La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Bertolami Salvatore Jeremy Bentham Jeremy Bentham (15 febbraio 1748 – 6 giugno 1832) è stato un filosofo e giurista inglese. Fu un politico radicale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Bertolami Salvatore Jeremy Bentham Jeremy Bentham (15 febbraio 1748 – 6 giugno 1832) è stato un filosofo e giurista inglese. Fu un politico radicale."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Bertolami Salvatore Jeremy Bentham Jeremy Bentham (15 febbraio 1748 – 6 giugno 1832) è stato un filosofo e giurista inglese. Fu un politico radicale e un teorico influente nella filosofia del diritto anglo- americana. È conosciuto come uno dei primi proponenti dell'utilitarismo, dei diritti degli animali e del liberalismo.

2 Prof. Bertolami Salvatore La scuola di Jeremy Bentham Bentham fu uno dei più importanti utilitaristi, trai suoi discepoli: James Mill e suo figlio John Stuart Mill, oltre a vari politici (e Robert Owen, che divenne poi uno dei fondatori del socialismo).

3 Prof. Bertolami Salvatore Jeremy Bentham: principi libertà personale ed economica, separazione di stato e chiesa, la libertà di parola, parità di diritti per le donne, diritti degli animali, fine della schiavitù ed abolizione di punizioni fisiche, diritto al divorzio, libero commercio, e difesa dall'usura, restrizioni sul monopolio, pensioni e assicurazioni sulla salute. Ideò e promosse un nuovo tipo di prigione, che Bentham chiamò Panopticon.

4 Prof. Bertolami Salvatore Dolore e piacere Bentham (Principi di morale e di legislazione, 1789) considera il desiderio di limitare il dolore e di cercare il piacere la molla fondamentale dell'agire umano. Da questo punto di vista svolge le sue considerazioni politiche, etiche, economiche. Quando si dichiara per il "laissez faire", basa la sua argomentazione sul fatto che le restrizioni alla libertà rappresentano fonti di dolore, sulla stessa tesi si basa anche la valutazione positiva che gli utilitaristi danno dell'industria e dello scambio: poiché il fine di quelle attività è il desiderio di aumentare il proprio benessere, tali attività sono perfettamente giustificate e da sviluppare.

5 Prof. Bertolami Salvatore Benessere individuale e collettivo Il legame fra benessere individuale e benessere collettivo era offerto dalla teoria della "mano invisibile", secondo la quale i fini del singolo e quelli della società si armonizzano in modo naturale. Per Bentham, il criterio per giudicare la bontà delle leggi è verificare il loro effetto sulla quantità complessiva di felicità goduta dal maggior numero possibile di individui; calcolare se il provvedimento o la norma in oggetto ha per effetto la maggior felicità del maggior numero.

6 Prof. Bertolami Salvatore Jeremy Bentham e le leggi Bentham argomenta che gli uomini non ubbidiscono alle leggi perché vi riconoscono le leggi naturali, ma perché credono che le conseguenze che derivano dall'ubbidire siano migliori di quelle che derivano dal non ubbidire. Infine, anche il suo sostegno a un governo rappresentativo basato sul suffragio universale deriva da un calcolo di utilità: è utile per il governo non tiranneggiare i governati, poiché questi altrimenti si ribellano.

7 Prof. Bertolami Salvatore Giurisprudenza Espositiva, che chiarisce quello che le leggi contengono e dispongono; Censoria, indica ciò che leggi dovrebbero contenere e disporre Quale che la legge è, è largamente diverso nei diversi paesi: mentre quel che dovrebbe essere è in tutti i paesi in ampia misura lo stesso. Lespositore quindi è sempre il cittadino di questo o quel paese: il censore è o dovrebbe essere il cittadino del mondo

8 Prof. Bertolami Salvatore Liberalismo politico Motto di ogni buon cittadino è obbedire puntualmente, censurare liberamente.

9 Prof. Bertolami Salvatore Liberismo economico Lattività del Governo, in Economia, è negativa, ovvero esperire azioni rivolte a rimuovere ostacoli economiche e barriere protettive. Lo stato deve pensare a garantire la libertà del funzionamento del mercato, la sicurezza, lassistenza …

10 Prof. Bertolami Salvatore Forma di Stato: potere legislativo Democratica con forte connotazione popolare: Potere legislativo con Camera unica, con rappresentanti eletti dal popolo e revocabili, con durata di mandato molto breve (per evitare radicalizzazioni); Diritto di voto quasi universale (con esclusione di minori, soldati e militari perché sottoposti al comando militare, illetterati)

11 Prof. Bertolami Salvatore Forma di Stato: potere esecutivo Potere esecutivo, con Primo ministro nominato dallAssemblea; egli stesso sceglierà gli altri Ministri, ad eccezione di quello della Giustizia di nomina assembleare; Sottoposizione al controllo dellAssemblea

12 Prof. Bertolami Salvatore Forma di Stato: potere giudiziario potere giudiziario, con a capo il Ministro della Giustizia che sceglie gli altri giudici, col compito di punire i trasgressori; Sottoposizione al controllo dellAssemblea

13 Prof. Bertolami Salvatore Riferimenti bibliografici J. Bentham, A Fragment on Ontology, in J. Bentham, The Works of Jeremy Bentham, vol. VIII, J. Bowring, New York, Russell & Russell Inc., 1962, J. Bentham 1789, An Introduction to the Principles of Morals and Legislation, Oxford, Basil Blakwell, 1960 J. Bentham, Essay on Logic, in J. Bentham, The Works of Jeremy Bentham.


Scaricare ppt "Prof. Bertolami Salvatore Jeremy Bentham Jeremy Bentham (15 febbraio 1748 – 6 giugno 1832) è stato un filosofo e giurista inglese. Fu un politico radicale."

Presentazioni simili


Annunci Google