La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lo spazio europeo dell’Istruzione Superiore e la prospettiva delle istituzioni AFAM Il contributo delle istituzioni artistiche e musicali europee Alvaro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lo spazio europeo dell’Istruzione Superiore e la prospettiva delle istituzioni AFAM Il contributo delle istituzioni artistiche e musicali europee Alvaro."— Transcript della presentazione:

1 Lo spazio europeo dell’Istruzione Superiore e la prospettiva delle istituzioni AFAM Il contributo delle istituzioni artistiche e musicali europee Alvaro Lopes Ferreira 2009 Accademia Nazionale di Danza Roma, 18 dicembre 2009 Accademia Nazionale di Danza t

2 Riferimenti europei, 1 Reti tematiche e Associazioni settoriali Polifonia - AEC (Associazione Europea dei Conservatori) per il settore musicale Polifonia - AEC (Associazione Europea dei Conservatori) per il settore musicale inter}artes - ELIA (Lega Europea delle Istituzioni Artistiche) per i settori delle belle arti, della danza, del design, del teatro inter}artes - ELIA (Lega Europea delle Istituzioni Artistiche) per i settori delle belle arti, della danza, del design, del teatro

3 Riferimenti europei, 2 Le reti tematiche e le associazioni settoriali hanno prodotto una significativa convergenza curricolare organizzando incontri di esperti, creando gruppi lavoro e favorendo un’elaborazione metodologica comune. organizzando incontri di esperti, creando gruppi lavoro e favorendo un’elaborazione metodologica comune.

4 Riferimenti europei, 3 Il risultato di questa azione comune è la produzione di documenti condivisi che costituiscono i punti di riferimento europei per tutte le istituzioni artistiche e musicali per tutte le istituzioni artistiche e musicali

5 Documenti, 1 inter}artes – ELIA ha pubblicato il volume: inter}artes – ELIA ha pubblicato il volume: “Tapping into the potential of Higher Arts Education in Europe” (copie online: Descrittori di ciclo ed esiti occupazionali Descrittori di ciclo ed esiti occupazionali Learning Outcomes per la progettazione dei corsi, Learning Outcomes per la progettazione dei corsi, Procedure per l'Assicurazione della Qualità Procedure per l'Assicurazione della Qualità

6 Documenti, 2 L‘AEC ha prodotto moltissimi documenti (disponibili su e alcuni sono stati tradotti in italiano: L‘AEC ha prodotto moltissimi documenti (disponibili su e alcuni sono stati tradotti in italiano: Learning Outcomes (in it. solo per il I ed il II ciclo) Learning Outcomes (in it. solo per il I ed il II ciclo) Manuale sull'Assicurazione Interna della Qualità Manuale sull'Assicurazione Interna della Qualità L'Assicurazione della Qualità e l'Accreditamento L'Assicurazione della Qualità e l'Accreditamento Dieci passi per la realizzazione di un programma di scambio Erasmus in ambito musicale Dieci passi per la realizzazione di un programma di scambio Erasmus in ambito musicale

7 Learning Outcomes, 1 La pubblicazione AEC e Polifonia sui Learning Outcomes è una proposta di applicazione dei Descrittori di Dublino alle caratteristiche specifiche della formazione musicale superiore

8 Learning outcomes, 2 Nel volume di inter } artes - ELIA si trova un’applicazione dei Dublin Descriptors alle caratteristiche specifiche della formazione superiore artistica delle belle arti, della danza, del design e del teatro. Nel volume di inter } artes - ELIA si trova un’applicazione dei Dublin Descriptors alle caratteristiche specifiche della formazione superiore artistica delle belle arti, della danza, del design e del teatro.

9 Quadro Europeo dei Titoli, 1 Il Quadro Europeo dei Titoli, organizzato in tre cicli, si basa su alcuni strumenti operativi: –Descrittori generali di Ciclo (Dublin Descriptors) –Sistema dei Crediti (ECTS)

10 Quadro Europeo dei Titoli, 2 I Descrittori di Dublino: descrittori generici di competenze e abilità da possedere alla fine ogni ciclo di studi Conoscenza e capacità di comprensioneConoscenza e capacità di comprensione Capacità di applicare le conoscenzeCapacità di applicare le conoscenze Autonomia di giudizioAutonomia di giudizio Abilità comunicativeAbilità comunicative Capacità di apprendereCapacità di apprendere

11 Quadro Nazionale dei Titoli, 1 In accordo col Processo di Bologna, il sistema italiano ha introdotto i tre cicli di studio: Primo ciclo crediti, Diploma sperimentale di primo livello nel settore AFAM, che corrisponde alla laurea nel sistema universitario

12 Quadro Nazionale dei Titoli, 2 Secondo ciclo crediti, Diploma sperimentale di secondo livello nel settore AFAM, che corrisponde alla Laurea magistralis nel settore universitario Terzo ciclo - Dottorato di ricerca (tre - quattro anni), caratterizzato dall’avanzamento della conoscenza tramite la ricerca, al momento ancora da implementare nel sistema AFAM

13 Learning Outcomes, 3 Nella prossima progettazione dei corsi ordinamentali di I ciclo a livello istituzionale dovremo considerare: –il livello europeo, Learning Outcomes/risultati di apprendimento –il livello nazionale, normativa attuativa del DPR 212 (declaratorie)

14 Assicurazione della qualità,1 La promozione della qualità nelle Istituzioni e nei processi formativi è una delle pietre angolari del progetto di costruzione di un credibile spazio europeo dell’Istruzione superiore

15 Assicurazione della qualità, 2 L’assicurazione della qualità è legata alla capacità delle istituzioni: di elaborare correttamente gli obiettivi formativi e di raggiungerlidi elaborare correttamente gli obiettivi formativi e di raggiungerli di monitorare i risultati rispetto agli obiettivi, condizione essenziale per il miglioramento della qualitàdi monitorare i risultati rispetto agli obiettivi, condizione essenziale per il miglioramento della qualità

16 Assicurazione della qualità, 3 Il manuale ”Internal Quality Assurance in Higher Music Education” pubblicato dall’AEC è stato tradotto in italiano in occasione del Seminario AFAM sulla Qualità realizzato presso il Conservatorio di Trieste nel Descrive attentamente le procedure per implementare un corretto sistema di Assicurazione interna della qualità

17 Assicurazione della qualità, 4 Il manuale spiega con accuratezza il circolo virtuoso PDCA: Plan - Do - Control - Adapt che permette non solo di ottenere e mantenere la qualità ma di incrementarla continuamente, con processo proattivo che coinvolge tutte le componenti dell’Istituzione: Studenti – Docenti – Personale amministrativo

18 Assicurazione della qualità, 5 Più recentemente l’AEC ha pubblicato il volume: “Quality Assurance and Accreditation in Higher Music Education: characteristics, criteria and procedures” La studio offre uno strumento molto agile ma molto completo

19 Assicurazione della qualità, 6 Parte specifica (musica): Capitoli A, B, C, D, F varietà di destinatari varietà di destinatari informazioni sulle peculiarità del settore informazioni sulle peculiarità del settore Descrittori di I, II e III ciclo (Dublin Descriptors e Polifonia/Dublin Descriptors) Descrittori di I, II e III ciclo (Dublin Descriptors e Polifonia/Dublin Descriptors)

20 Assicurazione della qualità, 7 Parte generale: Capitolo E (criteri e requisiti) Parte generale: Capitolo E (criteri e requisiti) Tipologia dei documenti da analizzare dati statistici (numero di studenti, di docenti, informazioni finanziarie etc.) dati statistici (numero di studenti, di docenti, informazioni finanziarie etc.) documentazione relativa a programmi di studio, attività artistiche, strutture etc. documentazione relativa a programmi di studio, attività artistiche, strutture etc. Documenti sulla strategia dell'istituzione, descrizione degli obiettivi e dei mezzi per raggiungerli Documenti sulla strategia dell'istituzione, descrizione degli obiettivi e dei mezzi per raggiungerli

21 Assicurazione della qualità, 8 Parte generale: Capitolo E (criteri e requisiti) Parte generale: Capitolo E (criteri e requisiti) Funzioni da valutare mission mission processo educativo processo educativo qualificazioni degli studenti qualificazioni degli studenti corpo docente corpo docente ambiente, risorse e supporto ambiente, risorse e supporto interazione pubblica interazione pubblica

22 Assicurazione della qualità, 9 Il documento AEC (sez E), propone quesiti e indica i materiali utili a fornire le risposte Il documento AEC (sez E), propone quesiti e indica i materiali utili a fornire le risposte in coerenza con gli “Standard e linee guida europei per l'assicurazione della qualità nelle istituzioni di istruzione superiore” richiamati nelle indicazioni date dal MIUR ai Nuclei di Valutazione del sistema AFAM

23 Assicurazione della qualità, 10 Assicurazione della qualità nel sistema nazionale: Interna: Nuclei di Valutazione AFAM Interna: Nuclei di Valutazione AFAM Esterna nazionale: ANVUR (?) Esterna nazionale: ANVUR (?) Esterna settoriale: es. AEC (peer review) Esterna settoriale: es. AEC (peer review)

24 Assicurazione della qualità, 11 Il Nucleo di Valutazione “..... è formato da tre componenti aventi competenze differenziate, di cui due scelti fra esperti esterni, anche stranieri, di comprovata qualificazione nel campo della valutazione” (art. 10 del DPR 132/03) Il Nucleo di Valutazione “..... è formato da tre componenti aventi competenze differenziate, di cui due scelti fra esperti esterni, anche stranieri, di comprovata qualificazione nel campo della valutazione” (art. 10 del DPR 132/03)

25 Assicurazione della qualità, 12 Il Nucleo di Valutazione = snodo fra dimensione nazionale ed europea e fra Assicurazione interna ed esterna della Qualità Il Nucleo di Valutazione = snodo fra dimensione nazionale ed europea e fra Assicurazione interna ed esterna della Qualità Per operare con efficacia e lungimiranza, i Nuclei di Valutazione devono avere consapevolezza del quadro europeo di riferimento Per operare con efficacia e lungimiranza, i Nuclei di Valutazione devono avere consapevolezza del quadro europeo di riferimento

26 Mobilità internazionale, 1 Il documento dell’AEC “Dieci passi per la realizzazione di un programma di scambio Erasmus in ambito musicale” è stato tradotto da Sara Primiterra, stagista italiana presso l’Associazione europea dei Conservatori

27 Mobilità internazionale, 2 Le principali attività del programma Erasmus sono: Mobilità per motivi di studio e di tirocinio professionale di studenti, docenti e personaleMobilità per motivi di studio e di tirocinio professionale di studenti, docenti e personale Progetti multilaterali per lo sviluppo dei curricula e la modernizzazione della formazione superioreProgetti multilaterali per lo sviluppo dei curricula e la modernizzazione della formazione superiore

28 Mobilità internazionale, 3 Se si persegue l’obiettivo di accrescere la mobilità internazionale, un approccio più strutturato renderà il sistema AFAM ancora più credibile sul piano europeo (con riflessi importanti sul piano nazionale) oltre che più efficace nelle sue istituzioni.

29 Mobilità internazionale, 4 I dieci passi danno un contributo di chiarezza operativa e formale nelle tre fasi di preparazione, realizzazione e valutazione della mobilità internazionale. Nella prossima presentazione avremo modo di vedere come questo si sustanzia in un regolamento interno nell’esperienza del Conservatorio di Parma.


Scaricare ppt "Lo spazio europeo dell’Istruzione Superiore e la prospettiva delle istituzioni AFAM Il contributo delle istituzioni artistiche e musicali europee Alvaro."

Presentazioni simili


Annunci Google