La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La protezione della vite ad uva da tavola da oidio e muffa grigia in Italia meridionale A.Santomauro, C. Dongiovanni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La protezione della vite ad uva da tavola da oidio e muffa grigia in Italia meridionale A.Santomauro, C. Dongiovanni."— Transcript della presentazione:

1 La protezione della vite ad uva da tavola da oidio e muffa grigia in Italia meridionale A.Santomauro, C. Dongiovanni

2 Prodotti chimici Mezzi biologici Mezzi bio- tecno logici Mezzi fisici Sistemi di previsione e allerta, diagnosi precoce, sistemi di supporto alle decisioni, valori-soglia Cultivar tolleranti/resistenti Mezzi agronomici (fertilizzazioni, irrigazione, rotazioni, ecc.) Potenziamento difese naturali Produzione integrata Prevenzione Monitoraggio e valutazione del rischio Interventi in strategie di protezione integrata

3 Erysiphe necator Elevata adattabilità alle condizioni di clima caldo arido degli ambienti dell’Italia meridionale

4 Micelio e conidi nelle gemme Modalità di svernamento

5 Cleistoteci

6 Micelio e conidi Ascospore Espressione sintomatologica

7 Danni diretti e indiretti

8 Criterio di intervento PREVENTIVO Attendere la comparsa dei primi sintomi significa compromettere la produzione ed eseguire più trattamenti del necessario

9 Linee guida di intervento Protezione continua da inizio fioritura ad invaiatura Interventi prima dell’inizio fioritura solo quando necessario

10 Linee guida di intervento Interventi dopo l’invaiatura Per la protezione da attacchi tardivi sul rachide

11 Fungicidi impiegabili DinitrofenoliMeptyl-dinocap IdrossipirimidineBupirimate IBEPenconazole, tebuconazole, ecc. SpiroketalamineSpiroxamina QoI Azoxystrobin, kresoxim-methyl, trifloxystrobin, pyraclostrobin Fenossichinoline Quinazolinoni Quinoxyfen Proquinazid BenzofenoniMetrafenone SDHI (carboxammidi) Boscalid AmidoximeCyflufenamid

12 Agricoltura biologica e protezione integrata  Zolfo  Bicarbonato di potassio  Ampelomyces quisqualis

13 Marciumi del grappolo Muffa grigia Marciume acido Marciumi secondari

14 Muffa grigia (Botryotinia fuckeliana)

15 Biologia B. fuckeliana è da considerare sempre presente nel vigneto La sua dannosità dipende dalle condizioni ambientali Propagazione per diffusione di conidi Spiccata attidudine saprofitaria

16 Sintomi precoci su organi erbacei

17 Sintomi sul grappolo

18 Punti critici della protezione antibotritica  Elevata dannosità in condizioni climatiche umide e piovose e, in particolare, in vigneti coperti per ritardare la raccolta  Numero alquanto elevato di interventi anche in epoche prossime alla raccolta  Rischio di residui di fungicidi in quantità superiori al limite massimo ammesso  Rischio di resistenza ai fungicidi nel patogeno

19 Resistenza ai fungicidi: conseguenze Industria agrochimica: perdita di efficacia di molecole che richiedono investimenti sempre più ingenti per la ricerca e lo sviluppo (€ 200 milioni) Agricoltori: perdite di raccolto causate da malattie non più limitate dai trattamenti Consumatori: incremento dei prezzi causato dai maggiori costi di produzione e da riduzioni dell’offerta

20 Resistenza ai fungicidi: prevenzione Riduzione della pressione di selezione sulle popolazioni fungine operata dai trattamenti mediante: –Adozione di miscele o alternanze fra fungicidi con diverso meccanismo d’azione –Riduzione dell’impiego di fungicidi: Impiego di antagonisti microbici Altri mezzi di lotta Protezione integrata

21  Evitare eccessi produttivi e di vigore vegetativo e grappoli eccessivamente compatti  Concimazioni e irrigazioni equilibrate  Preparazione dei grappoli  Potatura verde e sistemazione dei tralci  Efficace prevenzione delle cause di lesioni sugli acini (oidio, tignoletta, tripidi, vento, vespe, uccelli ecc.) Linee guida di intervento

22 Per cultivar precoci e vigneti coperti per anticipare la raccolta non sono necessari trattamenti Linee guida di intervento

23 Trattamenti:  prechiusura del grappolo  prima decade di agosto  successivi in base all’epoca di raccolta, alla persistenza dei fungicidi e all’andamento meteorologico Linee guida di intervento

24 Mezzi tecnici impiegabili DicarbossimidiIprodione FenilpirroliFludioxonil AnilinopirimidineCyprodinil, mepanipyrim, pyrimethanil IBS (classe III) Idrossianilidi Pirazolinoni Fenhexamid Fenpyrazamine SDHI Benzammidi Carboxammidi Boscalid, Fluopyram Sostanze naturaliBicarbonato di potassio Antagonisti microbici Bacillus subtilis, Bacillus amyloliquefaciens, Aureobasidium pullulans

25 1 fungicida 2 fungicidi 3 fungicidi 4 fungicidi 5 fungicidi 6 fungicidi B. cinerea resistenza multipla

26 Marciume acido Agenti eziologici: batteri (genere Acetobacter) lieviti (generi Kloeckera, Saccharomycopsis, Hanseniaspora, Torulopsis, Pichia, Candida)  Non sono disponibili composti realmente efficaci contro il marciume acido

27 Marciumi secondari Agenti eziologici: funghi (generi Alternaria, Aspergillus, Cladosporium, Mucor, Penicillium, Rhizopus)  Efficacia delle anilinopirimidine nei confronti di Aspergillus spp.

28 Conclusioni  Scelta appropriata dei fungicidi  Rispetto dell’etichetta

29 Conclusioni Necessità di acquisire nuove conoscenze su epidemiologia e biologia dei patogeni Razionalizzazione delle strategie di protezione (IPM) Interesse e disponibilità della ricerca pubblica Disponibilità di competenze ed esperienze nella ricerca

30


Scaricare ppt "La protezione della vite ad uva da tavola da oidio e muffa grigia in Italia meridionale A.Santomauro, C. Dongiovanni."

Presentazioni simili


Annunci Google