La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I contenuti digitali tra proprietà intellettuale e libertà di diffusione Roberto Falavolti Amministratore Delegato Innovazione Italia Roma, 13 Maggio 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I contenuti digitali tra proprietà intellettuale e libertà di diffusione Roberto Falavolti Amministratore Delegato Innovazione Italia Roma, 13 Maggio 2005."— Transcript della presentazione:

1 I contenuti digitali tra proprietà intellettuale e libertà di diffusione Roberto Falavolti Amministratore Delegato Innovazione Italia Roma, 13 Maggio 2005

2 Agenda — Agenda —  La Società dell’Informazione  La filiera dell’eContent  Il contributo di Innovazione Italia  Il progetto Scuola  Il programma Scegli Italia

3 Lo sviluppo della Società dell’Informazione e dell’Innovazione Tecnologica sono obiettivi prioritari per il Paese. Sviluppo del Paese Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie Politiche per la Società dell’Informazione, dell’e-Government e della Larga Banda Per Contribuire alla realizzazione dei progetti relativi alla Società dell’Informazione La Società dell’Informazione Innovazione Italia collabora con il Dipartimento per l’Innovazione e le Tecnologie per la realizzazione dei progetti del Ministro relativi allo sviluppo della Società dell’Informazione

4 Contenuti Post Produzione Aggregazione Distribuzione Infrastrutture di Rete Accesso  Produzione/  Titolari di diritti di proprietà intellettuale  Digitalizzazione DRM (protezione proprietà intellettuale)  Sviluppo e personalizzazione  Profilazione Utenti  MKTG  Rete fissa  Rete Mobile  DTT (TV digitale terrestre)  Sistemi di Accesso  Fatturazione e pagamento Fonte: FEDERCOMIN/DIT – Rapporto e.Content 2005 La Filiera dell’eContent (1/3) La filiera dell’eContent è costituita da attori specializzati in aree molto diverse integrati dalla missione comune di realizzare e rendere fruibili contenuti attraverso le moderne tecnologie digitali.

5 La filiera dell’eContent: l’effetto moltiplicatore (2/3) Contenuti Italiani On line A Pagamento 889,6 74% Free 116,8 9,7% Pubblicità 123,3 10,3% mln € 270 mln € La filiera rende fruibili attraverso diversi strumenti i contenuti grezzi disponibili in rete, nel ciclo di trasformazione il valore dei contenuti si accresce di circa 5 volte. Fonte: FEDERCOMIN/DIT – Rapporto e.Content 2005

6 La Filiera dell’eContent: le azioni di sistema in ambito (3/3) Aumentare la conoscenza e la diffusione di servizi basati su contenuti digitali (scuola, turismo, beni culturali) Migliorare il quadro normativo e regolamentare (diritto d’autore, DRM, sistemi di pagamento) Migliorare il quadro normativo e regolamentare (diritto d’autore, DRM, sistemi di pagamento) Sostenere la diffusione delle piattaforme di accesso (famiglie, imprese, P.A.) Incentivi alla DOMANDA Sostenere la diffusione delle piattaforme di accesso (famiglie, imprese, P.A.) Incentivi alla DOMANDA Valorizzare la catena del valore e i produttori di contenuti nazionali (dall’analogico al digitale) Incentivi all’OFFERTA Valorizzare la catena del valore e i produttori di contenuti nazionali (dall’analogico al digitale) Incentivi all’OFFERTA Passare alla fase di sviluppo del mercato Le azioni poste in atto dal Governo hanno gettato le basi per l’evoluzione del mercato italiano dei contenuti. E’ necessario passare alla fase operativa con opportune azioni di sviluppo.

7 Il contributo di Innovazione Italia Uno dei Focus di Innovazione Italia è sullo sviluppo di nuove piattaforme e tecnologie per la gestione dei contenuti digitali in rete. Il Progetto “Scuola” Il Programma “Scegli Italia”

8 Il progetto Scuola (1/2) Studenti Scuola / Docenti Piattaforma Nazionale Fornitori di contenuti Pubblicazione di contenuti secondo standard definiti Pagamento attraverso voucher Assegnazion e Percorsi formativi Pagamento contenuti/servizi aggiuntivi Selezione dei contenuti Ridistribuzione pagamenti L’introduzione dei contenuti digitali sarà supportata dalla presenza di coacher che assisteranno i docenti nel corso del progetto Flussi di contenutiFlussi finanziari Fruizione di contenuti e servizi aggiuntivi Realizzazione di una piattaforma nazionale dedicata alla scuola che metterà a disposizione contenuti digitali fruibili mediante avanzati strumenti informativi e tecnologie.

9 Il progetto Scuola (2/2) e-Inclusion: nell’ambito del progetto Scuola è stato individuato un progetto stralcio per l’inclusione degli studenti diversamente abili e l’integrazione multiculturale.  All’interno del “Progetto CIPE Scuola” è stato individuato un ambito di intervento relativo agli studenti diversamente abili e/o studenti non italiani per il quale si propone la realizzazione di un progetto specifico  Il Progetto che risponde alle finalità della Legge Stanca 2004 sull’utilizzo delle tecnologie per il superamento della disabilità, è stato denominato “Progetto E-Inclusion”, in quanto si propone di favorire l’accessibilità alle nuove tecnologie dell’informazione e l’integrazione multi-culturale  Il progetto si propone di finanziare iniziative particolarmente innovative presentate dalle scuole primarie e secondarie di primo grado  Ipotizzando di coinvolgere le scuole con almeno alunni diversamente abili e/o non italiani, obiettivo del progetto è raggiungere con soluzioni personalizzate circa studenti diversamente abili e/o non italiani presenti nelle scuole delle Regioni del Sud

10 Un contributo per il rilancio del turismo in Italia Il Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, in collaborazione con le Amministrazioni Centrali, le Regioni, le Amministrazioni Locali e gli enti competenti ha avviato il Programma Scegli Italia per supportare la crescita del settore turistico ed accrescere i flussi turistici provenienti dall’estero. Il Programma Scegli Italia (1/5) Scegli Italia vuole contribuire, attraverso l’uso della tecnologia, alla valorizzazione dell’offerta turistica nazionale, del patrimonio culturale, ambientale e agro-alimentare italiano

11 Il Programma Scegli Italia: contesto (2/5) Migliorare la qualità dell’offerta ricettiva Assicurare il coordinamento tra gli operatori pubblici e privati del settore Sviluppare infrastrutture locali e tematiche di interesse Facilitare sviluppo di infrastrutture di trasporto Sviluppare il destination marketing dell’Italia Valorizzare il patrimonio culturale e ambientale del Paese LE TECNOLOGIE DELL’INFORMAZIONE SONO UNO STRUMENTO FONDAMENTALE PER IL RILANCIO DEL SETTORE

12  Realizzazione di una piattaforma che integri i contenuti, offra servizi interattivi e valorizzi l’offerta turistica attraverso il Portale Italia.it  Digitalizzazione e condivisione dei contenuti turistici, culturali, ambientali di PAC e PAL  Progettazione e realizzazione di un sistema di formazione e qualificazione dell’offerta Il Comitato dei Ministri per la Società dell’Informazione ha varato il programma Scegli Italia per supportare la crescita del PIL turistico attraverso il rilancio del brand “Italia” e la valorizzazione dell’offerta attraverso gli strumenti telematici Il Programma Scegli Italia: obiettivi e strumenti (3/5)  Supportare la crescita del settore turistico in Italia  Incrementare i flussi di visitatori dall’estero  Rilanciare e rafforzare il Brand Italia nel mondo  Promuovere il patrimonio culturale, ambientale e agroalimentare italiano  Offrire visibilità internazionale agli operatori turistici, in particolare a quelli minori  Supportare l’industria turistica italiana nello sviluppo del mercato evitando la diretta concorrenza con gli operatori turistici nazionali  Perseguire una piena fasatura con le Regioni e le altre Istituzioni per valorizzare tutte le iniziative in corso  Intercettare quote crescenti del turismo on line, che si sviluppa con tassi di crescita del 30% ObiettiviLinee GuidaStrumenti

13 La Piattaforma Digitale Interattiva integrerà i contenuti inerenti le principali aree tematiche di interesse turistico del Paese per renderli ruibili a tutti i potenziali turisti italiani ed esteri attraverso il Portale Italia.it.  Completezza ed omogeneizzazione dei contenuti di interesse turistico nazionale (cultura, ambiente, arte, coste, etc.)  Presentazione dinamica dei contenuti rispondente alle esigenze/gusti dell’utente (ottica di destination marketing)  Presentazione dei contenuti in 8 versioni linguistiche, e localizzazione degli stessi in base ai requisiti e alle caratteristiche degli specifici contesti culturali  Aggiornamento costante dei contenuti, con particolare riferimento a spettacoli, fiere, manifestazioni, eventi, etc  Sezioni specali dinamiche dedicate ad eventi di particolare richiamo (es Olimpiadi di Torino 2006) Esemplificativo del layout Italia.it Caratteristiche dei contenuti Il Programma Scegli Italia: i contenuti del Portale (4/5)

14  Possibiltà per il potenziale turista di prenotare ed acquistare “Roomnights” attraverso internet (intermediazione indiretta previa accordi con intermediari già operanti sul mercato ed eventualmente intermediazione diretta verso le strutture ricettive minori attualmente non prenotabili in rete)  e-ticketing: prenotazione/acquisto biglietti musei, spettacoli e intrattenimento, parchi naturali.  intermediazione di aziende di autonoleggio, previa accordi con gli intermediari nazionali ed internazionali già operanti sul mercato  intermediazione di vettori aerei e marittimi, previa accordi con gli intermediari nazionali ed internazionali già operanti sul mercato  cartografia e georeferenziazione, navigazione geografica – route planning, Servizi meteo avanzati  servizi di community (forum, newsletter, etc.)  analisi specifiche, report, studi e di settore sul mercato del turismo a livello nazionale e locale; servizi di adeguamento dei siti delle strutture turistiche e di costruzione dei relativi contenuti digitali minimi, etc. Il Programma Scegli Italia: i servizi del Portale (5/5)

15


Scaricare ppt "I contenuti digitali tra proprietà intellettuale e libertà di diffusione Roberto Falavolti Amministratore Delegato Innovazione Italia Roma, 13 Maggio 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google