La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROMECO: un servizio nei servizi RENDICONTAZIONE a.s. 2013 -2014 PROMECO Progettazione e interventi per la prevenzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROMECO: un servizio nei servizi RENDICONTAZIONE a.s. 2013 -2014 PROMECO Progettazione e interventi per la prevenzione."— Transcript della presentazione:

1 PROMECO: un servizio nei servizi RENDICONTAZIONE a.s PROMECO Progettazione e interventi per la prevenzione

2 PROMECO opera dal 1991 attraverso un protocollo d’intesa tra il Comune di Ferrara e l’Azienda USL esteso successivamente alla Provincia Con il rinnovo dell’attuale protocollo entrano a far parte dell’accordo formale anche l’Università di Ferrara e di Bologna oltre ai Comuni di Cento e Codigoro come capofila dei distretti aziendali Si occupa in modo specifico di prevenzione in un rapporto privilegiato con il mondo della scuola (studenti età 11-18)

3 La progettazione di Promeco è inserita : Nel Sistema dei Piani per la salute e il benessere sociale dei 3 distretti socio sanitari della provincia Nel protocollo d’intesa della Prefettura in tema di prevenzione e contrasto ai fenomeni di bullismo e di disagio giovanile (Provincia, Comune, Az. USL, l’Ufficio X Ambito Territoriale di Ferrara, Forze dell’ordine)

4 Relazioni istituzionali 4 Promeco Ricerca Valutazione Tirocini Seminari Condivisione dei progetti di prevenzione rivolti alle Scuola e al Territorio (PdZ) Comune (Ass. Sanità) Az. USL Provincia Comuni capofila dei distretti (Cento e Codigoro) Osservatorio Epidemiologico Spazio Giovani Ser.T UONPIA Dipartimento di Sanità Pubblica Centro per le Famiglie Osservatorio Giovani Area Giovani Centro Servizi di Consulenza UniFe (Lettere e filosofia) UniBo (Scienze della formazione) Condivisione e Sviluppo delle attività nel territorio Provinciale Progettualità finalizzata IeFP Tavolo Interistituzionale Prefettura Bullismo - Devianza Scuole Formazione Ricerca Consulenza Interventi Strumenti didattici

5 L’oggetto della prevenzione La necessità da parte dell’adolescente di far fronte ai compiti di sviluppo genera un disagio che possiamo definire evolutivo e che non ha di per se’ una connotazione negativa Tale disagio può diventare problematico o cronico a seconda delle opportunità che incontra nel proprio ambiente e naturalmente dalle risorse personali L’attenzione si sposta sul tempo dell’intervento, in funzione del momento in cui si manifesta un problema e delle caratteristiche della popolazione a cui si rivolge. I fattori di rischio e protettivi rappresentano i fondamenti su cui si basano gli interventi preventivi e promozionali

6 Il progetto Punto di Vista: l’operatore a scuola Il progetto “Punto di Vista” è un progetto di sistema che prevede varie azioni finalizzate ad un unico obiettivo: sostenere la scuola nel compito educativo e di crescita degli adolescenti Prevede la presenza all’interno della scuola di un operatore per tutto l’anno scolastico

7 IL PROGETTO MIRA A :  Attivare le risorse della scuola  Favorire il dialogo tra insegnanti e tra docenti e genitori, intorno ai problemi concreti dei ragazzi  Innescare processi di cambiamento dei contesti educativi Studente Gruppo classe Corpo docente Genitori  Fare rete con il territorio per favorire un intervento e/o una presa in carico precoce Servizi Specialistici Forze dell’ordine Associazioni Tempo libero Terzo settore Tavoli istituzionali

8 Punti di forza metodologici e di ricaduta Continuità nel tempo L’intervento è diretto a più componenti del sistema Contesto privilegiato: scuola L’età in cui si interviene: l’adolescenza Copertura territoriale Risponde ad un bisogno della scuola evidente e dichiarato Richiesta delle scuole di ampliare la programmazione Messa in rete degli attori di fronte a un problema Valorizza le iniziative esistenti all’interno della scuola Facilita e promuove il rapporto con il territorio Permette la realizzazione di nuove progettualità sui bisogni emergenti integrate nel sistema scuola

9 Il gruppo di coordinamento Gruppo di coordinamento ha l’obiettivo di garantire uniformità del progetto, il monitoraggio sull’attività, lo sviluppo, la formazione, condivisione e supervisione 21 istituti coinvolti 11 operatori coinvolti (psicologi, educatori professionali) di cui 9 consulenti esterni 7 incontri di cui 3 con UNIBO

10 Mappatura del progetto “Punto di Vista” a.s Distretto CENTRO- NORD Distretto OVEST Distretto SUD-EST Istituti di Istruzione secondaria di I grado Boiardo Bonati Cosmè Tura Dante De Pisis Govoni (Copparo) rete con spazio giovani- sert PDZ) IC Argenta 1 IC Argenta 2 IC Portomaggiore Istituti di Istruzione secondaria di II grado Bachelet Carducci Carpeggiani Dosso Dossi Einaudi Roiti Cevolani Bassi– Burgatti F.lli Taddia IISAP Argenta Polo Remo Brindisi IISAP Portomaggiore

11 COSA FA L’OPERATORE A SCUOLA Lavoro sui gruppi Percorsi di integrazione Percorsi in classi su richiesta Promozione “stili di vita sani” Lavoro sui singoli Attività di consulenza per studenti, genitori e insegnanti Attività di formazione per genitori e insegnanti

12 Attività con i gruppi classe 2700 studenti Scuole Secondarie di I Grado 4250 studenti Scuole Secondarie di II Grado

13 Attività di consulenza 1726 incontri con studenti 925 incontri con insegnanti 523 incontri con genitori

14 Servizio di consulenza genitori

15 Obiettivi Offre consulenza educativa ai genitori di adolescenti che nel percorso di crescita incontrano difficoltà a livello relazionale, comportamentale e motivazionale. Mediazione scuola/famiglia Gestione delle regole Situazioni conflittuali Riequilibrio delle funzioni genitoriali Riadattamento individuale e della coppia alla fase evolutiva Aperto tutto l’anno accesso gratuito e diretto entro la settimana previo appuntamento telefonico

16 Rendicontazione “Essere Genitori” al 30/06/ nuclei familiari incontrati 74 contatti 135 incontri Laboratori per genitori 7 richieste e 15 incontri programmati

17 Azioni 2013/14 PROGETTI IN RETE Spazio Giovani Donna e Giustizia Documento d’intesa con UONPIA Tavolo Interistituzionale (IPSIA) Amm.ne Provinciale (IeFP) ATTIVITA’ FORMATIVA UONPIA (Effetti del Bullismo) Polizia Municipale (Bullismo) UNIBO (lezione nel corso di Psicologia di Comunità) UNIBO (Partecipazione al Festival della prevenzione) UNIFE (Formazione Ufficio Tirocini – Scienze dell’Educazione Regione Emilia-Romagna (Linee guida Adolescenza) RICHIESTE DI INTERVENTO IC “Don Milani” IC “Tasso” (Govoni) Scuola Media S. Bartolomeo Istituto “G.B. Aleotti” Emergenze


Scaricare ppt "PROMECO: un servizio nei servizi RENDICONTAZIONE a.s. 2013 -2014 PROMECO Progettazione e interventi per la prevenzione."

Presentazioni simili


Annunci Google