La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

JOHN STUART MILL 1806-1873. IL SUO PENSIERO SI TROVA AL CENTRO CENTRO DEL PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DALLE ESTREME DOTTRINE DELL’INDIVIDUALISMO E DEL.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "JOHN STUART MILL 1806-1873. IL SUO PENSIERO SI TROVA AL CENTRO CENTRO DEL PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DALLE ESTREME DOTTRINE DELL’INDIVIDUALISMO E DEL."— Transcript della presentazione:

1 JOHN STUART MILL

2 IL SUO PENSIERO SI TROVA AL CENTRO CENTRO DEL PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DALLE ESTREME DOTTRINE DELL’INDIVIDUALISMO E DEL LASSEZ-FAIRE, NEL QUALE ERA STATO EDUCATO, A UNA PIÙ MODERNA CONCEZIONE DELLA SOCIETÀ

3 OBIETTIVO CORRETTIVI DA APPLICARE ALL’INDIVIDUALISMO E LIBERALISMO PER RENDERLO CONCILIABILE CON LE ISTANZE DEMOCRATICHE PROVENIENTI DALLA SOCIETÀ

4 “MILL RAPPRESENTA LA TRASFORMAZIONE TRA IL VECCHIO E IL NUOVO LIBERALISMO È […] DI QUI IL FATTO CHE NEL MONDO MILL È LA PERSONA CHE PIÙ FACILMENTE SI PUÒ ACCUSARE DI INCOERENZA, IMPERFEZIONE E MANCANZA DI UN SISTEMA BEN DEFINITO. DI QUI ANCHE IL FATTO CHE LA SUA OPERA SOPRAVVIVERÀ ALLA MORTE DI MOLTI SISTEMI COERENTI, PERFETTI E BEN DEFINITI. LEONARD T. HOBHOUSE, LIBERALISM”

5 INFLUENZE UTILITARISMO (BENTHAM, JAMES MILL) ROMANTICISMO (CARLYLE, COLERIDGE, BYRON) più attenzione alla cultura interiore dell’individuo SOCIALISMO (SAINT SIMON, FOURIER, OWEN) TOCQUEVILLE

6 BENTHAM “THE GREATEST HAPPINESS OF THE GREATEST NUMBER IS THE FOUNDATION OF MORALS AND LEGISLATION” SOCIETÀ POLITICA: UN RAPPORTO DI COMANDO E OBBEDIENZA ESSERI UMANI ACCETTANO DI OBBEDIRE SE RITENGONO DI POTER VEDER GARANTITI ALCUNI BENI COME LA SICUREZZA, LA PROPRIETÀ E IL BENESSERE

7 POTERE POLITICO: UN SUPERIORE E UN INFERIORE RIDURRE AL MINIMO LE DISUGUAGLIANZE MIGLIORARE LE CONDIZIONI ECONOMICHE E SOCIALI GARANTIRE UNA EGUAGLIANZA PERLOMENO NEL CAMPO CIVILE E POLITICO ALLARGAMENTO SUFFRAGIO

8 Romanticismo LA FELICITÀ NON PUÒ ESSERE PERSEGUITA COME FINE DIRETTO CONSEGUENZA DI OBIETTIVI DIVERSI DALLA FELICITÀ PERSONALE NON È DETERMINATA SOLTANTO DALLE CIRCOSTANZE ESTERNE ALL’INDIVIDUO, MA ANCHE DAL SUO SVILUPPO INTERIORE.

9 “LA NATURA UMANA NON È UNA MACCHINA DA COSTRUIRE SECONDO UN MODELLO E DA REGOLARE PERCHÉ COMPIA ESATTAMENTE IL LAVORO ASSEGNATOLE, MA UN ALBERO, CHE HA BISOGNO DI CRESCERE E SVILUPPARSI IN OGNI DIREZIONE, SECONDO LE TENDENZE DELLE FORZE INTERIORI CHE LO RENDONO UNA CREATURA VIVENTE.”

10 INGHILTERRA XIX MUTAMENTI RIVOLUZIONE INDUSTRIALE BRUTALITÀ VITA NELLE INDUSTRIE E NELLE MINIERE ORARI DI LAVORO BARBARI DONNE E FANCIULLI ASSENZA DI DISPOSITIVI DI SICUREZZA

11 INGHILTERRA XIX SISTEMA COSTITUZIONALE FONDATO SULLA LIBERTÀ POLITICA LIBERAL-DEMOCRAZIA PRINCIPIO DELLA LIBERTÀ POLITICA PROGRESSO SOCIALE E CIVILE

12 TEMATICHE PRINCIPALI QUESTIONE SOCIALE CONFLITTO TRA L’ORDINE SOCIALE E LA LIBERTÀ INDIVIDUALE DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI IN UNO STATO DEMOCRATICO QUESTIONE FEMMINILE

13 Questione sociale “LA PIÙ GRANDE FELICITÀ DEL PIÙ GRANDE NUMERO” ELIMINARE OSTACOLI MATERIALI E CULTURALI MALI CHE IMPEDISCONO LA FELICITÀ: POVERTÀ, MALATTIA, INSICUREZZA SOCIALE

14 PRINCIPIO DELLA GIUSTIZIA: ELIMINAZIONE DELLE INEGUAGLIANZE POLITICHE E SOCIALI, NON PIÙ GIUSTIFICATE DAL PROGRESSO DELLA SOCIETÀ CLASSI LAVORATRICI: ASPIRAZIONE AD AUTONOMIA ED INDIPENDENZA DA LAVORATORE SALARIATO A LAVORATORE PROPRIETARIO SOCIETÀ COOPERATIVE FORME DI PRODUZIONE ASSOCIATA

15 PROPRIETÀ NO ABOLIZIONE COOPERATIVE DI LAVORATORI: PERSEGUIMENTO DEL BENE COMUNE ATTRAVERSO LA MUTUA E PARITARIA COLLABORAZIONE DEGLI INDIVIDUI.

16 SOCIALISMO TRA IL SOCIALISMO E LA PROPRIETÀ PRIVATA FINIRÀ PER VINCERE “«QUALE DEI DUE SISTEMI SIA COMPATIBILE COL MASSIMO SVILUPPO DELLA LIBERTÀ E DELLA SPONTANEITÀ UMANE.»”

17 Distribuzione ricchezza e ruoli CRITERIO MERITOCRATICO CLASSE MEDIA NON PIÙ ASSILLO RINCORSA ALLA RICCHEZZA NO GRANDI PATRIMONI

18 REDISTRIBUZIONE REDDITO TASSAZIONE SPECIALE SULLA TERRA IMPOSIZIONE PROGRESSIVA SULLE EREDITÀ E DONAZIONI LIMITAZIONE DEL DIRITTO DI SUCCESSIONE

19 CONCORRENZA LIBERA CONCORRENZA: NO CAUSA DI TUTTI I MALI SENZA CONCORRENZA: SCOMPARSA DI OGNI INCENTIVO ALLA INNOVAZIONE NELLE TECNICHE DI PRODUZIONE E NELLA RELATIVA ORGANIZZAZIONE

20 UOMO: INDOLENTE, ABITUDINARIO SE OTTIENE RISULTATI SODDISFACENTI NON CAMBIA TECNICHE E PIANI DI PRODUZIONE CAMBIANO QUANDO COSTRETTI DALLA CONCORRENZA

21 ON LIBERTY (1859) PROBLEMA DELLA NATURA E DEI LIMITI DEL POTERE CHE LA SOCIETÀ PUÒ LEGITTIMAMENTE ESERCITARE SULL’INDIVIDUO

22 «IL SOLO SCOPO PER IL QUALE L’UMANITÀ È GIUSTIFICATA AD INTERFERIRE, INDIVIDUALMENTE O COLLETTIVAMENTE, NELLA LIBERTÀ D’AZIONE DI CHIUNQUE È QUELLO DI AUTO PROTEGGERSI, DI IMPEDIRE A UN INDIVIDUO DI NUOCERE AGLI ALTRI»

23 LIBERTÀ DI PENSIERO DI SEGUIRE I PROPRI GUSTI E LE PROPRIE INCLINAZIONI DI ASSOCIAZIONE

24 "IMPEDIRE L'ESPRESSIONE DI UN'OPINIONE È UN CRIMINE PARTICOLARE, PERCHÉ SIGNIFICA DERUBARE LA RAZZA UMANA, I POSTERI ALTRETTANTO CHE I VIVI, COLORO CHE DALL'OPINIONE DISSENTONO ANCORA DI PIÙ DI CHI LA CONDIVIDE: SE L'OPINIONE È GIUSTA SONO PRIVATI DELL'OPPORTUNITÀ DI PASSARE DALL'ERRORE ALLA VERITÀ; SE È SBAGLIATA PERDONO UN BENEFICIO ALTRETTANTO GRANDE, LA PERCEZIONE PIÙ CHIARA E VIVA DELLA VERITÀ, FATTA RISALTARE DAL CONTRASTO CON L'ERRORE."

25 “IL SOLO MODO IN CUI UN UOMO PUÒ IN UNA CERTA MISURA AVVICINARSI ALLA CONOSCENZA COMPLESSIVA DI UN ARGOMENTO È ASCOLTANDO CIÒ CHE NE DICONO PERSONE DI OGNI OPINIONE, E STUDIANDO TUTTE LE MODALITÀ SECONDO CUI PUÒ ESSERE CONSIDERATO DA OGNI PUNTO DI VISTA"

26 PERICOLI TIRANNIA DELLA MAGGIORANZA INDIFFERENZA

27 SISTEMA COSTITUZIONALE INGLESE DUE PARTITI SI ALTERNANO AL GOVERNO: HA LA SUA LEGITTIMAZIONE NEL METODO DIALETTICO DELLA RICERCA DELLA VERITÀ, CIOÈ NEL CONTINUO CONFRONTO ED ESAME DELLE OPINIONI, MEDIANTE LIBERE DISCUSSIONI

28 INDIFFERENZA “VOLONTARIA RINUNCIA ALLA LIBERTÀ DA PARTE DI ALCUNI MEMBRI DELLA SOCIETÀ, INSIEME CON L’ABBANDONO DELLA SCELTA E DEL GIUDIZIO PERSONALE ALLA COLLETTIVITÀ”

29 OMOGENEITÀ “L’UOMO AMA IN MASSA, LA SUA SCELTA CADE SULLE COSE CHE COSTITUISCONO LA SUA NORMALE ATTRATTIVA; SI ASTIENE, QUASI FOSSERO UNA COLPA, DA OGNI SINGOLARITÀ NEI GUSTI, DA OGNI ORIGINALITÀ NELLE AZIONI, FINCHÈ A FORZA DI NON DAR PESO ALLE PROPRIE INCLINAZIONI NATURALI, NON NE HA PIÙ ALCUNA DA SEGUIRE; LE SUE CAPACITÀ ISTERILISCONO PARALIZZANDO OGNI ASPIRAZIONE FECONDA, OGNI SENTIMENTO VIVO”

30 LIBERTÀ= PROGRESSO SOCIALE

31 FINE DELLO STATO UTILITARISTI: ASSICURARE IL BENE DEGLI INDIVIDUI CHE LO COMPONEVANO E QUESTO BENE ERA DEFINITO COME “LA PIÙ GRANDE FELICITÀ DEL PIÙ GRANDE NUMERO, IN QUANTO MISURA DEL GIUSTO E DELL’INGIUSTO”

32 BUON GOVERNO È CARATTERIZZATO DA DUE ELEMENTI: IL PRIMO, E PIÙ IMPORTANTE, FA RIFERIMENTO ALLO SCOPO EDUCATIVO, CIOÈ A QUANTO CONTRIBUISCE A PROMUOVERE LA VIRTÙ E L’INTELLIGENZA DEI GOVERNATI, COLLETTIVAMENTE E INDIVIDUALMENTE; IL SECONDO CRITERIO PRENDE IN CONSIDERAZIONE, INVECE, QUANTO «LA MACCHINA GOVERNATIVA TRAE VANTAGGIO DALLA SOMMA DI BUONE QUALITÀ DELLA POPOLAZIONE E LE UTILIZZA PER GIUSTI SCOPI»

33 GOVERNO RAPPRESENTATIVO MANTIENE VIVI GLI INTERESSI ANTAGONISTICI DELLA COMUNITÀ STIMOLA L’INIZIATIVA E IL PENSIERO INDIVIDUALE LA MINORANZA DEVE AVERE LA GARANZIA CHE I SUOI DIRITTI SIANO PROTETTI NEI CONFRONTI DELLA MAGGIORANZA

34 SUFFRAGIO ALLARGAMENTO SUFFRAGIO: NO ANALFABETI, CHI NON PAGA TASSE E CHI RICEVE UN SUSSIDIO VOTO PLURIMO

35 «LE QUESTIONI POLITICHE NON DEVONO ESSERE DECISE DA UN APPELLO, DIRETTO O INDIRETTO, AL GIUDIZIO O ALLA VOLONTÀ DI UNA MASSA NON ISTRUITA, SIA ESSA DI GENTILUOMINI O DI BUFFONI, MA DALLE OPINIONI PONDERATE DI UN NUMERO COMPARATIVAMENTE PICCOLO DI PERSONE, PARTICOLARMENTE ISTRUITE ALLO SCOPO»

36 TUTELA DELLE MINORANZE “È CONDIZIONE ESSENZIALE DELLA DEMOCRAZIA CHE LE MINORANZE SIANO RAPPRESENTATE IN UNA GIUSTA PROPORZIONE. FUORI DI QUESTO PRINCIPIO NON È POSSIBILE UNA VERA DEMOCRAZIA, MA SOLO UNA FALSA APPARENZA DI DEMOCRAZIA”

37 DECENTRAMENTO CONTRO CENTRALIZZAZIONE: L’UNICA SOLUZIONE È IL DECENTRAMENTO. LE AUTONOMIE LOCALI COSTITUISCONO COSÌ UN CONTRALTARE AL GOVERNO CENTRALE ED HANNO LA PREZIOSA CARATTERISTICA DI CONSENTIRE LA PARTECIPAZIONE ALLE FUNZIONI DI GOVERNO AD UNA PIÙ LARGA PARTE DI CITTADINI: SI REALIZZA IN TAL MODO IL FINE EDUCATIVO DELLA PARTECIPAZIONE POLITICA

38 LEGISLATIVO ELABORAZIONE DELLE LEGGI: COMMISSIONE LEGISLATIVA NOMINATA DAL GOVERNO CHE STUDI LA QUESTIONE E LA SOTTOPONGA POI ALLA ASSEMBLEA PER L’APPROVAZIONE O NO.

39 QUESTIONE FEMMINILE AMBIGUITÀ RIVOLUZIONE FRANCESE RIFERIMENTI IN JEREMY BENTHAM E MARY WOLLSTONECRAFT (A VINDICATION OF THE RIGHTS OF WOMAN, 1792) SAINT SIMON, FOURIER E OWEN

40 On Marriage ( ) DONNE SPOSATE PIÙ RISPETTABILI MATRIMONIO L’UNICA VIA POSSIBILE PER CONQUISTARE UNO STATUS ECONOMICO E SOCIALE MORALMENTE ACCETTATO DONNE NUBILI: “A KIND OF EXCRESCENCE ON THE SURFACE OF SOCIETY, HAVING NO USE OR FUNCTION OR OFFICE THERE”

41 I principi di economia politica (1848) LA DIFFERENTE RETRIBUZIONE FRA UOMO E DONNA; LA CIRCOSCRIZIONE DELLA DONNA AL RUOLO DI MADRE E MOGLIE TASSO DI NATALITÀ ELEVATO

42 1865 CANDIDATO PARLAMENTO “I made known to them, among other things, my conviction (as I was bound to do, since I intended, if elected, to act on it) that women were entitled to representation in Parliament on the same terms with men. It was the first time, doubtless, that such a doctrine had ever been mentioned to electors; and the fact that I was elected after proposing it, gave the start to the movement which has since become so vigorous in favour of women’s suffrage.”

43 1866 PETIZIONE PROMOSSA DA BARBARA L. S. BODICHON, MENTIA TAYLOR, AND EMILY DAVIES “FOR EXTENSION OF THE ELECTIVE FRANCHISE TO ALL HOUSEHOLDERS WITHOUT DISTINCTION OF SEX”.

44 20 MAGGIO DEL 1867 PRESENTÒ UN EMENDAMENTO ALL’ARTICOLO 4 DEL REPRESENTATION OF THE PEOPLE BILL, CHIEDENDO LA SOSTITUZIONE DELLA PAROLA «MAN» CON «PERSON»

45 “PERHAPS THE ONLY REALLY IMPORTANT PUBLIC SERVICE I PERFORMED IN THE CAPACITY OF A MEMBER OF PARLIAMENT”

46 NEGAZIONE VOTO DONNE UNICO CASO DI INDIVIDUO CHE FIN DALLA NASCITA NON POTRÀ AMBIRE AL VOTO CONTRASTO CON IL PRINCIPIO “TAXATION AND REPRESENTATION”

47 The subjection of women (1869) INTENDE DIMOSTRARE QUANTO ERRONEO SIA IL PRINCIPIO CHE REGOLA LE RELAZIONI FRA I DUE SESSI, IN MODO CHE UNO SIA SUBORDINATO ALL’ALTRO PROMUOVERE LA PERFETTA UGUAGLIANZA FRA UOMINI E DONNE

48 INVERSIONE ONERE DELLA PROVA “IN OGNI ALTRO CASO SI SUPPONE CHE L’ONERE DELLA PROVA RICADA SU CHI SOSTIENE L’AFFERMATIVA. SE UNA PERSONA VIENE ACCUSATA D’UN OMICIDIO, SPETTA A CHI LO ACCUSA LA PROVA DELLA PROPRIA INNOCENZA”

49 “HO GIÀ DETTO CHE NON SI PUÒ SAPERE QUANTE FRA LE DIFFERENZE MENTALI ESISTENTI FRA GLI UOMINI E LE DONNE SIANO NATURALI, E QUANTE INVECE ARTIFICIALI, E NEMMENO SE VI SIANO COMUNQUE DELLE DIFFERENZE NATURALI OVVERO, SUPPONENDO ELIMINATE TUTTE LE CAUSE ARTIFICIALI DI DIFFERENZA, QUALE CARATTERE NATURALE SI RIVELEREBBE.” DIFFERENZE NATURALI?

50 L’INFERIORITÀ FEMMINILE È UNA CONCEZIONE RADICATA NON SOLO NEL COSTUME MA ANCHE NEL SENTIMENTO POPOLARE CONDIZIONE FEMMINILE RISULTA AVULSA DA TUTTI I CAMBIAMENTI CHE LO SCORRERE DEI SECOLI HA PORTATO CON SÉ, INFATTI, IL PRINCIPIO DELLA FORZA COME REGOLATRICE DEI RAPPORTI HA CESSATO DI ESSERE ASSUNTO NEI PAESI PIÙ EVOLUTI IN TUTTI I CASI, TRANNE CHE NELLE RELAZIONI FRA UOMO E DONNA

51 PARITÀ È INUSUALE NON INNATURALE

52 DIFFERENZE RISCONTRABILI DIPENDONO DA DIFFERENTE EDUCAZIONE ELIMINARE INGIUSTIZIA IN FAMIGLIA EDUCA ALLA RICERCA DELLA GIUSTIZIA

53 BIBLIOGRAFIA C. Cressati, La libertà e le sue garanzie. Il pensiero politico di John Stuart Mill, Bologna, Il Mulino, M. D’Addio, Storia Delle Dottrine Politiche, vol. II, Genova, ECIG, 1996, pp C. Galli (a cura di), Manuale di storia del pensiero politico, Bologna, Il Mulino, 2001, pp G. Facchi (a cura di), Il pensiero di John Stuart Mill. Una antologia dagli scritti, Torino, Loescher, M. T. Pichetto, John Stuart Mill. Un classico del pensiero liberal-democratico, Milano, FrancoAngeli, M. T. Picchetto, John Stuart Mill, in S. Mastellone (a cura di), Mazzini e gli scrittori politici europei ( ), Firenze, Tomo I, Centro Editoriale Toscano, 2005, pp


Scaricare ppt "JOHN STUART MILL 1806-1873. IL SUO PENSIERO SI TROVA AL CENTRO CENTRO DEL PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DALLE ESTREME DOTTRINE DELL’INDIVIDUALISMO E DEL."

Presentazioni simili


Annunci Google