La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

U OMO - PERSONA E CULTURA “ Si parla tanto dell’uomo, ma non lo si vede veramente. Si tende verso di lui, ma non lo si raggiunge; lo si manipola ma non.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "U OMO - PERSONA E CULTURA “ Si parla tanto dell’uomo, ma non lo si vede veramente. Si tende verso di lui, ma non lo si raggiunge; lo si manipola ma non."— Transcript della presentazione:

1 U OMO - PERSONA E CULTURA “ Si parla tanto dell’uomo, ma non lo si vede veramente. Si tende verso di lui, ma non lo si raggiunge; lo si manipola ma non si riesce ad afferrarlo” Romano Guardini

2 U OMO / PERSONA Considerazione dell’uomo→ metafisica della formazione ( Realizzazione dell’immagine che l’uomo si è fatto di sé ) Soggetto del processo educativo e formativo Capace di partecipare al dialogo educativo (educabilità, potenziale umano) Collocato nello spazio-tempo Capace di aprirsi all’altro, all’infinito Potere decisionale Senso di responsabilità→esistenza (da-sein, mit- sein)

3 C ONTRIBUTI PER UNA DEFINIZIONE DI PERSONA UMANA SISTEMA N É UNA MACCHINA POLITICA PROSPETTIVA DEI PROBLEMI UMANI “IL PERSONALISMO (…) NON SARÁ MAI UN SISTEMA N É UNA MACCHINA POLITICA. NOI ADOPERIAMO QUESTO COMODO TERMINE PER DESIGNARE UNA CERTA PROSPETTIVA DEI PROBLEMI UMANI E PER PORRE L’ACCENTO, NELLA SOLUZIONE DELLA CRISI DEL XX SECOLO, SU CERTE ESIGENZE” E. Mounier,Che cos’è il personalismo?,Einaudi, Torino 1948 (1 ed.),p.9

4 P REMESSE, C ONTESTO STORICO - CULTURALE E AUTORI Nascita: CRISI’29 (Wall Street) Espressione: rivista Esprit 1932 MARITAIN (Parigi, ) MOUNIER ( ) STEFANINI (Treviso, ) DON MILANI (Firenze, )

5 PERSONALISMO ⇩ SENSO TOTALE DELL’UOMO Impegnato nella storia e nella propria formazione spirituale Educazione comunitaria Responsabilità, creatività e impegno sociale E. Mounier, Manifesto al servizio del personalismo (1936)

6 I L CONTESTO STORICO - CULTURALE DEL PERSONALISMO Dopo II Guerra mondiale Eredità dello spiritualismo esistenzialistico (influssi di Bergson, Kierkegaard, Heidegger, Jasper) critica alla conoscenza razionale, oggettiva distinzione essere↔esistenza angoscia, inquietudine nel rapp.uomo- natura categoria della possibilità

7 C ARATTERI DEL PERSONALISMO  Interesse per l’aspetto sociale  Concezione della persona: valore trascendente; rapporto uomo/Dio  Intenti di rinnovamento sociale e opposizione alla soluzione comunistica e marxistica  Dare a tutte le persone gli strumenti per crescere (es. parola, Don Milani)

8 PERSONA = VALORE ASSOLUTO Non chiusa ma con gli altri Non percezione isolata di sé Esistenza con esistenze “la persona è un focolare di libertà e perciò essa resta oscura come il centro della fiamma” (…) fonte di imprevedibilità e di creazione” (Mounier)

9 PERSONA INTEGRALE, PER M OUNIER T ENSIONI DELLA PERSONA INTEGRALE, PER M OUNIER  Verso l’alto: spirito (non spiritualità pura, isolata)  Verso il basso: corpo (riscatto del mondo corporeo e mondano)  Verso il largo: comunione (ideale vita comunitaria, “persona collettiva”) AMORE, DIALOGO, LIBERTÁ, TRASCENDENZA x realizzare nel mondo e nella storia umana il regno di Dio

10 METAFISICA DELL’ESSERE VALORI (PERSONA, DIRITTO, LEGGE, GIUSTIZIA SUPERAMENTO DEL NICHILISMO Costruzione di una rinnovata società Recupero del rispetto della persona, in sé e negli altri Recupero del rispetto della persona, in sé e negli altri (L. Stefanini)

11 S TEFANINI, PERSONALISMO METAFISICO (T REVISO, ) “M ETAFISICA DELLA PERSONA ” (1950) Singolarità della persona: primato metafisico, cosmico, sociale e morale; è problema … conquista la sua razionalità, la libertà, la personalità (sforzo) “sostanza spirituale, razionale, singolare, libera, responsabile, incarnata e mondanizzata “sostanza spirituale, razionale, singolare, libera, responsabile, incarnata e mondanizzata” Educazione = maieutica della persona (ricerca personale, fatica e gioia) Maestro = guida intellettuale e morale, madre prima educatrice

12 U OMO COME … Animale sociale (Platone, Aristotele) Animale simbolico (Cassirer) animale di CULTURA ⇩ “universo simbolico significante”

13 CULTURA COME … REALIZZAZIONE DELL’UOMO (Burckhardt) Ciò che l’uomo ha fatto e detto nei secoli (processo interiore; produzione umana) Storia/evoluzione di popoli e civiltà (Spengler) “Organismo” dotato di un proprio ciclo vitale (Spengler), quindi: a) realtà vivente (crescita, decadenza; possibile declino) b) “storia universale” (non c’è sempre progresso/ evoluzione positiva)

14 C ULTURA COME … Realtà simbolica (espressione di vita, linguaggi, valori, concezioni del mondo) Produzione creativa dell’uomo (energia, dinamicità e spiritualità) “Il meglio prodotto nel campo delle arti e delle scienze dall’umanità) FATTO UMANO PATRIMONIO (conservato dalla tradizione, opere, musei, libri)

15 TRATTI CULTURALI DI UN GRUPPO UMANO (Ottoway) INSIEME DEI MODI DI VIVERE DI UNA SOCIETA’ (danze, matrimoni, riti, celebrazioni…) DIMENSIONE SOCIO-ANTROPOLOGICA (Douglas, Geerts, Kroeber) J. Huizinga distingue: a) Cultura autentica: equilibrio fra valori materiali e spirituali (purificazione morale; riscoperta comune ideale di civiltà) b) Cultura inautentica (prevale l’aspetto tecnologico)

16 C ULTURA, DUNQUE, COME ATTIVITÀ PRODUTTIVA DELL ’ UMANITÀ, NONCHÉ ESPRESSIONE DI RAZIONALITÀ / SPIRITUALITÀ razionalità che si traduce nei concetti spiritualità che si traduce nei simboli Necessità di saper leggere criticamente la realtà

17 C ULTURA E ORIZZONTI ORIZZONTE CULTURALE come prodotto e testimonianza di: dimensione oggettiva /soggettiva ciò che è; ciò che è altro da sé (alterità e ulteriorità)

18 CONTENITORI NOBILI METODI CULTURA E CONTENITORI NOBILI CONTENUTI E METODI LINGUA Parola: catena comunicativa (regole) Metafora → espande il suo significato Slogan → attribuisce forza Mito → sublima la parola Più significati e valenze /equivoci (Wittgenstein) Più piani della comunicazione Passaggio dalla rappresentazione attiva a quella iconica e simbolica (astratta e concettuale) Funzionalità (Chomsky): risponde a necessità espressivo-comunicative

19 SCIENZA Ricerca di cause (Aristotele) Fenomeno Teorie falsificabili (Popper); problemi (problema- teoria-critica) Errore/progresso Oggettività Spiegazione scientifica →”conseguenze osservabili” (Bridgman) Dubbio La logica della scienza è la RICERCA Metodo osservativo (registrare, controllare)

20 ARTE BELLO, SUBLIME è: a) Nelle cose (suono, armonia, colore, opera d’arte) b) Nasce da un sentimento (es. poesia, specchio del mondo x Schlegel) L’arte è una forma di conoscenza È intuizione, esprime l’inesprimibile È fenomeno ermeneutico Autonoma: “l’arte non ha bisogno di padroni” ed ha una funzione liberatrice e purificatrice (B. Croce) METODO INTUITIVO

21 RELIGIONE Genesi (forme mitiche, sapienzali, magiche) Risposte a “questioni importanti” (C. Taylor), a bisogni (I. Kant) Ha un proprio linguaggio (culto, riti, preghiera) Ha propri simboli (croce, pace) METODO CONTEMPLATIVO

22 STORIA Patrimonio inesauribile dell’umanità Funzione educativa (memoria storica, radici) Rivela l’uomo nella sua natura (passioni, sentimenti, stati d’animo…) Traccia di esistenza Dinamicità e fluidità della vita Epifania dello Spirito (Hegel) Il passato è un “eterno presente” (Bergeron) “Il passato non cessa di vivere e di rendersi eterno presente “ (J.Le Goff) METODO ERMENEUTICO

23 PERCHÉ EDUCARE ALLA CULTURA ? Appropriarsi della cultura (forme) offre una possibilità di riscatto al “deserto di valori” (G. Acone) Quindi: 1. Fa la differenza esistenziale (Bertin) 2. Permette di recuperare l’ “io minimo” (C. Lasch) e di renderlo sovrano 3. Dà coscienza del cambiamento

24 C HI È LA P ERSONA COLTA ? 1. Sa parlare (LINGUA) 2. Sa apprezzare il bello (ARTE) 3. Ha coscienza di Sé (RELIGIONE) 4. Ha capacità ermeneutica (STORIA) 5. Ricerca la verità e chiarisce il “perché” (SCIENZA) È CAPACE DI APRIRSI AL MONDO, AGLI ALTRI, ALLA VITA SA SUPERARE LO SRADICAMENTO (estraneità, tachiestraneità) DALLA REALTA’ SA CONFERIRE UN SENSO ALLA REALTA’ che padroneggia e domina intellettualmente


Scaricare ppt "U OMO - PERSONA E CULTURA “ Si parla tanto dell’uomo, ma non lo si vede veramente. Si tende verso di lui, ma non lo si raggiunge; lo si manipola ma non."

Presentazioni simili


Annunci Google