La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ITALIA CHONCIMER SRL PRINCIPI AGRONOMICI di FERTILIZZAZIONE : Equilibrio vegeto-produttivo Uva da VINO Dott. Michele Caggiano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ITALIA CHONCIMER SRL PRINCIPI AGRONOMICI di FERTILIZZAZIONE : Equilibrio vegeto-produttivo Uva da VINO Dott. Michele Caggiano."— Transcript della presentazione:

1 ITALIA CHONCIMER SRL PRINCIPI AGRONOMICI di FERTILIZZAZIONE : Equilibrio vegeto-produttivo Uva da VINO Dott. Michele Caggiano

2 ITALIA CHONCIMER SRL SOSTENIBILITA’ Sistemi vitivinicoli gestiti secondo tecniche sostenibili che prevedono un moderato impiego di prodotti di origine sintetica Interazione tra nutrizione, qualità e sanità delle uve e del vino

3 ITALIA CHONCIMER SRL Approccio multidisciplinare Approccio agronomico, fisiologico, biochimico, enologico nel porre in atto una idonea tecnica di fertilizzazione e gestione del suolo

4 ITALIA CHONCIMER SRL Terroir e Nutrizione L’uva e il vino sono il risultato di un sistema nel quale interagiscono i fattori biologici, naturali e umani. La concimazione deve giocare un ruolo di rilievo con l’obiettivo di interferire il meno possibile sull’espressione del territorio nell’uva e nel vino. (no forzatura)

5 ITALIA CHONCIMER SRL Importanza di una idonea strategia di nutrizione Influenza lo stato nutrizionale della pianta sia agendo sulla fertilità integrale del terreno sia operando direttamente sul vegetale tramite la fertilizzazione fogliare Apporto di macro e micro elementi

6 ITALIA CHONCIMER SRL Effetti sul vino degli elementi AZOTOMigliore cinetica fermentativa; Rivelazione degli aromi alla fermentazione; Incrementa la resistenza alla ossidazione, ecc FOSFOROColore: migliore riflettanza; Esaltazione della intensità aromatica; Migliore acidità; Eleva il carattere minerale del vino. POTASSIOIncrementa gli zuccheri; Diminuisce l’acidità

7 ITALIA CHONCIMER SRL Effetti sul vino degli elementi CALCIORiduce la laccasi; Chiarifica facilitata; Aumenta la filtrabilità MAGNESIORiduce le precipitazioni tartariche; Incrementa la cinetica fermentativa lattica; Favorisce la partenza della malolattica; Aumenta la morbidezza e la rotondità; Favorisce il colore ZOLFOIncrementa i poifenoli; Aumenta la riflettanza e la tenuta del colore; Aumenta l’acidità e riduce l’ossidazione; Incrementa l’intensità aromatica del gruppo dei tioli

8 ITALIA CHONCIMER SRL Effetti sul vino degli elementi FERROAumenta il tasso alcolico, il colore e gli aromi BOROIncrementa il tasso zuccherino MANGANESEMigliora gli aromi (intensità) ZINCOAumenta gli aromi terpenici

9 ITALIA CHONCIMER SRL Strategia nutrizionale Obiettivo è una adeguata espressione del patrimonio aromatico e polifenolico dell’uva conseguenza di un processo fotosintetico efficiente; Modulare la risposta fisiologica della pianta attraverso una corretta gestione nutrizionale

10 ITALIA CHONCIMER SRL EQUILIBRIO VEGETO-PRODUTTIVO In funzione dell’obiettivo enologico LA QUALITA’ DEL VINO SI ORIGINA PARTENDO DA UNA UVA SANA E MATURA CONCETTO CARDINE

11 ITALIA CHONCIMER SRL Espansione radicale, assorbimento trasporto e impiego degli e.n. Fotosintesi, traspirazione e respirazione; Attività di crescita dei germogli, ritmi di accumulo o decremento dei componenti nelle bacche Sintesi degli ormoni ecc Nutrizione e fisiologia

12 ITALIA CHONCIMER SRL VARIABILI CONTROLLABILI IN CAMPO Controllo Avversità Funghi Virus e Batteri Insetti 30 % Acqua Irrigazione 25 % Altri 10 % Lavorazioni Nutrienti 35 % Azoto Fosforo Potassio Microelementi Sostanza org. FERTIRRIGAZIONE

13 ITALIA CHONCIMER SRL agisce sul rigoglio vegetativo della pianta una pianta ben concimata è più resistente alle avversità biotiche e non (siccità, freddo, stress vari...) determina livelli di qualità della bacca superiori ad un campione non concimato. IMPORTANZA DELLA CONCIMAZIONE

14 ITALIA CHONCIMER SRL Scopo della concimazione Costituire le riserve del suolo e della pianta restituendo gli e.m. assorbiti e persi; Correggere le carenze del suolo e della pianta; Ristabilire una alimentazione equilibrata.

15 ITALIA CHONCIMER SRL Le variabili da considerare sono molteplici; Quanto dare, quanto dare, cosa dare. Come facciamo a definire una idonea strategia?

16 ITALIA CHONCIMER SRL OBIETTIVO ENOLOGICO; DOSI DI CONCIMAZIONE; EPOCHE DI CONCIMAZIONE. Come facciamo a definire una idonea strategia

17 ITALIA CHONCIMER SRL Clima,tipo di suolo, varietà, portinnesto, età del vigneto, stato generale dello stesso, quantità di produzione, grado zuccherino realizzato, metodo di gestione del vigneto (forma di allevamento, potatura), problematiche specifiche, ecc PROGRAMMA DI NUTRIZIONE VARIABILI IN GIOCO

18 ITALIA CHONCIMER SRL Aggiornamento tecnico con prove; Conoscenza del terreno; Conoscenza della fisiologia della pianta; Conoscenza del fertilizzante impiegato. PROGRAMMA DI CONCIMAZIONE COME DISTRICARSI

19 ITALIA CHONCIMER SRL Analisi del terreno e diagnostica fogliare; Asportazioni colturali, perdite; Ritmo di assorbimento dei diversi elementi nutritivi e i periodi critici colturali; Efficienza delle unità fertilizzanti distribuite; Parametri per una razionale fertilizzazione (Approccio multidisciplinare)

20 ITALIA CHONCIMER SRL Granulometria; pH (clorosi ferrica); Sostanza organica, biomassa, C/N; Calcare totale e calcare attivo; Il contenuto in macro-meso-micro elementi; CSC, ecc; Caratteristico fisico chimiche e biologiche del terreno ( originalità e tipicità del vino)

21 ITALIA CHONCIMER SRL Triangolo della tessitura clay Clay loam Silt Clay loam Silty loam Silty Silt Clay Sandy loam Loamy sand sabbia Sandy clay loam Sandy clay Classificazione dei terreni Sabbioso Franco sabbioso Franco ( medio impasto ) Franco argilloso Argilloso

22 ITALIA CHONCIMER SRL Tipi di suolo La forma del volume bagnato dipende dalla tessitura del suolo In suoli leggeri la distribuzione dell’acqua è più stretta e profonda In suoli pesanti il volume bagnato è più largo e meno profondo Come si muove l’acqua nel terreno?

23 ITALIA CHONCIMER SRL Aerazione; Capacità di ritenzione idrica; Permeabilità Struttura; Colore, C.S.C. Maggiore efficienza di assorbimento (Fe, P, Ca) Sostanza organica (HUMUS) e biomassa “ pabulum dei microrganismi ”

24 ITALIA CHONCIMER SRL Asportazioni; Conoscenza del portainnesto; Curve di assorbimento degli elementi; Fisiologia della pianta, successione delle diverse fasi; Periodo critico colturale (P, Ca). Dispinibilità nel terreno, carenza nella pianta. Stima reale fabbisogno della coltura

25 ITALIA CHONCIMER SRL L’SO4 risulta più degli altri sensibile alla carenza (o indisponibilità) di Mg Il K5BB risulta più sensibile del precedente ad una carenza di K. Il 1103 P abbisogna più di altri di potassio e quindi è più sensibile ad una sua carenza rispetto al K5BB. Vi sono poi combinazioni d’innesto che accentuano o riducono tali problemi. Esigenze portainnesto meglio franca di piede


Scaricare ppt "ITALIA CHONCIMER SRL PRINCIPI AGRONOMICI di FERTILIZZAZIONE : Equilibrio vegeto-produttivo Uva da VINO Dott. Michele Caggiano."

Presentazioni simili


Annunci Google