La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Responsabilità extracontrattuale 268-340, parr. 2 e 3 Chiara Favilli Roma 7-8 aprile 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Responsabilità extracontrattuale 268-340, parr. 2 e 3 Chiara Favilli Roma 7-8 aprile 2014."— Transcript della presentazione:

1 Responsabilità extracontrattuale , parr. 2 e 3 Chiara Favilli Roma 7-8 aprile 2014

2 Art. 340 TFUE Danni cagionati dalle istituzioni o agenti nell’esercizio delle funzioni In base ai principi generali Sia atto materiale sia atto normativo

3 Atto normativo Illegittimità, sentenza Lutticke: illegittimità dell’atto o dell’omissione dell’atto Nesso di causalità Violazione grave di una norma superiore: diritti fondamentali, principio di non discriminazione –Anche negli SM la responsabilità extracontrattuale è limitata in base a principi analoghi –Le istituzioni hanno un margine di discrezionalità che determina anche che le persone debbano sopportare certi danni derivanti dall’attività economica Es. sentenza Asteris

4 Annull-Carenza/Resp. Extrac. Due rimedi separati e distinti –Effetti diversi: in uno annullamento dell’atto nell’altro dichiarazione dell’illegittimità in via incidentale solo per il risarcimento del danno –Non occorre che prima l’atto sia dichiarato illegittimo –Possono richiedere il risarcimento anche coloro che non sono legittimati ad impugnare

5 Procedura Entro 5 anni dalla produzione del danno Domanda all’istituzione interrompe la prescrizione: poi due mesi per richiedere il risarcimento

6 Presupposti Può essere determinata sia da un ricorso in carenza sia da un ricorso per annullamento Attività od omissione produttive di danni Colpa,

7 Atto nazionale illegittimo No art. 288 anche se in attuazione di norma comunitaria Imputabile solo allo Stato Semmai colpa grave della Commissione per mancata vigilanza

8 Atto nazionale legittimo Competenza della CGUE su: –applicazione corretta di un atto comunitario in vigore –in esecuzione di istruzioni di un’istituzione comunitaria –Esercizio di competenza vincolata –Derivante da comportamenti illegittimi imputabili all’istituzione comunitaria Rimedio sussidiario se poteva ottenere la medesima soddisfazione rivolgendosi al g. interno Non necessario il previo esperimento delle vie giudiziarie interne

9 Responsabilità in solido Ricorso alla Cdg previa dimostrazione dell’esperimento delle vie di ricorso interne per evitare doppi risarcimenti Ognuno risponde dei danni ad esso imputabili

10 Tendenza Equiparazione responsabilità extracontrattuale della Comunità con quella dello Stato per inadempimento della normativa comunitaria

11 Agente Al di fuori delle sue funzioni non si avrà resp. della Comunità ma resp. personale dell’agente Nell’esercizio delle funzioni: per gli atti che costituiscono prolungamento necessario dei compiti della Comunità si avrà responsabilità della Comunità che potrà rivalersi sull’agente Per sapere se si tratti o meno di atti compiuti nell’esercizio delle funzioni il giudice nazionale può ricorrere in via pregiudiziale

12 Danno Indennizzo Sussistenza, attualità e effettività –Ricevibile anche se non determinabile con esattezza –Mancanza di valutazione esatta del pregiudizio Accordo Nuovo procedimento No limitazione effetti nel tempo della sentenza

13 Responsabilità contrattuale art. 340 TFUE, par. 1 Legge applicabile al contratto in causa con competenza dei giudici interni CGUE competente in base ad una clausola compromissoria del contratto Legge applicabile designata eventualmente imposta anche alla Corte Se non designata si decide in base al diritto internazionale privato mentre la Corte decide interpretando il contratto


Scaricare ppt "Responsabilità extracontrattuale 268-340, parr. 2 e 3 Chiara Favilli Roma 7-8 aprile 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google