La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 1 IL PIANO INDUSTRIALE Lucidi di G. TOSCANO Università Cattaneo – LIUC Master.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 1 IL PIANO INDUSTRIALE Lucidi di G. TOSCANO Università Cattaneo – LIUC Master."— Transcript della presentazione:

1 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 1 IL PIANO INDUSTRIALE Lucidi di G. TOSCANO Università Cattaneo – LIUC Master CFO Giugno 2010

2 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano Il piano industriale PIANIFICAZIONE CONTROLLOCOMUNICAZIONE Piano industriale Definisce, analizza, struttura e descrive un’idea imprenditoriale e una formula strategica (VALUE PROPOSITION) Consente una valutazione della fattibilità organizzativa e economico-finanziaria (BUSINESS MODEL)

3 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano Ruolo e obiettivi costringe gli uomini di azienda a meditare sull’idea imprenditoriale e sulla validità della formula strategica in atto e da realizzare; costituisce una guida per la gestione e favorisce il processo di realizzazione della strategia; favorisce il grado di sistematicità e il coinvolgimento del sistema del management, attraverso l’individuazione, la comunicazione e la condivisione di obiettivi articolati, ma coordinati a sistema; consente una verifica delle azioni poste in essere per la realizzazione della strategia e la valutazione della stessa; favorisce la comunicazione alle diverse classi di stakeholder dell’idea imprenditoriale e della formula strategica dell’azienda.

4 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano Destinatari “Proprietà di comando”, (management e - in taluni casi – lavoratori della tecnostruttura) Finanziatori; Clienti/fornitori; Soci di minoranza; Pubbliche istituzioni e organismi di controllo; Altri soggetti. DESTINATARI

5 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano Requisiti realistico; chiaro; al tempo stesso sintetico e analitico; coerente; flessibile. REQUISITI

6 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano Errori da evitare sopravvalutare la propria idea imprenditoriale sottovalutandone i rischi; considerare il piano stesso un puro obbligo formale finendo per sottovalutarne le potenzialità gestionali; delegare completamente a soggetti esterni la redazione del piano, non apportando le indispensabili conoscenze circa la propria azienda e il business; eccedere nella ricerca e nella produzione di informazioni a discapito della chiarezza del documento; trascurare di supportare le informazioni fornite con adeguati riferimenti ed analisi; sopravvalutare alcune parti a discapito di altre e della complessiva organicità del documento. ERRORI DA EVITARE

7 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano La valutazione VALUTARE STRATEGIA Comprendere le modificazioni che essa determina sul valore dell’azienda Evitare visione staticaComprendere il complessivo processo di creazione del valore Proiettarsi con lungimiranza nel futuro VALORE ATTUALE ALLARGATO

8 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano La valutazione 1) le dinamiche tipicamente competitive, quindi i flussi economico/finanziari sviluppati dalle aree di business nelle quali opera l’azienda ed il rischio operativo ad esse riconducibile; 2) le dinamiche finanziarie, spesso gestite a livello corporate, ricollegabili alla struttura del debito, al rischio finanziario ed al correlato costo dei finanziamenti; 3) il valore del portafoglio strategico, quindi le sinergie caratteristiche, finanziarie e fiscali; 4) il valore delle opzioni reali; 5) l’estensione temporale della strategia e delle posizioni di vantaggio ipotizzate. VALORE ATTUALE ALLARGATO Variabili da apprezzare:

9 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano La valutazione 1) La redditività e la capacità competitiva Attrattività del settoreCollocazione strategica Posizionamento strategicoRedditività media del settore

10 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano La valutazione 2) Dinamica finanziaria Stima del tasso di attualizzazione/capitalizzazione Rendimento di investimenti alternativi Rischio insito nell’attività aziendale Incertezza e variabilità dei risultati

11 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano La valutazione 3) Valore del portafoglio strategico Sinergie “Interrelazioni positive o negative tra aree di business” CaratteristicheFinanziarieFiscali

12 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano La valutazione 4) Le opzioni reali le strategie non producono «soltanto ritorni diretti, ma altresì opportunità future capaci a loro volta di generare ritorni» i possibili sviluppi della formula imprenditoriale rispetto alla naturale evoluzione della stessa si precisano e divengono efficaci soltanto dopo che una decisione strategica è stata effettuata e sono strettamente correlate ad essa rappresentano ulteriori opportunità di crescita che un’impresa può cogliere in un momento successivo all’implementazione della prima azione strategica

13 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano La valutazione 5) Estensione temporale della strategia metodologie di stima analitiche dei flussi economico-finanziari associati ad una strategia, con durata definita nel tempo e valore residuo finale modalità che si ricollegano e si avvicinano alla stima di una rendita perpetua a) le condizioni economico-finanziarie che caratterizzano l’impresa prima dell’eventuale implementazione della strategia b) le risorse reddituali o finanziarie richieste e generate nel periodo di implementazione della strategia ed i tempi di manifestazione dei citati flussi reddituali/finanziari c) le condizioni economico-finanziarie che caratterizzeranno l’impresa al termine della strategia in esame

14 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano Struttura e contenuto Informazioni Struttura Una parte qualitativa Una parte quantitativa Una pluralità di documenti Tecnico-descrittive Economico-fin. Aspetti quali-quantitativi riferiti alle risorse aziendali, alle azioni, alle attività e ai processi che caratterizzano il sistema aziendale, alla composizione ed alla consonanza tra forze interne ed esterne Andamenti aziendali in valori monetari i fatti, si da consentire il loro apprezz. attraverso la stima sintetica del valore creato e dei key value driver nei quali si articola e che consentono una valutazione circa il suo raggiungimento

15 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano Struttura e contenuto CONTENUTO - Un documento introduttivo nel quale vengono rappresentati e riportati gli elementi caratterizzanti dell’azienda, i principali aspetti della struttura organizzativa e l’organigramma, i riferimenti delle cariche e delle persone chiave - Un’analisi del sistema delle strategie aziendali e dedicata una specifica attenzione all’esame della formula strategica in atto e delle sue possibili evoluzioni - Autonoma analisi è dedicata alle azioni necessarie per consentire il passaggio dalla attuale formula strategica alla formula strategica ipotizzata e risultante dalla strategia - Una serie di analisi e dati di natura economico-finanziaria per valutare e descrivere: la creazione di valore; i costi da sostenere; le evoluzioni previste nella struttura e nell’entità del capitale investito; uno schema di sintesi per valutare la fattibilità e la validità economico finanziaria della strategia ipotizzata e delineata

16 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano Struttura e contenuto Il valore delle strategie Attrattività del settorePosizionamento competitivo Risultante delle forze competitive In termini di prodotti/servizi offerti e prezzi praticati Marketing mix: - qualità/descrizione del prodotto in termini di funzioni d’uso e caratteristiche fisico tecniche; - prezzo; - modalità di distribuzione; - comunicazione;

17 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano Struttura e contenuto Dalla situazione attuale - le linee di evoluzione e gli obiettivi strategici da perseguire; - i principali cambiamenti da realizzare; - gli effetti che produrranno in termini di valore rappresentati in alcuni indicatori rappresentativi e di sintesi. I cambiamenti - della composizione e nella struttura del gruppo del quale l’azienda fa parte, qualora l’azienda appartenga ad un gruppo; - nella struttura organizzativa formale; - negli uomini che ricoprono ruoli o cariche chiave; - nella filosofia gestionale; - nel complessivo rapporto con l’ambiente e con la clientela; - nella composizione del portafoglio dei business nei quali l’azienda è impegnata.

18 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano Struttura e contenuto - la creazione di valore associata alle strategie aziendali; - le modalità e l’articolazione del valore generato; - la disaggregazione del valore generato in valori economici, patrimoniali e finanziari; - la qualità del valore generato; - il fabbisogno finanziario dell’azienda e le sue modalità di copertura. Prospetti riguardanti: -i flussi economici previsti a piano; -i flussi finanziari; - la prevedibile evoluzione e struttura del capitale investito. Un sistema di indicatori

19 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 1. Executive Summary 1.1 Il progetto strategico proposto 1.2 Le azioni realizzate 1.3 I risultati attesi 1.4 Il management team 2. La strategia realizzata 2.1 La strategia competitiva a livello aziendale 2.2 Le performance di gruppo 2.3 La strategia competitiva delle singole ASA 2.4 Le performance registrate a livello di ASA 3. Necessità e opportunità di un ripensamento strategico 3.1 Le ragioni interne: i limiti della strategia attuale 3.2 Le regioni esterne: i processi di cambiamento in atto: minacce e opportunità in via di formazione Schema (Borsa Italiana) [1]

20 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 4. Il progetto strategico proposto 4.1 La missione 4.2 La strategia di portafoglio 4.3 La strategia competitiva di ASA 4.4 I risultati attesi 4.5 Il fabbisogno di risorse necessario alla realizzazione del piano 5. Le azioni realizzate 5.1 I progetti di mutamento dell’assetto strategico 5.2 I progetti di incremento della produttività aziendale 5.3 I progetti di sviluppo dimensionale 5.4 In quadro di sintesi: azioni, tempi, responsabilità organizzative, impatto economico-finanziario,criticità e vincoli 6. Le prospettive economico-finanziarie 6.1 Il modello di collegamento tra scelte strategiche e variabili economiche 6.2 Le assunzioni poste alla base delle previsioni economico-finanziarie 6.3 I risultati di piano 6.4 L’apprezzamento della convenienza e della sostenibilità finanziaria del piano 6.5 L’analisi di sensitività Schema (Borsa Italiana) [2]


Scaricare ppt "Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 1 IL PIANO INDUSTRIALE Lucidi di G. TOSCANO Università Cattaneo – LIUC Master."

Presentazioni simili


Annunci Google