno uno Stato membro. Si privilegeranno i progetti transnazionali. Fonte EACEA

13 A SSE 1 – M EMORIA E UROPEA S TRUTTURA DEL PROGETTO Bilancio Sovvenzione massima ammissibile per un progetto: EUR. 2. Sede delle attività Le attività devono svolgersi in uno dei paesi ammissibili. 3. Periodo di ammissibilità/durata del progetto Il progetto deve iniziare entro il pertinente periodo di ammissibilità (cfr. Calendario). La durata massima del progetto è di 18 mesi. Fonte EACEA

14 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA P RIORITÀ 14 Questo asse sosterrà attività che riguardano la partecipazione civica nel senso più ampio con un'attenzione particolare per le attività direttamente correlate alle politiche UE al fine di assicurare una partecipazione concreta al processo decisionale dell'Unione negli ambiti legati agli obiettivi del programma. L'asse copre anche progetti e iniziative che sviluppano opportunità di comprensione reciproca, di apprendimento interculturale, solidarietà, impegno sociele e volontariato PRIORITA’ 2014 La priorità annuale della parte 2 del programma Europa per i cittadini per l’anno 2014 sarà incentrata su:  elezioni del Parlamento europeo  partecipazione dei cittadini alla vita democratica dell’UE  approfondimento del dibattito sul futuro dell’Europa Fonte EACEA

15 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA M ISURE 15 Le misure comprese in questo asse sono:  GEMELLAGGI DI CITTÀ  RETI TRA CITTÀ  PROGETTI DELLA SOCIETÀ CIVILE Fonte EACEA

16 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA G EMELLAGGI DI C ITTÀ 16 Questa misura intende sostenere i progetti che fanno incontrare una pluralità di cittadini di città gemellate su tematiche in linea con gli obiettivi del programma. Si privilegeranno i progetti che trattino le priorità annuali definite per questa misura. Mobilitando i cittadini a livello locale e dell’Unione per dibattere su questioni concrete che figurano sull'agenda politica europea, questa misura si prefigge di promuovere la partecipazione civica al processo decisionale dell'Unione e di sviluppare opportunità d'impegno sociale e di volontariato a livello europeo. I gemellaggi vanno intesi in senso lato in quanto ci si riferisce sia ai comuni che hanno sottoscritto o si sono impegnati a sottoscrivere un accordo di gemellaggio sia i comuni che hanno altre forme di partenariato volte a intensificare la cooperazione e i legami culturali. Fonte EACEA

17 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA G EMELLAGGI DI C ITTÀ 17 CHI PUO’ PARTECIPARE Tipo di organizzazione: Città/comuni o i loro comitati di gemellaggio o altre organizzazioni non-profit che rappresentano le autorità locali. Numero di partner : Un progetto deve coinvolgere i comuni di almeno 2 paesi ammissibili, almeno uno dei quali deve esse uno Stato membro dell'UE. Fonte EACEA

18 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA G EMELLAGGI DI C ITTÀ 18 STRUTTURA DEL PROGETTO 1. Numero di partecipanti Un progetto deve coinvolgere almeno 25 partecipanti invitati. Per "partecipanti invitati" si intendono partecipanti internazionali inviati dai partner ammissibili. 2. Bilancio Sovvenzione massima ammissibile per un progetto: EUR 3. Sede delle attività Le attività devono svolgersi in uno dei paesi ammissibili partecipanti al progetto. 4. Periodo di ammissibilità/durata del progetto Il progetto deve iniziare entro il pertinente periodo di ammissibilità che è in funzione della scadenza della misura entro la quale deve essere presentata la candidatura (cfr. Calendario). Durata massima della riunione: 21 giorni Fonte EACEA

19 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA R ETI DI C ITTÀ 19 I comuni e le associazioni che lavorano assieme su una tematica comune in una prospettiva di lungo periodo possono desiderare di sviluppare reti di città per rendere più sostenibile la loro cooperazione. Il potenziale delle reti costituite da una serie di legami tra città gemellate andrebbe usato per sviluppare una cooperazione tematica e duratura tra le città. La Commissione europea sostiene lo sviluppo di simili reti che sono importanti per assicurare una cooperazione strutturata, intensa e sfaccettata, contribuendo così a massimizzare l'impatto del programma. Si privilegeranno le reti che trattano tematiche prioritarie annuali. Fonte EACEA

20 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA R ETI DI C ITTÀ 20 Le reti di città dovrebbero:  integrare una gamma di attività attorno a tematiche d'interesse comune da affrontare nel contesto degli obiettivi del programma o delle sue priorità annuali;  avere definito gruppi target per cui le tematiche selezionate sono particolarmente rilevanti e coinvolgere membri della collettività attivi in tali ambiti (ad esempio, esperti, associazioni locali, cittadini e gruppi di cittadini direttamente interessati alla tematica, ecc.);  servire da base per iniziative e azioni future tra le città coinvolte, sulle questioni trattate o, possibilmente, su ulteriori questioni di interesse comune. Fonte EACEA

21 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA R ETI DI C ITTÀ 21 CHI PUO’ PARTECIPARE Tipo di organizzazione/candidati: città/comuni o i loro comitati o reti di gemellaggio; altri livelli di autorità locali/regionali; federazioni/associazioni di autorità locali; organizzazioni non-profit rappresentanti le autorità locali. Partner: Accanto ai candidati possono essere partner di questi progetti le organizzazioni non-profit della società civile. Numero di partner : Un progetto deve coinvolgere comuni di almeno 4 paesi ammissibili, almeno uno dei quali deve essere uno Stato membro dell'UE. Fonte EACEA

22 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA R ETI DI C ITTÀ 22 STRUTTURA DEL PROGETTO 1. Numero di partecipanti Un progetto deve coinvolgere almeno il 30% dei partecipanti invitati. Per "partecipanti invitati" si intendono partecipanti internazionali inviati dai partner ammissibili. 2. Bilancio Sovvenzione massima ammissibile per un progetto: EUR 3. Sede e numero delle attività Le attività devono svolgersi in qualunque paese tra quelli ammissibili. Devono essere previsti almeno 4 eventi per progetto. 4. Periodo di ammissibilità/durata del progetto Il progetto deve iniziare entro il pertinente periodo di ammissibilità che è in funzione della scadenza della misura entro la quale è presentata la candidatura (cfr. Calendario). La durata massima del progetto è di 24 mesi. Fonte EACEA

23 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA P ROGETTI DELLA S OCIETÀ C IVILE 23 Questa misura intende sostenere progetti promossi da partenariati e reti transnazionali che coinvolgono direttamente i cittadini. Questi progetti uniscono i cittadini di contesti diversi in attività direttamente legate alle politiche dell’Unione al fine di dare loro l'opportunità di partecipare concretamente al processo decisionale dell'Unione in ambiti legati agli obiettivi del programma. Il progetto deve puntare a stimolare e organizzare la riflessione, i dibattiti e le altre attività legate alle tematiche prioritarie annuali del programma e di proporre soluzioni concrete emergenti dalla cooperazione o dal coordinamento a livello europeo oltre ad assicurare una correlazione concreta con il processo decisionale di cui sopra. I progetti devono coinvolgere attivamente un gran numero di cittadini nella loro attuazione e puntano ad avviare o incoraggiare lo sviluppo di reti durature tra diverse organizzazioni attive in questo ambito. Fonte EACEA

24 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA P ROGETTI DELLA S OCIETÀ C IVILE 24 Un Progetto della società civile deve comprendere almeno due dei seguenti tre tipi di attività: promozione dell'impegno sociale e della solidarietà: attività atte a promuovere il dibattito/le campagne/le azioni su tematiche d'interesse comune nel quadro più ampio dei diritti e delle responsabilità dei cittadini dell’Unione istituendo una correlazione con l'agenda politica europea e con il processo decisionale europeo; raccolta di opinioni: attività volte a raccogliere le opinioni individuali dei cittadini su una tematica specifica da definire annualmente privilegiando un approccio dal basso verso l'alto (facendo anche ricorso alle reti sociali, a webinar, ecc.) e l'alfabetizzazione mediatica; volontariato: attività volte a promuovere la solidarietà tra i cittadini dell'Unione e oltre. Fonte EACEA

25 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA P ROGETTI DELLA S OCIETÀ C IVILE 25 CHI PUO’ PARTECIPARE Tipo di organizzazione Candidati: organizzazioni non-profit, comprese le organizzazioni della società civile, le istituzioni educative, culturali o di ricerca. Partner Autorità locali/regionali o organizzazioni non-profit, comprese le organizzazioni della società civile, le istituzioni educative, culturali o di ricerca, i comitati e le reti di gemellaggio di città. Numero di partner Un progetto deve coinvolgere organizzazioni di almeno 3 paesi ammissibili, almeno uno dei quali deve essere uno Stato membro dell'UE. Fonte EACEA

26 A SSE 2 - I MPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA P ROGETTI DELLA S OCIETÀ C IVILE 26 STRUTTURA DEL PROGETTO 1. Bilancio Le proposte di progetti devono rispettare il criterio relativo alla sovvenzione massima ammissibile attribuibile per progetto. Sovvenzione massima ammissibile per un progetto: EUR. 2. Sede delle attività Le attività devono svolgersi in qualunque paese tra quelli ammissibili. 3. Periodo di ammissibilità/durata del progetto Il progetto deve iniziare entro il pertinente periodo di ammissibilità (cfr. Calendario). La durata massima del progetto è di 18 mesi. Fonte EACEA

27 A ZIONE DI V ALORIZZAZIONE O RIZZONTALE 27 Azioni orizzontali per l'analisi, la divulgazione e l'impiego dei risultati dei progetti (azioni di "valorizzazione"). Sosterrà iniziative che favoriscono la trasferibilità dei risultati, garantiscono una maggiore redditività degli investimenti e permettono di trarre maggiori insegnamenti dall'esperienza. La ragion d'essere di questa azione consiste nella «valorizzazione» e nell'utilizzazione dei risultati delle iniziative intraprese per assicurare il loro effetto duraturo. Essa comprenderà la «creazione di capacità»: la messa in atto di misure di sostegno per lo scambio delle migliori pratiche, la condivisione delle esperienze degli attori ai livelli locale e regionale, compresi i pubblici poteri, e lo sviluppo di nuove competenze. Quest'ultima può comprendere scambi tra pari, la formazione dei formatori come pure, ad esempio, la creazione di strumenti informatici che forniscano informazioni sulle organizzazioni o sui progetti finanziati dal programma Per tale Azione sarà prevista la pubblicazione di bandi ad hoc. Fonte EACEA

28 C ONDIZIONI F INANZIARIE 28 - L'importo concesso in base alla convenzione di sovvenzione/alla decisione di sovvenzione è un massimale che non può essere superato in nessuna circostanza - Principio del Co-Finanziamento - La sovvenzione è calcolata sulla base del sistema di finanziamento mediante importi forfetari ripartita in stralci. Gli stessi parametri sono validi per tutti i paesi partecipanti. Gli importi forfetari coprono tutti i costi ammissibili delle azioni, vale a dire: - costi del personale legati direttamente all'azione; - costi di viaggio e di soggiorno dei partecipanti agli eventi; - costi per l'affitto di sale/d'interpretazione/di traduzione necessari per la realizzazione degli eventi; - costi di comunicazione/diffusione legati agli eventi; - costi di coordinamento derivanti dal coinvolgimento di diverse organizzazioni; - costi per la ricerca e gli strumenti informatici necessari alle attività preparatorie nel quadro delle azioni 1 e 2.3. Fonte EACEA

29 C ONDIZIONI F INANZIARIE 29 Per i gemellaggi di città il forfait è basato unicamente sul numero dei partecipanti invitati, vale a dire dei partecipanti internazionali provenienti da partner di paesi ammissibili al programma diversi dal paese che ospita il gemellaggio. Per quanto riguarda gli altri assi/le altre misure, il forfait si basa su tre parametri che costituiscono gli elementi essenziali di tutte le azioni in tema di cittadinanza: il numero di partecipanti, il numero di paesi coinvolti e il numero di eventi sviluppati, senza impatto diretto sul formato delle attività. In un primo tempo il forfait è determinato incrociando il numero di partecipanti e il numero di paesi; poi, nel caso di diversi eventi/attività, i forfait corrispondenti a ciascun evento/attività vengono cumulati. Per i progetti dell'asse 1 (Memoria europea) e dell'asse 2.3 (Progetti della società civile) può essere utile prevedere attività preparatorie, di ricerca o legate alle reti sociali. A tal fine, il sistema prevede importi forfettari limitati in funzione del numero dei partecipanti a tali attività Fonte EACEA

30 C RITERI DI V ALUTAZIONE 30 Coerenza con gli obiettivi del programma e dell'asse del programma (30%) Qualità del piano di attività del progetto (35%): coerenza, efficacia, dimensione europea, partenariato con soggetti diversificati, nuove metodologie Diffusione (15%) Impatto e coinvolgimento dei cittadini (20%): numero organizzazioni, enti e paesi coinvolti, sostenibilità, grado di coinvolgimento attivo dei partecipanti Fonte EACEA

31 R ISULTATI ATTESI PER IL Fonte EACEA AsseNumero di progetti che si prevede di finanziare Asse 1 – Memoria Europea54 Asse 2 – Gemellaggi373 Asse 2 – Reti di città89 Asse 2 – Progetti della Società civile 34

32 S CADENZE 32 AsseScadenza per la presentazionePeriodo di ammissibilità: i progetti devono prendere il via tra Asse 1 – Memoria Europea 4 giugno agosto 2014 e 31 gennaio 2015 Asse 2 – Gemellaggi di città 4 giugno settembre luglio 2014 e 30 settembre settembre 2015 e 31 dicembre 2015 Asse 2 – Reti di città 4 giugno settembre luglio 2014 e 30 giugno giugno 2015 e 31 dicembre 2015 Asse 2 – Progetti della società civile 1 settembre settembre 2014 e 31 gennaio 2015 Fonte EACEA

33 C ONTACT P OINT IN I TALIA E IN B ELGIO 33 Fonte EACEA ECP – European for Citizens Point Italy Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – MIBACT Via Milano 76 – Roma Tel.: +39/ e Contatti: Leila Giuseppina Nista / Rita Sassu Sito web EACEA - Unit C1 Europe For Citizens Avenue du Bourget, 1 (BOUR 01/04A) B-1049 Brussels - Belgium Fax: Strand 1 - European remembrance: Strand 2 - Democratic engagement and civic participation: (Civil society projects) (Town twinning & Networks of Towns) Operating grants

34 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI COSME

35 Rafforzamento della competitività e della sostenibilità delle imprese europee Incoraggiamento dell’imprenditorialità e promozione delle PMI Target principale: PMI, imprenditori, organizzazioni di sostegno alle imprese, amministrazioni regionali e nazionali Dotazione finanziaria prevista: € 2,3 miliardi dal 2014 al 2020 Programma per la competitività delle imprese e delle PMI - COSME

36 O BIETTIVI E A TTIVITÀ PRINCIPALI Migliorare le condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese dell’Unione Analisi statistica/studi (SPR) Attività per sviluppare e monitorare politiche a favore delle PMI (SBA) Semplificazione: scambio di buone pratiche, work-shop Turismo Promuovere l’imprenditorialità Erasmus per gli imprenditori, Donne imprenditrici, educazione all'imprenditorialità Migliorare l’accesso delle PMI ai finanziamenti Strumenti finanziari Migliorare l’accesso ai mercati Rete "Enterprise Europe" Sostegno alle PMI all’estero: portali on-line, campagne di informazione, clusters Studi, analisi, scambio di buone pratiche

37 COSME - S OSTEGNO AI PRODOTTI TURISTICI SOSTENIBILI TRANSNAZIONALI ( TURISMO DELLO SPORT E DEL WELLNESS ) Il bando mira a: - Rafforzare la cooperazione trans-nazionale in materia di turismo sostenibile; - Incoraggiare una maggiore partecipazione delle piccole e micro imprese e delle autorità locali; - Stimolare la competitività del settore turistico per mezzo di una maggiore attenzione sulla diversificazione dei prodotti turistici tematici sostenibili.

38 A ZIONI - 1 Il bando sostiene progetti che promuovono itinerari/percorsi/sentieri transnazionali, sia fisici sia virtuali, che contribuiscano alla competitività del settore turistico, che incoraggino la diversificazione dell’offerta di prodotti e servizi turistici grazie allo sviluppo di prodotti turistici sostenibili e che stimolino la partecipazione delle PMI e creino un quadro favorevole alla cooperazione fra PMI. Tali progetti devono sviluppare un’offerta riguardante il turismo per sport o wellness, collegato al turismo marittimo o costiero, montano o rurale.

39 A ZIONI - 2 Le attività progettuali devono toccare almeno le seguenti aree: - sviluppo e rafforzamento di prodotti turistici transnazionali sostenibili attraverso lo sviluppo di un pacchetto/offerta turistica e la facilitazione del suo assorbimento da parte del mercato al termine del periodo di esecuzione del progetto; - promozione e rafforzamento della visibilità di un prodotto turistico transnazionale (no promozione offerte locali) sostenibile attraverso attività di promozione-comunicazione congiunta e, fra le altre cose, fornendo informazioni pratiche comprensive a potenziali turisti e agli altri attori chiave dl settore turistico; - agevolare i partenariati pubblico-privati e l’integrazione nella catena dell’offerta dei prodotti turistici transnazionali (e anche nello sviluppo regionale e nelle strategie di promozione turistica) delle imprese che operano nel turismo in senso lato, in particolare le PMI, come pure delle autorità locali.

40 B ENEFICIARI Persone giuridiche, completamente o parzialmente pubbliche o private e in particolare: autorità pubbliche governative e loro reti/associazioni a livello europeo, internazionale, nazionale, regionale e locale o altre organizzazioni che agiscono per conto di un’autorità pubblica governativa; istituti di istruzione/ formazione, organizzazioni di gestione delle destinazioni e loro reti/associazioni, Camere del commercio e dell’industria, camere dell`artigianato o organismi analoghi e loro associazioni, organizzazioni no-profit/ONG, organizzazioni della società civile, fondazioni, reti o federazioni di enti pubblici o privati la cui attività principale rientra nei settori: turismo, sviluppo regionale o altri campi strettamente collegati ai temi del bando; imprese di dimensioni piccole e medie (PMI) che operano nel settore del turismo e agenzie pubbliche o private per la promozione del turismo.

41 C RITERI DI E LEGGIBILITÀ Il proponente (applicant) deve operare nel contesto di un partenariato transnazionale di almeno 5 diversi attori (di cui uno con funziona di coordinatore) provenienti da almeno 4 diversi Stati ammissibili. Fra i partner ci devono essere almeno 2 PMI che operano nel settore turistico (precisamente nei settori dell’alloggio per turisti, nel catering, delle agenzie viaggi e tour operator, delle attrazioni turistiche, del tempo libero, nello specifico di attività culturali, sportive e di divertimento, del trasporto turistico e di altri campi collegati al turismo rilevanti ai fini della realizzazione del progetto). Il proponente o almeno un partner deve essere un’autorità pubblica di livello nazionale, regionale o locale o una loro rete/associazione. Durata del progetto: mesi

42 F INANZIAMENTO Il budget complessivo a disposizione per questa call è di ,00€. Il bando finanzierà fino al 75% dei costi ammessi per un massimo di € a progetto S CADENZA 07/10/2014

43 43 Grazie per l’attenzione! OFFICINA PROGETTO


Scaricare ppt "LA NUOVA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI 2014-2020 EUROPA PER I CITTADINI."

Presentazioni simili


Annunci Google