La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Settembre 2013 Sondaggio regionale Piemonte/Valle d’Aosta, online su 72 campioni validi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Settembre 2013 Sondaggio regionale Piemonte/Valle d’Aosta, online su 72 campioni validi."— Transcript della presentazione:

1 Settembre 2013 Sondaggio regionale Piemonte/Valle d’Aosta, online su 72 campioni validi

2 Anagrafica Sesso Età

3 In quale istituzione lavori? Qualifica professionale

4 Utilizzi farmaci biotech per i pazienti? Il 92% utilizza i farmaci biotecnologici

5 Cos'è un farmaco biosimilare? Il 91% ha risposto correttamente alla domanda su cosa è un farmaco biosimilare (la copia di un farmaco biotecnologico a cui è scaduto il brevetto, simile ma non uguale alla molecola originatrice), il 9% invece ritiene che un biosimilare sia un farmaco uguale al biotecnologico originatore

6 Quali sono, se esistono, le maggiori criticità legate all'uso dei farmaci biosimilari? Per il 42% degli oncologi piemontesi le maggiori criticità legate all’uso dei biosimilari derivano dal fatto che possono funzionare in maniera differente rispetto al farmaco originatore, per il 33% presentano un diverso grado di immunogenicità, per il 10% possono scatenare allergie. Il 15% non ravvede criticità

7 I biosimilari di anticorpi monoclonali (mAb) sono già disponibili in Italia ?

8 Ritieni che i biosimilari di anticorpi monoclonali abbiano caratteristiche diverse dai biosimilari attualmente disponibili (es. eritropoietine, fattori di crescita granulocitari)? Per il 58% i biosimilari di anticorpi monoclonali sono più complessi dei primi biotech, richiedono studi clinici con endpoint validati e processi di vigilanza più accurati e appositi registri

9 Ritieni che possa essere prevista la non sostituibilità automatica tra anticorpi monoclonali “originator” e biosimilari mAb?

10 In alcuni Paesi europei la legge stabilisce che il farmacista ospedaliero non possa sostituire un farmaco biologico con un biosimilare. Ritieni che la decisione sulla sostituibilità debba essere di esclusiva competenza del medico oncologo? Per l’87% la decisione sulla sostituibilità tra biologico e biosimilare deve essere di esclusiva competenza del medico oncologo (il 13% invece è contrario)

11 Quale tra le seguenti azioni ritieni più utile che una società scientifica come l'AIOM debba promuovere sul tema biosimilari di anticorpi monoclonali? Il 53% ritiene che promuovere informazione e cultura sia l’azione più importante che una società scientifica come l’AIOM debba intraprendere sul tema biosimilari di anticorpi monoclonali

12 La Regione Piemonte ha emanato linee guida per la prescrizione e l’acquisto di farmaci biosimilari? La Regione Valle d’Aosta ha emanato linee guida per la prescrizione e l’acquisto di farmaci biosimilari?

13 Ritieni che, nei pazienti naive, il biosimilare, se disponibile a un prezzo inferiore rispetto all’originatore, debba essere preferito?

14 La Corte dei Conti stima 31 miliardi di euro di tagli alla sanità fino al Ritieni che l'introduzione dei biosimilari di anticorpi monoclonali possa favorire il contenimento dei costi? Per il 42% l’introduzione dei biosimilari di anticorpi monoclonali rappresenta un’opportunità per risparmiare risorse. Per il 58% invece è più utile cercare margini di risparmio in altre voci di spesa

15 Quanto pesano i tagli alla sanità in Piemonte e Valle d’Aosta sulla tua capacità di curare al meglio i pazienti? Per il 75% degli oncologi i tagli alla sanità in Piemonte e Valle d’Aosta pesano sulla capacità di curare al meglio i pazienti


Scaricare ppt "Settembre 2013 Sondaggio regionale Piemonte/Valle d’Aosta, online su 72 campioni validi."

Presentazioni simili


Annunci Google