La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CHI SIAMO ? Un gruppo di lavoro che si occupa di PROMOZIONE DELLA SALUTE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CHI SIAMO ? Un gruppo di lavoro che si occupa di PROMOZIONE DELLA SALUTE."— Transcript della presentazione:

1 CHI SIAMO ? Un gruppo di lavoro che si occupa di PROMOZIONE DELLA SALUTE

2 L'obiettivo è promuovere stili di vita sani promuovere stili di vita sanisviluppando processi di ricerca e azione congiunti processi di ricerca e azione congiunti da parte di tutti coloro che vivono e collaborano in questa zona sociale

3 Il nostro lavoro ha come presupposto: i criteri e gli indirizzi promossi dall'OMS attraverso la strategia HPS (Rete delle Scuole Promotrici di Salute), i criteri e gli indirizzi promossi dall'OMS attraverso la strategia HPS (Rete delle Scuole Promotrici di Salute), strategia HPS strategia HPS Le linee guida per la promozione della salute nelle scuole (IUHPE) Le linee guida per la promozione della salute nelle scuole (IUHPE) Il programma Guadagnare Salute(Rendere facili le scelte salutari) in applicazione del Protocollo d'Intesa del 5 gennaio 2007 fra il Ministero della Salute e il Ministero dell'Istruzione. Il programma Guadagnare Salute(Rendere facili le scelte salutari) in applicazione del Protocollo d'Intesa del 5 gennaio 2007 fra il Ministero della Salute e il Ministero dell'Istruzione.Guadagnare SaluteProtocollo d'Intesa del 5 gennaio 2007Guadagnare SaluteProtocollo d'Intesa del 5 gennaio 2007 ……

4 Perché "guadagnare" salute? Come educatori e operatori socio- sanitari, abbiamo il compito di creare condizioni che consentano ai bambini e agli adolescenti di "lavorare" su se stessi per "guadagnare" la capacità di analisi e di scelta, il rispetto e l'amore per la vita, il senso e il significato dei valori e dei modelli culturali di salute.

5 Salute come: equilibrio tra la dimensione fisica, mentale e sociale, equilibrio tra la dimensione fisica, mentale e sociale, nellinterazione tra lindividuo e il suo ambiente; nellinterazione tra lindividuo e il suo ambiente; concetto di sviluppo continuo della condizione di salute: da una prospettiva patogenica (fattori di rischio o malattia) a una salutogenica (risorse di salute e salute positiva) concetto di sviluppo continuo della condizione di salute: da una prospettiva patogenica (fattori di rischio o malattia) a una salutogenica (risorse di salute e salute positiva)

6 La centralità degli stili di vita nel determinare lo stato di salute e il benessere dei giovani (e quindi anche la loro salute futura di persone adulte) è una delle importanti acquisizioni del moderno approccio alla promozione della salute di cui devono tenere conto la ricerca socio- sanitaria, le azioni politiche e i programmi di educazione. La centralità degli stili di vita nel determinare lo stato di salute e il benessere dei giovani (e quindi anche la loro salute futura di persone adulte) è una delle importanti acquisizioni del moderno approccio alla promozione della salute di cui devono tenere conto la ricerca socio- sanitaria, le azioni politiche e i programmi di educazione.

7 Ma questi obiettivi possono essere raggiunti solo se la globalità,la partecipazione,il coordinamento caratterizzano la strategia dei percorsi di educazione e di promozione della salute nella scuola e nella sanità pubblica Ma questi obiettivi possono essere raggiunti solo se la globalità,la partecipazione,il coordinamento caratterizzano la strategia dei percorsi di educazione e di promozione della salute nella scuola e nella sanità pubblica.

8 Per confrontare percorsi, linguaggi, esperienze in un'ottica intersistemica, il Ministero della Salute ha affidato alla Regione Umbria il compito di organizzare e coordinare un percorso di sensibilizzazione dei referenti alla salute: Per confrontare percorsi, linguaggi, esperienze in un'ottica intersistemica, il Ministero della Salute ha affidato alla Regione Umbria il compito di organizzare e coordinare un percorso di sensibilizzazione dei referenti alla salute: dell Ufficio Scolastico regionale, dell Ufficio Scolastico regionale, dell Assessorato regionale della Sanità dell Assessorato regionale della Sanità delle ASL territoriali delle ASL territoriali dei gruppi del volontariato dei gruppi del volontariato

9 Si è così andato sviluppando un interessante processo interistituzionale, a livello regionale che ha coinvolto tutte le componenti nella progettazione partecipata di un percorso formativo. Si è così andato sviluppando un interessante processo interistituzionale, a livello regionale che ha coinvolto tutte le componenti nella progettazione partecipata di un percorso formativo. Il nostro territorio,a sua volta,ha organizzato questo training a cascata, rivolto a tutti i gruppi che interagiscono nella promozione della salute, per condividere e contestualizzare il percorso formativo Il nostro territorio,a sua volta,ha organizzato questo training a cascata, rivolto a tutti i gruppi che interagiscono nella promozione della salute, per condividere e contestualizzare il percorso formativo

10 LA PROGETTAZIONE PARTECIPATA PER UNA SCUOLA PROMOTRICE DI SALUTE PER UNA SCUOLA PROMOTRICE DI SALUTE Laboratorio per il sostegno dei gruppi di progetto del Programma Locale Guadagnare Salute Laboratorio per il sostegno dei gruppi di progetto del Programma Locale Guadagnare Salute partecipano come formatori e tutor: Dott.ssa Pamela - ASL 2 Dott.ssa Pamela - ASL 2 Dott.ssa Cinzia Borgonovo - ASL 2 Dott.ssa Cinzia Borgonovo - ASL 2 Ins. Marcella Lillini Circolo Didattico Magione Ins. Marcella Lillini Circolo Didattico Magione Ins. Patrizia Taborgna Istituto Comprensivo Passignano Ins. Patrizia Taborgna Istituto Comprensivo Passignano

11 LA PROGETTAZIONE PARTECIPATA PER UNA SCUOLA PROMOTRICE DI SALUTE PER UNA SCUOLA PROMOTRICE DI SALUTE Laboratorio per il sostegno dei gruppi di progetto del Programma Locale Guadagnare Salute Laboratorio per il sostegno dei gruppi di progetto del Programma Locale Guadagnare SalutePartecipano I docenti referenti di ogni scuola della Rete Trasimeno I docenti referenti di ogni scuola della Rete Trasimeno i docenti interessati i docenti interessati personale ASL 2 personale ASL 2 Zona Sociale Zona Sociale CeSVol CeSVol

12 Questo è lultimo degli incontri programmati (per questo anno scolastico) di un percorso formativo teso alla costruzione di competenze per la salute attraverso la condivisione di conoscenze, metodi, strumenti utili per una programmazione futura meno episodica, sostenibile, socialmente efficace. Questo è lultimo degli incontri programmati (per questo anno scolastico) di un percorso formativo teso alla costruzione di competenze per la salute attraverso la condivisione di conoscenze, metodi, strumenti utili per una programmazione futura meno episodica, sostenibile, socialmente efficace.

13 Le proposte avviate dalla RETE: È stata posta come prioritaria la necessità di inserire, nel POF (Piano dellOfferta Formativa) di ciascuna Istituzione scolastica, il concetto di salute come valore in quanto superamento della sola prospettiva preventiva in favore di un'ottica che enfatizza la sua promozione e la valorizzazione della persona. È stata posta come prioritaria la necessità di inserire, nel POF (Piano dellOfferta Formativa) di ciascuna Istituzione scolastica, il concetto di salute come valore in quanto superamento della sola prospettiva preventiva in favore di un'ottica che enfatizza la sua promozione e la valorizzazione della persona.

14 Le proposte avviate dalla RETE: È stato firmato un Protocollo dIntesa in materia di integrazione e sperimentazione dinterventi inerenti la promozione della salute nelle scuole del Trasimeno da istituti scolastici, ASL2, Zona Sociale, CeSVol. È stato firmato un Protocollo dIntesa in materia di integrazione e sperimentazione dinterventi inerenti la promozione della salute nelle scuole del Trasimeno da istituti scolastici, ASL2, Zona Sociale, CeSVol.

15 scuola ASL Zona Sociale Alunni e genitori Docenti Personale ATA Operatori sanitari Comuni Volontariato

16 Una PROGETTAZIONE PARTECIPATA ha come requisito fondamentale una RETE più inclusiva possibile: Il paradigma cooperativo non deve limitarsi alla scuola, allASL, alle istituzioni, ma deve essere esteso allambiente, cioè alla rete, che costituisce un ambito allargato che condivide unidentità, un processo comune di cambiamento Il paradigma cooperativo non deve limitarsi alla scuola, allASL, alle istituzioni, ma deve essere esteso allambiente, cioè alla rete, che costituisce un ambito allargato che condivide unidentità, un processo comune di cambiamento

17 La progettazione partecipata è realizzata da persone tra cui esistono legami significativi, che consentono e favoriscono meccanismi di scambio finalizzati al conseguimento del benessere

18 Le parole chiave sono: Relazionalità Associazione Specializzazione o, meglio ancora, la capacità di perseguire degli obiettivi condivisi attraverso la costruzione di legami

19 Quali vantaggi ? Il superamento della autoreferenzialità Il superamento della autoreferenzialità Lottimizzazione delle risorse Lottimizzazione delle risorse Lo sviluppo di competenze Lo sviluppo di competenze La circolazione delle informazioni e delle idee La circolazione delle informazioni e delle idee Lesplorazione di campi problematici Lesplorazione di campi problematici La creazione o il potenziamento di strutture di servizio con caratteristiche di qualità La creazione o il potenziamento di strutture di servizio con caratteristiche di qualità

20 Gli impegni della RETE: Portare a sistema le attività di promozione ed educazione alla salute presenti nelle scuole del territorio Portare a sistema le attività di promozione ed educazione alla salute presenti nelle scuole del territorio Realizzare percorsi sperimentali, ricerche e programmi operativi per diffondere la cultura della salute, del benessere e migliorare la qualità della vita allinterno del sistema scolastico Realizzare percorsi sperimentali, ricerche e programmi operativi per diffondere la cultura della salute, del benessere e migliorare la qualità della vita allinterno del sistema scolastico

21 Gli impegni della RETE: Valorizzare le risorse esistenti nella scuola e sul territorio attraverso una rete di scambi e collaborazioni Valorizzare le risorse esistenti nella scuola e sul territorio attraverso una rete di scambi e collaborazioni Sollecitare e far maturare processi partecipativi in modo da consolidare il ruolo della scuola quale comunità competente e co- protagonista in un itinerario in cui gli obiettivi sono comuni e condivisi, anche se i ruoli e le responsabilità, assunti nel processo stesso, vengono mantenuti distinti Sollecitare e far maturare processi partecipativi in modo da consolidare il ruolo della scuola quale comunità competente e co- protagonista in un itinerario in cui gli obiettivi sono comuni e condivisi, anche se i ruoli e le responsabilità, assunti nel processo stesso, vengono mantenuti distinti

22 Perché la scuola … costituisce la sede privilegiata per interventi educativi finalizzati a promuovere la salute dei ragazzi, con una stretta collaborazione tra le famiglie e il territorio; costituisce la sede privilegiata per interventi educativi finalizzati a promuovere la salute dei ragazzi, con una stretta collaborazione tra le famiglie e il territorio; può veicolare messaggi di una nuova cultura della salute, di inclusione e protezione socio-sanitaria delle famiglie a maggior rischio o provenienti da culture diverse; può veicolare messaggi di una nuova cultura della salute, di inclusione e protezione socio-sanitaria delle famiglie a maggior rischio o provenienti da culture diverse; è un ambiente anche per interventi a sostegno della salute, per attività di informazione, per l'acquisizione di comportamenti corretti e consapevoli; è un ambiente anche per interventi a sostegno della salute, per attività di informazione, per l'acquisizione di comportamenti corretti e consapevoli; è uno spazio vitale in cui è possibile riconoscere e socializzare le proprie attitudini ed orientarle. è uno spazio vitale in cui è possibile riconoscere e socializzare le proprie attitudini ed orientarle.

23 PRINCIPI PER UNA SCUOLA PROMOTRICE DI SALUTE DEMOCRAZIA: la scuola promotrice di salute si basa su principi democratici che portino alla promozione dellapprendimento, allo sviluppo individuale e sociale e alla salute; EQUITA: per rendere ciascuno capace di sviluppare le proprie capacità senza discriminazioni; POTERE E COMPETENZA per lazione: sviluppando quelle capacità che danno il senso del raggiungimento delle proprie aspirazioni, lavorando insieme, insegnanti e studenti; AMBIENTE SCOLASTICO: un contesto fisico e sociale idoneo CURRICULUM: che offra ai giovani occasioni per acquisire conoscenze, sviluppare acume e spirito critico, nonché la capacità per affrontare la vita FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI: un investimento per la salute, oltre che per leducazione MISURA DEL SUCCESSO: sia rispetto la scuola che la comunità COLLABORAZIONE: tra Sanità e Educazione, a tutti i livelli, nazionale, regionale, locale COMUNITA: i genitori e la comunità svolgono un ruolo vitale; SOSTENIBILITA:tutti i livelli di governo debbono investire risorse nelle scuole promotrici di salute.


Scaricare ppt "CHI SIAMO ? Un gruppo di lavoro che si occupa di PROMOZIONE DELLA SALUTE."

Presentazioni simili


Annunci Google