La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Squilibri e conflitti durante l'apogeo e la crisi dell'impero romano 1 Uda 7 Laboratorio multimediale Attività di geostoria in ambiente digitale per la.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Squilibri e conflitti durante l'apogeo e la crisi dell'impero romano 1 Uda 7 Laboratorio multimediale Attività di geostoria in ambiente digitale per la."— Transcript della presentazione:

1 Squilibri e conflitti durante l'apogeo e la crisi dell'impero romano 1 Uda 7 Laboratorio multimediale Attività di geostoria in ambiente digitale per la verifica e il recupero delle competenze nel primo biennio della scuola secondaria superiore

2 Le competenze geostoriche Il laboratorio che ti proponiamo presenta diverse attività che ti aiuteranno a costruire conoscenze e abilità relative in particolare a queste competenze: conoscere, comprendere, confrontare informazioni relative a squilibri e conflitti oggi e nel corso di cinque secoli della storia romana, dal I al V sec. d.C. Uda 7 Contesti di GeoStoria – De Agostini © 2012 – De Agostini Scuola - Novara 2 1.Conoscere, interpretare criticamente e usare gli strumenti della geografia (carte, metacarte, grafici, cartogrammi, rappresentazione di dati) e della storia (carte geostoriche, linee del tempo, rappresentazione di dati), sapendo operare con le strutture e le concettualizzazioni del pensiero spazio-temporale. 7.Scoprire e dare significato alla dimensione storica del mondo attuale a diverse scale di osservazione (spaziale, temporale, sociale) e comprendere la trama delle relazioni – geografiche, economiche, sociali, politiche, culturali– nella quale si è inseriti. 2. Conoscere le principali procedure del lavoro geografico e storiografico e i problemi della costruzione della conoscenza geostorica per individuarne le modalità di impiego nei testi geografici e storici (manuali, atlanti, saggi e semplici testi esperti, siti web). 8. Riconoscere e comprendere le strutture e i processi di trasformazione del mondo arcaico, antico e medievale, le specificità e le rotture in relazione a temi e nodi problematici (problematizzazioni) rilevanti rispetto al mondo attuale. 3. Padroneggiare le fondamentali procedure di lavoro storiografico e geografico: tematizzare, localizzare e considerare l'estensione, la direzione e la distribuzione territoriale di un fenomeno, scegliere e classificare fonti, produrre ed elaborare dati e informazioni, comunicare i risultati di ricerca. 9. Conoscere le principali caratteristiche e le reciproche interrelazioni dei fenomeni geografici, storici, sociali economici e culturali studiati, sapendoli comparare in prospettiva diacronica e sincronica. 4. Comprendere, riformulare e produrre semplici testi di tipo storiografico e geografico con particolare riferimento al carattere problematico e argomentativo della ricostruzione del passato. Impiegare le modalità comunicative appropriate, anche con l’uso delle nuove tecnologie. 10. Analizzare storicamente problemi ambientali e geografici e riconoscere l’importanza dei contesti spaziali nella ricostruzione delle civiltà del passato oggetto di studio. 5. Usare in modo autonomo testi geografici e storici (sia cartacei che digitali) per la conoscenza di fatti geografici e storici, padroneggiando consapevolmente strategie di studio e di rielaborazione delle informazioni. 11. Paragonare diverse interpretazioni di fatti o fenomeni geografici, storici, sociali, economici e culturali. 6.Conoscere caratteristiche e strutture ambientali e geografiche del mondo contemporaneo e delle diverse aree oggetto di studio, comparandole con quelle del mondo arcaico e antico, individuando continuità a cambiamenti. 12. Conoscere i beni culturali e comprenderli come elementi del patrimonio storico- culturale, riconoscendone i diversi usi nel tempo.

3 Uda 7 3 Dal presente al passato per ritornare al presente: ecco come faremo!

4 Squilibri sociali nel mondo contemporaneo Leggi questa sintesi, a cura di Amnesty International Italia, sulle Moderne forme di schiavitùModerne forme di schiavitù Apri la mappa interattiva che trovi nel sito di freetheslaves.net.mappa interattiva Rispondi alle domande: in quale area del mondo sono concentrate oggi le diverse forme di schiavitù? Qual è la relazione fra povertà e schiavitù oggi? Costruisci nell’ambiente exploratree uno schema di rappresentazione a stella che contempli le diverse forme di schiavitù presenti nel mondo oggi e condividilo con il tuo insegnante.nell’ambiente exploratree Competenze Obiettivi: - conoscere e interpretare con gli strumenti della storia e della geografia le procedure fondamentali della costruzione della conoscenza geostorica - produrre ed elaborare dati e informazioni intorno ad un tema rilevante per estensione e distribuzione territoriale - comprendere la trama di relazioni nella quale si è inseriti Moderne forme di schiavitù Uda 7 4 " Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma" (art. 4 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani)

5 La schiavit ù nel mondo contemporaneo. Guarda questo Video-Reportage sulla Mauritania realizzato dall'Osservatorio Internazionale Ossin.org.Video-Reportage sulla Mauritania Leggi questa scheda sulla Repubblica islamica di Mauritania compilata dall’enciclopedia Treccani online e questo approfondimento sulla condizione schiavile presente ancora in Mauritania oggi, a cura del giornalista Stefano Liberti.Repubblica islamica di Mauritania approfondimento sulla condizione schiavile Componi un testo che informi in modo preciso e completo sulla condizione degli schiavi oggi in Mauritania dove emergano : la consistenza del fenomeno, le diverse forme di schiavitù, come si diventa schiavi, i diritti, la legislazione, il rapporto religione/schiavismo, gli haratin. Invia il tuo elaborato all’indirizzo di posta Competenze Obiettivi: - conoscere e interpretare con gli strumenti della storia e della geografia le procedure fondamentali della costruzione della conoscenza geostorica - produrre ed elaborare dati e informazioni intorno ad un tema rilevante per estensione e distribuzione territoriale - comprendere la trama di relazioni nella quale si è inseriti Un reportage dalla Mauritania Uda 7 5

6 Squilibri di genere nel mondo contemporaneo Guarda attentamente le fotografie che trovi sopra. Alcune sono tratte dalla realtà, altre usate dalla pubblicità. Secondo te, quale condizione femminile esprimono quelle usate dalla pubblicità? Leggi l’articolo di una ricercatrice internazionale, Giuliana Pisani ‘Nuove forme di schiavitù’ e quello di Giuseppe de Rosa, tratto dai Quaderni di Civiltà Cattolica, sul ’Traffico delle donne nel mondo di oggi’Nuove forme di schiavitù’Traffico delle donne nel mondo di oggi’ Scrivi un breve testo rispondendo alle domande: in quali paesi del mondo contemporaneo si verificano squilibri di genere e violazioni della integrità femminile? La responsabilità principale di tali comportamenti a che cosa è attribuibile? Invia il testo all’indirizzo di posta del tuo: Competenze 4-6 Obiettivi: - conoscere le caratteristiche e le strutture ambientali e geografiche di un problema del mondo di oggi - comprendere e produrre semplici testi di tipo argomentativo in riferimento al carattere problematico di un tema La schiavitù delle donne oggi Uda 7 6

7 Gli squilibri nello sviluppo socio-economico-culturale Apri la pagina dello Sportello Scuola Università del Parlamento Italiano sul traffico di esseri umani e osserva con attenzione le mappe n° pagina dello Sportello Scuola Università del Parlamento Italiano Leggi la descrizione del fenomeno.la descrizione del fenomeno Individua i paesi da cui origina un traffico molto alto/alto di esseri umani- mappa n.22 Scrivi un testo descrittivo dei dati rappresentati nelle mappe, rispondendo a queste domande: quali sono i paesi maggiormente interessati al traffico e al transito di esseri umani? Quali sono le forme di nuove schiavit ù correlate al traffico di esseri umani? Da chi è gestito tale fenomeno? Quali le sue cifre (vittime e fatturato)? L'Italia è un paese ad alto/altissimo transito di traffico di esseri umani? Esponi il testo davanti ai compagni a commento delle mappe che puoi ingrandire usando la LIM. Competenza 4 Obiettivi: - conoscere le caratteristiche e le strutture ambientali di un fenomeno del mondo di oggi presente in Italia - elaborare informazioni intorno ad un tema rilevante per la società italiana contemporanea - transcodificare trame di relazioni rappresentate in mappe o carte Il traffico di esseri umani e le nuove schiavitù Uda 7 7

8 Il passato: squilibri e conflitti nell ’ et à imperiale di Roma antica Ripercorrerai le tappe del processo di riorganizzazione imperiale durante la pax augustea e conoscerai gli squilibri e i conflitti che accompagnarono l’apogeo e la crisi dell’impero romano. Le domande che ti guideranno sono le seguenti: quali furono le condizioni che determinarono la schiavitù nell’organizzazione dell’antica Roma? Quali furono i popoli con cui Roma entrò in conflitto e per quali ragioni? Qual era la relazione con l’ambiente nella cultura di Roma antica? Uda 7 8 Le nostre ricerche, le attività, le domande per la verifica dei tuoi apprendimenti si rivolgono, in questa sezione, al passato. Incontrerai un quadro dell’egemonia politico - culturale di Roma dal I al V sec. d.C. attraverso gli scontri e gli incontri con altre civiltà.

9 I conflitti militari. Le fasi della espansione romana Leggi questa sintesi delle fasi dell’espansione romana e guarda le cartine inserite nel testo a cura della Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma.sintesi delle fasi dell’espansione romana Apri le carte che trovi sotto indicate, relative a: 1. le prime guerre romano-puniche; le prime guerre romano-puniche 2. l’espansione romana dal 260 a.C. al 22 a.C; l’espansione romana dal 260 a.C. al 22 a.C 3. l’espansione massima dell’impero sotto Traiano nel 116 d.C.l’espansione massima dell’impero sotto Traiano nel 116 d.C Individua i popoli con i quali Roma entrò in conflitto durante la sua espansione territoriale. Costruisci una linea del tempo usando l’ambiente timerime sul tema dei conflitti militari di Roma nei secoli dal IV a.C al IV d.C.l’ambiente timerime Invia la linea del tempo all’indirizzo di posta del tuo. Competenze 2-3 Obiettivi: -padroneggiare le fondamentali procedure di lavoro storiografico e geografico -produrre ed elaborare dati e informazioni spazio-temporali intorno ad un tema rilevante per la società antica La guerra come attività permanente Uda 8 9

10 Le componenti sociali e i conflitti civili nella Roma antica Leggi la descrizione delle componenti della società romana, a cura della Sovrintendenza per i beni archeologici di Roma.descrizione delle componenti della società romana Seleziona le informazioni più importanti e costruisci una tabella con le principali caratteristiche che individuavano: le classi dirigenti ( i senatori, i cavalieri) e le classi subalterne ( la plebe, gli schiavi, i liberti, i peregrini). Salva il tuo lavoro. Leggi ora la storia di Spartaco, uno schiavo originario della Tracia che guidò una rivolta di gladiatori e schiavi nel I secolo a.C. e una sintesi della condizione femminile nella società romana antica.la storia di Spartacosintesi della condizione femminile Scrivi un testo dove, usando le informazioni che hai sintetizzato nella tabella, descrivi le componenti che caratterizzavano la società romana antica nei diversi periodi della storia durante i secoli dal III a.C. al II d.C. Invia il lavoro all’indirizzo di posta del tuo: Il tessuto sociale e le dinamiche della società civile Uda 7 10 Competenze 2-3 Obiettivi: - Individuare le modalità di impiego del lavoro geografico e storiografico nei testi geo- storici e nei siti web - Comprendere, riformulare e produrre semplici testi di tipo storiografico e geografico con particolare riferimento al carattere problematico e argomentativo della ricostruzione del passato - Impiegare le modalità comunicative appropriate, anche con l’uso delle nuove tecnologie.

11 La condizione degli schiavi a Roma Leggi la descrizione della condizione schiavile nella Roma antica nelle diverse voci a cura di Homolaicus, un sito di storia e filosofia.la descrizione della condizione schiavile nella Roma antica Individua le mansioni a cui erano destinati gli schiavi in campagna, in città, nelle miniere, sul mare, costruendo, con le informazioni ricavate, una tabella. Salva il lavoro. Rappresenta in un grafico a stella, usando l’ambiente exploratree, tutte le condizioni che hanno permesso la schiavitù nella Roma antica, e condividila con l’insegnante., usando l’ambiente exploratree Costruisci con i compagni nell’ambiente timerime una linea del tempo che mostri le tappe della trasformazione della condizione degli schiavi a Roma, inserendo nelle didascalie rappresentazioni iconiche e commenti che avrete cercato nella rete.nell’ambiente timerime Salva e stampa la timeline. Competenze 6-8 Obiettivi: -conoscere le caratteristiche e le strutture ambientali di un fenomeno del mondo antico rilevante anche nel mondo a noi contemporaneo - Riconoscere e comprendere le strutture temporali di un fenomeno del mondo antico. Lo schiavo: «una cosa vivente e parlante». Uda 7 11 Vi sono tre tipi di utensili: quelli che non si muovono e non parlano; quelli che si muovono e non parlano e quelli che si muovono e parlano ".(Gaio)

12 Competenza 4 Obiettivi: - Comprendere testi di tipo storiografico e geografico con particolare riferimento al carattere problematico e argomentativo della ricostruzione del passato - Riformulare e produrre semplici testi, impiegando modalità comunicative appropriate, anche con l’uso delle nuove tecnologie. Il diritto di cittadinanza nell’antica Roma Leggi alla voce Cittadinanza del Dizionario Giuridico online Simone, la descrizione relativa ai ‘cives’ nella Roma antica.voce Cittadinanza Approfondisci le caratteristiche del cittadino romano che offre il sito di Wikipedia e la funzione unificatrice del diritto romano nei territori conquistati.le caratteristiche del cittadino romanola funzione unificatrice del diritto romano Leggi ora l’articolo della storica Livia Storoni su chi fossero i cittadini romani, in che modo esercitassero i loro diritti e adempissero ai loro doveri, secondo la ricostruzione dello storico francese Claude Nicolet da lei condivisa.chi fossero i cittadini romani Con l’aiuto dei compagni, prepara una breve presentazione in PowerPoint sul tema della cittadinanza nella Roma antica. Concorda con l’insegnante l’esposizione in classe o l’invio del tuo lavoro attraverso la posta elettronica e/o la piattaforma per l’apprendimento a distanza. Origine, concessione e perdita dello stato di cittadino romano Uda 7 12 «Civis romanus sum» (Cicerone, In Verrem)

13 Competenza 5 Obiettivi: - Usare in modo autonomo testi geografici e storici per la conoscenza di fatti geografici e storici - Padroneggiare consapevolmente strategie di studio e di rielaborazione delle informazioni - Scrivere testi usando correttamente concetti quali confine e frontiera Spazi geografici dell’impero Apri la carta dell’estensione dell’impero romano durante l’impero da Augusto a Traiano.impero romano durante l’impero da Augusto a Traiano. e la carta dell’estensione dell’impero romano nel IV secolocarta dell’estensione dell’impero romano nel IV secolo Salva sul tuo PC le carte e individua le regioni di frontiera che ricadevano sotto l’amministrazione imperiale romana nei secoli dal I al IV d.C. Leggi: questa cronologia degli imperatori romani da Ottaviano a Romolo Augustolo ecronologia degli imperatori romani l’approfondimento sul ridimensionamento del ‘Limes’ di Wikipedia.ridimensionamento del ‘Limes Descrivi in un testo la trasformazione dello spazio geografico dell’impero romano dal I al IV secolo d.C., cercando di rispondere alle domande: Quali spazi geografici delle regioni europee ed extra-europee erano esclusi dal controllo romano? Quali imperatori, dopo Augusto, dovettero occuparsi dei problemi legati ai confini dell’impero? Quali soluzioni si rivelarono efficaci per il controllo delle frontiere? Invia il tuo lavoro all’indirizzo di posta del tuo: Frontiere e confini Uda 7 13

14 Competenza: 12 Obiettivi: - Conoscere i beni culturali e comprenderli come elementi del patrimonio storico- culturale - Riconoscere i diversi usi del beni del patrimonio nel tempo. Le popolazioni ai confini dell’impero Guarda attentamente usando la funzione Earth di Google la Colonna Traiana nel Foro romano e leggi l’approfondimento sul monumento che celebra la conquista della Dacia da parte dell’imperatore Traiano, facendo attenzione alle figure commentate (dalla n.1 alla 10).la Colonna Traiana nel Foro romano l’approfondimento sul monumento Leggi questa notizia tratta dal National Geographic sul ritrovamento di un cimitero romano in Inghilterra. E leggi anche questa informazione turistica di un itinerario storico in Germania lungo le strade costruite in epoca romana. Approfondisci la trasformazione che riguardò l’esercito in età tardo imperiale.ritrovamento di un cimitero romano in Inghilterra.informazione turistica di un itinerario storico in Germaniala trasformazione che riguardò l’esercito in età tardo imperiale. Discuti con i compagni e l’insegnante l’intervento del filosofo M.Cacciari sul rapporto civiltà/barbarie.rapporto civiltà/barbarie Scrivi un testo argomentativo sul tema: « Barbari e Romani: come rappresentare l’incontro- scontro fra i popoli durante l’età imperiale?». Invia il testo all’indirizzo di posta del tuo: La colonna traiana: le campagne militari nella terra dei Daci. Uda 8 14 «Nel marasma della sua vecchiaia l’Impero, che già agonizzava, fu distrutto alla fine dal più grande conflitto di popoli che la storia ricordi... Ma così si creò la nuova civiltà dell’Occidente, fondata sul principio della libertà individuale.» Ferdinand Gregorovius, storico tedesco. Fonte: collezione numismatica M. Sersch -

15 Competenza: 7 Obiettivi: - riconoscere processi di trasformazione del mondo antico - Comprendere nodi problematici rilevanti del mondo antico anche nel mondo attuale Centro e periferia: la trasformazione dell’organizzazione socio-economico-politica in epoca imperiale Da Roma a Costantinopoli: fattori e tracce della trasmigrazione di centri e periferie in età imperiale. Uda 8 15 Apri la pagina di questo sito che tra il tema dell’urbanizzazione dell’impero’.’urbanizzazione dell’impero Leggi, nell’ordine i seguenti tre paragrafi: ‘Il tardo impero’e ‘Il crollo dell’impero e la fuga verso le campagne’. Soffermati sulla tabella che classifica le città fino al IV secolo e rispondi alla domanda: quale rapporto proporzionale emerge riguardo al popolamento, fra la città più popolosa e Roma? Fai attenzione alle condizioni della trasformazione del rapporto città-campagna/centro- periferia, nei territori imperiali. Nell’ambiente exploratree, costruisci uno schema di rappresentazione (es.:anticipate issues) dei fattori che avrebbero concorso a trasformare la relazione fra il centro e la periferia dell’impero, alla luce della migrazione delle sedi imperiali durante i secoli dal I al IV d.C. Condividilo con i compagni e l’insegnante.ambiente exploratreemigrazione delle sedi imperiali

16 Competenze 4-11 Obiettivi: - paragonare diverse interpretazioni di fatti o fenomeni geografici, storici, sociali, economici e culturali. - produrre semplici testi di tipo storiografico e geografico con particolare riferimento al carattere problematico e argomentativo della ricostruzione del passato. La «caduta »dell’impero: una questione complessa Diversi contributi per la spiegazione Uda 8 16 Guarda la carta muta dell’impero romano nel secolo V d.C. e individua le regioni attribuite all’impero d’oriente e a quello di Occidente.carta muta dell’impero romano Sfoglia le slides che lo storico Roberto Delle Donne ha costruito per spiegare il crollo dell’Impero Romano.il crollo dell’Impero Romano. Leggi il paragrafo’Il collasso dell’Impero Romano’ a cura di J.Tainter, un antropologo che ha studiato il declino delle più importanti civiltà della storia.Il collasso dell’Impero Romano’ Infine leggi il risultato di uno studio condotto dai ricercatori dello “Swiss Federal Research Institute for Forest, Snow e Landscape”, sul cambiamento climatico che si verificò durante il III secolo d.C.Swiss Federal Research Institute for Forest, Snow e Landscapecambiamento climatico che si verificò durante il III secolo d.C Scrivi un testo espositivo (una cartella, max 30 righe) dove, alla luce delle diverse spiegazioni, emergano le tante componenti che hanno contribuito alla trasformazione dell’organizzazione imperiale romana durante i secoli dal III al V d.C., quando si verificò la «caduta dell’impero romano» Invia il testo all’indirizzo di posta del tuo:

17 Ritorniamo al presente Le domande che ti guideranno sono le seguenti:  quali sono i paesi più poveri nel mondo attuale?  Quali sono oggi i conflitti in atto nel mondo? E dove si svolgono?  Quali sono le relazioni fra guerre e sottosviluppo?  Quali soggetti sociali sono investiti in maggior misura dai conflitti e dalle violenze?  Perché i mezzi di comunicazione dimenticano spesso di informare sulle condizioni di conflitto nel mondo contemporaneo? Uda 7 17 Le nostre ricerche, le attivit à, le domande per la verifica dei tuoi apprendimenti si rivolgono, in questa sezione, di nuovo al presente.

18 Competenza 7 Obiettivi: - scoprire e dare significato alla dimensione storica del mondo attuale a diverse scale di osservazione (spaziale, temporale, sociale); - comprendere la trama delle relazioni geografiche, economiche, sociali, politiche, culturali, nella quale si è inseriti. I conflitti nel mondo di oggi Aree e paesi del mondo in guerra Uda 7 18 Apri questa mappa dei conflitti in atto nel mondo oggi.mappa dei conflitti Illustra la mappa, scrivendo un testo descrittivo dove indicherai le aree del mondo e le regioni geografiche interessate dalle conflittualità. Scegli poi uno dei paesi in guerra, utilizzando le schede informative che trovi predisposte nel mappamondo di peacereporter, un mensile di informazione geo-storica e politica on line. mappamondo di peacereporter Leggi attentamente le informazioni che vengono fornite. Confronta le tue informazioni aprendo la mappa interattiva geostorica dei conflitti avvenuti nel mondo dal 1950 in poi.mappa interattiva geostorica dei conflitti Scrivi un testo geostorico informativo sulla realtà del paese che hai scelto. Invia i risultati del tuo lavoro all’indirizzo di posta del tuo:

19 Competenza 3 Obiettivi: - produrre ed elaborare dati e informazioni - comunicare i risultati di ricerca. La povertà e l’indice di sviluppo umano Paesi, popoli, soggetti poveri nel mondo contemporaneo. Uda 7 19 l'HDI è un nuovo modo di misurare lo sviluppo combinando indicatori di aspettativa di vita, livello di istruzione e reddito in un indice composito di sviluppo umano. Leggi la descrizione delle componenti dell’HDI.descrizione delle componenti dell’HDI Costruisci, sulla base dei dati che trovi nei diversi profili dei paesi, una scheda informativa dei 5 paesi più poveri del mondo, secondo lo ‘Human Development Report 2011’. Vale a dire:profili dei paesi - Repubblica democratica Congo, Niger, Burundi, Mozambico, Ciad. Invia il risultato del tuo lavoro all’indirizzo di posta del

20 Competenze 5-9 Obiettivi: - conoscere le principali caratteristiche di fenomeni geografici, storici, sociali economici e culturali studiati - Padroneggiare consapevolmente strategie di studio e di rielaborazione delle informazioni Le differenze di genere e i conflitti Le donne e la guerra: una relazione particolare. Uda 7 20 Leggi l’articolo ‘Corpi di Guerra’ di Marco Deriu, ricercatore e docente in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università di Parma.Corpi di Guerra Seleziona nell’articolo le informazioni relative all’uso dei corpi in guerra: ad esempio, come viene usato il corpo maschile? Quello femminile? Dei civili in genere? Con quali significati culturali e politici? Cosa si intende per violenza domestica? Individua sul planisfero gigante gli spazi geografici teatro di guerre e violenze indicati nell’articolo.sul planisfero gigante Costruisci con la collaborazione dei compagni e con i suggerimenti del tuo insegnante, un glossario dei termini militari e di quelli di genere (parole riferite esclusivamente all’uomo o alla donna) che riguardano la relazione complessa dei due generi con l’ambito dei conflitti e della violenza legata a scenari di guerra. Puoi usare anche l’ambiente per l’apprendimento a distanza se è disponibile nella tua scuola.

21 Sitografia di riferimento Il laboratorio si è avvalso dei contenuti dei siti che trovi segnalati e accompagnati da una breve presentazione qui di seguito. Le voci di Wikipedia sono state accuratamente verificate. Siti di organizzazioni internazionali Amnesty International è un'Organizzazione non governativa indipendente, una comunità globale di difensori dei diritti umani che si riconosce nei principi della solidarietà internazionale.on-line offre appelli, news, documenti e proposte educative. Sito di un’organizzazione non -profit dedicato alla libertà dalla schiavitù ovunque essa venga esercitata nel mondo. sito dello Stato di NewJork che ha uno specifico Dipartimento per i servizi rivolti ai “senza dimora”, dove si trovano report aggiornati sulla condizione di queste persone. sito delle Nazioni Unite dedicato ai reports dal 1990 al 2011 sullo sviluppo umano Siti culturali e didattici sito del Parlamento Italiano che attraverso uno Sportello Scuola Università sulle attività della Commissione Antimafia offre documentazione parlamentare e istituzionale, normativa, glossario, cronologia su mafie e antimafia, bibliografia, filmografia, rassegna stampa, siti utili. sito della Soprintendenza Speciale per i Beni Artistici di Roma che ha come obiettivo la comunicazione riguardante i musei, i siti archeologici, le mostre, gli eventi, le pubblicazioni, le attività del territorio circostante e della città di Roma. Nel vasto e articolato panorama dei musei di Roma, il sito si propone di pubblicizzare, oltre ai calchi di statue, di busti, di iscrizioni, di rilievi e di parti di edifici a grandezza naturale; i plastici che ricostruiscono monumenti e complessi architettonici di Roma e delle provincie dell’impero romano; le testimonianze della cosiddetta “cultura materiale, eventi e pubblicazioni, risultati di ricerche e scavi anche attraverso il Museo Digitale. è una pubblicazione telematica mensile con aggiornamenti quotidiani, di natura scolastica ed educativa, con particolare riferimento all'evoluzione normativa del settore ed all'ambito metodologico-didattico. Uda 7 21

22 Sitografia di riferimento Mappe e mappe interattive Sulle emissioni totali di CO2: sui conflitti nel mondo a partire dal 1955: Ambienti per l’apprendimento interattivo il sito offre una guida per pensare, analizzare e valutare qualsiasi cosa in modo strutturato, gratuita e in lingua inglese. E’ un’applicazione online utilissima per creare ogni genere di mappa. Possiede una library di mappe concettuali molto ampia da editare, stampare, e condividere con altri. TimeRime è un software gratuito per la costruzione di timeline (linee del tempo), strumento utile nello studio della storia. Il programma oltre alla costruzione di linee del tempo interattive attraverso la funzione di embed, consente di richiamare la linea del tempo all’interno di un sito. Enciclopedie online Il laboratorio si è avvalso dei contenuti dei siti che trovi segnalati e accompagnati da una breve presentazione qui di seguito. Le voci di Wikipedia sono state accuratamente verificate. Uda 7 22


Scaricare ppt "Squilibri e conflitti durante l'apogeo e la crisi dell'impero romano 1 Uda 7 Laboratorio multimediale Attività di geostoria in ambiente digitale per la."

Presentazioni simili


Annunci Google