La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

AUDIT CLINICO AUDIT :processo di revisione, retrospettiva della pratica clinica con l’obbiettivo di individuare aree di miglioramento ISTRUZIONE OPERATIVA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "AUDIT CLINICO AUDIT :processo di revisione, retrospettiva della pratica clinica con l’obbiettivo di individuare aree di miglioramento ISTRUZIONE OPERATIVA."— Transcript della presentazione:

1 AUDIT CLINICO AUDIT :processo di revisione, retrospettiva della pratica clinica con l’obbiettivo di individuare aree di miglioramento ISTRUZIONE OPERATIVA “MONITORAGGIO CARDIOTOCOGRAFICO FETALE”

2 I.O. “MONITORAGGIO CARDIOTOCOGRAFICO FETALE” Direttiva regionale 533/08 (Percorso Nascita) nel punto 4”Promuovere e consolidare l’adozione della linea guida sul “ Controllo del benessere fetale in travaglio di parto”per la valutazione e la modifica delle prassi assistenziali al travaglio di parto in termini di appropriatezza degli interventi, di definizione dei ruoli professionali, introducendo criteri di migliore pratica clinica basati su prova di efficacia. Item della check -list per la valutazione della gestione del rischio clinico.

3 DESCRIZIONE DELL’ATTIVITA’: Il tracciato cardiotocografico è una documento medico legale che registra il benessere fetale e la dinamica uterina di significativa importanza travaglio-parto quale evento ad alto rischio Tale documento è determinante nella definizione delle responsabilità per garantire all’utente la qualità assistenziale e la tutela degli operatori coinvolti. APPLICAZIONE DELL’APPARECCHIO CARDIOTOCOGRAFICO : All’inizio del tracciato l’ostetrica deve: Scrivere nome e cognome della paziente Scrivere data e ora di inizio della registrazione cardiotocografica (anche se è gia’ scritto sul tracciato stesso) Firmarsi. REGISTRAZIONI SUL TRACCIATO : durante il corso del monitoraggio l’ostetrica che valuta il tracciato dovrà scrivere sul tracciato stesso qualsiasi evento, variazione o anomalia presenti (es: episodi di vomito, parametri vitali, interruzione del tracciato per eventuali motivi, chiamata del Medico ginecologo ) RIMOZIONE DELL’APPARECCHIO CARDIOTOCOGRAFICO : al termine della registrazione l’ostetrica che stacca il tracciato deve:Scrivere l’orario di termine del monitoraggio Firmarsi. REFERTAZIONE TRACCIATO DA PARTE DELL’OSTETRICA : l’ostetrica al termine del tracciato dovrà prima di toglierlo valutarlo e refertarlo se lo riterrà rassicurante lo toglierà e lo inserirà in cartella come previsto dalla procedura. Diversamente ogni volta che l’ostetrica ritenga di avere un tracciato non rassicurante, non toglierà il tracciato ma dovrà chiamare il medico e scrivere sul tracciato in corrispondenza dell’evento “avvisato medico di guardia per tracciato non rassicurante” e firma dell’ostetrica ( in attesa di timbro). REFERTAZIONE TRACCIATO DA PARTE DEL MEDICO : il medico dopo aver visionato il tracciato, ritenuto non rassicurante da parte dell’ostetrica, lo referta, sul tracciato stesso o in cartella. INSERIMENTO DEL DOCUMENTO IN CARTELLA CLINICA : l’ostetrica dovrà quindi numerare progressivamente i tracciati pinzarli ed inserirli in una busta nella cartella clinica della donna corrispondente.

4 “ IL FOGLIO DI RACCOLTA DATI ” ITEMSOTTOVOCI ANALIZZATE 1- Stato paziente- Paziente in travaglio -Paziente non in travaglio 2- Applicazione dell'apparecchio cardiotocografico - Sono riportati i dati identificativi della paziente - E' scritta la data e l'ora di inizio del CTG - Data e ora scritta coincide con quella del CTG - E' presente la firma/sigla dell'ostetrica che appone il tracciato 3-Vengono riportate registrazioni sul tracciato cardiotocografico durante l'esecuzione (se necessarie) - Si - No 4- Registrazione infusione di farmaci in travaglio ( se prescritti) - Si - No 5- Prescrizione farmaci- Si - No 6- Refertazione tracciato cardiotocogragfico da parte dell'ostetrica -Si _ Rassicurante - No - Non rassicurante

5 7- Se tracciato non rassicurante viene riportata dicitura sullo stesso “avvisato Mdg - Si - No 8- Refertazione tracciato “non rassicurante” da parte del medico - Si - No 9- Se non refertato l'ostetrica ha scritto quello che ha ordinato verbalmente il medico - Si - No 10- Rimozione dell'apparecchio cardiotocografico - E' scritta l'ora di termine del monitoraggio - E' presente la firma/sigla dell'ostetrica che stacca il tracciato - E' presente la firma della paziente 11- Inserimento del documento in cartella clinica - I tracciati sono numerati progressivamente - I tracciati sono pinzati progressivamente - I tracciati sono archiviati all'interno di una busta Note

6

7 Quali azioni messe in atto Incontro di èquipe Definizione di percorso formativo La definizione di ulteriore Audit di verifica applicazione procedura

8 RASSICURANTE  Firma Ost………………………… NON RASSICURANTE  Avvisato Mdg ore………………………… Firma Ost………………………… Firma Mdg………………………..

9 Il Secondo Risultato

10 Considerazioni < 2 tipi di criticità 1) Apparecchi CTG 2)Turn over personale


Scaricare ppt "AUDIT CLINICO AUDIT :processo di revisione, retrospettiva della pratica clinica con l’obbiettivo di individuare aree di miglioramento ISTRUZIONE OPERATIVA."

Presentazioni simili


Annunci Google